Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

LIGA 2012-13

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12329
LIGA 2012-13
« Risposta #15 il: 16 Settembre, 2012, 10:26:12 am »
L\'età avanza ;)
Stò n\'serius oggi, anzi stò proprie n\'cazzat, nun ce fa caso.
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12329
LIGA 2012-13
« Risposta #16 il: 23 Settembre, 2012, 10:28:13 am »
   Xavi salva il Barça che continua a volare

   Contro il Granada finisce 2-0, ma l\'equilibrio si spezza solo all\'87\' grazie al regista catalano, che realizza un gol fantastico con un tiro di mezzo esterno dal limite dell\'area, mentre poi in pieno recupero Messi propizia l\'autorete del raddoppio. Barcellona a punteggio pieno dopo 5 gare

Tanta paura, come in Champions League, ma alla fine tanta gioia. È questo il Barcellona del presente, salvato nella sua versione infrasettimanale da Leo Messi e poi nell\'arrangiamento da campionato da Xavi, pur partito in panchina nella gara interna contro il Granada di Floro Flores e compagnia friulana (il club andaluso è di proprietà della famiglia Pozzo).
BARCELLONA BLOCCATO - L\'avvio di gara al Camp Nou è frizzante, con Messi subito pericoloso e Mikel Rico che risponde dall\'altra parte. Solo al 22\', però, la prima vera occasione, grazie alla bella conclusione di prima intenzione di Fabregas da fuori area, con Toño che blocca in due tempi evitando anche il potenziale tap-in di Messi. Il numero 10 catalano, ad ogni modo, è più nervoso che decisivo, come dimostra il battibecco - pur moderato - con Villa dopo una conclusione un po\' egoista del Guaje. Il Granada, nel frattempo, fa la sua partita, sfiorando il gol a sorpresa sul sinistro di Siqueira (gran riflesso di Valdes) e rischiando quindi la clamorosa autorete al 37\', quando una deviazione involontaria di Borja Gomez per poco non beffa Toño.


DENTRO XAVI; MESSI NON PASSA - A inizio ripresa Tito Vilanova cambia, inserendo Pedro e Xavi al posto di Villa e Thiago per rendere il Barcellona più veloce ed efficace: queste mosse costringono il Granada ad abbassare ulteriormente il baricentro, ma il gol continua a non arrivare... Al 64\' Messi sfiora la rete due volte, ma prima Iñigo Lopez (grande anticipo volante) e poi Toño (parata decisiva nell\'uno contro uno) gli negano la gioia del vantaggio.


 


TOÑO FENOMENALE: LE PRENDE TUTTE - Sembra quasi la fotocopia del match contro lo Spartak Mosca, girato dal Barça negli ultimi 20 minuti, ma in questo caso le difficoltà proseguono per merito di un portiere, Toño, che si trasforma in saracinesca: miracolo al 77\' su Fabregas, ripetuto due minuti dopo su Xavi, mentre all\'85\' l\'estremo ospite nega ancora l\'1-0 a Messi, con il Barça che rischia tutto dall\'altra parte sul contropiede concluso da Orellana (che trova a sua volta la risposta decisiva di Valdes).


XAVI, UNA PRODEZZA DA 3 PUNTI - Si gioca ormai a mille all\'ora, più di foga che di tecnica, ma quando c\'è bisogno di un colpo di freddezza sopra le righe non c\'è uomo migliore di Xavi Hernandez: all\'87\' la palla sfila al limite dell\'area per il numero 6 catalano che la accarezza, alza gli occhi e calcia con un mezzo esterno da antologia che sbatte sulla parte interna della traversa e termina nel sacco. Questa volta non c\'è nulla da fare per Toño, che verrà battuto poi anche in pieno recupero dall\'autorete sfortunata di Borja Gomez su cross radente di Messi per il 2-0 che chiude la contesa. Una partita che il Barça ha vinto faticando tantissimo, un po\' per demeriti propri (Thiago ininfluente, Villa, Sanchez e Fabregas a corrente alternata) e un po\' per meriti altrui (Toño); l\'importante, comunque, sono sempre i tre punti: con questa vittoria fanno 5 su 5 nella Liga e il Real è già staccato di un abisso (-11, pur con una gara in meno).
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12329
LIGA 2012-13
« Risposta #17 il: 29 Settembre, 2012, 12:39:17 pm »
   Giuseppe Rossi sotto i ferri il 3 ottobre

