Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Topic generico su cosa avviene in città

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1515 il: 11 Ottobre, 2019, 14:30:50 pm »
Ma posso dire che nel caso specifico tiene ragione? Nel senso, a me fanno cagare i neomelodici, ma fanno parte della nostra città è un dato oggettivo. Tra l'altro qui al nord vengono ascoltati tanto anche da indigeni del luogo... Quindi non capisco perchè incazzarsi per quella pubblicità...

Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1516 il: 11 Ottobre, 2019, 14:33:23 pm »
Ma posso dire che nel caso specifico tiene ragione? Nel senso, a me fanno cagare i neomelodici, ma fanno parte della nostra città è un dato oggettivo. Tra l'altro qui al nord vengono ascoltati tanto anche da indigeni del luogo... Quindi non capisco perchè incazzarsi per quella pubblicità...
Anche secondo me di base il concetto è condivisibile però poi vuoi fare il pezzo simpatico e non le riesce.

Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1517 il: 11 Ottobre, 2019, 15:37:11 pm »
Ma posso dire che nel caso specifico tiene ragione? Nel senso, a me fanno cagare i neomelodici, ma fanno parte della nostra città è un dato oggettivo. Tra l'altro qui al nord vengono ascoltati tanto anche da indigeni del luogo... Quindi non capisco perchè incazzarsi per quella pubblicità...
Il problema è l'associazione, che voleva essere spiritosa, fra "intelligenza artificiale", che sarebbe tipica dei robot, opposta a "deficienza artificiale", che sarebbe tipica del robot che fa musica neomelodica, percepita ovviamente come napoletana, con un messaggio subliminale che tende a far associare il fatto di essere napoletani con la deficienza. Questo è il punto, anche se lo scopo non fosse stato quello.

Non voglio esagerare, ma ormai il fatto di essere napoletani, in Italia, dopo tanti anni di Liga Veneta, Lega Nord e Lega di Salvini, malgrado la "svolta" finta di quell'uomo di merda negli ultimi anni, ricorda un po' la condizione degli ebrei in Germania: risulta difficile prenderli in giro come popolo, gruppo, perché si innesca un meccanismo di identificazione e antagonismo, di discriminazione, che riduce al grado zero l'eventuale contenuto umoristico e dunque, tanto per dire, le barzellette sugli ebrei le possono raccontare solo gli ebrei, che non  possono essere accusati di essere antisemiti.

Mutatis mutandis, sta accadendo qualcosa di simile con Napoli e i napoletani. Se quel video lo avessero fatto dei comici napoletani, nessuno si sarebbe offeso, salvo forse i neomelodici e chi li ama, ma non è così. Ecco, magari se i personaggi della pubblicità fossero stati una famiglia napoletana, la cosa avrebbe avuto un impatto diverso.

Resta il fatto che Selvaggia Lucarelli si è fatta un po' di pubblicità a buon mercato. In questi giorni avrà avuto parecchi clic sul web.

Idem quella merda di Giuseppe Cruciani, che non perde occasione per sparare a zero su Napoli e napoletani, facendoci passare per permalosi se ci si offende per le sue sparate del cazzo, che in effetti sono offese reali.

C'è una sorta di tendenza in tal senso, un po' trasversale, che va dal mondo dei social (con S. Lucarelli), a quello del giornalismo o pseudotale (con Cruciani che sta al giornalismo come Hitler alla democrazia), o a quello del giornalismo sportivo, di un personaggio miserevole come Bargiggia.
« Ultima modifica: 11 Ottobre, 2019, 15:39:02 pm da peppemassa »
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1518 il: 11 Ottobre, 2019, 15:50:17 pm »
Il problema è l'associazione, che voleva essere spiritosa, fra "intelligenza artificiale", che sarebbe tipica dei robot, opposta a "deficienza artificiale", che sarebbe tipica del robot che fa musica neomelodica, percepita ovviamente come napoletana, con un messaggio subliminale che tende a far associare il fatto di essere napoletani con la deficienza. Questo è il punto, anche se lo scopo non fosse stato quello.

