Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Nazionale Italiana

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Seaver

Nazionale Italiana
« il: 02 Settembre, 2010, 18:58:49 pm »
FIRENZE, 2 settembre - «Dobbiamo scacciare i pensieri negativi. L'idea di non aver mai vinto nell'anno può pesare sulla squadra». Cesare Prandelli domani guida la Nazionale per la sua prima in una partita ufficiale. Contro l'Estonia comincia il cammino di qualificazione per l'Euro 2012 e, oltre alla depressione post-Mondiale, c'è da superare il dato statistico negativo: nessun successo nell'anno solare, 7 partite di seguito senza mai cogliere i 3 punti, l'ultima vittoria 10 mesi fa, a novembre 2009. «Resto convinto che il risultato vada ottenuto attraverso la via del gioco - ha detto Prandelli prima della partenza per Tallinn - ma è chiaro che dovremo essere squadra e puntare al risultato». Confermate anche dal ct le indicazioni dell'allenamento: l'Italia si schiererà con un 4-3-3 e Cassano-Pazzini in avanti completati da Pepe: «Antonio è psicologicamente al cento per cento, ha solo bisogno di affetto per rendere al meglio», ha sottolineato il ct. Unico dubbio il portiere: Prandelli tiene in piedi il ballottaggio tra Sirigu e Viviano. Poi la punzecchiata ai suoi uomini: «Vedo troppo rispetto nelle partitelle: serve più grinta, più determinazione, più cattiveria. Ho parlato a De Rossi, deve imparare da Pirlo come essere leader».

Pepe, Pazzini e Cassano: è il tridente d'attacco che Cesare Prandelli prova nell'ultimo allenamento a Coverciano, prima della partenza per Tallinn prevista questo pomeriggio da Pisa. Per la partita contro l'Estonia di domani, primo incontro del girone di qualificazione a Euro 2012, confermata l'indicazione di un 4-3-3, con Pazzini che vince il ballottaggio su Gilardino per il posto da centravanti. Nella partitella sul campo del centro tecnico azzurro, il ct schiera Sirigu tra i pali, la difesa a quattro con Cassani, Bonucci, Chiellini e Molinaro; un centrocampo composto da destra da De Rossi, Pirlo e Montolivo; e in attacco Pazzini, con Pepe a destra e Cassano a sinistra.
« Ultima modifica: 02 Settembre, 2010, 21:43:25 pm da Seaver »

Seaver

Nazionale Italiana
« Risposta #1 il: 03 Settembre, 2010, 19:00:07 pm »
«Mi aspetto un Cassano micidiale nell'uno contro uno: la squadra deve giocare per lui, lui deve giocare per la squadra». A poche ore da Estonia-Italia, prima partita ufficiale da ct, Cesare Prandelli rinnova tutta la sua fiducia nel numero 10 nella consueta intervista alla Rai, nell'ambito del contratto di esclusiva tra Figc e tv pubblica. «Chi può essere l'erede di Pirlo? Cigarini. Ai tempi del Parma era nella primavera, e lo chiamavamo il professore. In Spagna è cresciuto molto. Ma Pirlo me lo tengo stretto, oltre alle doti tecniche ha grandi doti professionali», ha aggiunto Prandelli. Il ct ha poi ribadito le ragioni della sua adesione alla campagna internazionale per salvare Sakineh, l'iraniana condannata alla lapidazione: «Ho fatto quello che qualsiasi persona di buon senso avrebbe fatto, contro un atto che calpesta la dignità umana. Sono assolutamente contro la pena di morte».

Seaver

Nazionale Italiana
« Risposta #2 il: 03 Settembre, 2010, 19:25:32 pm »
L’Italia resta in corsa per l’accesso agli spareggi di qualificazione al Campionato Europeo UEFA Under 21. Allo stadio Grbavica di Sarajevo, in una sfida da vincere a tutti i costi, gli azzurrini piegano 1-0 i padroni di casa della Bosnia-Erzegovina: decide un gol al 76’ di Roberto Soriano.

Un successo che consente provvisoriamente alla nazionale di Pierluigi Casiraghi di agganciare il Galles in vetta al Gruppo 3 (13 punti) e di scavalcare l’Ungheria, le sue rivali per la qualificazione – riservata alle prime classificate dei dieci raggruppamenti e alle quattro migliori seconde – che sabato saranno di fronte allo stadio “Sóstói” di Székesfehérvár. Per le sorti dell’Italia Under 21 diventa dunque decisiva la sfida di martedì prossimo a Pescara proprio contro il Galles, anche se una vittoria potrebbe comunque non bastare...

L’Italia deve fare i conti con tante assenze. Francesco Bolzoni è squalificato, Mario Balotelli, Davide Santon, Andrea Poli e Davide Di Gennaro non sono disponibili per infortunio. Ma la squadra di Casiraghi spinge subito sull’acceleratore. Non è passato nemmeno un minuto quando Alberto Paloschi si presenta a tu per tu con Ibrahim Šehić, ma dopo aver aggirato il portiere avversario l’attaccante del Parma FC calcia a lato.

Il grande protagonista del primo tempo è però Cristian Pasquato, che con le sue punizioni tiene costantemente in apprensione la retroguardia bosniaca. All’8’ il fantasista del Modena va due volte alla conclusione: la prima è intercettata da una difensore, la seconda su punizione è respinta alla meno peggio da Šehić.

Al 13’ si va vedere Stefano Okaka Chuka: l’attaccante dell’AS Roma riceve palla spalle alla porta e si gira rapidissimo, ma il suo diagonale termina a lato. Cinque minuti dopo ci prova ancora su palla inattiva Pasquato, ma il portiere avversario è reattivo. Al 27’ il giocatore del Modena ha un’altra chance su punizione: riesce a riprendere il suo stesso tiro deviato dalla barriera, ma “spara” alto. Si sporca i guanti anche Vito Manna, che para in tuffo senza problemi la conclusione di GaleÅ¡ić.  

