Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

La perfidia di Lotito

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #1 il: 25 Ottobre, 2017, 17:26:16 pm »
Ecco. A questo mi riferisco.
In Italia questo scalpore è solo ed unicamente mediatico, perchè non vi è una cultura antifascista sostanzialmente.
L'italiano medio E' fascista o ci si avvicina.

Ma dobbiamo aspettarcelo quando si stigmatizza tutto.
D'altronde mo ci sono stati sti adesivi, ma bandiere che richiamano quelle mentalità ci sono ogni santa domenica, soprattutto nelle curve romane.

Ma non sia mai poi si usa la parola con la F (cit.)..."non esistono, ma dove vivi, etc."

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #2 il: 25 Ottobre, 2017, 17:47:38 pm »
ok, ma se non inizi a prendere seri provvedimenti contro ciò che è ancora più grave, di certo non puoi arrivare a ciò che è sentito meno. Lotito è presidente della Lazio, squadra che milita nella massima serie del ns campionato di calcio... lo si inibisca a vita, tanto per cominciare

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #3 il: 25 Ottobre, 2017, 18:05:11 pm »
ok, ma se non inizi a prendere seri provvedimenti contro ciò che è ancora più grave, di certo non puoi arrivare a ciò che è sentito meno. Lotito è presidente della Lazio, squadra che milita nella massima serie del ns campionato di calcio... lo si inibisca a vita, tanto per cominciare
Ah guarda, per me...
Ma proprio perchè in Italia fanno il discorso "cos e nient", non succederà niente.

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #4 il: 25 Ottobre, 2017, 18:07:20 pm »
Ecco. A questo mi riferisco.
In Italia questo scalpore è solo ed unicamente mediatico, perchè non vi è una cultura antifascista sostanzialmente.
L'italiano medio E' fascista o ci si avvicina.

Ma dobbiamo aspettarcelo quando si stigmatizza tutto.
D'altronde mo ci sono stati sti adesivi, ma bandiere che richiamano quelle mentalità ci sono ogni santa domenica, soprattutto nelle curve romane.

Ma non sia mai poi si usa la parola con la F (cit.)..."non esistono, ma dove vivi, etc."
Ma cosa c'entra il fascismo con Anna Frank? Nella dottrina fascista, scritta da Mussolini e Gentile (il più importante filosofo italiano del novecento ,al pari di Gramsci) ,  non c'è alcun riferimento alle leggi razziali, anzi c'è stato addirittura un ministro ebreo, Guido Jung ,e il ruolo di vice-governatore della Libia fu affidato a Maurizio Ravà, altro ebreo. Ma più in generale l'intera comunità ebreaica italiana ,prima dell'allenza con Hitler ,era dichiaratamente fascista. Lo stesso Mussolini nel 1933 , al momento dell'elezione di Hitler, bollò le sue leggi razziali come "delle stupidaggini", salvo poi allearsi con lui per convenienza, e quindi sottoscrivere le leggi razziali con il placet di grandi intellettuali, tra i quali il giovane Eugenio Scalfari , oggi convinto antifascista, allora fascista e convinto antisemita.  Giovanni Gentile , invece, da uomo intelligente e dall'occhio lungo qual era, prese subito le distanze dalla decisione di Mussolini.....ripeto: DECISIONE DI MUSSOLINI.


E' il considerare gli italiani, tutti o quasi , fascisti è una minchiata che non vuol dire nulla, soprattutto se detta da chi non sa nemmeno cos'è il fascismo. E se te lo stai chiedendo: no, non sono fascista.

