Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli
Il primo Forum sul Calcio Napoli!

Gruppo A: Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Leviatano

  • Capitano
  • *****
  • 55972
Gruppo A: Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca
« il: 29 Maggio, 2012, 11:51:05 am »
Varsavia
8 giugno 2012, ore 18:00
Incontro 1    Polonia      –     Grecia    Stadion Narodowy
 
Breslavia
8 giugno 2012, ore 20:45
Incontro 2    Russia    –     Rep. Ceca    Stadion Miejski
 
Breslavia
12 giugno 2012, ore 18:00
Incontro 9     Grecia     –      Rep. Ceca    Stadion Miejski
 
Varsavia
12 giugno 2012, ore 20:45
Incontro 10    Polonia      –      Russia    Stadion Narodowy
 
Breslavia
16 giugno 2012, ore 20:45
Incontro 17     Rep. Ceca     –      Polonia    Stadion Miejski
 
Varsavia
16 giugno 2012, ore 20:45
Incontro 18    Grecia      –      Russia    Stadion Narodowy

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12328
Gruppo A: Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca
« Risposta #1 il: 09 Giugno, 2012, 10:12:41 am »
I primi tre punti dell\'Europeo in Polonia e Ucraina spettano alla Russia che travolge la Repubblica Ceca. Dopo un quarto d\'ora equilibrato i gol di Dzagoev e Shirokov. Nella ripresa accorcia Pilar ma nel finale arrivano altri due gol degli uomini di Advocaat: ancora Dzagoev, poi Pavlyuchenko

 
 
 

 
 
 
 
 
Non poteva sognare un miglior esordio nella 14a edizione del Campionato Europeo la Russia del "Piccolo Imperatore" Dirk Advocaat che ha letteralmente travolto la Repubblica Ceca. I primi tre punti del gruppo A vanno dunque alla Russia, attualmente prima in classifica con Polonia e Grecia ad un punto. A conferma di quanto dichiarato alla vigilia dal tecnico, la Russia è una squadra compatta, che con la grande prestazione di questa sera dimostra che il 3-0 contro l\'Italia in amichevole non nasceva solamente dalle lacune tattiche e dall\'instabilità psicologica della squadra di Prandelli.
FASE DI STUDIO, POI RUSSIA IN CATTEDRA - C\'è una fase di studio che dura più o meno per i primi quindici minuti, con le due squadre che si equivalgono ma che cominciano il match con un atteggiamento aggressivo e propositivo. A dire il vero la più tonica sembra la Repubblica Ceca, che con i suoi fraseggi crea la prima conclusione in direzione della porta avversaria con Hubnik (di testa alto sopra la traversa al 5\'). Dopo i primi dieci minuti comincia un forcing sempre più insistente della Russia, Arshavin ammattisce Gebre Selassi che prima gli concede un corner e poi lo spazio per servire in area Kerzhakov che per poco non trova il vantaggio (14\'). Basta attendere un minuto e, prova e riprova, la Russia passa: Zyryanov serve un cross morbido in area per la punta che coglie il palo, Dzagoev è pronto e ribadisce in gol con un destro di potenza.
CONTROPIEDE LETALE, SHIROKOV PER IL 2-0
- Da questo momento la Russia prende pieno possesso del campo e della gara. Sembra intravedersi la mano di Spalletti sul blocco Zenit, ma non bisogna togliere alcun merito ad Advocaat quando la sua squadra riparte con favolosi contropiede. E\' quello che succede al 19\': quattro passaggi e Dzagoev è solo davanti a Cech, ma sbaglia inspiegabilmente. Il copione si ripete cinque minuti più tardi e questa volta arriva il raddoppio: dal limite Arshavin è libero di trovare in verticale Shirokov che con un tocco sotto beffa Cech.
[/size][/font][/color]
 
