Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1965 il: 18 Marzo, 2018, 13:03:53 pm »
Nel thread di Twitter che ho postato sopra ci sono aggiornamenti. Tremenda questa cosa.

Poi quando arriva il terrorista ci meravigliamo.
"La gioia collettiva è sempre più straripante e appagante di quella individuale"

"Sicuramente la Juve rappresenta per questo motivo il potere tecnico, ma secondo me anche qualche altro"

"Quando smetterò, a chi mi chiederà chi hai allenato risponderò subito il Napoli, indipendentemente dalle squadre che potrò allenare nel futuro"

"Ho mandato a fanculo delle persone che ci hanno sputato e che ci hanno insultato perché napoletani. Se avessi potuto scendere lo avrei fatto volentieri, sono uno che viene dalla strada e se uno mi sputa io scendo volentieri".




Maurizio Sarri.

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1966 il: 18 Marzo, 2018, 14:03:29 pm »
la turchia attuale è il male del mondo, altro che corea del nord

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1967 il: 23 Marzo, 2018, 14:10:47 pm »
http://www.repubblica.it/


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1968 il: 23 Marzo, 2018, 14:12:01 pm »
Prima che Repubblica modifica..,..i servizi li hanno chiamati servi.....
Opssss


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1969 il: 23 Marzo, 2018, 14:21:32 pm »
Alfonso aveva ragione. L’isis o cani sciolti fanatici gli mettiamo noi l’arma in mano....con bombe e stragi di innocenti


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1970 il: 26 Aprile, 2018, 20:10:07 pm »
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2018/04/26/news/terrorismo_un_immigrato_del_gambia_arrestato_a_napoli-194834474/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P4-S1.8-T1

purtroppo....il pericolo sta diventando reale e concreto, se chi comanda ha deciso per iniziare a uccidere anche qui , ci riusciranno ....ne fermi uno e ce ne saranno altri. Speriamo di non vederlo mai

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1971 il: 19 Marzo, 2019, 13:33:00 pm »
quindi a finale chi combatte armi in pugno l'ISIS sono i comunisti dei centri sociali mentre i destrorsi xenofobi razzisti e fascisti si limitano a chiacchiere e distintivo as usual
Il record di 91 punti non è un obiettivo societario, ma un traguardo personale

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1972 il: 19 Marzo, 2019, 14:23:28 pm »
quindi a finale chi combatte armi in pugno l'ISIS sono i comunisti dei centri sociali mentre i destrorsi xenofobi razzisti e fascisti si limitano a chiacchiere e distintivo as usual
:sisi:
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1973 il: 10 Ottobre, 2019, 10:01:03 am »
Lo scrivo qui:da quanto nella zona geografica europea non si vedeva un’invasione da parte di una nazione verso un’altra?
Figlia di politiche interne dittatoriali e iper nazionaliste.
"IN THE MAZE OF HER IMAGINATION"

#liberailnapoli


ROCK 'N ROLL STOPS THE TRAFFIC

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1974 il: 10 Ottobre, 2019, 10:23:25 am »
Lo scrivo qui:da quanto nella zona geografica europea non si vedeva un’invasione da parte di una nazione verso un’altra?
Figlia di politiche interne dittatoriali e iper nazionaliste.


E mirate alla distruzione di un esperimento politico-sociale unico nel suo genere, il confederalismo democratico del Rojava.

Online Koji_Kabuto

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1975 il: 10 Ottobre, 2019, 10:27:39 am »
Lo scrivo qui:da quanto nella zona geografica europea non si vedeva un’invasione da parte di una nazione verso un’altra?
Figlia di politiche interne dittatoriali e iper nazionaliste.

DAll'inviasione Serba in Kosovo.

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1976 il: 10 Ottobre, 2019, 10:28:10 am »
Aggiungo: l'Europa balbetta e preferisce sacrificare l'esperienza rivoluzionaria curda per tenersi buona la Turchia di quel porco di Erdogan (interessi economici? paura di un nuova rotta migrante sul fronte orientale?), trascurando inoltre il fatto che la caduta del Rojava comporterà la liberazione dei prigionieri di guerra ISIS. Un bell'affare insomma
No

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1977 il: 10 Ottobre, 2019, 10:32:56 am »
DAll'inviasione Serba in Kosovo.
Fu un’operazione militare simile?
Chiedo perché non lo so.
"IN THE MAZE OF HER IMAGINATION"

#liberailnapoli


ROCK 'N ROLL STOPS THE TRAFFIC

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1978 il: 10 Ottobre, 2019, 12:45:41 pm »
Fu un’operazione militare simile?
Chiedo perché non lo so.
Molto simile anche nell'intento: porre sotto controllo un'area che cercava l'indipendenza
Il record di 91 punti non è un obiettivo societario, ma un traguardo personale

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1979 il: 10 Ottobre, 2019, 13:32:49 pm »
Molto simile anche nell'intento: porre sotto controllo un'area che cercava l'indipendenza

Un po' diverso in realtà. I curdi da tempo non cercano più l'indipendenza. E hanno lottato durante la guerra civile, approfittando del casino, per sottrarre i territori ai jihadisti e istituire dei comuni retti da organi democratici (obbligatoriamente guidati allo stesso tempo da donne e uomini di più etnie e religioni, in barba ad ogni principio "occidentale" di minoranza). Una vera e propria democrazia senza stato. L'unica, tra le più più vicine a noi, nel mondo, che ora rischia di sparire sotto i colpi diretti di Erdogan e quelli indiretti dei paraculi USA e EU
No