L'altro giorno , ad esempio, girava una foto con delle frasi di uno scrittore o apparente tale, Cipolla, che denigrava chiunque fosse di destra, buttando in mezzo tra le altro cose il sostegno al capitalismo. Il problema è che affianco a tali frasi c'era un omone con la bandiera nazista e un tatuaggio della croce celtica. Ora, chiunque abbia letto almeno mezzo libro sull'argomento, sa bene che non c'è niente di più lontano dal capitalismo del nazismo e del fascismo. Infatti il termine "Nazionalsocialismo" intende per l'appunto: socialismo di natura nazionalistica, il che dice tutto. Il fascismo è per definizione anticapitalistico, basta leggere la dottrina fascista o almeno vedere le statalizzazioni messe in atto da Mussolini nel ventennio.
« Ultima modifica: 25 Ottobre, 2017, 18:17:53 pm da RandyQuaid »

VINCEREMO COSI' TANTO, AVREMO VITTORIE ,DOPO VITTORIE, DOPO VITTORIE
VI STUFERETE A MORTE DI VINCERE
VERRETE DA ME E DIRETE : "PER FAVORE, PER FAVORE PRESIDENTE QUAID, NON RIUSCIAMO A SOPPORTARE COSI' TANTE VITTORIE! PER FAVORE BASTA, NON VOGLIAMO PIU' VINCERE!"
E IO VI RISPONDERO' :"VINCEREMO, NON M'IMPORTA DI QUELLO CHE DITE, RENDEREMO IL NOSTRO FORUM GRANDE DI NUOVO, VINCEREMO, VINCEREMO, E VINCEREMO!"

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #5 il: 25 Ottobre, 2017, 18:26:19 pm »
:stralol:
Io penso che con diciotto persone si possa fare un colpo di stato e prendere il potere (il compagno Maurizio Sarri)

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #6 il: 25 Ottobre, 2017, 18:35:48 pm »
Nella dottrina fascista, scritta da Mussolini e Gentile (il più importante filosofo italiano del novecento ,al pari di Gramsci) ,  non c'è alcun riferimento alle leggi razziali [...] dalla decisione di Mussolini.....ripeto: DECISIONE DI MUSSOLINI.

Tu sei la versione di destra di geggi :look:

Quindi la decisione di quello che ha scritto la dottrina non ha niente a che fare con la dottrina. Capisco. :patt:

Comunque, ecco la risposta Bruno.

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #7 il: 25 Ottobre, 2017, 18:44:03 pm »
Gli italiani sono fascisti e soprattutto egoisti..... L'italiano odia pure quello della regione confinante figuriamoci lo straniero

Sul fatto di specie, scusate ma i laziali sono una setta di estrema destra, la Digos lo sa ma i laziali stanno sempre in curva nord
La Lazio è una scusa per portare ragazzini verso il fascismo, da qualche anno si è aggiunta pure la Roma
In un a nazione seria  ci sarebbero arresti ma dato che chi comanda è fascista tipo minniti e vive a Roma ve lo scordate


Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #8 il: 25 Ottobre, 2017, 18:44:27 pm »
No ma la relazione dei fascisti con mussolini è la stessa dei renziani con Renzi, negare tutto compreso l'evidenza.

Tipo il patto che strinse mussolini col fior fiore del capitalismo italiano per mettere fine al biennio rosso

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #9 il: 25 Ottobre, 2017, 18:47:21 pm »
É una nazione di merda, tutti sono ipocriti come Lotito, tutti, tranne poche centinaia di migliaia che non fanno statistica

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #10 il: 25 Ottobre, 2017, 19:01:39 pm »

Quindi la decisione di quello che ha scritto la dottrina non ha niente a che fare con la dottrina. Capisco.

Esatto. Altrimenti siccome Pasolini era pedofilo, anche i suoi film e i suoi libri lo erano. L'ideologia rimane intatta nei secoli, gli uomini passano.


Gli italiani sono fascisti e soprattutto egoisti..... L'italiano odia pure quello della regione confinante figuriamoci lo straniero
In un a nazione seria  ci sarebbero arresti ma dato che chi comanda è fascista tipo minniti e vive a Roma ve lo scordate
Hai un modo tuo di definire l'odio e il fascismo. Anche gli esponenti dei centri sociali odiano, anche tu odi qualcuno in base al tuo pensiero sociopolitico. Chi odia lo straniero perchè tale è stupido non fascista. Per il fascismo deve esistere una società nazionale collettiva, negando l'individuo, punto! La xenofobia c'entra poco, è esaltazione della propria patria, ripeto comunque che con tale ideologia non vado d'accordo.

