Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala

0 Utenti e 4 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1995 il: 13 Ottobre, 2019, 20:32:16 pm »
Veramente tutto è iniziato proprio perché si sono ritirati 5 gg fa :look:
Che poi fanno quasi ridere gli americani: prima si ritirano da una zona cruciale, per lasciare via libera ai turchi, spalleggiati da formazioni paramilitari di integralisti islamici, e poi si lamentano che sono state attaccate anche zone ancora occupate dei militari statunitensi, minacciando sanzioni. È veramente un teatrino, del quale fanno parte anche le dichiarazioni di vari stati europei, fra i quali non c'è ancora l'Italia, di smettere di rifornire di armi la Turchia, quando magari quelle che stanno usando ora vengono proprio dagli arsenali europei e forse non c'è bisogno nemmeno di ulteriori rifornimenti vista la disparità delle forze in campo.
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Offline p4ppo

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1996 il: 13 Ottobre, 2019, 20:45:37 pm »
ma poi chi dovrebbe dore qualcosa a Trump? Giggino? :look:

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1997 il: 13 Ottobre, 2019, 20:49:35 pm »
Si ma gli americani ci stanno perdendo la faccia. Se ti metti in mezzo poi non puoi abbandonare cosi alla pene di segugio. La presenza americana in zona era comunque fonte di stabilita', evidentemente non a genio di tutti, si capisce. Continuo a non capire cosa dovrebbero fare gli stati europei in questo frangente. Erdogan ha tre milioni di profughi e ha detto che li mette tutti sui gommoni. L'errore qui fu fatto anni fa, quando i tedeschi spinsero per dare alla Turchia e le varie ONG li presenti qualche miliardo. Era sicuramente una pezza a colori temporanea. C'e' da dire che nulla e' stato fatto poi per far tornare questi profughi alle loro case in Siria: oggi questo problema non esisterebbe e ci sarebbero piu' leve da utilizzare. La situazione in Siria e' sicuramente complicata, ma trovarsi con milioni di profughi ancora dopo quasi 10 anni di guerra fa sicuramente capire che qualcuno non ha fatto il proprio dovere a fondo. In molti hanno girato la faccia dall'altra parte (gli inglesi), altri erano troppo impegnati su altri fronti (italiani e francesi). I tedeschi ripeto ci misero una pezza temporanea, non credo si sarebbe potuto fare di piu' in quel frangente. Ormai la proverbiale immobilita' e inutilita' dei governi europei inizia ad essere snervante e irritante. Io non saprei come se ne esce. Di certo non vedo soluzioni che possono essere prese come un unico corpo in UE. Per adesso si gira la faccia dall'altra parte sperando che il tutto si risolva in quella zona mentre noi rimaniamo spettatori.
Balleremo sui tuoi crociati

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1998 il: 13 Ottobre, 2019, 20:54:39 pm »
Tanto ormai si e' capito, gli americani non hanno piu' voglia di mettersi in giro per il mondo a difendere interessi non loro e a far piacere agli alleati. Se l'Europa non ha forza di proiezione esterna a questo punto si arroccasse e poi si vede. Paghiamo la gente al confine a fare il lavoro sporco per noi e campa cavallo. Poi pero' se il tuo "clientes" esce di testa non puoi metterti li a fargli le pulci. Ma i quanti di voi appoggerebbero una sorta di operazione militare europea in Siria per mettere fine a 10 anni di guerra civile?
Balleremo sui tuoi crociati

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #1999 il: 13 Ottobre, 2019, 22:05:17 pm »
ma avete capito che state parlando degli statunitensi o no ? Di cosa vi meravigliate ?
Il popolo più cattivo del mondo , sicuramente dell'epoca storica in cui sono vissuto io

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2000 il: 13 Ottobre, 2019, 22:10:05 pm »
Il ritiro delle truppe era già in agenda da tempo
"IN THE MAZE OF HER IMAGINATION"

