Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #135 il: 05 Settembre, 2017, 14:48:20 pm »
ma si riesce a sapere quanto costa una buona gestione del settore giovanile? Una volta saputo questo lo rapportiamo al fatturato e vediamo quanto incide, altrimenti non riusciremo mai ad intenderci.

Comunque sia, l'ho detto e lo ripeto: una squadra di calcio che voglia radicarsi sul territorio non può non riconoscergli importanza... mi pare talmente evidente che proprio non riesco a capire perché, noi che siamo tutti tifosi, non la vediamo allo stesso modo. Nel calcio i sentimenti, la passione, non contano nulla?

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #136 il: 05 Settembre, 2017, 14:59:24 pm »
ma si riesce a sapere quanto costa una buona gestione del settore giovanile? Una volta saputo questo lo rapportiamo al fatturato e vediamo quanto incide, altrimenti non riusciremo mai ad intenderci.

Comunque sia, l'ho detto e lo ripeto: una squadra di calcio che voglia radicarsi sul territorio non può non riconoscergli importanza... mi pare talmente evidente che proprio non riesco a capire perché, noi che siamo tutti tifosi, non la vediamo allo stesso modo. Nel calcio i sentimenti, la passione, non contano nulla?

Sul Napoli non riesco a trovare percentuali, ma su quello di Atalanta e Milan incide per il 7% (L'Atalanta investe solo 5milioni all'anno). A fronte di un bell'investimento iniziale credo che la SSCN possa investire 5 mln all'anno (su 140 di fatturato strutturale) per le giovanili ;)
Io penso che con diciotto persone si possa fare un colpo di stato e prendere il potere (il compagno Maurizio Sarri)

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #137 il: 05 Settembre, 2017, 15:02:00 pm »
https://www.ilnapolista.it/2016/03/strutture-napoli-giovanili/

Articolo vecchio, ma equilibrato.
Io non so se siano questi i motivi...ma la cosa che ho accennato prima sulle scuole calcio negli anni precedenti il fallimento è stata riportata anche da varie fonti e non è una fesseria. Il Napoli non c'è mai stato...storicamente, sul territorio. Almeno da quando le scuole calcio sono diventate più importanti dei settori giovanili.

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #138 il: 05 Settembre, 2017, 15:36:03 pm »
ok, mettiamo da parte l'aspetto campanilistico, eppure noi per questo tifiamo Napoli, mettiamo da parte i sentimenti, i campani e ancor più i napoletani sarebbero i primi ad avvantaggiarsene, e andiamo all'aspetto venale: i giovani si comprano altrove, solo quelli buoni, quindi laddove i fessi investono.


Dl, che è furbo, non vuole imitare i fessi. Bene, ammettiamo che sia così. Ha mai messo su carta un business plan di una Cittadella dello Sport? Vuole il San Paolo avendo in mente delle attività commerciali, perché no in una struttura creata ex novo? eppure lì le famiglie ci andrebbero continuamente, al San Paolo no. Certo Fuorigrotta è già zona da business, ma un imprenditore lungimirante sa vedere oltre.


Ci vogliono i soldi, per realizzarla. Bene, ci sono le banche apposta per questo, e un imprenditore che rifiuta a priori le banche non esiste, o non è un imprenditore. Ci vuole la zona... la si trova, di certo più facilmente di quella di un nuovo stadio. La politica si mette contro: non credo proprio che un'amministrazione comunale non abbia interesse che si faccia.


Infine: se parli di cantera e non fai nulla, e poi ti becchi le critiche ci sta.

P.S. divisi in fazioni, pro e contro DL, siamo i primi a rimetterci.

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #139 il: 05 Settembre, 2017, 16:27:06 pm »
non serve investire sul proprio settore giovanile. Basta investire sulle scuole calcio.
E le migliori sono ancora associate con quelli del nord.

Ad oggi conviene comprare un prospetto a 2 milioni come Zerbin o Mezzoni, piuttosto che spendere 10 milioni per 100 ragazzini da cui non ricavi nulla. Noi abbiamo Bifulco al Carpi, Dezi con recompra, Luperto, R. Insigne...più o meno titolari in B. E non è poco, stanno giocando. Cosa che Mandragora ad esempio l'anno scorso alla Juve non ha fatto e non sta facendo manco a Crotone. Lo stesso Orsolini, che fine ha fatto dopo un anno da titolare in B? Ed è costato quasi 10 mlioni.

Per dire...la Juve ha solo due giocatori in rosa provenienti dal suo fantascientifico settore giovanile: Marchisio (ha 31 anni) e Rugani. Keane va a giocare ed è forse l'unico vero crack che c'è in Italia.

Ma il Milan, pur nella mediocrità della sua gestione negli ultimi anni ha cacciato fuori Cutrone, Locatelli, Donnarumma e Calabria. L'Atalanta è quella che storicamente fa meglio.

A noi servono giocatori che possano essere utili in operazioni di mercato, oppure giovani da mandare in giro. Se il Milan non fosse stato con le pezze in culo...un Cutrone in A non lo avresti mai visto.