Inoltre, considerare Minniti fascista mi conferma che qualcuno qui non ha ben chiaro cosa sia il fascismo, e soprattutto, da del fascista a chiunque faccia qualcosa non di sinistra.
No ma la relazione dei fascisti con mussolini è la stessa dei renziani con Renzi, negare tutto compreso l'evidenza.

Tipo il patto che strinse mussolini col fior fiore del capitalismo italiano per mettere fine al biennio rosso
Il compromesso è l'arte della politica, sai quanti ne ha fatti Fidel per mettere in atto la sua rivoluzione? O pensi si sia servito solo dei poveri proletari? Ma si arriva sempre al solito punto. VERBA VOLANT, SCRIPTA MANENT. Le azioni di Mussolini non compromettno l'ideologia che egli stesso ha creato, tradendola poi negli anni 30'.



 ps:    @out of time cazzo ridi? :look:

VINCEREMO COSI' TANTO, AVREMO VITTORIE ,DOPO VITTORIE, DOPO VITTORIE
VI STUFERETE A MORTE DI VINCERE
VERRETE DA ME E DIRETE : "PER FAVORE, PER FAVORE PRESIDENTE QUAID, NON RIUSCIAMO A SOPPORTARE COSI' TANTE VITTORIE! PER FAVORE BASTA, NON VOGLIAMO PIU' VINCERE!"
E IO VI RISPONDERO' :"VINCEREMO, NON M'IMPORTA DI QUELLO CHE DITE, RENDEREMO IL NOSTRO FORUM GRANDE DI NUOVO, VINCEREMO, VINCEREMO, E VINCEREMO!"

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #11 il: 25 Ottobre, 2017, 19:35:19 pm »
Esatto. Altrimenti siccome Pasolini era pedofilo, anche i suoi film e i suoi libri lo erano. L'ideologia rimane intatta nei secoli, gli uomini passano.

:look:
Ciao.
:look:

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #12 il: 25 Ottobre, 2017, 19:35:51 pm »
E le foibe?

Inviato dal mio Moto G (5) utilizzando Tapatalk

Io penso che con diciotto persone si possa fare un colpo di stato e prendere il potere (il compagno Maurizio Sarri)

Offline p4ppo

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #13 il: 25 Ottobre, 2017, 19:42:12 pm »
che bella discussione...

Offline un gatto

Re:La perfidia di Lotito
« Risposta #14 il: 25 Ottobre, 2017, 19:47:38 pm »
ma va, quale perfidia. Quella di Lotito è comprensibile e sana indifferenza verso l'argomento. Perché parliamoci chiaramente: una persona normale dovrebbe sbattersene il cazzo dell'olocausto.
Qua se dobbiamo dispiacerci per ogni povero cristo che nel corso della storia dell'umanità è stato ammazzato, per ciò che era e ciò che pensava, non potremmo trovare la forza di alzarci dal letto la mattina per vivere la vita.
Ma poi lo sterminio degli ebrei è diverso ed è speciale rispetto agli altri perché boh, ogni volta che qualcuno prova ad azzardare una motivazione io posso fare solo una cosa: ridergli in faccia. I morti sono morti e basta, gli unici che considero in qualche modo "diversi" sono i morti miei, per il fatto che sono miei nel bene e nel male. Degli altri morti ammazzati non me ne frega niente, e chi dice di pensarla in maniera diversa, chi dice di non fare differenza fra i morti "che gli appartengono", cioè che non esista una sorta di gerarchia dell'empatia, è un ipocrita che mente innanzi tutto a se stesso.


All your base are belong to us