Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Il segreto di William Skakespeare

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #15 il: 23 Novembre, 2013, 13:16:30 pm »
bene, la carriera come scrittore gli dà fama, e lui decide di tornare a Stratford on Avon, il ridente paesino nativo. La fama, il successo ... il denaro! Comincia da povero pezzente ad avere denaro, ed anche molto Compra qua, compra là ... ma l\'antica povertà, seppure in un animo tanto nobile che ha permesso di scrivere opere passate all\'eternità, affiora in piccole beghe di questo paesaccio: inizia a fare causa, per questioni da poco e per pochi spiccioli, a dei poveri contadini della zona. Capita! :sysy:
 
Oh, a volte sono questioni di principio, ed è importante tirarsi anche la questione con questi paesanotti, anche per poche sterline! E\' il principio che conta, altro che caxxi! Va bene l\'Otello, l\'Amleto, Cesare e Cleoptara, Re Lear ed altre centinaia di opere, poemi e poesie, ma quando \'sti paesanotti rompono la minchia, e che caxxo! :nono:
 
 
Va bene il genio, ma fino ad un certo punto :fermosi:
« Ultima modifica: 23 Novembre, 2013, 13:17:01 pm da Leonemoro »

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #16 il: 23 Novembre, 2013, 13:23:39 pm »
nobile nei libri, ma la vita di ogni giorno è altra cosa, non scherziamo! Quando si parla di denaro, andiamo calmi! :├▓_├▓:
 
 
il nostro William che fa per ingannare il tempo? Propone una legge simpaticissima! questi caxxi di terreni da pascolo per quelli che non hanno nemmeno gli occhi per piangere, perchè non ce li pappiamo noi invece di darli in uso a questa gentaglia? Eh, perchè? :contract:
 
 
Indignata, l\'amministrazione comunale dell\'eccelsa città respinge la proposta, e per poco i suoi compaesani non lo "arrotano"! Capita, oh, lui ci ha provato! Tentar non nuoce, mica è il primo al mondo che pensa ai fatti suoi? :lettera:

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #17 il: 23 Novembre, 2013, 13:31:49 pm »
e si arriva così, fino al 1602, quando, misteriosamente la sua enorme, prolifica e straordinaria produzione letteraria s\'interrompe. Più che s\'interrompe, ehm, si stoppa! Nix, non scrive più nulla, ma nulla di nulla ... si sarà stancato, capita, l\'ispirazione forse era scemata, oppure non sapeva di cos\'altro poteva scrivere, e stoppa tutto. :socio:
 
eh, vabbè, avra continuato come attore! Eh si, lui era un grande attore :sysy:
 
infatti, era un attore talmente grande che circa 1 secolo dopo la sua morte, si riuscì anche a scoprire che aveva fatto una parte importantissima nell\'Amleto! :clap: :clap: :clap:
 
 
Quale? ma quella del fantasma, parte difficilissima! Certo, ci sarebbe stata quella ancora più difficile della capa di morto, ma sarebbe potuto apparire presuntuoso ai più, ed allora la lasciò ad altri, e si prese quella difficile subito dopo! :salve:

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #18 il: 23 Novembre, 2013, 14:04:53 pm »
Bruno, ma allora tu che idea ti sei fatto ?
I fatti sono chiari, o ha scritto sotto dettatura di uno spirito o qualcuno o pi├╣ di uno hanno scritto mettendo un nome a caso come autore

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #19 il: 23 Novembre, 2013, 14:13:01 pm »
Citazione da:  link=topic=34809.msg#msg date=21
Bruno, ma allora tu che idea ti sei fatto ?
I fatti sono chiari, o ha scritto sotto dettatura di uno spirito o qualcuno o più di uno hanno scritto mettendo un nome a caso come autore

aspe\', perchè non è finito ancora, c\'è il finale con il suo testamento. :)
 
