Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Il segreto di William Skakespeare

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #30 il: 23 Novembre, 2013, 16:58:15 pm »
Cosa mi dici a proposito di Bacone? (O Francis Bacon)
"IN THE MAZE OF HER IMAGINATION"

#liberailnapoli


ROCK 'N ROLL STOPS THE TRAFFIC

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #31 il: 23 Novembre, 2013, 16:58:16 pm »
uno che scrive quei libri ... ma vi rendete conto che ha una cultura impressionante, lasciamo stare l\'Arte, parlo solo della semplice CULTURA! ma un qualunque campagnuolo come può aver potuto istruirsi così tanto? Ma è ridicolo! :stralol:
 
e poi, scusatemi, ma un uomo di quel livello, chi frequentava? Non ha mai scritto una "sfaccimma" di lettera a qualcuno? Non teneva amici con cui confrontarsi per quello che scriveva? mai nessuno gli ha scritto, non so, un commento, un encomio, un qualunque caxxo?
 
Cioè, questo GENIO non aveva nemmeno un collega, un nobile, un scrivano della minchia che mai gli ha scritto una lettera, non frequentava la corte che NON POTEVA non tenerlo in considerazione per quanto scriveva! Ma siamo seri! :D

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #32 il: 23 Novembre, 2013, 16:59:29 pm »
Cosa mi dici a proposito di Bacone? (O Francis Bacon)

bravo, ma non era solo lui ;)

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #33 il: 23 Novembre, 2013, 17:04:42 pm »

bravo, ma non era solo lui ;)
Si diceva anche che Bacon fosse figlio illegittimo della regina Elisabetta I,ma questo non so se ha qualcosa a che fare con la discussione,o se si tratta di qualcosa di marginale.
"IN THE MAZE OF HER IMAGINATION"

#liberailnapoli


ROCK 'N ROLL STOPS THE TRAFFIC

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #34 il: 23 Novembre, 2013, 17:08:00 pm »
credo che shakespeare non abbia scritto lui le opere, da quanto dice bruno, e sono fatti oggettivi, non c\'è dubbio alcuno.
 
Ma possibile che questa anomalia grande come una casa non sia stata "ufficializzata" dopo 500 anni ? Parliamo di shakespeare, non di fabio volo

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #35 il: 23 Novembre, 2013, 17:08:31 pm »
Si diceva anche che Bacon fosse figlio illegittimo della regina Elisabetta I,ma questo non so se ha qualcosa a che fare con la discussione,o se si tratta di qualcosa di marginale.

Bacone era un Rosacroce, e dietro Shakespeare c\'erano loro ;)

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #36 il: 23 Novembre, 2013, 17:11:45 pm »
John Aubrey, nato nel 1626 in una biografia su Shakespeare dice che quando gli si chiedeva di scrivere qualcosa ... andava in panico!!!!! :ghgh:
 
 
 :bananab: :bananab: :bananab:
 
 
 
P.S. poi ci arriviamo a perchè si è creato quel mito! e che interesse c\'era! :)
« Ultima modifica: 23 Novembre, 2013, 17:12:10 pm da Leonemoro »

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #37 il: 23 Novembre, 2013, 17:27:16 pm »
tanto per linkare il primo elenco di opere sue preso dal web,
 
http://it.wikipedia.org/wiki/Cronologia_delle_opere_di_Shakespeare
 
 
e questo signore andava in panico se qualcuno, in pubblico, gli diceva di scrivere qualcosa? Uno che si può dire essere il "Padre" della lingua inglese ... andava in panico? Beh,se  è così, allora davvero io sono un rimbambito ... peccato, pensavo meglio, per me, sinceramente :bigrin:

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #38 il: 23 Novembre, 2013, 17:35:22 pm »
allora, tutti d\'accordo che non può essere stato lui a scrivere quelle opere? Sicuri? No perchè vi mettono al rogo se lo dite in pubblico, men che meno all\'Università :look:

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #39 il: 23 Novembre, 2013, 17:47:56 pm »
allora, tutti d\'accordo che non può essere stato lui a scrivere quelle opere? Sicuri? No perchè vi mettono al rogo se lo dite in pubblico, men che meno all\'Università :look:

Io credo alla versione che dici tu, ma ├Ę assurdo che lo hai scoperto tu dopo secoli e migliaia di critici letterari, intellettuali, giornalisti nessuno lo ha mai scoperto. L\'anomalia pi├╣ grossa ├Ę questa
├ł talmente evidente che tu hai ragione....

