Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Le Universiadi

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re:Le Universiadi
« Risposta #30 il: 03 Luglio, 2019, 15:08:31 pm »
ma la smetti di crearti le immagini mentali?
sta cosa la dico a prescindere di insigne, è una cosa radicata in un pensiero articolato che non ho mai nemmeno esposto, quindi che mi vieni a dire "lo dici per colpa d'insigne"

a me insigne non mi farebbe cambiare idea nemmeno quando vado a cagare, è così insulso che considero di più il mio gatto che lui, figurati se posso basare un mio pensiero sulla città di napoli su di lui.


e cmq è il tuo simbolo forse, napoli ne ha altri, per te è un simbolo, ognuno si tiene i simboli che competono ;)
Ma ci mancherebbe. W le visioni diverse. Sono molto felice di pensarla diversamente da te su praticamente tutto.

Re:Le Universiadi
« Risposta #31 il: 03 Luglio, 2019, 15:09:19 pm »
cioè manco un coglione leghista distingue un frattese da un napoletano

polemica del cazzo veramente


Ma lui è il classico tipo che quando segna Insigne va ad esultare nel cesso per non farsi sentire.

Re:Le Universiadi
« Risposta #32 il: 03 Luglio, 2019, 15:15:53 pm »
Però bisogna ammettere che gli stessi napoletani sono un po' fissati con questa cosa che chi non è nato/cresciuto a Napoli città, escludendone la provincia, non si può dire veramente "napoletano". Qua c'è gente che addirittura distingue gli abitanti di Napoli per quartiere, per cui se sei di Miano, tanto per dirne una, quelli del centro non ti considerano napoletano, così come fanno quelli del Vomero, del resto, dimenticando che sia Miano sia il Vomero sono quartieri posti fuori dal centro storico e che sono pari in quanto a napoletanità, mentre non sono pari per quanto concerne il livello socio-culturale degli abitanti, ovviamente.

Del resto, chi vuole dirsi veramente napoletano al 100% dovrebbe essere nato e cresciuto nella zona che coincide con la Napoli storica, tenendo conto che perfino Piazza Dante sarebbe fuori da tale perimetro, perché anticamente vi si teneva il mercato dei cavalli ed era fuori dalla cinta urbana, come si evince chiaramente dalla presenza di una porta, Port'Alba, ancora presente a ridosso della medesima Piazza Dante.

Che poi Insigne rappresenti un simbolo per la squadra di calcio del Napoli, e percepito come tale nel resto d'Italia e anche all'estero, penso sia innegabile, anche per chi non lo stima, come il sottoscritto e pochi altri su questo forum.
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Offline Zero

Re:Le Universiadi
« Risposta #33 il: 03 Luglio, 2019, 15:25:21 pm »
ma io non ho problemi coi non napoletani, non mi mettete cose in bocca non vere.
io vedo la persona sempre, ma se uno non è napoletano non lo è e bast

Offline Zero

Re:Le Universiadi
« Risposta #34 il: 03 Luglio, 2019, 15:27:08 pm »
Ma lui è il classico tipo che quando segna Insigne va ad esultare nel cesso per non farsi sentire.

ma smettila e impara l'educazione che non ti ho mai detto na cosa del genere

Re:Le Universiadi
« Risposta #35 il: 03 Luglio, 2019, 15:27:13 pm »
Però bisogna ammettere che gli stessi napoletani sono un po' fissati con questa cosa che chi non è nato/cresciuto a Napoli città, escludendone la provincia, non si può dire veramente "napoletano". Qua c'è gente che addirittura distingue gli abitanti di Napoli per quartiere, per cui se sei di Miano, tanto per dirne una, quelli del centro non ti considerano napoletano, così come fanno quelli del Vomero, del resto, dimenticando che sia Miano sia il Vomero sono quartieri posti fuori dal centro storico e che sono pari in quanto a napoletanità, mentre non sono pari per quanto concerne il livello socio-culturale degli abitanti, ovviamente.

Del resto, chi vuole dirsi veramente napoletano al 100% dovrebbe essere nato e cresciuto nella zona che coincide con la Napoli storica, tenendo conto che perfino Piazza Dante sarebbe fuori da tale perimetro, perché anticamente vi si teneva il mercato dei cavalli ed era fuori dalla cinta urbana, come si evince chiaramente dalla presenza di una porta, Port'Alba, ancora presente a ridosso della medesima Piazza Dante.

Che poi Insigne rappresenti un simbolo per la squadra di calcio del Napoli, e percepito come tale nel resto d'Italia e anche all'estero, penso sia innegabile, anche per chi non lo stima, come il sottoscritto e pochi altri su questo forum.
Questo discorso non vale solo per Napoli ma per ogni provincia, città, paese.
Miao miao miao miaooo, bau bau bau bauuuu, chicchiricchì

Re:Le Universiadi
« Risposta #36 il: 03 Luglio, 2019, 15:27:48 pm »
Però bisogna ammettere che gli stessi napoletani sono un po' fissati con questa cosa che chi non è nato/cresciuto a Napoli città, escludendone la provincia, non si può dire veramente "napoletano". Qua c'è gente che addirittura distingue gli abitanti di Napoli per quartiere, per cui se sei di Miano, tanto per dirne una, quelli del centro non ti considerano napoletano, così come fanno quelli del Vomero, del resto, dimenticando che sia Miano sia il Vomero sono quartieri posti fuori dal centro storico e che sono pari in quanto a napoletanità, mentre non sono pari per quanto concerne il livello socio-culturale degli abitanti, ovviamente.