 
 
nessuno spirito, e l\'ispirazione "divina", ispira ma non detta. ;)
 
 
peppe, 1 solo uomo MAI può scrivere tanta roba, e quella "roba",  in così poco tempo, è IMPOSSIBILE!  Il nostro William i soldini se li prendeva, ergo  lui sapeva. Ma ci arriveremo, non vi lascio completamente "appesi", tranquillo. :)
« Ultima modifica: 23 Novembre, 2013, 14:13:21 pm da Leonemoro »

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #20 il: 23 Novembre, 2013, 14:23:35 pm »
Io ho approfondito questa vicenda grazie a Sgt Pepper :sysy:
Ti seguo Bruno,come sempre :ok:
"IN THE MAZE OF HER IMAGINATION"

#liberailnapoli


ROCK 'N ROLL STOPS THE TRAFFIC

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #21 il: 23 Novembre, 2013, 14:26:01 pm »
allora, dicevamo ... il tempo di mandare giù un boccone, e nell\'attesa della partita di stasera :popcorn:
 
 
il nostro william, preso da queste grandi interpretazioni del fantasma di Amleto, ad un certo punto sente che sta per mancare a questo mondo, e si mette a redigere un testamento. E\' giusto, buon padre di famiglia, pensa a lasciare quei beni che in vita, con il suo duro lavoro, si è procacciato. Ottimo. :contract:
 
 
Denaro, gioielli, case, terreni, insomma un bel po\' di cosettucce. A chi le lascia? Ma alla famiglia! Tutto tutto? sì, è un signore, tutto alla famiglia! Ed i libri, chiederete voi, la sua enorme biblioteca che, a quel tempo, altro che case! Valeva un patrimonio immenso! :├▓_├▓:
 
Alla famiglia no, era analfabeta! Vuoi vedere che se li vendevano, e monetizzare i suoi amati libri sarebbe stato un dolore immenso per il più grande genio della letteratura di ogni tempo! Li avrà donati a chi avrebbe saputo apprezzarli e farne buon uso, vafammoc\' il denaro! :croce:
 
 
Ad una fondazione a suo nome? alla biblioteca della sua gioiosa cittadina? all\'università? alla scuola avita? alla Regina? :look:
 
 
non ci sono i libri! Caxxo, e che fine hanno fatto, una fortuna di quella "posta" sparita nel nulla! Com\'è possibile, da qualche parte saranno finiti! :2sbonk:

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #22 il: 23 Novembre, 2013, 14:26:18 pm »
Io ho approfondito questa vicenda grazie a Sgt Pepper :sysy:
Ti seguo Bruno,come sempre :ok:

grazie, mattia! :)

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #23 il: 23 Novembre, 2013, 14:34:43 pm »
altra cosa "particolare". Le opere inedite! Caxxo le opere inedite di uno come lui, valgono fior di sterline, mica le cause che lui ha fatto per crediti di pochi spiccioli! Qua parliamo di soldoni! :brr:
 
 
Cribbio! Circa 20 opere inedite compaiono dal nulla dopo la sua morte! 20, oh, mica 1! Come se dopo la morte di Manzoni (e vorrei si notasse la "lieve" differenza tra Manzoni e Shakespeare, ma proprio lieve) fossero uscite 20 opere inedite di Manzoni, l\'autore dell\'opera i "Promessi Sposi". Mamma mia, lo scalpore che questo avrebbe provocato! :eek:
 
 
Bene, il nostro William non lascia testimonianza da nessuna parte di queste 20 opere, forse le aveva dimenticate, chissà. La famiglia, poverina, non avendo potuto registrarle come copyright, non essendo nel testamento, lo prese in saccoccia. Capita, oh! William si distrasse, era tutto preso alla causa per qualche scellino con i campagnoli, mica si poteva ricordare di quelle opere! E\' normalissimo questo. :SCIPAZZ:
« Ultima modifica: 23 Novembre, 2013, 14:35:27 pm da Leonemoro »

