Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

libri che avete abbandonato

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Brusarper

libri che avete abbandonato
« il: 02 Febbraio, 2014, 20:20:02 pm »
per quanto reputi sbagliato non portare a termine una lettura, quindi mi sforzo sempre a finire un libro, alcune volte proprio non ce l\'ho fatta e li ho mollati. diciamo che ho rimandato la loro lettura a data da destinarsi.
 
nel mio elenco ci sono:
 
macno di andrea de carlo
le mille balle blu, una cagata di travaglio con una sfilza infinita di dichiarazioni di berlusca di 400 pagine circa. non che non fosse interessante ma erano solo stralci di giornali e di interviste televisive che si contraddicevano. illegibile secondo me.
racconti di ordinaria follia di bukowski. so che mi ucciderete, ma ero piccolino all\'epoca e mi aveva fatto schifo. proverò a rileggerlo a breve.  
la certosa di parma di stendhal.
il nome della rosa, avevo provato a leggerlo anni fa, l\'avevo interrotto dopo poche pagine perché nel frattempo avevo cominciato un\'altro libro che mi avevano regalato e non l\'ho più ripreso. è il mio grande rimpianto e voglio assolutamente rileggerlo.
 
a voi

Offline Rospo

libri che avete abbandonato
« Risposta #1 il: 02 Febbraio, 2014, 20:57:26 pm »
Fa proprio schifo Macno. Anche io non l\'ho mai finito. La ricerca di Proust, il sillmarillion, la montagna incantata e altri. Ma questi sono i più gravi .

Inviato dal mio TARDIS


Offline Mins

libri che avete abbandonato
« Risposta #2 il: 02 Febbraio, 2014, 22:04:09 pm »
Sulla Strada di Keruac. Ho benedetto il giorno in cui l\'ho interrotto
Ogni volta che un bambino prende a calci qualcosa per la strada, lì ricomincia la storia del calcio.



(Jorge Luis Borges)

 

"Il cammino dell\'uomo dal sangue azzurro è minacciato da ogni parte dall\'iniquità degli strisciati e dalla tirannia degli uomini gobbi. Benedetto sia colui che nel nome della napoletanità e della sirena Partenope, conduce gli azzurri attraverso la valle delle tenebre, poiché Egli è in verità il titolare della difesa a 3 e colui che spezzerà i crociati degli strisciati. E la giustizia di SA6 calerà su di loro con grandissima violenza e furiosissime gomitate, su chi proverà ad ammorbare e distruggere i suoi fratelli azzurri. E tu saprai che il mio nome è quello di SA6, quando sentirai il tuo crociato spezzarsi e la tua tibia andare in pezzi."

libri che avete abbandonato
« Risposta #3 il: 02 Febbraio, 2014, 23:02:56 pm »
sono più quelli che ho interrotto....il poco tempo che ho preferisco stare in rete, forse è un errore...
 
Il silmarillion....l\'ho mollato dopo poche pagine, na palla .... :nono:

libri che avete abbandonato
« Risposta #4 il: 03 Febbraio, 2014, 02:17:21 am »
Citazione da:  link=topic=37086.msg#msg date=37
sono più quelli che ho interrotto....il poco tempo che ho preferisco stare in rete, forse è un errore...
 
Il silmarillion....l\'ho mollato dopo poche pagine, na palla .... :nono:
se Diego legge questo post ti picchia :sysy:

Inviato dal mio Nexus 4 utilizzando Tapatalk


libri che avete abbandonato
« Risposta #5 il: 03 Febbraio, 2014, 07:35:19 am »
Su il nome della rosa. Supera le prime 20 - 30 pagine poi scoprirai che avrai letto uno dei libri più belli della tua vita. Nelle scuole toglierei quella boiata de i promessi sposi e farei studiare il romanzo di Eco
 
Il Silmarillion non è un libri scritto nel tipico stile tolkieniano, ma è una lettura imprescindibile. Ovvio che un non cultore dell\'autore non lo apprezzi.
Esisteva Eru, l\'uno, che in Arda è chiamato Iluvatar. Ed egli creò gli Ainur, i rampolli del suo pensiero...