Del resto, chi vuole dirsi veramente napoletano al 100% dovrebbe essere nato e cresciuto nella zona che coincide con la Napoli storica, tenendo conto che perfino Piazza Dante sarebbe fuori da tale perimetro, perché anticamente vi si teneva il mercato dei cavalli ed era fuori dalla cinta urbana, come si evince chiaramente dalla presenza di una porta, Port'Alba, ancora presente a ridosso della medesima Piazza Dante.

Che poi Insigne rappresenti un simbolo per la squadra di calcio del Napoli, e percepito come tale nel resto d'Italia e anche all'estero, penso sia innegabile, anche per chi non lo stima, come il sottoscritto e pochi altri su questo forum.
La gente non per il quartiere di provenienza ma in base all'intelligenza (che è diversa dalla cultura).
Ma l'uomo ha questa abitudine a voler sempre creare categorie.Anche da tifosi distinguiamo tra quelli da stadio e quelli da poltrona,tra gli ultras e i non ultras,tra quelli di curva e quelli di tribuna ecc.

Offline Zero

Re:Le Universiadi
« Risposta #37 il: 03 Luglio, 2019, 15:30:02 pm »
Questo discorso non vale solo per Napoli ma per ogni provincia, città, paese.

ma infatti peppemassa ha allargato il discorso, leviatano e geggi sono trasaliti, io ho semplicemente detto una cosa né filosofica, né antropologica ne neint….. agg ritt ca nun è napulitan, come io non sono vicentino, che ci sarà di strano in ciò?
forse i pregiudizi che ognuno si porta dentro di conseguenza li scrive attribuendoli a me?

Re:Le Universiadi
« Risposta #38 il: 03 Luglio, 2019, 15:37:08 pm »
ma smettila e impara l'educazione che non ti ho mai detto na cosa del genere
Ma va cac. Il finto risentito :stralol:

Re:Le Universiadi
« Risposta #39 il: 03 Luglio, 2019, 15:38:25 pm »
Conosco "napoletani" della mura antiche che tifano Juve. Quella è gente si sfaccimma che non appartiene a questa città.

Re:Le Universiadi
« Risposta #40 il: 03 Luglio, 2019, 15:44:57 pm »
ma infatti peppemassa ha allargato il discorso, leviatano e geggi sono trasaliti, io ho semplicemente detto una cosa né filosofica, né antropologica ne neint….. agg ritt ca nun è napulitan, come io non sono vicentino, che ci sarà di strano in ciò?
forse i pregiudizi che ognuno si porta dentro di conseguenza li scrive attribuendoli a me?
Sono d'accordo con te che Insigne è paesano e non si può definire a pieno titolo napoletano ma qui parliamo di uno che deve svolgere un ruolo simbolico e quindi ci sta benissimo come rappresentante di Napoli.

E l'aspetto simbolico è preponderante rispetto al fatto che sia di Fratta e anche al fatto (ben più rilevante visto che parliamo di Universiadi)che è un ignorantone :)

Re:Le Universiadi
« Risposta #41 il: 03 Luglio, 2019, 16:04:51 pm »
Questo discorso non vale solo per Napoli ma per ogni provincia, città, paese.
Mi sono limitato a descrivere qualcosa che conosco dal vivo. Non so cosa accada negli altri paesi. Ricordo però che ho spesso notato una marea di francesi dirsi "di Parigi", mentre invece provengono dai posti più disparati e solo perché vivono nella capitale, o nelle città satelliti, ossia nelle periferie, dicono di essere "di Parigi".

In altri posti non so. Ricordo che in Irlanda, però, la gente era fiera del posto da cui veniva e difficilmente trovavi un irlandese di un villaggio o di una cittadina non distante da Dublino dire che era della capitale.
« Ultima modifica: 03 Luglio, 2019, 16:07:01 pm da peppemassa »
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Re:Le Universiadi
« Risposta #42 il: 03 Luglio, 2019, 16:05:52 pm »
La gente non per il quartiere di provenienza ma in base all'intelligenza (che è diversa dalla cultura).
Ma l'uomo ha questa abitudine a voler sempre creare categorie.Anche da tifosi distinguiamo tra quelli da stadio e quelli da poltrona,tra gli ultras e i non ultras,tra quelli di curva e quelli di tribuna ecc.
:sisi:

Che poi essere nati in un posto è spesso frutto del caso.
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Re:Le Universiadi
« Risposta #43 il: 03 Luglio, 2019, 17:45:45 pm »
J song  e ncopp o’ vommero oltre piazza medaglie d’oro per me so tutti barbari
Il record di 91 punti non è un obiettivo societario, ma un traguardo personale

Online Koji_Kabuto

Re:Le Universiadi
« Risposta #44 il: 03 Luglio, 2019, 17:51:12 pm »
J song  e ncopp o’ vommero oltre piazza medaglie d’oro per me so tutti barbari

Per me siete montanari. Mia madre è di Via Cilea e in ogni caso l'abbiamo resa una persona normale...a Posillipo.