#liberailnapoli


ROCK 'N ROLL STOPS THE TRAFFIC

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2001 il: 13 Ottobre, 2019, 22:12:00 pm »
Tanto ormai si e' capito, gli americani non hanno piu' voglia di mettersi in giro per il mondo a difendere interessi non loro e a far piacere agli alleati. Se l'Europa non ha forza di proiezione esterna a questo punto si arroccasse e poi si vede. Paghiamo la gente al confine a fare il lavoro sporco per noi e campa cavallo. Poi pero' se il tuo "clientes" esce di testa non puoi metterti li a fargli le pulci. Ma i quanti di voi appoggerebbero una sorta di operazione militare europea in Siria per mettere fine a 10 anni di guerra civile?
Credo che gli americani non abbiamo quasi mai difeso "interessi non loro". Nemmeno in Siria. Hanno appoggiato i curdi nella guerra contro lo stato islamico, perché lo stato islamico era un pericolo e un problema per i loro affari nella zona e per la sicurezza delle zone da loro controllate, oltre che per la sicurezza interna (come l'11 settembre ha dimostrato). Ora, visto che la patata bollente era stata in qualche modo trattata, hanno deciso di lasciare via libera ai turchi chissà per quale fine recondito, che verrà fuori al momento opportuno. Magari anche solo perché si avvicinano le elezioni presidenziali e il loro presidente ha bisogno di appuntarsi qualche medaglia sul petto, come quella del ritiro da zone di guerra che provocano sempre qualche problema nell'opinione pubblica americana.
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2002 il: 13 Ottobre, 2019, 22:15:57 pm »
Il ritiro delle truppe era già in agenda da tempo
Ma il ritiro controllato da una parte del territorio non doveva significare automaticamente un via libera all'azione di guerra della Turchia e delle milizie integraliste. Forse hanno sbagliato i loro calcoli... o li hanno fatti troppo bene. Chi può saperlo?
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Offline Amnes

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2003 il: 14 Ottobre, 2019, 09:19:33 am »
Mi ha aempre incuriosito il ruolo della Russia in quella zona.
Ora si legge che grazie alla mediazione di Putin le truppe di Assad combatteranno coi curdi l'invasione turca.

Putin sa come mantenere i propri interessi in Siria.

Il dubbio che ho è come farà a conciliare questa sua posizione con l' "amicizia" di Erdogan (ammesso che la Turchia sia stato amico, come riportato in passato dalle testate giornalistiche italiane)



Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2004 il: 14 Ottobre, 2019, 10:23:21 am »
Mi ha aempre incuriosito il ruolo della Russia in quella zona.
Ora si legge che grazie alla mediazione di Putin le truppe di Assad combatteranno coi curdi l'invasione turca.

Putin sa come mantenere i propri interessi in Siria.

Il dubbio che ho è come farà a conciliare questa sua posizione con l' "amicizia" di Erdogan (ammesso che la Turchia sia stato amico, come riportato in passato dalle testate giornalistiche italiane)
La Turchia sta invadendo la Siria, non mi pare molto strano che Assad difenda i confini nazionali
Il record di 91 punti non è un obiettivo societario, ma un traguardo personale

Offline Amnes

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2005 il: 14 Ottobre, 2019, 10:53:20 am »
La Turchia sta invadendo la Siria, non mi pare molto strano che Assad difenda i confini nazionali

Non è strano nei termini che poni
ma è curioso vedere Assad e Curdi combattere insieme.




Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2006 il: 14 Ottobre, 2019, 12:36:51 pm »
Non è strano nei termini che poni
ma è curioso vedere Assad e Curdi combattere insieme.


In effetti... ma fra i due mali si sceglie il minore.
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Offline p4ppo

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2007 il: 14 Ottobre, 2019, 13:33:02 pm »
Il nemico del mio nemico è mio amico... e emote stato così in guerra

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2008 il: 14 Ottobre, 2019, 14:13:25 pm »
Non è strano nei termini che poni
ma è curioso vedere Assad e Curdi combattere insieme.



è purtroppo una guerra per bande in un territorio in cui gli interessi sono mutevoli e l'equilibrio fragile.

Poi dal punto di vista strategico gli americani non sono mai stati particolarmente furbi, con Trump al potere poi...

Il record di 91 punti non è un obiettivo societario, ma un traguardo personale

Re:Iraq, Isis annuncia la nascita del "califfato" da Aleppo a Diyala
« Risposta #2009 il: 14 Ottobre, 2019, 14:53:38 pm »
Che mondo ipocrita di merda
Del resto San Giovanni Paolo II faceva la visita di stato a Pinochet messo lì dai nostri alleati americani, quelli che esportano democrazia
Erdogan serve .... e quindi fa ciò che vuole e quando verrà in Italia sarà accolto con tutti gli onori