Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Stadio San Paolo: commenti sui lavori di ristrutturazione

Leviatano e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline I'm a TransBanana

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #15 il: 29 Maggio, 2011, 14:19:44 pm »
Sarebbe bello, ma tieni presente che oggi 60.000 posti sono anche tanti, gli stadi nuovi, quelli che vogliamo definire grandi, non ci arrivano a più di 60.000, di solito 45-50.000...

Comunque in un'eventuale ristrutturazione vedrei bene delle gigantografie illuminate nel terzo anello.

io nel terzo anello... metterei i tabelloni elettronici tipo Madison square garden :love:
così risolviamo anche il problem tabelloni :sysy:

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #16 il: 29 Maggio, 2011, 14:22:18 pm »
io nel terzo anello... metterei i tabelloni elettronici tipo Madison square garden :love:
così risolviamo anche il problem tabelloni :sysy:


quoto... introiti pubblicitari, estetica e funzionalità.

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #17 il: 29 Maggio, 2011, 14:36:31 pm »
no, mi sa proprio che è il migliore in Italia.

a settembre aveva problemi.
ma oggi, è in perfette condizioni.

Ma non sono proprio d'accordo! Il campo è stato in buone condizioni solo nelle utlimissime di campionato, quando c'è stato il bel tempo! Chi viene allo stadio lo sa, in tv non si riesce ad apprezzare. Secondo me (ma sempre però visto dalla tv) il campo più bello è quello dell'olimpico
Il tifoso juventino è apolide, delocalizzato, trapiantato, infiltrato, sempre ospite e mai padrone. non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l'orfanotrofio degli sfigati. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore e' indissolubile, ma quello juventino e' un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sara' mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire. E' degno rappresentante dell'Italia che truffa e ruba e sventola, di nascosto ovviamente, i colori più brutti del mondo.

La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #18 il: 29 Maggio, 2011, 14:44:09 pm »
Tre ritocchi sono pochi per rendere il San Paolo decente
Per me sarebbero necessari i seguenti interventi:

1) Tabelloni luminosi;
2) Impianto audio che funzioni sempre e non una partita sì e 10 no;
3) Impianto di illuminazione potenziato;
4) Sistemazione di sediolini nuovi;
5) Amplimento del numero di wc;
6) Una pittata a tutto il cemento esterno e la copertuta, anche tramite tramite pannelli pubblicitari, strutture d'acciaio che sostengono la copertura.

Solo così il San Paolo potrebbe sembrare uno stadio decente. Se poi si vuole fare il salto di qualità allora bisogna togliere copertura e terzo anello, abbattere settore per settore e portare gli spalti a ridosso del campo, rifare tutto il look dei piazzali esterni, ripristinare i parcheggi sotterranei, ecc.

Una persona intelligente - come me :sisi: - le coperture dello stadio le tappezza di pannelli solari, e non mi pago nemmeno più l'ENEL.....
"Con superbo slancio patriottico sapeva ritrovare, in mezzo al lutto ed alle rovine, la forza per cacciare dal suolo partenopeo le soldatesche germaniche sfidandone la feroce disumana rappresaglia. Impegnata un\'impari lotta col secolare nemico offriva alla Patria, nelle "Quattro Giornate" di fine settembre 1943, numerosi eletti figli. Col suo glorioso esempio additava a tutti gli Italiani, la via verso la libertà, la giustizia, la salvezza della Patria."

 

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #19 il: 29 Maggio, 2011, 14:48:46 pm »
il san paolo va abbattuto e rifatto, scordatevi interventi significativi, eccetto i tabelloni indispensabili per la CL(tabelloni che poi potranno essere recuperati) :prof:

Offline I'm a TransBanana

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #20 il: 29 Maggio, 2011, 14:50:31 pm »
Ma non sono proprio d'accordo! Il campo è stato in buone condizioni solo nelle utlimissime di campionato, quando c'è stato il bel tempo! Chi viene allo stadio lo sa, in tv non si riesce ad apprezzare. Secondo me (ma sempre però visto dalla tv) il campo più bello è quello dell'olimpico

bastardo, questa frase non me la dovevi dire  :aloneinthedark:

e il brutto è che è vero  :pianto:

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #21 il: 29 Maggio, 2011, 16:48:04 pm »
Tanto nun se fa nient. Dela o lo stadio lo ha gratis, oppure gli "converrebbe" rifarlo da zero.

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #22 il: 29 Maggio, 2011, 17:30:53 pm »
bastardo, questa frase non me la dovevi dire  :aloneinthedark:

e il brutto è che è vero  :pianto:
Perdonami... :brindisi:
Il tifoso juventino è apolide, delocalizzato, trapiantato, infiltrato, sempre ospite e mai padrone. non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l'orfanotrofio degli sfigati. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore e' indissolubile, ma quello juventino e' un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sara' mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire. E' degno rappresentante dell'Italia che truffa e ruba e sventola, di nascosto ovviamente, i colori più brutti del mondo.

