Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Presidente Aurelio De Laurentiis

0 Utenti e 5 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5130 il: 13 Settembre, 2019, 09:50:25 am »
Ah nella stessa intervista dice che abbiamo perso lo scudetto di due anni fa per sfortuna e altri fattori. Lo stesso psicopatico che nel giro di due settimane prima disse che l'avevamo vinto noi, che la juve l'aveva rubato, salvo poi affermare che avrebbe preferito fare il terzo posto (con semifinale Champions) della Roma.
Ecco perché è un presidente di merda.
Ancelotti crumiro!

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5131 il: 13 Settembre, 2019, 09:56:08 am »
Quindi il presidente si giudica dalle dichiarazioni e non dai fatti.
Si giudica dalla capacità di affittare o acquistare un terreno. Dalla sua vena palazzinara.
Non si giudica dai piazzamenti e dal fatto che da 15 anni la prima notizia che cerchiamo è quella di un insider sugli acquisti, non se la fideiussione per l'iscrizione al campionato è arrivata (magari voi siete giovani, ma per 8 anni quello è stato il filo conduttore dell'estate...poi arrivavano i prestiti da Roma, Parma, Juventus, Milan...).

È quello che vorremmo sentirci dire che cambia la prospettiva di un uomo.

Uomo che non conosciamo, che non frequentiamo e di cui non sappiamo nulla. Se non ciò che ci riportano i media con o senza il loro retropensiero.

Fatemi capire, parliamo di fatti o di dichiarazioni? Perché io me le ricordo le dichiarazioni di Naldi mentre faceva l'imitazione di Cuccia o di Corbelli quando diceva di voler fare una offerta per Montella.

I Montella, almeno, ADL li prende. Ma non li prende come vogliamo noi, cioè dicendo "caco la lira state tranquilli".

Sarà che sono vecchio, o che ne ho viste tante sia nella vita che nel calcio. A me di ciò che dice o dichiara ADL me ne passa per il cazzo.

Offline Zero

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5132 il: 13 Settembre, 2019, 10:05:43 am »
continui a sbatterci il muso, il problema è tuo a sto punto.
il tifo ha una disaffezione, il tifo se non riesci a farti amare te lo devi comprare, come se fosse un cliente.
beh lui non se li è nemmeno comprati.

te li tieni buoni in due modi, o entri in empatia e ti fai capire anche quando sbagli, oppure non entri in empatia e a quel punto devi portare risultati.

lui dei risultati li ha portati, ma ora non sono ritenuti sufficienti, non tanto perché non si vince lo scudetto, ma per la sensazione di "fregarsene" di voler fare di più.


devi smettere di dire sempre quello che pensi e devi cercare di trovare qualcosa in cui adl non è dio sceso in terra

Offline Vince75

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5133 il: 13 Settembre, 2019, 10:20:22 am »
Ma è pur sempre la stessa e solita cosa trita è ritrita.
Descrive cosa di specifico? I tifosi non vanno allo stadio, perchè? Perché boh, ecco l’articolo.
Se il cuore della gente cambia avete il dovere di comprenderlo, se vi sta a cuore la questione tifo ovviamente, ma liquidare tutto con borghesia del tifo o altro è troppo semplice.

Io veramente non so più come spiegarlo, chi vive di cuore e di emozioni sa che ad un certo punto deve sterzare, non esiste cosa giusta o sbagliata da fare, esiste solo la cosa che fai col cuore e chi ti vede se ne accorge.
Adl ha messo il pilota automatico e vive senza manco troppo genio, come quel marito che regala gioielli alla moglie e la porta in posti esotici, ma poi non le da attenzioni... manca l’attenzione a questo napoli, manca l’atto di amore palese, sembra un matrimonio d’interessi quello tra adl ed sscn.
E non ci stanno numeri e tabelle che reggano, quelle sono per i non innamorati, sono per i contabili dei sentimenti.


Adl ha cannato alla grande l’ottava gurdjieffiana :look:

Sono molto severo coi napoletani ma una cosa è vera, hanno intelligenza emotiva, sentono cose che altrove non si è capaci di sentire, certamente le manifestazioni del tifo sono sguaiate, spesso ridicole e squalificanti, ma perchè non riescono a dare voce a questa insofferenza perenne.
Con adl è rottura definitiva, se vinciamo lo scudo sarà tolleranza, ma dopo due sconfitte si ritornerà al pappone di merda, magari un altro presidente che ci farebbe arrivare ottavi sarà perdonato, perchè magari lo farebbe con tutto se stesso.

Maradona lo amiamo perchè aveva quel sentire sul quale noi napoletani siamo sintonizzati, se domani prendiamo messi o cr7 non sarà la stessa cosa, xkè loro non hanno quel sentimento che il napoletano cerca, anche se vinci 5 scudetti, maradona sarà semp nata cosa.....