   Si tratta della seconda operazione programmata dal suo staff medico: il rientro in campo è fissato per il prossimo aprile

Giuseppe Rossi di nuovo sotto i ferri. Secondo il sito del quotidiano spagnolo lasprovincias.es, l\'attaccante del Villarreal tornerà a operarsi il prossimo 3 ottobre per risolvere definitivamente i suoi problemi ai legamenti del ginocchio dopo i due gravi infortuni subiti il 26 ottobre del 2011, nel match contro il Real Madrid, e lo scorso 13 aprile in allenamento.
Il doppio intervento, dopo la seconda rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, era già stato pianificato con il professor Richard Steadman che ad aprile lo aveva sottoposto alla prima operazione, nella clinica di Vail, in Colorado, limitandosi a praticare un innesto osseo in vista di una nuova operazione, quella che verrà effettuata il 3 ottobre quando lo specialista statunitense concentrerà la sua attenzione sul legamento.


Secondo la stampa spagnola il rientro in campo di Rossi è previsto tra fine aprile e maggio.
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12329
LIGA 2012-13
« Risposta #18 il: 30 Settembre, 2012, 11:07:22 am »
   Che rimonta del Barça! Decide Villa al 92\'

   Da 2-0 a 2-3: il Siviglia, meritatatamente avanti con Trochowski e Negredo, subisce il ritorno blaugrana (doppio Fabregas) e cade nel recupero: decide David Villa, appena entrato, al 92\'. Real a -11 con una partita in meno; vincono Valencia e Malaga, l\'Athletic Bilbao sprofonda

Incredibile al Ramón Sánchez Pizjuan! Il Siviglia, che davanti al suo pubblico aveva già sconfitto il Real Madrid due settimane fa, sfiora l\'impresa di battere anche il Barcellona: undici di Míchel - bandiera del Real con 404 presenze in Liga dal 1981 al \'96 - avanti 2-0 a inizio ripresa con reti di Piotr Trochowski (già a segno contro leMerengues) e Negredo, un altro ex dei Blancos, ma il Barcellona accorcia subito con Fabregas e, seppur appannato, trova il pari sempre con Cesc all\'88\'. Piovono dissensi per un mani di Tello (involontario, ma palese) nell\'azione del 2-2, ma il Barça deve ancora infierire: al 92\', con un\'azione in remake per la solita traccia di Messi dal limite, El Guaje Villa si avvicenda a Fabregas nell\'inserimento centrale, ma l\'esito non cambia per il verdetto inesorabile: 3-2 Barcellona a ultimare una splendida risalita e harakiri Siviglia.
Incredibile al Ramón Sánchez Pizjuan! Il Siviglia, che davanti al suo pubblico aveva già sconfitto il Real Madrid due settimane fa, sfiora l\'impresa di battere anche il Barcellona: undici di Míchel - bandiera del Real con 404 presenze in Liga dal 1981 al \'96 - avanti 2-0 a inizio ripresa con reti di Piotr Trochowski (già a segno contro leMerengues) e Negredo, un altro ex dei Blancos, ma il Barcellona accorcia subito con Fabregas e, seppur appannato, trova il pari sempre con Cesc all\'88\'. Piovono dissensi per un mani di Tello (involontario, ma palese) nell\'azione del 2-2, ma il Barça deve ancora infierire: al 92\', con un\'azione in remake per la solita traccia di Messi dal limite, El Guaje Villa si avvicenda a Fabregas nell\'inserimento centrale, ma l\'esito non cambia per il verdetto inesorabile: 3-2 Barcellona a ultimare una splendida risalita e harakiri Siviglia.
LIGA, SESTA GIORNATA : MALAGA E SIVIGLIA OK, CRISI ATHLETIC
MALAGA-BETIS SIVIGLIA 4-0 - Il Malaga, avversario del Milan in Champions League (Gruppo C con Zenit e Anderlecht), si disfa del Betis Siviglia alla Rosaleda con un netto 4-0: a segno per la squadra di Pellegrini Joaquin su rigore al 13\', El conejo Saviola (28\') e Isco al 74\' oltre all\'autorete, un minuto prima, di Amaya Carazo.