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #40 il: 23 Novembre, 2013, 17:51:50 pm »
Citazione da:  link=topic=34809.msg#msg date=22
Io credo alla versione che dici tu, ma è assurdo che lo hai scoperto tu dopo secoli e migliaia di critici letterari, intellettuali, giornalisti nessuno lo ha mai scoperto. L\'anomalia più grossa è questa
È talmente evidente che tu hai ragione....

no, aspe\' ... mica l\'ho scoperto io! :D
 
C\'è uno scontro da qualche secolo tra coloro che lo riconoscono come l\'autore di quei libri, ed una nettissima minoranza che non ci crede. Io faccio solo parte della minoranza, tanto per cambiare, ma mica è farina del mio sacco o, meglio, ragiono con il mio sacco e cerco chi la pensa come me.  :)
 
 
ma ciò che io dico è confutato da quelli che sostengono: "l\'ha scritto lui, dimostrami con i fatti che non è così". E come lo dimostro? :stralol:

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #41 il: 23 Novembre, 2013, 18:14:01 pm »
allora: la prova a favore è che William Shakespeare è effettivamente esistito e che ci sono i libri. Stop.
 
 
Il mito di WS inizia quasi un secolo dopo, perchè fino ad allora nessuno se lo filava. Persino l\'unico letterato che si dice sia stato suo amico, come Ben Jonson, che è questo signore http://it.wikipedia.org/wiki/Ben_Jonson  non lo cita in un libro, Discoveries,  dove lui scrisse tutti i personaggi importanti che aveva conosciuto ... si dimentica di citare Shakespeare :stralol:
 
 
Ok, altra coincidenza, se n\'è dimenticato. :sysy:

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #42 il: 23 Novembre, 2013, 18:40:57 pm »
Io non ho mai letto opere complete di shake speare in inglese, solo qualche pezzo... anche a scuola studiandolo la storia della sua vita mi sembrava una barzellette e mi chiedo : come ├Ę possibile che nessun filologo non si sia mai.accorto.paragonando i diversi stili, l uso dei vocaboli etc che le.varie opere potevano anche essere di persone diverse ma velate poi da un solo nome?
Sono stati trovati centinaia di scritti anonimi associati poi a scrittori famosi solo grazie allo stile e ad altre cose ,e col caro william niente?
Non so se mi sono espresso.decentemente ma al.cellulare non riesco neanche a riordinare le idee come vorrei!

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #43 il: 23 Novembre, 2013, 19:29:43 pm »
Citazione da:  link=topic=34809.msg#msg date=22
Io non ho mai letto opere complete di shake speare in inglese, solo qualche pezzo... anche a scuola studiandolo la storia della sua vita mi sembrava una barzellette e mi chiedo : come è possibile che nessun filologo non si sia mai.accorto.paragonando i diversi stili, l uso dei vocaboli etc che le.varie opere potevano anche essere di persone diverse ma velate poi da un solo nome?
Sono stati trovati centinaia di scritti anonimi associati poi a scrittori famosi solo grazie allo stile e ad altre cose ,e col caro william niente?
Non so se mi sono espresso.decentemente ma al.cellulare non riesco neanche a riordinare le idee come vorrei!

 
bravo, vincenzo, ottima osservazione :sisi:
 
 
 
un motivo c\'è, anzi ce ne sono diversi, e vediamoli in ordine: :)
 
 
1) per 100 anni nessuno ne parla in particolare. Certo di elogi ne aveva, ma poco significativi, apprezzamenti non di più persino da Ben Jonson, che si dice fosse suo amico. Apprezzamenti.  Come mai? Beh, negli ambienti che "contavano" non se ne parlava, semplice. Poi cercheremo di capire perchè questo.
 