Ovviamente non è che il problema è unilaterale, ma ora mi scoccio di parlare dal lato del tifo, mo so tornato, buona notte
Fabio Zero ti lovvo.
Post del mese per me.
E non sono nessuno qui sopra, anzi qui sopra vengo tacciato (per la prima volta in 44 anni di vita) di fare "le lotte contro il Napoli".
Bravo

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5134 il: 13 Settembre, 2019, 10:27:17 am »
Lotteremo come sempre perché sono quattro anni che arriviamo secondi... Quindi lo scorso anno abbiamo lottato?
Io penso che nessuno abbia niente da dire se il Napoli lotta per lo scudetto fino ad aprile. Ma se esce di scena a dicembre...

PS. @geggi69 il problema non è la sua persona (non lo conosco ma non è esattamente il tipo con cui andrei a cena) ma il modo pessimo in cui interpreta il ruolo di presidente. Che è diverso, da quello buono in cui fa l'imprenditore
Premesso che probabilmente anche io non ci andrei a cena, per me il buon modo di fare il presidente è costruire una società solida con una squadra in grado di stare al vertice, non leccare le palle alla tifoseria che poi storicamente dalle parti nostre si sostanziava con l'acquisto di Edmundo, i biglietti gratis agli ultras e le cene ai "giornalisti" campani.

Anche perché al netto del suo narcisismo, pari a quello di tutti i presidenti, i reali problemi di percezione nascono dagli ultimi 2 punti.
Il record di 91 punti non è un obiettivo societario, ma un traguardo personale

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5135 il: 13 Settembre, 2019, 10:29:30 am »
Quindi il presidente si giudica dalle dichiarazioni e non dai fatti.
Si giudica dalla capacità di affittare o acquistare un terreno. Dalla sua vena palazzinara.
Non si giudica dai piazzamenti e dal fatto che da 15 anni la prima notizia che cerchiamo è quella di un insider sugli acquisti, non se la fideiussione per l'iscrizione al campionato è arrivata (magari voi siete giovani, ma per 8 anni quello è stato il filo conduttore dell'estate...poi arrivavano i prestiti da Roma, Parma, Juventus, Milan...).

È quello che vorremmo sentirci dire che cambia la prospettiva di un uomo.

Uomo che non conosciamo, che non frequentiamo e di cui non sappiamo nulla. Se non ciò che ci riportano i media con o senza il loro retropensiero.

Fatemi capire, parliamo di fatti o di dichiarazioni? Perché io me le ricordo le dichiarazioni di Naldi mentre faceva l'imitazione di Cuccia o di Corbelli quando diceva di voler fare una offerta per Montella.

I Montella, almeno, ADL li prende. Ma non li prende come vogliamo noi, cioè dicendo "caco la lira state tranquilli".

Sarà che sono vecchio, o che ne ho viste tante sia nella vita che nel calcio. A me di ciò che dice o dichiara ADL me ne passa per il cazzo.

Sì, se non era per ADL stavamo ancora a Lanciano, la conosco la tiritera.
I fatti che precedettero le dichiarazioni furono il mercato di gennaio inesistente. Il tifoso non è stupido, fa 2+2. E avrebbe apprezzato lo sforzo, che invece non c'è stato.
Non compri nessuno (i motivi non mi interessano), poi fai il pazzo davanti alla telecamera dicendo che quello scudetto l'avevamo vinto noi e due settimane dopo dici che non ti interessava, che avresti voluto fare la stagione della Roma.
Come accennavo ieri, ho cominciato a diffidare del presidente (non dell'imprenditore) dopo Roma 31-8-2008. Quello fu un momento molto importante, in Italia le tifoserie hanno conosciuto una nuova ondata di repressione, ancora in corso, su un esperimento fatto sulla pelle della nostra tifoseria e che danneggiò anche la squadra. E pure qui (o su tn, non ricordo) ne parlammo molto, fu un momento molto fondativo anche per il recupero di un certo orgoglio di una popolazione che vive da sempre sulla costruzione di pregiudizi. Ricordatemi il ruolo di ADL nel tutelare la sua tifoseria: nullo. Presidente di merda.
Ancelotti crumiro!

Offline Zero

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5136 il: 13 Settembre, 2019, 10:37:47 am »
Premesso che probabilmente anche io non ci andrei a cena, per me il buon modo di fare il presidente è costruire una società solida con una squadra in grado di stare al vertice, non leccare le palle alla tifoseria che poi storicamente dalle parti nostre si sostanziava con l'acquisto di Edmundo, i biglietti gratis agli ultras e le cene ai "giornalisti" campani.