VALENCIA-REAL SARAGOZZA 2-0 - Sofiane Feghouli, centrocampista algerino classe 1989, ha aperto le marcature al Mestalla tra Valencia e Saragozza prima dell\'espulsione: 2-0 Els Che firmato Viera dopo l\'intervallo per la buona reazione del Valencia dopo il ko di Maiorca.


REAL SOCIEDAD-ATHLETIC BILBAO 2-0 - L\'Athletic di Marcelo Bielsa, finalista di Europa League e Copa del Rey lo scorso anno, cade anche sul campo della Real Sociedad nel derby basco: decidono per la squadra di Montanier le reti, entrambe nella ripresa, del giovane Antoine Griezmann e del messicano Carlos Vela, ex-Arsenal, su rigore.
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12329
LIGA 2012-13
« Risposta #19 il: 22 Ottobre, 2012, 17:12:05 pm »
   Liga: Che emozioni al Riazor: Deportivo-Barcellona 4-5!

   Succede di tutto al Riazor di La Coruña. Barcellona avanti 3-0 alla mezzora, quindi la quasi rimonta del Deportivo fino al 2-3. Ancora una volta Leo Messi prende per mano i suoi e grazie a una doppietta porta il risultato dul 5-4 finale. Espulso Mascherano. Festival di gol ma questo Barça preoccupa

Dalla noia del Bernabéu alla follia del Riazor. A La Coruña succede davvero di tutto. Bella, bellissima partita anche se i gol non possono e non devono mettere da parte preoccupazioni per un Barcellona irriconoscibile in fase di copertura. Quattro gol dal Deportivo sono tanti, troppi. Se poi andiamo a rivedere il come e quando ci rendiamo conto che mister Vilanova avrà non poco lavoro da fare per cercare di migliorare le cose. Va bene, mancano tutti o quasi, non c’è il talento, lo spessore di Puyol e Piqué. Non c’è la concretezza di Dani Alves ma le assenze non possono far franare completamente il Barcellona. Tito Vilanova l’ha ormai detto e confermato: c’è e ci sarà Song al fianco di Mascherano. E se non è lui, dentro Adriano ma guai a parlare del canterano Bartra. Queste le scelte del tecnico catalano ma una cosa è certa: così si va poco lontano. Il Barcellona ha il disperato bisogno di certezze in fase difensiva. Anche perché oltre la linea dei quattro c’è un portiere, Valdes, che non sembra proprio avere livello e continuità per sistemare le cose e dare, garantire sicurezza tra i pali. Senza punti di riferimento, giocatori di ruolo, il Barcellona crolla miseramente. E qualcuno perde la testa (vedi Mascherano e Valdes appunto).
Vilanova decide poi di lasciare Xavi in panchina. Dentro, in attacco David Villa e Leo Messi. Inutile dire che tra i due tanto feeling non sembra proprio esserci. Il Guaje fatica a trovare posto e spazio e Messi preferisce puntare su se stesso o liberare i vari Tello, o Pedro. Insomma, anche in attacco serve maggiore chiarezza a questo Barcellona. E così, nel pieno del delirio catalano, anche una squadra non certo irresistibile come il Deportivo, sotto 3-0 dopo neanche mezzora di gioco, rischia seriamente di portare a casa la partita. Tutti, dopo il vantaggio di Jordi Alba dopo appena due minuti, di Tello dopo otto giri di orologio e di Messi al 18esimo, pensavano a un facilissimo successo azulgrana. Magari a una goleada finale con solito gol avversario tanto per rendere più divertente il match. E invece il Deportivo, prima con Pizzi, quindi con Bergantiños, riapre clamorosamente la partita. Evidente la responsabilità di Valdes sul secondo gol della squadra galega.


