Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

La serie di Sorrentino - The Young Pope

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #15 il: 31 Ottobre, 2016, 13:22:51 pm »
La quarta puntata è indubbiamente la migliore
Io penso che con diciotto persone si possa fare un colpo di stato e prendere il potere (il compagno Maurizio Sarri)

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #16 il: 31 Ottobre, 2016, 14:08:39 pm »
silvio orlando interpreta la sua parte in maniera magistrale, davvero bravo

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #17 il: 31 Ottobre, 2016, 14:14:14 pm »
silvio orlando interpreta la sua parte in maniera magistrale, davvero bravo

Credo che abbia anche imparato l'inglese in tempi record
Io penso che con diciotto persone si possa fare un colpo di stato e prendere il potere (il compagno Maurizio Sarri)

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #18 il: 31 Ottobre, 2016, 14:19:04 pm »
Credo che abbia anche imparato l'inglese in tempi record


la versione in inglese non l'ho vista, ma mi fa piacere che sia come tu dici. Per me è uno dei migliori attori italiani, può fare di tutto in scena, sia a teatro che a cinema, talmente completo che persino la macchietta, o un ruolo impegnato, può rappresentare con la stessa efficacia e credibilità.


E poi è NAPOLETANO, tifosissimo del Napoli :love:

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #19 il: 31 Ottobre, 2016, 14:23:48 pm »
Concordo pienamente su Orlando. È uno di quegli attori che se fosse nato negli USA avrebbe già avuto il suo Oscar. Siccome però è italiano, anzi, peggio, napoletano, difficilmente gli si riconosce una bravura che ha sempre dimostrato, indipendentemente dal genere di film al quale ha partecipato. Poi il personaggio del Cardinale Voiello gli è stato proprio cucito addosso da Sorrentino, che si è divertito parecchio anche con la commistione fra religione e calcio Napoli...

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #20 il: 31 Ottobre, 2016, 14:34:23 pm »
Concordo pienamente su Orlando. È uno di quegli attori che se fosse nato negli USA avrebbe già avuto il suo Oscar. Siccome però è italiano, anzi, peggio, napoletano, difficilmente gli si riconosce una bravura che ha sempre dimostrato, indipendentemente dal genere di film al quale ha partecipato. Poi il personaggio del Cardinale Voiello gli è stato proprio cucito addosso da Sorrentino, che si è divertito parecchio anche con la commistione fra religione e LA NOSTRA UNICA FEDE...

:sisi:
Io penso che con diciotto persone si possa fare un colpo di stato e prendere il potere (il compagno Maurizio Sarri)

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #21 il: 31 Ottobre, 2016, 14:53:38 pm »
Concordo pienamente su Orlando. È uno di quegli attori che se fosse nato negli USA avrebbe già avuto il suo Oscar. Siccome però è italiano, anzi, peggio, napoletano, difficilmente gli si riconosce una bravura che ha sempre dimostrato, indipendentemente dal genere di film al quale ha partecipato. Poi il personaggio del Cardinale Voiello gli è stato proprio cucito addosso da Sorrentino, che si è divertito parecchio anche con la commistione fra religione e calcio Napoli...
Il problema non è tanto la bravura, ma i film che interpreta. Ha sempre lavorato per registi "troppo" impegnati, di quelli che dopo un film ti tagli le vene.

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #22 il: 31 Ottobre, 2016, 15:08:54 pm »
e in questo sta la novità della serie. Ci siamo mai chiesti come si vive in Vaticano, il clero che rapporti intrattiene, in che misura i rapporti interpersonali sono improntati alla fratellanza oppure a interessi personali, e, soprattutto, il papa è granitico nella sua Fede oppure no? e così via...

La novità non è tanto proporre un'opera di fantasia che parli di tutto ciò, i Borgia, ad es. lo era anche se si basava su fatti "parzialmenti" veri, ma offrire una lettura della Chiesa nell'attuale condizione di mancanza di fede in generale nel mondo, e come questo si riflette nel clero. Ovviamente è una ricostruzione fantasiosa, ma stimolante perché cmq invita a riflettere, perché viene spontaneo dirsi: ok è fantasia, ma può esserci un fondo di verità?


