Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Gesù: uomo , divino o figura mitologica?

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #15 il: 13 Ottobre, 2015, 14:37:30 pm »
P.S. scusatemi per l'ortografia e/o la grammatica, nel contempo che scrivo faccio anche altro :)


è vero, ma, credimi, più sinteticamente mi era impossibile :D

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #16 il: 13 Ottobre, 2015, 15:54:42 pm »
Ma perché ti autoquoti? :look:


Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #17 il: 13 Ottobre, 2015, 17:07:22 pm »
uh, Gesù, credevo di aver quotato te. Ah, l'età l'età :stralol:

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #18 il: 13 Ottobre, 2015, 19:41:20 pm »
uh, Gesù, credevo di aver quotato te. Ah, l'età l'età :stralol:
Un tempo ero io la pasticciona :stralol:

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #19 il: 13 Ottobre, 2015, 22:10:46 pm »
mahhh

Io a quasi 47 anni ho capito una cosa, l'ho capita negli ultimi due anni a dire il vero, e mi è servito conoscere la storia del cattolicesimo e rompere certe catene mentali

Non è importante credere che Gesù sia il figlio di Dio, non è importante credere a tutta la storia dei Vangeli e non è importante credere nella Bibbia dell'Antico Testamento, che è orribile, come sciocchezze che vengono narrate. Degne dei bambini del catechismo
E' fondamentale imitare Gesù nei suoi messaggi. Conta solo questo, e solo a questo mi rapporto
Il resto è sciocchezza, come il corano e tutti gli altri testi sacri,
C'è un messaggio universale che va capito, ed assimilato, superare l'egoismo della persona, aiutare gli altri, amare gli altri
Il resto serve alle chiese

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #20 il: 13 Ottobre, 2015, 22:12:30 pm »
Le teorie di darwin, se solo vogliamo parlare di un aspetto, che sono oggettive, scientifiche, insindacabili, già fanno crollare tutte le religioni. Darwin ha distrutto le religioni

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #21 il: 13 Ottobre, 2015, 22:54:21 pm »
mahhh

Io a quasi 47 anni ho capito una cosa, l'ho capita negli ultimi due anni a dire il vero, e mi è servito conoscere la storia del cattolicesimo e rompere certe catene mentali

Non è importante credere che Gesù sia il figlio di Dio, non è importante credere a tutta la storia dei Vangeli e non è importante credere nella Bibbia dell'Antico Testamento, che è orribile, come sciocchezze che vengono narrate. Degne dei bambini del catechismo
E' fondamentale imitare Gesù nei suoi messaggi. Conta solo questo, e solo a questo mi rapporto
Il resto è sciocchezza, come il corano e tutti gli altri testi sacri,
C'è un messaggio universale che va capito, ed assimilato, superare l'egoismo della persona, aiutare gli altri, amare gli altri
Il resto serve alle chiese


Come sei drastico 😊

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #22 il: 13 Ottobre, 2015, 23:30:34 pm »
io, invece, credo che le Sacre Scritture vadano intese, innanzi tutto, rapportandole ai tempi in cui furono scritte, perché i primi destinatari erano popolazioni che vivevano in condizioni diverse da quelle nostre, così come, sempre se ci arriviamo, le nostre differiranno certamente con quelle che avranno gli uomini tra 2000 anni, pertanto il "Piano della lettera", quello "allegorico", e quello "morale" delle Scritture, non quello "spirituale" che è eterno e universale, non sono più adeguati ai nostri tempi. Sostenere come Doctor J che è cartaccia, allora vuol dire che non esiste rivelazione divina, quindi non c'è comunicazione tra l'uomo e Dio, e, nella migliore delle ipotesi non c'è resurrezione dopo la morte, nella peggiore si arriva, è ovvio, all'ateismo.

Purtroppo, me ne rendo conto, chi resta al piano della lettera non può avere alcuna utilità, se non, per qualcuno, un seme che un giorno può fiorire, come per le favole che s'insegnano ai bimbi, e chissà...