Singolare poi la coincidenza che in questa ottava giornata di Liga vedeva le due big impegnate contro le due squadre della Galizia. Due partite diversissime come impostazione e come andamento. Da una parte un Real Madrid sempre più a immagine e somiglianza di Mourinho, cinico e spietato. Dall’altra il Barcellona che senza centrali sembra perdere ordine e senso. Minuto 44 e arriva anche il sesto gol al Riazor, sempre ad opera di Leo Messi. Partita finita? Neanche per idea. Si torna in campo nella ripresa e Pizzi segna la sua personale doppietta per il 3-4. A complicare le cose ci pensa poi Mascherano che si fa espellere per doppio giallo. E adesso chi lo dice a Vilanova che praticamente resta solo Bartra? Ironia a parte, il match continua nella sua “locura”. Barcellona in dieci e azulgrana che segnano il quinto, ancora una volta con Leo Messi. Tripletta per l’argentino. Un minuto più tardi Jordi Alba batte il proprio portiere Valdes con una autorete che mantiene in vita la sfida a dieci minuti dal termine.


Dieci minuti che non bastano al Deportivo per strappare un pari clamoroso e leggendario. La squadra di La Coruña si arrende a Leo Messi e non riesce ad approfittare del peggior Barcellona della stagione dal centrocampo in giù. Roba che nemmeno l’ingresso in campo di Xavi, al posto del migliore in campo Fabregas, riesce a sistemare. Arrivano i tre punti al Riazor ma arriva anche un’altra bella dose di preoccupazioni per Vilanova. Questo Barça, primo con vantaggi abissali dal Real Madrid, proprio non convince. Radio Catalunya oggi parlava di un segretissimo interesse catalano per Pepe, con tanto di video girato. Saranno tutte invenzioni (o quasi), ma qualche registrazione, di qualche difensore centrale di ruolo, si spera arrivi al Camp Nou. Comincia a essere un’emergenza. Prima che sia troppo tardi.
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12329
LIGA 2012-13
« Risposta #20 il: 29 Ottobre, 2012, 17:22:24 pm »
   Liga - Manita per il Real, Barça di nuovo a otto punti

   Dilaga il Real Madrid nella trasferta di Palma di Maiorca. Sono cinque le reti che consentono ai blancos di riportarsi a otto lunghezze dalla coppia di testa Atletico-Barcellona. Si scatenano Cristiano Ronaldo e Higuain: due doppiette per loro. Nel finale c\'è gloria anche per Callejon

Il Real Madrid non batte ciglio e risponde per le rime al Barcellona:manita anche per i blancos. E così la trasferta nelle Isole Baleari si trasforma in una passeggiata di salute per i madrileni, con i padroni di casa a recitare il ruolo degli sparring partner. Sono Cristiano Ronaldo e Gonzalo Higuain a prendersi la copertina della serata, con due doppiette d’autore a testa. Tante le note liete di questa serata, a cominciare dalla superba prestazione di Modric, finalmente padrone del centrocampo. Si è comportata bene anche la retroguardia, orfana dei vari Marcelo, Coentrao e Arbeloa: Essien e Ramos si sono disimpegnati alla grande da terzini. Unica ombra sulla serata di gala del Real l’ammonizione di Xabi Alonso che costringerà il centrocampista a saltare il prossimo impegno.
MAIORCA SPETTATORE - È il Pipita Higuain a sbloccare il punteggio dopo appena otto minuti, sfruttando nel migliore dei modi uno svarione del disastroso Anderson; nel corso del match il Maiorca non sarà in grado di creare un insidia che sia una alla porta di un quasi inoperoso Iker Casillas. A questo punto si attiva l’androide CR7 con il centro numero dieci in campionato: rasoiata fulminante che s’insacca all’angolino. È un Real che gioca sul velluto, con Ozil e Di Maria che inventano giocate telecomandate inframezzate da accelerazioni devastanti. C’è da mordersi le mani ad essere un tifoso del Real Madrid: i blancos hanno vinto quattro delle ultime cinque partite disputate nella Liga – l’unica “macchia” è il pareggio nelClasico – eppure inseguono a otto punti la stratosferica coppia di testa composta da Atletico Madrid e Barcellona, due squadre capaci di raccogliere 25 punti su 27 disponibili. La partenza ad handicapnon è ancora stata riassorbita dalla banda Mourinho, chiamata all’impresa epocale per recuperare il terreno perduto.