A parte ciò, è interessante la figura del papa americano, che proprio nei confronti della fede rappresenta una contraddizione vivente: è "conservatore" nell'innovazione. Porto un es: il marketing dell'immagine del papa, avete presente. Lui si rifiuta, in questo appare un folle, ma è folle che un pontefice rifiuti la forma più degenerata del consumismo, che mercifica il sacro in maniera così spudorata? ovviamente no, anzi, il contrario, eppure è visto dagli altri come un folle.

E' giusto che il papa diventi oggetto d'idolatria dei fedeli, non è piuttosto importante ciò che dice e null'altro? ed ecco che in relazione a ciò lui non vuol farsi vedere, paradosso evidente, ma che invita a riflettere... e così via.
Bruno, fratello caro, ma che in vaticano sia tutto politicizzato, e degli "ndrallazzi" che si fanno non ci voleva certo una serie tv ed inoltre queste sono cose ben sapute e risapute, anzi manca la pedofilia, lo sfruttamento della prostituzione, la massoneria ecc ecc.
La commercializzazione delle immagini (del Papa? ma anche dei Santi, di Padre Pio ecc) è sempre stato un atto d'accusa alla Chiesa e quindi niente di nuovo, come niente di nuovo sono tutti i movimenti politici che fanno capo alla sua elezione ed alla sua presa del "trono".
La condanna all'omosessualità ma al tempo stessa praticata non doveva certo dirla Sorrentino.
Il credersi quello che stabilisce la Chiesa Cattolica ossia quello più vicino a Dio rispetto al resto del mondo, pur avendo vizi e debolezze, non è una novità.
Allora che questa serie la si guardi sotto forma di un fantasy senza nulla a pretendere può piacere o meno, ma se si vuole cercare qualche denuncia bisogna guardare "Preferisco il paradiso" che è meglio.

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #23 il: 31 Ottobre, 2016, 16:14:09 pm »
Bruno, fratello caro, ma che in vaticano sia tutto politicizzato, e degli "ndrallazzi" che si fanno non ci voleva certo una serie tv ed inoltre queste sono cose ben sapute e risapute, anzi manca la pedofilia, lo sfruttamento della prostituzione, la massoneria ecc ecc.
La commercializzazione delle immagini (del Papa? ma anche dei Santi, di Padre Pio ecc) è sempre stato un atto d'accusa alla Chiesa e quindi niente di nuovo, come niente di nuovo sono tutti i movimenti politici che fanno capo alla sua elezione ed alla sua presa del "trono".
La condanna all'omosessualità ma al tempo stessa praticata non doveva certo dirla Sorrentino.
Il credersi quello che stabilisce la Chiesa Cattolica ossia quello più vicino a Dio rispetto al resto del mondo, pur avendo vizi e debolezze, non è una novità.
Allora che questa serie la si guardi sotto forma di un fantasy senza nulla a pretendere può piacere o meno, ma se si vuole cercare qualche denuncia bisogna guardare "Preferisco il paradiso" che è meglio.



"preferisco il paradiso" non conosco, non posso esprimermi. :)


La questione, fratellone, non è la novità dell'argomento in sé, ché altrimenti sarebbe invenzione, ma quell'argomento dal di dentro, e cambiando angolo visuale la faccenda non è di poco conto. Tu già te la immaginavi? benissimo, ma qui il racconto è per il vasto pubblico, innanzi tutto, e poi la rappresentazione stimola il pensiero, altrimenti l'arte o direbbe cose incomprensibili o sarebbe inutile che le dice, tanto le si conosce, e non mi pare sia così.


La serie nel frattempo è andata avanti, e possiamo dire che questo Pio XIII è stato messo lì, secondo il narrato, proprio questa volta dallo Spirito Santo? è mosso quest'uomo da sincera Fede? no, anzi, l'opposto, non ha nulla del santo, ha una concezione cristiana totalmente distorta, eppure, nonostante ciò, è più vera di quella degli altri. Non cerca consensi, non vuole dare né ricevere il sostegno dei fedeli, e anzi, si fa portavoce dei loro dubbi denunciandoli nell'omelia. Li atterrisce perché dice loro la verità: Voi non avete Fede, voi fingete di credere ma in realtà non credete!



