Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

GOMORRA la serie

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Zero

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #30 il: 01 Giugno, 2014, 21:38:46 pm »
sinceramente non l'ho vista, manco una puntata, se non per un paio di mezze puntate e mi ha fatto bellamente vomitare

Offline Rospo

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #31 il: 01 Giugno, 2014, 22:13:24 pm »
E date qlc motivazione....

Offline Zero

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #32 il: 01 Giugno, 2014, 22:33:55 pm »
E date qlc motivazione....

non ho visto nulla di napoletano
ripeto non ho seguito la serie ma mi è capitato un paio di volte di vederla per una ventina di minuti e sono rimasto così disgustato che ho deciso di camcellare il canale dall'elenco di sky :look:
« Ultima modifica: 01 Giugno, 2014, 22:37:54 pm da Zero »

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #33 il: 03 Giugno, 2014, 23:07:20 pm »
Troppo bravi gli attori che fanno Conte e Ciro...

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #34 il: 04 Giugno, 2014, 09:10:12 am »
Ieri ho visto la prima puntata :sysy:

Offline Rospo

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #35 il: 04 Giugno, 2014, 09:50:31 am »
Non c'è pericolo di emulazione :look:

Offline SoloNapoli1926

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #36 il: 04 Giugno, 2014, 13:04:38 pm »
Secondo me finisce che Conte prende tutto :look:

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #37 il: 07 Giugno, 2014, 10:41:54 am »
EWagliu ma perché è squallida? L'ha scritta Saviano ispirandosi a fatti realmente accaduti. Alla fine si sta andando verso la faida di Scampia di una decina di anni fa. Moltissime cose che fanno vedere sono robe realmente successe. Napoli pur questo è.
Balleremo sui tuoi crociati

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #38 il: 07 Giugno, 2014, 10:46:29 am »
Sono arrivato alla 4 puntata. Fatta molto bene.

La cosa che mi fa piacere è che stanno raccontando la camorra, senza accostarla come normalità del napoletano cittadino.

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #39 il: 07 Giugno, 2014, 11:43:39 am »
Qualche giorno fa il napolista pubblicò quest'articolo:

http://ilnapolista.it/2014/06/gomorra-ovvero-il-racconto-di-napoli-e-il-male-contro-il-male/

mi sembra tutto condivisibile
Il tifoso juventino è apolide, delocalizzato, trapiantato, infiltrato, sempre ospite e mai padrone. non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l'orfanotrofio degli sfigati. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore e' indissolubile, ma quello juventino e' un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sara' mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire. E' degno rappresentante dell'Italia che truffa e ruba e sventola, di nascosto ovviamente, i colori più brutti del mondo.

La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #40 il: 07 Giugno, 2014, 12:02:20 pm »
Qualche giorno fa il napolista pubblicò quest'articolo:

http://ilnapolista.it/2014/06/gomorra-ovvero-il-racconto-di-napoli-e-il-male-contro-il-male/

mi sembra tutto condivisibile
Per quello che ho visto, non è condivisibile: perchè parte dal presupposto che si vuole raccontare Napoli e il napoletano. E per fare questo si parte dal presupposto che bisogna raccontarlo attraverso la camorra. Invece bisogna partire dal fatto che si vuole raccontare la Camorra.

Offline Rospo

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #41 il: 07 Giugno, 2014, 12:29:27 pm »
Come sapete quando si attacca undirezionalmente la città di NAPOLI son il primo a rompere i coglioni. Qui però non si racconta Napoli, si racconta la camorra. Non c'è il solito assunto napoletano camorrista anzi si vede chiaramente che chi partecipa al sistema può essere russo, milanese, spagnolo, carabiniere, etc etc. Di racconta di come è difficile resistere e di come l'assenza dello stato faccia nascere criminalità. Sono chiari, dalla rappresentazione data dalla serie, tutti i livelli di produzione criminale. E la scelta di non rappresentare la città per me è giusta. La compensazione non avrebbe reso giustizia e sarebbe stata fagocitata dalla mostruosità della rappresentazione del sistema. Si racconta solo un aspetto della città e lo si racconta crudamente.

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #42 il: 07 Giugno, 2014, 12:38:35 pm »
Io onestamente non ci trovo per nulla la volontà di raccontare napoli, né nella serie né nell'analisi del giornalista. Lui dice:

"Sia che si punti il cannocchiale sulla globalizzazione del crimine, sia che si usi il microscopio per indagare sui più intimi stili di vita dei boss, lo sfondo non cambia. Cambia la profondità, non l’angolatura. Mai una contaminazione con l’altra Napoli, quella che si rivolge all’avvocato prima che al killer; o che fa la coda per vedere una serigrafia di Andy Warhol.

Il Male non combatte mai col Bene, secondo il più banale degli schemi, ma con un altro male, se è possibile ancora più malefico."

Quindi io credo che volesse di inquadrare gomorra per quel che è: uno spaccato della malavita, con le sue faide e le sue storie, senza immergerla in nessun modo nel tessuto sociale che la ospita. Poi, certo, esiste la percezione dello spettatore, quello incapace di dividere in maniera netta napoli dal camorrista o dal pulcinella in chitarra. Perché napoli è sempre smodata, in tutte le sue sfaccettature.
Il tifoso juventino è apolide, delocalizzato, trapiantato, infiltrato, sempre ospite e mai padrone. non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l'orfanotrofio degli sfigati. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore e' indissolubile, ma quello juventino e' un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sara' mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire. E' degno rappresentante dell'Italia che truffa e ruba e sventola, di nascosto ovviamente, i colori più brutti del mondo.

La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #43 il: 07 Giugno, 2014, 13:51:03 pm »
Saviano ha ragione anche stavolta ! Questa meravigliosa serie è una fotografia della chiavica in cui vanno a finire i ragazzi di tante zone, un letamaio senza uscita, che ti illude con 500 euro e poi ti distrugge in un istante e muori
 Giovanissimo.
È il più grande spot anticamorra che io abbia mai visto
Lo farei vedere nelle scuole elementari di molti quartieri di Napoli,  grandi tutti, ideatori, sceneggiatori, registi, attori
Un capolavoro
Ps a moglie e savastano è meravigliosa, nu femmnon esagerato

Re:GOMORRA la serie
« Risposta #44 il: 10 Giugno, 2014, 21:06:15 pm »
Dubbio atroce: e se Ciro fosse un fottuto poliziotto infiltrato?
:look:
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.