Anche perché al netto del suo narcisismo, pari a quello di tutti i presidenti, i reali problemi di percezione nascono dagli ultimi 2 punti.


la squadra deve essere espressione di un sentire, adl non esprime questo sentire, va bene, è legittimo, non sta scritto a nisciuna parte che deve essere così, adl va per la sua strada e non fa niente per cambiare.
non mi dite i biglietti per favore, a napoli se ne cade di imbecilli che non danno a mangiare i figli per vedersi la partita, se oggi invece di vedersi la partita metteno il piatto a tavola significa che qualcosa è cambiato.

adl non ha intercettato il sentimento della tifoseria e col suo tracotante atteggiamento strofina su questa bruciatura del tifo.
io posso anche ragionare e comprendere che adl non voglia essere empatico coi tifosi ma per altri invece è un atto dovuto, è un tradimento, bello e buono.
poi la gente si fomenta e partono gl'insulti come cocainomane, auguri di morte ecc ecc

questa premessa per dirvi che non dovete fare gli aristocratici del tifo e non dovete sbigottirvi se il tifo non tifa, per me è (quasi) tutto normale conseguenza dei comportamenti di adl
« Ultima modifica: 13 Settembre, 2019, 10:40:11 am da Zero »

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5137 il: 13 Settembre, 2019, 10:44:13 am »

la squadra deve essere espressione di un sentire, adl non esprime questo sentire, va bene, è legittimo, non sta scritto a nisciuna parte che deve essere così, adl va per la sua strada e non fa niente per cambiare.
non mi dite i biglietti per favore, a napoli se ne cade di imbecilli che non danno a mangiare i figli per vedersi la partita, se oggi invece di vedersi la partita metteno il piatto a tavola significa che qualcosa è cambiato.

adl non ha intercettato il sentimento della tifoseria e col suo tracotante atteggiamento strofina su questa bruciatura del tifo.
io posso anche ragionare e comprendere che adl non voglia essere empatico coi tifosi ma per altri invece è un atto dovuto, è un tradimento, bello e buono.
poi la gente si fomenta e partono gl'insulti come cocainomane, auguri di morte ecc ecc

sta roba del 'sentire' è qualcosa di un infantilismo assoluto, è na scusa

che empatia avrebbe il fondo elliot con la tifoseria milanista, e zhang con quella interista? Gli sta comprando mezza dirigenza juve! O Saputo con il Bologna? O preziosi con il Genoa che fa i nostri stessi abbonati se non di più?

Oramai una parte della tifoseria è come Lucariello in Natale in Casa Cupiello, "ti piace o'presepio?" "No", una risposta senza senso in un contesto in cui non si affronta la realtà. 
Il record di 91 punti non è un obiettivo societario, ma un traguardo personale

Offline Vince75

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5138 il: 13 Settembre, 2019, 10:49:48 am »
Sì, se non era per ADL stavamo ancora a Lanciano, la conosco la tiritera.
I fatti che precedettero le dichiarazioni furono il mercato di gennaio inesistente. Il tifoso non è stupido, fa 2+2. E avrebbe apprezzato lo sforzo, che invece non c'è stato.
Non compri nessuno (i motivi non mi interessano), poi fai il pazzo davanti alla telecamera dicendo che quello scudetto l'avevamo vinto noi e due settimane dopo dici che non ti interessava, che avresti voluto fare la stagione della Roma.
Come accennavo ieri, ho cominciato a diffidare del presidente (non dell'imprenditore) dopo Roma 31-8-2008. Quello fu un momento molto importante, in Italia le tifoserie hanno conosciuto una nuova ondata di repressione, ancora in corso, su un esperimento fatto sulla pelle della nostra tifoseria e che danneggiò anche la squadra. E pure qui (o su tn, non ricordo) ne parlammo molto, fu un momento molto fondativo anche per il recupero di un certo orgoglio di una popolazione che vive da sempre sulla costruzione di pregiudizi. Ricordatemi il ruolo di ADL nel tutelare la sua tifoseria: nullo. Presidente di merda.
Ero a Roma a vedere Roma - Napoli quel giorno...una vergogna inaudita.
Tornai in albergo (ero a Fiumicino in partenza per la Nigeria) e scoprii sbigottito che il Ministro degl Interni parlava di noi e di quanta squalifica aspettava i tifosi del Napoli per le trasferte future.

E insieme a quello, per quanto mi riguarda, io ci metto anche il silenzio delle ultime 4 gg del campionato perso in albergo. Sembrava che DeLa non aspettasse altro che riprendersi la ribalta "rubatagli" da Sarri, anzichè chiedere stesso orario di inizio delle merde e fare la voce grossa dopo la rapina di Milano (a cui seguì un altra farsa a Bologna).
Avrebbe potuto ricucire...cercare di capire...nulla.

