Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Amnes

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #15 il: 21 Agosto, 2014, 14:00:46 pm »
Che questi che vanno in giro a tagliare la testa alla gente hanno le loro ragioni. Lo ha detto il terzomondista Di Battista.


"Dovremmo smetterla di considerare il terrorista un soggetto disumano con il quale nemmeno intavolare una discussione. Questo è un punto complesso ma decisivo. Nell’era dei droni e del totale squilibrio degli armamenti il terrorismo, purtroppo, è la sola arma violenta rimasta a chi si ribella. E’ triste ma è una realtà”.

Questo punto, per quanto controverso, è veritiero. Tuttavia l'errore di fondo è considerare l'ISIS solo un'organizzazione "terroristica". Vuol dire che non si è capito manco il cazzo.

Di Battista non stava giustificando il tagliatore di gole.
Anche perché l'uccisione del giornalista è avvenuta ieri, Di Battista ha detto ste cose 3-4 giorni fa. Non facciamo sti giochetti stucchevoli.



Offline Amnes

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #16 il: 22 Agosto, 2014, 12:22:30 pm »
Da Repubblica:

"L’uscita del capo di Stato maggiore generale Martin Dempsey ha del clamoroso. Per colpire efficacemente i jihadisti dell’Isis, dice l’alto ufficiale americano (la massima carica militare), non possiamo piu` limitarci a bombardare le loro postazioni in Iraq, dobbiamo andare a cercarli nelle loro basi in Siria. Ma questo significa, obiettivamente, mettersi dalla parte di Assad. Le milizie sunnite infatti sono i piu` forti avversari del regime siriano. Proprio quel regime che un anno fa Obama aveva pensato di bombardare per castigarlo dei massacri di civili compiuti con armi chimiche. Ma allora aveva ragione Putin? Il presidente russo aveva contribuito a dissuadere Obama proprio con quell’argomento che ora affiora nelle parole di Dempsey: i nemici di Assad sono piu` pericolosi di lui. Isis, nata da una costola di Al Qaeda, e` la formazione che punta al Grande Califfato, e che ha decapitato il giornalista americano Foley. Obama per il momento non si e` pronunciato, non e` detto che il presidente si decida ad avallare quei bombardamenti sulla Siria (ovvero: sul territorio siriano in mano ai ribelli jihadisti) che andrebbero ad aiutare Assad."

#PutinAvevaRagione

:asd:



Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #17 il: 22 Agosto, 2014, 13:15:34 pm »
Amnes sei una checca stucchevole fiorentina!

Il terzomondismo ha francamente rotto i coglioni. E sarebbe ora che a questa gente gli fosse fornita la lezione che meritano. Ci hanno rotto le palle sti che guevara dei poveri. Oltre all'Iraq l'Occidente non si è messo a bombardare altri stati musulmani, e le "bombe" in Iraq non piovono più dal 2004. Questi hanno dei politici ancora più schifosi dei nostri che li tengono a pane e acqua dei coglioni di preti che li aizzano con stronzate medievali e la colpa è nostra. Iesser a fare in culo. Le considerazioni geopolitiche di di battista, che ho scoperto essere pure vice presidente commisione esteri, non le considero neanche. Sono analisi infantili, pregiudiziali e a cap e cazz. Fosse come dice il sommo esperto, "basterebbe" fargli piovere addosso una pioggia di bombe per toglierseli dai coglioni. In realtà "i ribelli" sono la mano armata delle monarchie del golfo che si stanno contendendo l'influenza sull'area. Sciiti, Sunniti, Iraniani, turchi è un tutti contro tutti. E ti posso pure dire che io ho intuito che in Occidente non c'è uniformità di vedute. Italia, Germania, Francia si sono allineate agli USA che vorrebbero bilanciare le forze attraverso i curdi, gli inglesi giocano la loro partita solitaria. Da Londra partono i miliardi per finanziare queste persone, i servizi sapranno tutti dei britannici che sono partiti lì a perorare la causa. I britannici hanno concesso carta bianca a quelli del golfo in cambio di ingenti investimenti in giro per il regno unito. Vatteli a cercare, parliamo di miliardi di sterline. Che gli inglesi giochino una paritita solo interna non ci credo, i soldi sono comunque da loro e vorranno sicuramente approffittare degli spazi vuoti lasciati in quella zona dagli USA che arretra per concentrarsi meglio in Asia. Sono anni che gli Yankee cercano un "custode". L'Iraq non sono riuscito a trasformarlo in tale, Israele manco, quelli del golfo non sono ben visti dall'Iran che si sta riavvicinando. In questo casotto si sono inseriti i più cinici e pragmatici. I sudditi di quella granny di Elisabetta.
« Ultima modifica: 22 Agosto, 2014, 13:17:32 pm da O Libberista Missionario »
Balleremo sui tuoi crociati

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #18 il: 22 Agosto, 2014, 16:50:28 pm »
Guardate questo video. Raccapricciante.