LA COPPIA HIGUAIN-RONALDO VA A GONFIE VELE - Dicevamo della premiata ditta Ronaldo-Higuain. I due campioni concedono il bis nella ripresa, timbrando la doppietta e scambiandosi gli assist. Le azioni del Real Madrid sono ciò che di meglio possa offrire il calcio moderno: combinazioni palla a terra a velocità proibitive per i maiorchini. La parola d’ordine è la verticalizzazione: con tre-quattro passaggi i Merengues arrivano a smarcare un giocatore davanti al portiere avversario. Nel finale c’è gloria anche per Callejon, entrato nell’ultimo scorcio di match.
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.

Offline Maurizio

  • Capitano
  • ******
  • 30621
LIGA 2012-13
« Risposta #21 il: 12 Novembre, 2012, 11:59:35 am »
Leo Messi ha stabilito un altro invidiabile primato, superando addirittura un mito come Pelè, nel numero dei gol realizzati in un solo anno solare. Contribuendo con doppietta alla vittoria del Barcellona sul campo del Maiorca (4-2 il finale), l\'attaccante argentino ha raggiunto quota 76, lasciando \'O Rey\' a 75. Messi adesso si prepara ad attaccare il record assoluto di gol fissato da Gerd Mueller: il tedesco si è fermato a 85 centri in un anno, dista dunque solo nove centri da uno scatenato Messi, che si prepara a riscrivere la storia del calcio. O se non altro quella dei bomber. La \'Pulcè ha segnato 12 gol con la Nazionale argentina e il resto con la maglia dei blaugrana che, con il successo odierno conquistato nella capitale delle Baleari, si sono portati a 31 punti in classifica. Gli altri due gol del Barcellona di Vilanova sono stati realizzati dal centrocampista Xavi, su punizione, e dal giovane esterno Tello.

MORATA SALVA MOURINHO - Vince con molta sofferenza il Real Madrid, che passa 2-1 sul campo del Levante. Mourinho deve ringraziare il baby Morata, un \'92, che entrato in campo nel finale è riuscito a trovare la rete della vittoria nel finale. Prima c\'erano stati i gol del solito Cristiano Ronaldo (poi costretto a uscire per una ferita al volto) e poi il pareggio di Angel, oltre a un rigore fallito da Xabi Alonso. Con questi tre punti le merengues restano a otto lunghezze dal Barcellona.
http://www.corrieredellosport.it/calcio/calcio_estero/liga/2012/11/11-279049/Bar%C3%A7a%2C+Messi+re+del+gol%3A+superato+anche+Pel%C3%A8

Offline Zero

  • Capitano
  • ******
  • 23556
LIGA 2012-13
« Risposta #22 il: 26 Novembre, 2012, 16:40:54 pm »
ragazzi ieri il barca ha vinto 4 a 0 con 11 giocatori provenienti dalla primavera...... ovvero non che erano dei primavera, bensì che sono cresciuti nella primavera.
 
http://www.corriere.it/sport/12_novembre_26/barcellona-undici-dalla-masia_7fcb1812-37b0-11e2-94e7-603de4c26bba.shtml

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12329
LIGA 2012-13
« Risposta #23 il: 03 Dicembre, 2012, 18:30:16 pm »
   Liga - Ossigeno Real: Mou vince il derbi madrileño