2) dopo tutto questo tempo, di WS la cui biografia era a tutti sconosciuta, né c\'era documentazione seria , si inizia a parlarne in quegli ambienti e, come un passaparola, diventa un "fenomeno"
 
3) illustri scrittori, come Hugo e Goethe, ne sono entusiasti, XVIII secolo
 
4) XIX secolo, a poco a poco, diventa simbolo della stessa Inghilterra, un fenomeno senza precedenti, diventa un Mito per gli inglesi
 
5) tutto il mondo si accoda, qualunque università di qualunque paese
 
6) chi avanza dubbi, e ce ne sono diversi, trova il muro di tutti quelli che li sentono come una "offesa" all\'Inghilterra, alla loro patria
 
7) chi lo ha studiato a scuola, chi ha cattedre universitarie, si sente come defraudato della sua certezza, e si sa quanto sia difficile "smuovere" chi è convinto che ha studiato una cosa in totale perfezione di conoscenza, guai a togliergliela
 
8) chi aveva le chiavi per "decriptare" l\'enigma stava in silenzio, non aveva alcun interesse a divulgarlo ... anzi, il contrario.
 
9) XX secolo,  si cercano con affanno le testimonianze dell\'epoca, ben 300 anni dopo, per confermare che WS sia esistito, prima, poi che abbia scritto quelle opere
 
10) si rinvengono documenti che forniscono altre informazioni sulla vita di WS, che vengono portate in trionfo contro i negazionisti
 
11) più documenti si portano, e più i negazionisti sostengono che quel William lì non avrebbe mai potuto scrivere quei capolavori
 
12) il mondo accademico, letterario, della critica e delle scuole fanno scudo e chiedono ai negazionisti le prove, che i negazionisti non possono offrire se non la semplice evidenza dell\'impossibilità
 
13) il mondo decide che WS sia lui l\'autore delle opere, e chi dice il contrario viene preso a risate
 
 
 
Bene, questi i pro della tesi, vediamo i contro, partendo dai fatti, e poi vediamo i possibili moventi. In genere così si procede per risalire al fatto ignoto ai fatti noti, ed è questa la strada che voglio seguire.
 
Questa strada è la mia e di nessun altro, per cui me ne assumo io la paternità e la responsabilità, in quanto ritengo sia giusto farlo ... nei limiti, ovviamente, di quanto posso dire, non violando alcun giuramento perchè ciò che dico è solo frutto del mio "sacco", e perchè ritengo che si debbano sapere, in questa epoca, "certe" cose.
 
Ed io sono convinto che sia tempo di semina, seguendo sempre la parola di Cristo Gesù :)
 
 
Matteo 13,1-23, Marco 4,1-20 e Luca 8,4-15) e nelVangelo di Tommaso (Tommaso 9).
« Ultima modifica: 23 Novembre, 2013, 19:37:04 pm da Leonemoro »

Il segreto di William Skakespeare
« Risposta #44 il: 23 Novembre, 2013, 23:11:13 pm »
Leggendo,mi è venuto in mente Omero:non si sa nulla di lui,con precisione. Forse nemmeno è mai esistito. In quel caso,la questione è tutt\'altro che "sepolta" o risolta. E\' vero pure che ritengo improbabile che i Rosacroce esistessero già a quei tempi,però di menti illuminate in epoca omerica ce n\'erano.
In effetti,la Massoneria dovrebbe essere un po\' questo,no? Una specie di associazione per menti particolarmente vivaci,"illuminate",o sbaglio? Scusa se uso un linguaggio fin troppo spicciolo,ma è per chiarire un pochino.