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5139 il: 13 Settembre, 2019, 10:51:15 am »
La cosa bella è che ADL ha dato alla testa proprio a chi ADL ce l'ha sulle palle.
Io amavo il Napoli ai tempi di ferlaino e corbelli così come lo amo oggi. Il presidente non è una discriminate. Per i papponisti lo è. Forse è tempo che mettiate in discussione la vostra idea di fede.

Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk


Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5140 il: 13 Settembre, 2019, 10:55:55 am »
Ero a Roma a vedere Roma - Napoli quel giorno...una vergogna inaudita.
Tornai in albergo (ero a Fiumicino in partenza per la Nigeria) e scoprii sbigottito che il Ministro degl Interni parlava di noi e di quanta squalifica aspettava i tifosi del Napoli per le trasferte future.

E insieme a quello, per quanto mi riguarda, io ci metto anche il silenzio delle ultime 4 gg del campionato perso in albergo. Sembrava che DeLa non aspettasse altro che riprendersi la ribalta "rubatagli" da Sarri, anzichè chiedere stesso orario di inizio delle merde e fare la voce grossa dopo la rapina di Milano (a cui seguì un altra farsa a Bologna).
Avrebbe potuto ricucire...cercare di capire...nulla.

1) Sarri è un uomo di merda che ha usato la squadra per suoi fini personali
2) le sfuriate non servono a un cazzo perché il sistema è mafioso e connivente con la Juve. Basta vedere quello che (non) successe con Orsato e quello che invece è successo all'arbitro di Fiorentina-Napoli. O gli orari delle partite della Juve. O ennemila altri episodi.


Il record di 91 punti non è un obiettivo societario, ma un traguardo personale

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5141 il: 13 Settembre, 2019, 10:58:27 am »
La cosa bella è che ADL ha dato alla testa proprio a chi ADL ce l'ha sulle palle.
Io amavo il Napoli ai tempi di ferlaino e corbelli così come lo amo oggi. Il presidente non è una discriminate. Per i papponisti lo è. Forse è tempo che mettiate in discussione la vostra idea di fede.

Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk



La cosa che ti sfugge è che amare il Napoli è fuori discussione.
Ancelotti crumiro!

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5142 il: 13 Settembre, 2019, 10:59:37 am »
La cosa che ti sfugge è che amare il Napoli è fuori discussione.
Non parlavo di te, mi pare evidente.

Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk


Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5143 il: 13 Settembre, 2019, 11:11:52 am »
Quindi il presidente si giudica dalle dichiarazioni e non dai fatti.
Si giudica dalla capacità di affittare o acquistare un terreno. Dalla sua vena palazzinara.
Non si giudica dai piazzamenti e dal fatto che da 15 anni la prima notizia che cerchiamo è quella di un insider sugli acquisti, non se la fideiussione per l'iscrizione al campionato è arrivata (magari voi siete giovani, ma per 8 anni quello è stato il filo conduttore dell'estate...poi arrivavano i prestiti da Roma, Parma, Juventus, Milan...).

È quello che vorremmo sentirci dire che cambia la prospettiva di un uomo.

Uomo che non conosciamo, che non frequentiamo e di cui non sappiamo nulla. Se non ciò che ci riportano i media con o senza il loro retropensiero.

Fatemi capire, parliamo di fatti o di dichiarazioni? Perché io me le ricordo le dichiarazioni di Naldi mentre faceva l'imitazione di Cuccia o di Corbelli quando diceva di voler fare una offerta per Montella.

I Montella, almeno, ADL li prende. Ma non li prende come vogliamo noi, cioè dicendo "caco la lira state tranquilli".

Sarà che sono vecchio, o che ne ho viste tante sia nella vita che nel calcio. A me di ciò che dice o dichiara ADL me ne passa per il cazzo.
Io tendo a essere moderato nel giudizio ma ci sono due cose che vanno prese in considerazione.
1)le dichiarazioni hanno un peso.Se i vari Alvino,Del Genio e compagnia cantante dice che c'è un problema nella comunicazione io due domande me le farei.Perché c'è troppa discordanza tra i risultati e la realtà che percepisce il tifoso.

2)sui fatti ci sono i due mancati mercati di gennaio che pesano come un macigno.Lì hai dato l'idea di non voler fare lo sforzo per vincere.

Adesso come rimargini la situazione?
Comunicativamente la situazione è compromessa e non abbiamo la forza per fare le battaglie (contro juve e sistema)che il tifoso vorrebbe.
Sul mercato non abbiamo la forza e l'appeal per prendere i big (vedi James e Icardi).

Quindi non vedo come se ne possa uscire se non continuando così e accettando lo stato delle cose provando a recuperare un passetto alla volta.

Re:Aurelio De Laurentiis
« Risposta #5144 il: 13 Settembre, 2019, 11:13:10 am »
Ma si può schifare questo omuncolo senza arte né parte senza per questo passare per i nemici della Patria?
Balleremo sui tuoi crociati