   Le Merengues di José Mourinho affondano l\'Atletico nel derby di Madrid con un gol per tempo: sul tabellino Cristiano Ronaldo, ventesima rete stagionale, e Mesut Özil. CR7 hombre del partido con gol, assist, palo e traversa. Per l\'Atletico, nervoso e slegato, l\'amaro risveglio dopo l\'inedito favore dei pronostici in virtù del secondo posto in Liga: il Barcellona scappa a +6 sui Colchoneros

Effetto Cristiano Ronaldo: gol al 15’ su punizione, assist per il raddoppio di Mesut Özil, palo e traversa nella ripresa. Il portoghese fa spendere il giallo a mezza squadra avversaria in un derbi madrileño a dire il vero non proprio entusiasmante, perché l’Atletico si spegne dopo il primo propositivo quarto d’ora di gioco e il Real addormenta la partita col possesso prolungato per quasi un’ora fino al bis del Nazionale tedesco finalmente concreto e in marcatura. Soltanto nel finale le Merengues imperversano con Benzema e ancora Ronaldo che, in tre minuti dal 75’ al 77’, centra la traversa ancora su piazzato e il palo del povero, ma attento Courtois.
DERBY ANOMALO ALLA VIGILIA, ORDINARIO NEL RISULTATO - José Mourinho per vincere una delle partite più delicate della sua storia da Special One, Diego Pablo Simeone per regalare all’Atletico un derbi madrileño che i Colchoneros non vincono da tredici anni con 17 successi dell Merengues e 6 pari nelle ultime 23 stracittadine. L’Atletico “ospite indesiderato” del Santiago Bernabeu gode di un inedito favore dei pronostici che hanno accompagnato l’attesa della lunga vigilia in virtù della seconda posizione in classifica da anti-Barça. Undici vittorie in 13 incontri - le uniche impasse a Valencia, 1-1 nella prima di temporada col Levante e 0-2 nell’unica sconfitta di campionato al Mestalla - e le 11 reti di Radamel Falcao, El Tigre, il centravanti più ambito dal calcio europeo, sono i numeri dell’Atletico che spaventano il Real, eppure sarà l’altro fenomeno della serata, Cristiano Ronaldo, a spostare gli equilibri del derby
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.

Offline The UnderRoller

  • Capitano
  • ******
  • 18519
LIGA 2012-13
« Risposta #24 il: 10 Dicembre, 2012, 00:13:26 am »
Doppietta di Messi che batte il record di Muller e cinquina di Falcao.
"IN THE MAZE OF HER IMAGINATION"

#liberailnapoli


ROCK 'N ROLL STOPS THE TRAFFIC

Offline fubin

  • Bundesligist
  • Esordiente
  • ***
  • 849
LIGA 2012-13
« Risposta #25 il: 10 Dicembre, 2012, 00:48:34 am »
Doppietta di Messi che batte il record di Muller e cinquina di Falcao.
messi non serve e il barcelona che gli fa fare tutte queste cose [cit] :2sbonk:
messi = maradona ce poco da fare!
C\'e\' solo un capitano - quello della Findus!


Offline The UnderRoller

  • Capitano
  • ******
  • 18519
LIGA 2012-13
« Risposta #26 il: 12 Dicembre, 2012, 23:07:58 pm »
Doppietta di Messi in coppa del Re.
E\' il duecentosessantesimo gol nel 2012 :look:
"IN THE MAZE OF HER IMAGINATION"

#liberailnapoli


ROCK 'N ROLL STOPS THE TRAFFIC

Offline Zero

  • Capitano
  • ******
  • 23556
LIGA 2012-13
« Risposta #27 il: 12 Dicembre, 2012, 23:51:31 pm »
Doppietta di Messi in coppa del Re.
E\' il duecentosessantesimo gol nel 2012 :look:

Nella vita tutto si reiquilibria.... per per riequilibrare stu poc deve esplodere la spagna xD

Purtroppo la ciorta gira.... dico purtroppo xkè si merita tutto quello che sta facendo