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #24 il: 23 Novembre, 2013, 14:47:09 pm »
bene. Muore William, e gli fanno una bella lapide sulla tomba, se la meritava e che caspita! Una bella lapide dove è raffigurato, un Tempio, due colonne ai lati, con due putti,  e un sacco di grano. Al centro c\'è William, che bello, sembra il Sole messo proprio lì, ad Est dove sorge il Sole! Bellissimo! Ed anche le colonne! Ma che carine, stile dorico e stile ionico, una figata la coppia così accoppiata. :clap: :clap: :clap:  
 
Ed il grano, bellissimo! Dal grano si produce il pane, tanto necessario per l\'uomo, e william con le mani sopra al sacco, pare un fornaio!  Bello, molto bello :love:
 
Chi gliel\' ha fatta? Boh, che ce ne fotte! C\'è la lapide, ed è riportato sulla documentazione dell\'epoca, è una delle poche cose certe, eccetto i libri, di questa storia. :contract:
« Ultima modifica: 23 Novembre, 2013, 14:50:46 pm da Leonemoro »

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #25 il: 23 Novembre, 2013, 14:56:44 pm »
ma, colpo di scena, nel 1720 sparisce quella lapide! Chi è stato, boh! S\'ann\' futtut\' \'a lapide :2sbonk:
 
 
 
ahhhhhhhhhhhhh, però questa nuova pure è carina! :love: sempre il tempietto, sempre le colonne così graziose, ma al posto del sacco di grano un bel cuscino, ed il nostro william, sempre al centro, che scrive su un foglio con una penna d\'oca! :love:
 
 
Ma che bello, ma che dolce immagine! Non so cosa mi ricorda! :love:
« Ultima modifica: 23 Novembre, 2013, 14:57:01 pm da Leonemoro »

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #26 il: 23 Novembre, 2013, 15:00:16 pm »
e qui, si conclude la biografia di questo "genio" della letteratura mondiale. Davvero "geniale", non c\'è che dire! :clap: :clap: :clap:
 
 
 
domande, questioni, dubbi, ho detto qualcosa di errato? :look:

Offline Zero

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #27 il: 23 Novembre, 2013, 16:42:32 pm »
vabbè le due colonne, il grano, il cuscino...... è chiara come cosa.
 
mi domando, dato che ho visto che ciò che hai scritto non è un\'opinione personale bensì è storia (o non storia), come mai nessuno si è fatto 2 domande semplice semplice?
 
ovvero:
era un impostore?
ha scritto lui quelle cose o ha solo riscosso le royalties?
a chi conveniva una cosa del genere?
come mai nessuno personaggio di alto profilo del tempo (o successivo) non ha detto nulla a riguardo?

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #28 il: 23 Novembre, 2013, 16:50:52 pm »
A questo punto bruno, cosa dobbiamo pensare ?

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #29 il: 23 Novembre, 2013, 16:52:51 pm »
Citazione da:  link=topic=34809.msg#msg date=22
vabbè le due colonne, il grano, il cuscino...... è chiara come cosa.
 
mi domando, dato che ho visto che ciò che hai scritto non è un\'opinione personale bensì è storia (o non storia), come mai nessuno si è fatto 2 domande semplice semplice?
 
ovvero:
era un impostore?
ha scritto lui quelle cose o ha solo riscosso le royalties?
a chi conveniva una cosa del genere?
come mai nessuno personaggio di alto profilo del tempo (o successivo) non ha detto nulla a riguardo?

 
per me, ma non sono il solo a sostenerlo, 1 solo uomo è impossibile possa produrre nemmeno lontanamente quanto ha scritto William Shakespeare, ma ciò che immagino io non è una prova, è evidente, e c\'è chi dice: "Oh, li ha scritti, e questa è la prova!" . :)
 
 
Per me la prova di un fatto non è sostenere il fatto, ma dimostrarlo. E la dimostrazione che possa essere stato lui non può essere data dalla pubblicazione, perchè chiunque può aver scritto quelle opere e, per un qualunque motivo, aver preferito rimanere anonimo. Bisognerebbe allora trovare il movente, ma questo viene dopo.