La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”

Neapolis84

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #23 il: 29 Maggio, 2011, 18:47:57 pm »
quel cavolo di decreto Amato che non viene approvato...DeLa ha preso Fassone sperando che passi quella cavolo di legge e Fassone possa fare il suo dovere...

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #24 il: 29 Maggio, 2011, 20:39:12 pm »
si io la penso come voi ma in vista della chempions il napoli ha bisogno di 4 grandi campioni come : inler 12 milioni palombo 10milioni sanchez 15milioni forlan 12milioni e i vari palacios e lamela

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #25 il: 29 Maggio, 2011, 20:58:13 pm »
Il San Paolo non si tocca, si ristruttura e basta.
Dobbiamo solo aspettare che il prossimo sindaco lo regali alla società sportiva calcio Napoli.

Comunque il manto erboso è perfetto!
NOI VOGLIAMO VINCERE


 
...tomamos vino puro de damujana
y nos fumamos toda la marijuana!!

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #26 il: 29 Maggio, 2011, 21:16:49 pm »
Ragazzi il SanPaolo non è che si tocca si demolisce proprio XD

In questi casi il valore affettivo va messo da parte, pure i juventini erano legati al Delle Alpi eppure adesso (dopo quache anno di sistemazione all'olimpico) avranno uno stadio stupendo.

Io quando vedo gli stadi stranieri e poi li confronto al San Paolo mi vergogno. Spero sia fatto un nuovo stadio e in periferia

VINCEREMO COSI' TANTO, AVREMO VITTORIE ,DOPO VITTORIE, DOPO VITTORIE
VI STUFERETE A MORTE DI VINCERE
VERRETE DA ME E DIRETE : "PER FAVORE, PER FAVORE PRESIDENTE QUAID, NON RIUSCIAMO A SOPPORTARE COSI' TANTE VITTORIE! PER FAVORE BASTA, NON VOGLIAMO PIU' VINCERE!"
E IO VI RISPONDERO' :"VINCEREMO, NON M'IMPORTA DI QUELLO CHE DITE, RENDEREMO IL NOSTRO FORUM GRANDE DI NUOVO, VINCEREMO, VINCEREMO, E VINCEREMO!"

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #27 il: 30 Maggio, 2011, 09:09:46 am »
Ragazzi il SanPaolo non è che si tocca si demolisce proprio XD

In questi casi il valore affettivo va messo da parte, pure i juventini erano legati al Delle Alpi eppure adesso (dopo quache anno di sistemazione all'olimpico) avranno uno stadio stupendo.

Io quando vedo gli stadi stranieri e poi li confronto al San Paolo mi vergogno. Spero sia fatto un nuovo stadio e in periferia

Il problema è triovare un posto e poi metterlo decentemente in comunicazione con la città...ma vorrei assolutamente uno stadio nuovo e moderno!!
« Ultima modifica: 30 Maggio, 2011, 09:18:09 am da lucariello83 »
Il tifoso juventino è apolide, delocalizzato, trapiantato, infiltrato, sempre ospite e mai padrone. non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l'orfanotrofio degli sfigati. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore e' indissolubile, ma quello juventino e' un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sara' mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire. E' degno rappresentante dell'Italia che truffa e ruba e sventola, di nascosto ovviamente, i colori più brutti del mondo.

La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barça mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #28 il: 30 Maggio, 2011, 09:45:24 am »
quel cavolo di decreto Amato che non viene approvato...DeLa ha preso Fassone sperando che passi quella cavolo di legge e Fassone possa fare il suo dovere...

La legge Crimi ormai s'è infracitata nella stanze del Parlamento.

Stadio San Paolo: aspettando gli accordi sull'area
« Risposta #29 il: 30 Maggio, 2011, 09:59:38 am »
Ragazzi il SanPaolo non è che si tocca si demolisce proprio XD

In questi casi il valore affettivo va messo da parte, pure i juventini erano legati al Delle Alpi eppure adesso (dopo quache anno di sistemazione all'olimpico) avranno uno stadio stupendo.

Io quando vedo gli stadi stranieri e poi li confronto al San Paolo mi vergogno. Spero sia fatto un nuovo stadio e in periferia


Si può rifare, non c'è bisogno di demolirlo!

La cattedrale del deserto è inutile, lo ha confermato anche De La
NOI VOGLIAMO VINCERE


 
...tomamos vino puro de damujana
y nos fumamos toda la marijuana!!