Non voglio esagerare, ma ormai il fatto di essere napoletani, in Italia, dopo tanti anni di Liga Veneta, Lega Nord e Lega di Salvini, malgrado la "svolta" finta di quell'uomo di merda negli ultimi anni, ricorda un po' la condizione degli ebrei in Germania: risulta difficile prenderli in giro come popolo, gruppo, perché si innesca un meccanismo di identificazione e antagonismo, di discriminazione, che riduce al grado zero l'eventuale contenuto umoristico e dunque, tanto per dire, le barzellette sugli ebrei le possono raccontare solo gli ebrei, che non  possono essere accusati di essere antisemiti.

Mutatis mutandis, sta accadendo qualcosa di simile con Napoli e i napoletani. Se quel video lo avessero fatto dei comici napoletani, nessuno si sarebbe offeso, salvo forse i neomelodici e chi li ama, ma non è così. Ecco, magari se i personaggi della pubblicità fossero stati una famiglia napoletana, la cosa avrebbe avuto un impatto diverso.

Resta il fatto che Selvaggia Lucarelli si è fatta un po' di pubblicità a buon mercato. In questi giorni avrà avuto parecchi clic sul web.

Idem quella merda di Giuseppe Cruciani, che non perde occasione per sparare a zero su Napoli e napoletani, facendoci passare per permalosi se ci si offende per le sue sparate del cazzo, che in effetti sono offese reali.

C'è una sorta di tendenza in tal senso, un po' trasversale, che va dal mondo dei social (con S. Lucarelli), a quello del giornalismo o pseudotale (con Cruciani che sta al giornalismo come Hitler alla democrazia), o a quello del giornalismo sportivo, di un personaggio miserevole come Bargiggia.


Ecco il fatto che fatto dai napoletani poi non ci si da peso, fa ancora più incazzare... Ad esempio Siani, ci ha costruito una carriera sopra sugli stereotipi del napoletano medio, solo che se la battuta la fanno Ale & Franz succede il finimondo, fatta da Siani viene applaudita. Questo non fa altro che alimentare lo stereotipo stesso. Se invece il napoletano medio si prendesse meno sul serio le cose andrebbero probabilmente meglio in generale, e sta situazione assurda di cui parli tu, che purtroppo è vera, diminuirebbe fino a sparire, oltre a costringere gente come Cruciani a reinventarsi un nuovo personaggio, cosa che magari lo metterebbe anche in difficoltà, :sbav: :sbav:

Online p4ppo

Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1519 il: 11 Ottobre, 2019, 19:43:15 pm »
Tutto sto papiello per commentare selvaggia Lucarelli?

Nientedimeno...

Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1520 il: 11 Ottobre, 2019, 20:13:47 pm »
Questa è un'altra che attendo coi piedi freddi. :sisi:

Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk


Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1521 il: 11 Ottobre, 2019, 20:59:51 pm »
Tutto sto papiello per commentare selvaggia Lucarelli?

Nientedimeno...
Non si tratta solo di Selvaggia Lucarelli: è una tendenza che si sta generalizzando, purtroppo.
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti

Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1522 il: 11 Ottobre, 2019, 21:14:02 pm »
mi piace troppo selvaggia lucarelli, me la scoperei a sangue, forse è quello che le manca....

Offline Amnes

Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1523 il: 14 Ottobre, 2019, 09:58:36 am »
Questa è un'altra che attendo coi piedi freddi. :sisi:

Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk



pensavo con le zizze da fuori :nono:



Re:Topic generico su cosa avviene in città
« Risposta #1524 il: 14 Ottobre, 2019, 12:37:44 pm »
«Non puoi fare una granita senza il ghiaccio», C. Ancelotti