E, fratellone caro, dire una cosa del genere alla "massa" è forte, ma proprio forte :asd:

Offline Rospo

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #24 il: 31 Ottobre, 2016, 20:07:32 pm »
Superlativa !
E ne approfitto per segnalare che lo scrittore e la scrittrice italiani che vendono di più e sono internazionali sono napoletani, gli attori più conosciuti all'estero sono napoletani e il più grande regista italiano internazionale è napoletano...
Uno che può andare da Michael cane, Jude Law e Scean Penn e dire loro tu fai questo è quest'altro...

Inviato dal mio Vertu Signature Touch for Bentley


Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #25 il: 31 Ottobre, 2016, 20:09:45 pm »
Superlativa !
E ne approfitto per segnalare che lo scrittore e la scrittrice italiani che vendono di più e sono internazionali sono napoletani, gli attori più conosciuti all'estero sono napoletani e il più grande regista italiano internazionale è napoletano...
Uno che può andare da Michael cane, Jude Law e Scean Penn e dire loro tu fai questo è quest'altro...

Inviato dal mio Vertu Signature Touch for Bentley



Io su Sorrentino vado un po' controcorrente. Ho amato i suoi primissimi lavori (Le conseguenze dell'amore, L'uomo in più, L'amico di famiglia), molto meno i seguenti (Il divo e This must be the place), ho odiato La grande bellezza e sono rimasto perplesso per Youth. Ma questa serie mi sta piacendo.
Io penso che con diciotto persone si possa fare un colpo di stato e prendere il potere (il compagno Maurizio Sarri)

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #26 il: 31 Ottobre, 2016, 21:11:57 pm »

"preferisco il paradiso" non conosco, non posso esprimermi. :)


La questione, fratellone, non è la novità dell'argomento in sé, ché altrimenti sarebbe invenzione, ma quell'argomento dal di dentro, e cambiando angolo visuale la faccenda non è di poco conto. Tu già te la immaginavi? benissimo, ma qui il racconto è per il vasto pubblico, innanzi tutto, e poi la rappresentazione stimola il pensiero, altrimenti l'arte o direbbe cose incomprensibili o sarebbe inutile che le dice, tanto le si conosce, e non mi pare sia così.


La serie nel frattempo è andata avanti, e possiamo dire che questo Pio XIII è stato messo lì, secondo il narrato, proprio questa volta dallo Spirito Santo? è mosso quest'uomo da sincera Fede? no, anzi, l'opposto, non ha nulla del santo, ha una concezione cristiana totalmente distorta, eppure, nonostante ciò, è più vera di quella degli altri. Non cerca consensi, non vuole dare né ricevere il sostegno dei fedeli, e anzi, si fa portavoce dei loro dubbi denunciandoli nell'omelia. Li atterrisce perché dice loro la verità: Voi non avete Fede, voi fingete di credere ma in realtà non credete!



E, fratellone caro, dire una cosa del genere alla "massa" è forte, ma proprio forte :asd:
Per me è successo con Papa "Cazzingher" che voleva portare indietro la chiesa di qualche secolo denunciando la mancanza di moralità ecc ecc. La risposta della "massa" è forte. Qualche altro anno di papato e l'omelia se la diceva da solo! Ed ecco allora che si sono inventati "Papa Francesco"!
Io non ci vedo niente di nuovo.
E' probabile che la mia sia un'idea contorta per il rapporto controverso che ho con clero e chiesa e che quindi sbagli, ma per me tutto già visto.

PS Preferisco il Paradiso è la storia di San Filippo Neri interpretato da Gigi Proietti. E' ricco d'umanità.

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #27 il: 07 Novembre, 2016, 12:55:15 pm »
La serie è abbastanza una cacata e le ultime due puntate sono proprio pallose.

Sorrentino ha strarotto la michia.
Balleremo sui tuoi crociati

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #28 il: 07 Novembre, 2016, 12:56:30 pm »
Spero che ammazzino quel fottuto canguro nei musei vaticani. Mi aspetto che da un momento al altro Jude Law si scopi suor Mary mentre Voiello spia dalla serratura perchè sta serie non ha un cazzo di senso.
Balleremo sui tuoi crociati

Re:La serie di Sorrentino - The Young Pope
« Risposta #29 il: 07 Novembre, 2016, 13:01:57 pm »
Però sembra piacere a tutti. Tutto questo non fa bene alla mia autostima.
Balleremo sui tuoi crociati