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #23 il: 14 Ottobre, 2015, 06:14:14 am »
Non sono drastico per sfizio o perché mi diverto, ho capito che c'è qualcosa di molto più importante, che è l'aiuto o la relazione con altri uomini
Bellissimo tutto ciò che ci rapporta a Dio al cielo e al paradiso, ma bisogna pensare ai rapporti umani, e al mondo umano, a questo piano.
È' tutto inutile vivere una vita a pensare a Dio e affini , e dimenticarsi degli uomini, questo secondo me, in questa fase molto "pratica" della mia vita
Sta gente che mor e famm, stanno milioni di schiavi e schiave nel mondo, e pensiamo prima a loro. A mio modestissimo parere , è nei rapporto con gli altri, anche nel quotidiano, che noi viviamo la rivelazione divina. Se io riesco a vedere Dio negli altri ho avuto la rivelazione vera

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #24 il: 14 Ottobre, 2015, 10:41:59 am »
Non sono drastico per sfizio o perché mi diverto, ho capito che c'è qualcosa di molto più importante, che è l'aiuto o la relazione con altri uomini
Bellissimo tutto ciò che ci rapporta a Dio al cielo e al paradiso, ma bisogna pensare ai rapporti umani, e al mondo umano, a questo piano.
È' tutto inutile vivere una vita a pensare a Dio e affini , e dimenticarsi degli uomini, questo secondo me, in questa fase molto "pratica" della mia vita
Sta gente che mor e famm, stanno milioni di schiavi e schiave nel mondo, e pensiamo prima a loro. A mio modestissimo parere , è nei rapporto con gli altri, anche nel quotidiano, che noi viviamo la rivelazione divina. Se io riesco a vedere Dio negli altri ho avuto la rivelazione vera

Capisco ciò che dici...quando andavo al liceo, credimi, la pensavo come te. Non ti sei mai chiesto che senso ha tutto ciò che ci circonda? Perché il male? Cosa determina questo senso di insoddisfazione verso questo piano di esistenza? Su questa base, ho provato a spiegarmi il senso di una frase che sentii a messa e che, inizialmente, mi aveva lasciato di stucco: "maledetto l'uomo che confida nell'uomo". Per chi, come me, é cresciuto immerso in un umanesimo romantico intriso di socialismo catto/marxista, fu un esternazione forte...anzi terribile. Poi ne ho compreso, forse, il senso ed alcuni perché hanno avuto una risposta 😊
« Ultima modifica: 14 Ottobre, 2015, 10:43:31 am da Montana »

Re:Gesù: uomo , divino o figura mitologica?
« Risposta #25 il: 14 Ottobre, 2015, 12:50:18 pm »
Capisco ciò che dici...quando andavo al liceo, credimi, la pensavo come te. Non ti sei mai chiesto che senso ha tutto ciò che ci circonda? Perché il male? Cosa determina questo senso di insoddisfazione verso questo piano di esistenza? Su questa base, ho provato a spiegarmi il senso di una frase che sentii a messa e che, inizialmente, mi aveva lasciato di stucco: "maledetto l'uomo che confida nell'uomo". Per chi, come me, é cresciuto immerso in un umanesimo romantico intriso di socialismo catto/marxista, fu un esternazione forte...anzi terribile. Poi ne ho compreso, forse, il senso ed alcuni perché hanno avuto una risposta 😊


io, come tutti, chi più chi meno, mi trovo ogni giorno ad affrontare banchi di prova. Sfide vere e proprie per capire se sei buono o cattivo, a volte vinco , molte altre volte perdo.
Se vinco o perdo lo so sempre bene, immediatamente.
Dipende dalla Bibbia, dal Corano, dalla Torah , dai testi indiani ? No dipende dalla coscienza
Certo la coscienza è influenzata dalle parabole di Gesù, che formano il mio bagaglio, ma ciò che dice Gesù è testo sacro ma potrebbe essere pure l'amico più saggio che ti dice certe cose. In ogni caso tu le conosci già...il Maestro le risveglia dall'intimo

Se una donna viene da te a chiederti un favore importante e tu le chiedi in cambio una prestazione sessuale sei certo che sia la Bibbia a dirti che è sbagliato ? Oppure, il soldato che ha sganciato la bomba sul villaggio ha bisogno della Bibbia per sapere se ha sbagliato ? oppure una baby gang che picchia qualcuno per divertimento etc etc

Questo è quello che sembra a me. Sicuramente una figura come Gesù aiuta a se mparà a campà, e che dubbio c'è...la faccia mia sotto i piedi suoi. Ma sono certo che è già tutto codificato