Rugani non viene dal settore giovanile Juve

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #140 il: 05 Settembre, 2017, 16:42:03 pm »
Rugani non viene dal settore giovanile Juve

L'anno da primavera lo ha fatto alla Juventus.

All'età di sei anni entra nel vivaio dell'Empoli dove compie tutta la trafila delle squadre giovanili.[5] Nell'agosto 2012 passa in prestito alla Juventus[10] che per la stagione 2012-2013 lo aggrega alla formazione Under-20 allenata da Marco Baroni, dove contribuisce alla vittoria della Coppa Italia Primavera.[11] Il 31 luglio 2013 i piemontesi acquistano dai toscani la metà del cartellino del giocatore,[10] il quale fa contestualmente ritorno a Empoli per affrontare la sua prima annata da professionista.

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #141 il: 05 Settembre, 2017, 17:31:34 pm »
Dalle mie parti si é sempre detto che il Napoli pescava in città e non provincia. Credo che da sempre i ragazzi della provincia siano andati fuori. Da dove vengo io negli anni 80 andava forte l'Empoli che prelevó da diverse scuole calcio Montella, Di Natale Caccia.
Balleremo sui tuoi crociati

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #142 il: 05 Settembre, 2017, 17:38:01 pm »
Piccola chicca su Di Natale. Mio nonno era il suo prof di matematica. Di Natale va a Empoli e dopo manco 48 ore dopo la partenza bussano a casa ed é uno della scuola calcio, credo osservatore dell'Empoli in Campania che conosceva il nonno che gli dice che Di natale se ne fujiut dalla Toscana e non si trova. Tipo escono e lo trovano sotto a un ponte a vendere le sigarette di contrabbando con gli amici/frati cugini. Il nonno forse romanzano asseriva di averlo convinto lui a tornare ad Empoli. In realtà i bene informati dicono che il papà lo riempi di calci e cazzotti fino al binario del treno a piazza Garibaldi :look:
Balleremo sui tuoi crociati

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #143 il: 05 Settembre, 2017, 17:44:53 pm »
Chicca su Montella, questa calcistica.

Non lo so ma mi sembra che non avesse famiglia o tipo la famiglia era molto povera. Insomma a Montella se lo sono cresciuti degli zii proprio del mio paese. Questi pure erano amici del nonno e la buonanima mi raccontava sempre che quando si incontravano tutti e facevano della mangiare e ci stava pure il ragazzo facevano le scommesse: lo mettevano a tipo 10 mentre da un palo e scommettevano sul uante volte lo colpiva. Ovviamente non ne mancava una.

Balleremo sui tuoi crociati

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #144 il: 05 Settembre, 2017, 18:37:09 pm »
ma si riesce a sapere quanto costa una buona gestione del settore giovanile? Una volta saputo questo lo rapportiamo al fatturato e vediamo quanto incide, altrimenti non riusciremo mai ad intenderci.

Comunque sia, l'ho detto e lo ripeto: una squadra di calcio che voglia radicarsi sul territorio non può non riconoscergli importanza... mi pare talmente evidente che proprio non riesco a capire perché, noi che siamo tutti tifosi, non la vediamo allo stesso modo. Nel calcio i sentimenti, la passione, non contano nulla?
Di norma si dovrebbe investire il 10-15% del fatturato. L'Udinese fa così per lo scouting ad esempio.
Comunque il Napoli non lo ha mai voluto fare un discorso serio sulle giovanili. Più che l'investimento economico sulle strutture, che per me sarebbe ridicolo (con 15 mln fai tutto quello che ti pare), il problema è riuscire a creare una rete per radicarsi sul territorio...e per fare questo ci vuole parecchio tempo e soprattutto competenze. La Campania è grande, qua ci sono tantissimi talenti tra A e lega pro e in ogni caso potresti andare anche al nord.
Per la cronaca in provincia di Avellino ci sono le scuole calcio del Milan...la SSCN non esiste. Se mai si inizia mai si arriverà ad un livello accettabile.
PSCCCCCCCCCCCCC

Re:Il Settore Giovanile del Napoli - Dalle strutture allo scouting
« Risposta #145 il: 05 Settembre, 2017, 19:25:22 pm »
L'anno da primavera lo ha fatto alla Juventus.

All'età di sei anni entra nel vivaio dell'Empoli dove compie tutta la trafila delle squadre giovanili.[5] Nell'agosto 2012 passa in prestito alla Juventus[10] che per la stagione 2012-2013 lo aggrega alla formazione Under-20 allenata da Marco Baroni, dove contribuisce alla vittoria della Coppa Italia Primavera.[11] Il 31 luglio 2013 i piemontesi acquistano dai toscani la metà del cartellino del giocatore,[10] il quale fa contestualmente ritorno a Empoli per affrontare la sua prima annata da professionista.
Appunto, si è formato all'empoli ed è stato comprato dai gobbi, come leandrinho e zerbin