Prima dell’intervallo gli azzurrini costruiscono altre due occasioni. Paloschi manda alto di testa da buona posizione, in pieno recupero l’ennesima punizione di Pasquato termina di pochissimo a lato. Nella ripresa ci prova Okaka, ma la sua punizione di potenza non inquadra lo specchio. L’attaccante della Roma lascia poi il posto a Guido Marilungo, imitato poco dopo da Pasquato, sostituito da Diego Fabbrini.

Ezequiel Matias Schelotto arriva con un attimo di ritardo sul bel cross teso di Lorenzo Ariaudo. Al 68’ l’Italia ha una colossale occasione per il vantaggio, ma Marilungo – servito di testa da Paloschi – non imprime forza al pallone e Šehić, con la collaborazione di Muhamed Bešić, riesce a salvarsi. Ma al 76’ gli azzurrini passano. La ripartenza di Soriano e Marilungo è perfetta, il nuovo entrato restituisce il pallone al centrocampista nato in Germania e in forza all’Empoli FC che con un destro leggermente deviato da un difensore avversario batte il portiere avversario.

Paloschi esce, sfinito, l’Italia amministra bene anche se un tiro di Goran Galešić al 90’ mette i brividi. Martedì pomeriggio all’Adriatico di Pescara serviranno il cuore e una grande prestazione contro il Galles.

DNApoli

Nazionale Italiana
« Risposta #3 il: 03 Settembre, 2010, 20:12:31 pm »
Forza Estonia abbasso la juve

Paolo861

Nazionale Italiana
« Risposta #4 il: 03 Settembre, 2010, 20:13:31 pm »
A rijuve bis ,poi uno dice che pensa a male

Leonemoro

Nazionale Italiana
« Risposta #5 il: 03 Settembre, 2010, 20:18:57 pm »
ah, ma esiste ancora la nazionale italiana? ... se mi pagassero mi vedrei anche la partita :sisi:

Doctor J

Nazionale Italiana
« Risposta #6 il: 03 Settembre, 2010, 20:19:21 pm »
intanto cigarini è il nuovo pirlo e prandelli punta su di lui.....e da noi faceva la muffa in panchina...unico neo della gestione mazzarri per me, per il resto un grandissimo allenatore, ma doveva sfruttarlo, il modo lo doveva trovare lui non io

DNApoli

Nazionale Italiana
« Risposta #7 il: 03 Settembre, 2010, 20:25:20 pm »
intanto cigarini è il nuovo pirlo e prandelli punta su di lui.....e da noi faceva la muffa in panchina...unico neo della gestione mazzarri per me, per il resto un grandissimo allenatore, ma doveva sfruttarlo, il modo lo doveva trovare lui non io


che palle per vedere un pò di calcio ci dobbiamo sorbire questa banda di dilettanti degli italioti :look:


Cmq Peppe su Cigarini si è espresso lo stesso Mazzarri, il suo ruolo non esiste nel nostro modo di giocare, che sia un buon giocatore è indubbio.

PS: Un altro che imho se la scorda la nazionale è Maggio, nel 4-4-2 vs 4-3-3 di Prandelli non ce lo vedo proprio.

Paolo861

Nazionale Italiana
« Risposta #8 il: 03 Settembre, 2010, 20:27:49 pm »
Prandelli dice Cigarini in Spagna è migliorato,ma quando è stato e quante partite ha giocato mah

Comunque c'è da dire che gia lo conosceva,ma con la guallera che si ritrova può aspirare a squadre di medio bassa classifica

Doctor J

Nazionale Italiana
« Risposta #9 il: 03 Settembre, 2010, 20:32:05 pm »
che palle per vedere un pò di calcio ci dobbiamo sorbire questa banda di dilettanti degli italioti :look:


Cmq Peppe su Cigarini si è espresso lo stesso Mazzarri, il suo ruolo non esiste nel nostro modo di giocare, che sia un buon giocatore è indubbio.

PS: Un altro che imho se la scorda la nazionale è Maggio, nel 4-4-2 vs 4-3-3 di Prandelli non ce lo vedo proprio.

Non esiste proprio.....credimi non so neanche quando giocano, cercherò qualcosa su sky cinema, pure na strunzata ma la nazionale no....dopo che il gobbo ha fatto fuori de sanctis e non ha minimamente cacato paolo cannavaro.....

DNApoli

Nazionale Italiana
« Risposta #10 il: 03 Settembre, 2010, 21:00:03 pm »
GOOOOOOOLLL


:look:

Paolo861

Nazionale Italiana
« Risposta #11 il: 03 Settembre, 2010, 21:01:02 pm »
La difesa Juventina,roba da altro mondo  :sbav:

DNApoli

Nazionale Italiana
« Risposta #12 il: 03 Settembre, 2010, 21:06:14 pm »
La difesa Juventina,roba da altro mondo  :sbav:
doveva convocare rinaudo :sbav:

Paolo861

Nazionale Italiana
« Risposta #13 il: 03 Settembre, 2010, 21:23:09 pm »
Lippi o non Lippi i giocatori Italiani rimangono nella media,si può solo non sfigurare in ambito internazionale,di competere con le grandi non se ne parla proprio

Leonemoro

Nazionale Italiana
« Risposta #14 il: 03 Settembre, 2010, 21:26:11 pm »
tifo apertamente contro, devono morire ... se gioca o giocasse lotarella, gentilmente ci informate? :D