Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Supercoppa Italiana 2014

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Supercoppa Italiana 2014
« il: 22 Dicembre, 2015, 11:58:04 am »
Un anno fa. Contro la Rube senza Vaselina.

:sbav:




Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #1 il: 22 Dicembre, 2015, 12:09:09 pm »
De Guzman :sbav:
Gargano :sbav:
Rafael :sbav:

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #2 il: 22 Dicembre, 2015, 12:20:15 pm »
Quella sera piazza miraglia se ne è caduta dalle mie bestemmie :asd:
Io penso che con diciotto persone si possa fare un colpo di stato e prendere il potere (il compagno Maurizio Sarri)

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #3 il: 22 Dicembre, 2015, 12:31:18 pm »
Grande gioia !!!!

Da ripetere al più presto

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #4 il: 22 Dicembre, 2015, 14:48:54 pm »
Io, appena finita la partita, uscii fuori di corsa da casa per andare ad insultare i vecchietti del club juventus di cernusco.

avanti ultras :look:
Il tifoso juventino è apolide, delocalizzato, trapiantato, infiltrato, sempre ospite e mai padrone. non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l'orfanotrofio degli sfigati. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore e' indissolubile, ma quello juventino e' un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sara' mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire. E' degno rappresentante dell'Italia che truffa e ruba e sventola, di nascosto ovviamente, i colori più brutti del mondo.

La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #5 il: 22 Dicembre, 2015, 14:54:53 pm »
Tengo gli occhi gonfi di lacrime... un anno dopo... :love: :love: :love:

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #6 il: 22 Dicembre, 2015, 15:32:01 pm »
Ho rivisto gli highlights in due versioni diverse. Nel mio ricordo il Napoli aveva sofferto tanto e aveva afferrato la possibilità di giocarsi i supplementari miracolosamente. Rivedendo il tutto ora mi sono reso conto che in realtà aveva avuto diverse occasioni gol nitide non sfruttate. Rivedendo la sequenza dei rigori mi sono chiesto perché in questa stagione non li facciano tirare a Ghoulam o ad Albiol... Sono stati fra i più freddi e li hanno tirati veramente bene in una situazione in cui i nervi sono stati messi a dura prova.

Offline Rospo

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #7 il: 22 Dicembre, 2015, 15:55:23 pm »
Abbiamo vinto grazie a Rafael :look:

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #8 il: 22 Dicembre, 2015, 16:35:14 pm »
Ho rivisto gli highlights in due versioni diverse. Nel mio ricordo il Napoli aveva sofferto tanto e aveva afferrato la possibilità di giocarsi i supplementari miracolosamente. Rivedendo il tutto ora mi sono reso conto che in realtà aveva avuto diverse occasioni gol nitide non sfruttate. Rivedendo la sequenza dei rigori mi sono chiesto perché in questa stagione non li facciano tirare a Ghoulam o ad Albiol... Sono stati fra i più freddi e li hanno tirati veramente bene in una situazione in cui i nervi sono stati messi a dura prova.
Jorginho è il migliore , in quel caso Buffon fece una gran parata ma era ben tirato, e soprattutto è un giocatore freddo.

Se proprio non deve tirare Jorginho allora Ghoulam che ha un buon sinistro e a guardarlo quando gioca è talmente freddo da sembrare morto.

:love:  :love:  :love:
VERSO IL 40%

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #9 il: 22 Dicembre, 2015, 16:43:29 pm »
Un anno fa. Contro la Rube senza Vaselina.

:sbav:




Ha la stessa espressione di quel galeotto che ,arzillo , incastra in un abbraccio la matricola del carcere, suo nuovo compagno di cella e di tante intime avventure :look:

:love:  :love:  :love:
VERSO IL 40%

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #10 il: 22 Dicembre, 2015, 17:17:59 pm »
Abbiamo vinto grazie a Rafael :look:
Verissimo. Gli si deve rendere merito ed essergli eternamente grati. E lo dico senza sfottere. In quella occasione si è superato.

Offline un gatto

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #11 il: 22 Dicembre, 2015, 17:45:55 pm »
ci ripenso e ci godo ancora :sbav:


All your base are belong to us

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #12 il: 22 Dicembre, 2015, 17:56:51 pm »
Io, appena finita la partita, uscii fuori di corsa da casa per andare ad insultare i vecchietti del club juventus di cernusco.

avanti ultras :look:

cazzo io sto a Gorgonzola :look: e lavoro a Cernusco :look:

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #13 il: 22 Dicembre, 2015, 18:04:42 pm »
cazzo io sto a Gorgonzola :look: e lavoro a Cernusco :look:
Stai 'nguajat'...
 :P

Re:Supercoppa Italiana 2014
« Risposta #14 il: 22 Dicembre, 2015, 18:09:47 pm »
cazzo io sto a Gorgonzola :look: e lavoro a Cernusco :look:
Lavori dai coreani mi pare... :look:
Io sto cercando casa a Cernusco, per ora sono a cologno
Il tifoso juventino è apolide, delocalizzato, trapiantato, infiltrato, sempre ospite e mai padrone. non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l'orfanotrofio degli sfigati. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore e' indissolubile, ma quello juventino e' un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sara' mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire. E' degno rappresentante dell'Italia che truffa e ruba e sventola, di nascosto ovviamente, i colori più brutti del mondo.

La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”