Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

10 Giugno

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

10 Giugno
« il: 10 Giugno, 2013, 16:44:09 pm »

 
 
quel giorno festeggiammo due volte. La promozione nella massima serie, e la CERTEZZA che non saremmo mai più scesi a giocare in certe categorie. Non era una "fede", sapevamo tutti che così sarebbe stato. E così sarà finché avremo questo presidente.
Ad oggi, calcisticamente resta uno dei più bei giorni della mia vita proprio perché prendeva corpo tale certezza, che già cominciava a formarsi dentro di me dal vedere gli "interpreti" che compravamo in serie C.

10 Giugno
« Risposta #1 il: 10 Giugno, 2013, 16:58:53 pm »
La tensione che percepivo durante quella partita è stata seconda solo alla finale di Coppa Italia, mio primo trofeo da tifoso consapevole. Manco le partite di champions le ho percepite così. Hai ragione c\'era quella sensazione di poter tornare definitivamente in serie A, non era più solo una speranza, come lo fu con Corbelli, e per questo si percepiva l\'importanza della partita. Tra l\'altro quel genova ci era stato davanti per molto tempo in campionato, e quindi si aveva la sensazione che fosse una squadra più forte della nostra, e giocare li a genova ci vedeva sfavoriti.

10 Giugno
« Risposta #2 il: 10 Giugno, 2013, 17:02:02 pm »
Un giorno magico
NOI VOGLIAMO VINCERE


 
...tomamos vino puro de damujana
y nos fumamos toda la marijuana!!

Offline SoloNapoli1926

10 Giugno
« Risposta #3 il: 10 Giugno, 2013, 17:13:03 pm »
Ricordo questo giorno come uno dei giorni più belli di tutta la mia vita. :)

Offline I'm a TransBanana

10 Giugno
« Risposta #4 il: 10 Giugno, 2013, 18:31:10 pm »
Ancora a pensare al passato. Io lo ricordo come il giorno in cui siamo tornati il Napoli.
Voglio solo segarmi sul futuro ora.
E ovviamente venire dentro la vagina del futuro ed ingravidarlo!

Offline Gokhan

10 Giugno
« Risposta #5 il: 11 Giugno, 2013, 02:26:30 am »
La conclusione del periodo nero, un giorno bellissimo ma che mi auguro di non rivivere mai più.