libri che avete abbandonato
« Risposta #6 il: 03 Febbraio, 2014, 07:40:37 am »
per quanto reputi sbagliato non portare a termine una lettura, quindi mi sforzo sempre a finire un libro, alcune volte proprio non ce l\'ho fatta e li ho mollati. diciamo che ho rimandato la loro lettura a data da destinarsi.
 
nel mio elenco ci sono:
 
macno di andrea de carlo
le mille balle blu, una cagata di travaglio con una sfilza infinita di dichiarazioni di berlusca di 400 pagine circa. non che non fosse interessante ma erano solo stralci di giornali e di interviste televisive che si contraddicevano. illegibile secondo me.
racconti di ordinaria follia di bukowski. so che mi ucciderete, ma ero piccolino all\'epoca e mi aveva fatto schifo. proverò a rileggerlo a breve.  
la certosa di parma di stendhal.
il nome della rosa, avevo provato a leggerlo anni fa, l\'avevo interrotto dopo poche pagine perché nel frattempo avevo cominciato un\'altro libro che mi avevano regalato e non l\'ho più ripreso. è il mio grande rimpianto e voglio assolutamente rileggerlo.
 
a voi

Il nome della rosa per le prime 100 pagine è una palla. Io la prima volta mi sono fermato alla descrizione numerologica dell\'abbazia. Poi l\'ho ripreso e superato quel pezzo il libro è molto bello



PS il silmarillion è bello, solo che non deve essere inteso come opera unitaria ma come un patchwork di miti e leggende che Tolkien non riuscì a sistematizzare perché ci lavorava in continuazione e infatti fu edito post mortem

libri che avete abbandonato
« Risposta #7 il: 03 Febbraio, 2014, 07:43:38 am »
Su il nome della rosa. Supera le prime 20 - 30 pagine poi scoprirai che avrai letto uno dei libri più belli della tua vita. Nelle scuole toglierei quella boiata de i promessi sposi e farei studiare il romanzo di Eco
 
Il Silmarillion non è un libri scritto nel tipico stile tolkieniano, ma è una lettura imprescindibile. Ovvio che un non cultore dell\'autore non lo apprezzi.
Esisteva Eru, l\'uno, che in Arda è chiamato Iluvatar. Ed egli creò gli Ainur, i rampolli del suo pensiero...

Io ho riletto i promessi sposi qualche anno dopo il liceo ed è un bellissimo romanzo, anzi IL romanzo italiano di una modernità linguistica sconcertante. DEVE essere studiato, meglio ma deve esserlo

libri che avete abbandonato
« Risposta #8 il: 03 Febbraio, 2014, 10:11:25 am »
Su il nome della rosa. Supera le prime 20 - 30 pagine poi scoprirai che avrai letto uno dei libri più belli della tua vita. Nelle scuole toglierei quella boiata de i promessi sposi e farei studiare il romanzo di Eco
 
Il Silmarillion non è un libri scritto nel tipico stile tolkieniano, ma è una lettura imprescindibile. Ovvio che un non cultore dell\'autore non lo apprezzi.
Esisteva Eru, l\'uno, che in Arda è chiamato Iluvatar. Ed egli creò gli Ainur, i rampolli del suo pensiero...
I promessi sposi una boiata? :nono:
 
Le Paludi di Hyspiria di Manfredi : il primo romanzo storico che ho letto , pensavo potesse essere un genere che mi prendesse , invece arrivato a metà l\'ho messo da parte
 
Tra l\'altro è successo 2-3 mesi fa, quindi conto comuqnue di completarlo tra breve. Ho sempre terminato una lettura

VINCEREMO COSI' TANTO, AVREMO VITTORIE ,DOPO VITTORIE, DOPO VITTORIE
VI STUFERETE A MORTE DI VINCERE
VERRETE DA ME E DIRETE : "PER FAVORE, PER FAVORE PRESIDENTE QUAID, NON RIUSCIAMO A SOPPORTARE COSI' TANTE VITTORIE! PER FAVORE BASTA, NON VOGLIAMO PIU' VINCERE!"
E IO VI RISPONDERO' :"VINCEREMO, NON M'IMPORTA DI QUELLO CHE DITE, RENDEREMO IL NOSTRO FORUM GRANDE DI NUOVO, VINCEREMO, VINCEREMO, E VINCEREMO!"