Offline The UnderRoller

  • Capitano
  • ******
  • 18519
LIGA 2012-13
« Risposta #28 il: 17 Dicembre, 2012, 13:06:19 pm »
Altra doppietta di Messi con il Barça che asfalta l\'Atletico Madrid 4-1
 
Adesso è a quota trecentosessantacinque gol nel 2012 :look:
"IN THE MAZE OF HER IMAGINATION"

#liberailnapoli


ROCK 'N ROLL STOPS THE TRAFFIC

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12329
LIGA 2012-13
« Risposta #29 il: 24 Dicembre, 2012, 10:57:55 am »
   Liga - Messi, Xavi e Tello, vince anche il Barça di Roura

   Prima partita senza Vilanova in panchina. Il tecnico è stato dimesso proprio in serata dopo l\'intervento chirurgico di giovedì. I catalani battono 3-1 il Valladolid e raggiungono il Real nel record di gol segnati in un anno solare (119). Barça campione d\'inverno

Anims Tito. Comincia con questo bellissimo incoraggiamento al tecnico del Barça Vilanova, operato giovedì scorso e dimesso già oggi il match tra gli azulgrana e il Valladolid. Primo impegno senza il tecnico catalano, sostituito dal vice Roura. Non c’è Vilanova ma il Barcellona non perde certo la strada. Spazzato via, nonostante le resistenze iniziali, il Valladolid e vittoria che chiude il 2012 con il titolo d’inverno. Il vantaggio di Xavi poi permette al Barcellona di raggiungere il Real nel record di gol segnati in un anno solare (119).
Unica sorpresa per i catalani la panchina di Iniesta, lasciato a riposo dal tecnico Roura. Per il resto è il solito Barça d’attacco, padrone assoluto del campo e in difficoltà solo nella prima mezzora di gioco con gli avversari bravi a chiudere ogni spazio, soprattutto sulla trequarti, vera zona vitale per le manovre azulgrana. Dopo 43 minuti e una serie incredibile di occasioni sprecate (soprattutto da un irriconoscibile Sanchez), è Xavi a segnare il gol del vantaggio assistito da Jordi Alba dalla sinistra. Per Xavi un gol facile che sblocca la partita e mette in ginocchio i padroni di casa. Un primo tempo che conferma la capacità dei catalani, nell’amministrare i momenti più difficili e colpire alla prima leggerezza avversaria. Al Milan il difficile compito di evitare tali situazioni. Missione praticamente impossibile.


Nella ripresa non cambia nulla mister Roura e dopo appena dieci minuti di gioco il Barça raddoppia. Leo Messi prima sbaglia quindi piazza il suo 91esimo centro stagionale con un rasoterra che non lascia scampo al povero Hernandez. Per vedere un cambio nelle fila del Barcellona bisogna attendere il 77esimo con l’ingresso dell’escluso di lusso, David Villa. Un ingresso che appare abbastanza forzato sul 2-0 catalano. Il Guaje non tocca praticamente pallone, confermandosi purtroppo giocatore sempre più estraneo al perfetto meccanismo Barça. Dentro anche Iniesta che anticipa di qualche minuto il gol della bandiera del Valladolid ad opera di Guerra a due minuti dal termine del match. Spazio anche per Tello, che a differenza di Villa, tocca un solo pallone, dopo appena trenta secondi e lo infila in rete per il definitivo 3-1.


Si chiude quindi con una vittoria il 2012 del Barcellona. Un andamento devastante questo dei catalani con 64 partite giocate, 49 vittorie, 9 pareggi e solo cinque sconfitte contro Osasuna, Chelsea, Celtic e due volte contro i rivali del Real Madrid. Record anche per quanto riguarda i gol segnati, 175 e titolo di campione d’inverno con l’Atlético Madrid, secondo a 9 punti. Un traguardo non certo fondamentale ma che nella storia ha permesso, nelle 18 volte in cui il Barça lo ha raggiunto, di terminare in testa alla Liga spagnola a fine anno in ben 11 occasioni.
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.