http://video.repubblica.it/dossier/iraq-avanzata-is/l-is-ecco-i-primi-yazidi-convertiti-all-islam/175288/173919























































































C'è uno che si è comprato la maglia gialla. :look:
Balleremo sui tuoi crociati

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #19 il: 26 Agosto, 2014, 23:18:51 pm »
noi eravamo così mille anni fa, i catari ne sanno qualcosa e chiunque osava dalle nostre parti essere infedele

Ci sono arrivato tardi ma ci sono arrivato

Io non sono contrario alle Religioni ma ai religiosi....brutta gente

Online Zero

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #20 il: 26 Agosto, 2014, 23:20:19 pm »
c'è un video uncensored della decapitazione del tizio?

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #21 il: 27 Agosto, 2014, 15:04:57 pm »
noi eravamo così mille anni fa, i catari ne sanno qualcosa e chiunque osava dalle nostre parti essere infedele

Ci sono arrivato tardi ma ci sono arrivato

Io non sono contrario alle Religioni ma ai religiosi....brutta gente



appoggio il post, correggerei in "contrario a quei religiosi" che presumono di imporre con la forza la loro convinzione. Io credo che non esista nulla al mondo più atroce di questo.

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #22 il: 27 Agosto, 2014, 17:04:55 pm »
tutte le religioni finiranno, è questione di tempo, non è una profezia...è logica.

Noi abbiamo chiuso con la schiavitù della Religione da duecento anni, ma proprio definitivamente da 50 anni, nell'islam ci vuole ancora qualche centinaia di anni forse meno, ma poi finirà islam cristianesimo induismo etc etc

La contraddizione delle religioni, tutte, che dividono invece di unire uscirà fuori, è questione di cultura, ci vuole cultura, di un certo tipo....io sono laureato ma fino a un annetto fa ero ignorante di certe cose

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #23 il: 27 Agosto, 2014, 17:08:07 pm »
È dall Alba dei tempi che l uomo si divide,se non sarà la religione sarà altro.Ma se ci uccidiamo anche per una partita di calcio

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #24 il: 27 Agosto, 2014, 18:51:08 pm »
È dall Alba dei tempi che l uomo si divide,se non sarà la religione sarà altro.Ma se ci uccidiamo anche per una partita di calcio

questo è verissimo, ma non lo accetto per la religione, qualsiasi.

L'uomo deve chiedersi una cosa semplice, che mi sono chiesto io e da lì ho perso la fede, perchè Dio consente che 5 miliardi di persone su 6,5 non siano cattolici se il cattolicesimo è l'unica Verità ? La stessa domanda se la dovrebbero porre islamici induisti ebrei etc etc e si avrebbe la stessa risposta, perchè Dio se ne frega del primato delle religioni, guarda altre cose o meglio , come credo io, siamo noi che poi guarderemo altre cose della nostra vita quando ci troveremo dinanzi la Verità

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #25 il: 28 Agosto, 2014, 17:24:26 pm »
pure ai bimbi viene tagliata la testa


Balleremo sui tuoi crociati

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #26 il: 28 Agosto, 2014, 17:28:36 pm »
pure ai bimbi viene tagliata la testa




lo dobbiamo dire a quelli che pensano che la religione non c'entra ma è solo una protesta politica

Questo avviene da almeno dieci anni in decine di paesi, ma il mondo se ne sta accorgendo adesso....

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #27 il: 28 Agosto, 2014, 21:45:45 pm »
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/28/londra-1-400-bimbi-stuprati-a-rotheram-bufera-sulle-autorita-sapevano-dal-2010/1101435/

sta girando in rete questa notizia, questo articolo, lo riportano in tanti

Commentate voi, la paura di essere fascisti e razzisti ci sta distruggendo, stiamo creando un futuro mostruoso

Offline Amnes

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #28 il: 13 Ottobre, 2014, 13:40:17 pm »
veramente non mi faccio capace

le "intelligence" mondiali vogliono farci credere che si sono resi conto della pericolosità di sto gruppo quando ormai aveva buona parte del controllo in Iraq e controllava buona parte del confine Iracheno-Siriano.

se davvero fosse così significa che veramente fanno schifo ed i vertici dovrebbero dimettersi ad uno ad uno e mettersi a coltivare la terra. Oppure, è tutto programmato.

La Russia ci aveva visto bene ammonendo gli americani dicendogli che in Siria stavano armando persone peggiori di Assad.
Ma la cosa veramente preoccupante è la stategia della Turchia...non so se vede nell'ISIS un alleato o vuole solo usarli per distruggere definitivamente i Curdi. Brutta storia.



Online Zero

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #29 il: 13 Ottobre, 2014, 14:17:54 pm »
e se all'america servisse un nemico molto potente?
avrebbero potuto disintegrarli stesso in siria quando erano pochi e disorganizzati