Offline Brusarper

libri che avete abbandonato
« Risposta #9 il: 03 Febbraio, 2014, 10:14:21 am »
per quanto riguarda il nome della rosa, dello scoglio delle prime 80-100 pagine me ne hanno già detto in tanti. comunque lo leggerò prima possibile.
 
un altro libro che ho abbandonato è stato l\'emilio di rousseau.
ah, poi ci sta la figlia del capitano di puskin che mi diedero da leggere alle superiori quando avevo 14 anni e dopo poche pagine decisi che mi sarei limitato a farmelo spiegare da qualche compagno per fare il riassunto :D
 
poi ce ne sono alcuni considerati capolavori ma che ho portato a termine con mooolta fatica. su tutti quella cazzo di gita al faro della woolfe e la lettera scarlatta di lovecraft o comm se chiamm.
« Ultima modifica: 03 Febbraio, 2014, 10:15:02 am da Brusarper »

libri che avete abbandonato
« Risposta #10 il: 03 Febbraio, 2014, 10:17:10 am »
L\'unico libro che ho abbandonato è stato il pendolo di focault, era formattato troppo male per il kindle. Mi perdevo tra storia e note.
Il tifoso juventino è apolide, delocalizzato, trapiantato, infiltrato, sempre ospite e mai padrone. non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l'orfanotrofio degli sfigati. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore e' indissolubile, ma quello juventino e' un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sara' mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire. E' degno rappresentante dell'Italia che truffa e ruba e sventola, di nascosto ovviamente, i colori più brutti del mondo.

La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”

libri che avete abbandonato
« Risposta #11 il: 03 Febbraio, 2014, 11:16:34 am »
L\'unico libro che ho abbandonato è stato il pendolo di focault, era formattato troppo male per il kindle. Mi perdevo tra storia e note.
Gran bel libro il pendolo di focault. Ti suggerisco di riprenderlo. Vabbè, io adoro eco. Anche se ammetto di aver fatto una fatica boia a terminare La Misteriosa Fiamma della Regina loana. Secondo me quel libro gli è venuto proprio male
Confermo il mio giudizio su I Promessi Sposi: boiata

Offline SUPERNATURAL

libri che avete abbandonato
« Risposta #12 il: 03 Febbraio, 2014, 17:59:39 pm »
Io non mai interrotto un libro che sia uno.
Ma rimpiango di aver letto "i promessi Sposi" , "Noi ragazzi dello Zoo di Berlino" e "il libro cuore".
Tempo sprecato.

libri che avete abbandonato
« Risposta #13 il: 03 Febbraio, 2014, 18:22:17 pm »
Anche io ho interrotto il nome della rosa promettendomi di riprenderlo.... poi Senilità di Svevo (qualcuno lha letto?) E ultimamente Niente di vero tranne gli occhi..

libri che avete abbandonato
« Risposta #14 il: 03 Febbraio, 2014, 18:24:44 pm »
Citazione da:  link=topic=37086.msg#msg date=44
Anche io ho interrotto il nome della rosa promettendomi di riprenderlo.... poi Senilità di Svevo (qualcuno lha letto?) E ultimamente Niente di vero tranne gli occhi..

Devo dire che il primo giallo di faletti fu discreto, poi solo merda...
Il tifoso juventino è apolide, delocalizzato, trapiantato, infiltrato, sempre ospite e mai padrone. non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l'orfanotrofio degli sfigati. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore e' indissolubile, ma quello juventino e' un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sara' mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire. E' degno rappresentante dell'Italia che truffa e ruba e sventola, di nascosto ovviamente, i colori più brutti del mondo.

La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”