Al 27\' potrebbe starci un rigore su Arshavin, ma Webb non vede gli estremi per la massima punizione e continua a dirigere il match con straordinaria sicurezza e senza piazzare mai degli interventi fuori luogo. La Russia detiene il 54 % del possesso palla, occupa meglio il campo rispetto ai cechi che, diversamente da quanto fatto vedere in avvio, si affidano a sporadiche quanto inoffensive giocate dei singoli (su tutti Pilar).
PILAR LA RIAPRE, 2-1 - Si ricomincia da un cambio: Bilek manda in campo Hübschman al posto di Rezek (uno dei più attivi del primo tempo) e la sua mossa porta indubbiamente vantaggi. Plasil non ha più il solo compito di arginare e così può dedicarsi alle verticalizzazioni: una di queste, al 52\', mette Pilar davanti a Malafeev per il gol che riapre la gara. Cechi ricaricati da una ventata da entusiasmo portata dal 24enne del Viktoria Plzen (all\'ottava presenza in nazionale) e Russia che non può più limitarsi a controllare. Il ritmo si alza nuovamente, le squadre si allungano, ma la voce grossa è ancora quella russa.
I CECHI SI ARRENDONO, DOPPIETTA DI DZAGOEV - La carica ceca si esaurisce nel finale con la complicità di una retroguardia avversaria quasi impeccabile grazie alle prestazioni di Ignshevich e Berezutski. Negli ultimi dieci minuti il passivo aumenta: al 79\' Dzagoev (già capocannoniere russo con 4 reti nella fase di qualificazioni) trova la sua doppietta personale quando, servito in verticale ancora una volta da Arshavin, controlla e fa partire un destro molto potente per il 3-1. Tre minuti più tardi c\'è spazio anche per la gloria di Roman Pavlyuchenko che, entrato da pochi minuti al posto di un esausto Kerzhakov, ammattisce Hubnik in area prima di lasciar partire un siluro che piega ancora una volta le mani di Cech.
Successo strameritato della Russia che balza da subito in testa alla classifica ed ora si preparerà alla seconda giornata del raggruppamento. Il 12 giugno a Varsavia Advocaat se la vedrà con i padroni di casa della Polonia.
« Ultima modifica: 09 Giugno, 2012, 10:13:24 am da SPIRITO »
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.

Offline strano^^

  • Capitano
  • ******
  • 35885
Gruppo A: Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca
« Risposta #2 il: 09 Giugno, 2012, 12:56:09 pm »
Gioca bene la Russia :sisi:
molto all\'italiana!
"La gioia collettiva Ŕ sempre pi¨ straripante e appagante di quella individuale"

"Sicuramente la Juve rappresenta per questo motivo il potere tecnico, ma secondo me anche qualche altro"

"Quando smetter˛, a chi mi chiederÓ chi hai allenato risponder˛ subito il Napoli, indipendentemente dalle squadre che potr˛ allenare nel futuro"

"Ho mandato a fanculo delle persone che ci hanno sputato e che ci hanno insultato perchÚ napoletani. Se avessi potuto scendere lo avrei fatto volentieri, sono uno che viene dalla strada e se uno mi sputa io scendo volentieri".




Maurizio Sarri.

Offline Brusarper

  • Prima Squadra
  • ****
  • 2008
Gruppo A: Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca
« Risposta #3 il: 12 Giugno, 2012, 20:57:05 pm »
la repubblica ceca si è rifatta con la grecia che adesso è quasi eliminata
 
intanto carezze tra polacchi e russi :ponpon:

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12328
Gruppo A: Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca
« Risposta #4 il: 13 Giugno, 2012, 10:38:50 am »
   Polonia e Russia, un gran bel pareggio

   Polonia e Russia danno vita alla più bella partita di questo Euro2012. Poteva finire in goleada, finisce con un 1-1 divertente e che lascia apertissima la situazione del gruppo A. In gol Dzagoev, terzo gol europeo per il russo, e B┼éaszczykowski

POLONIA-RUSSIA, 58 ARRESTI PRIMA DEL FISCHIOD\'INIZIO – Non è certo cominciata nel migliore dei modi la supersfida del gruppo A tra Polonia e Russia. Duri scontri tra tifoserie e soprattutto tra supporter russi e polizia, con 58 arresti e una tensione ben visibile anche negli occhi di alcuni giocatori in campo. Una sfida delicatissima, carica di contenuti non solo sportivi e conclusa, per fortuna, tra gli applausi dei tifosi. Perché Polonia e Russia è stata, senza ombra di dubbio, la più bella partita fino ad oggi giocata in questo Europeo abbastanza avaro di emozioni vere, almeno fino adesso. Con la Spagna partita a rallentatore, la Germania sicuramente deludente nonostante la vittoria con il Portogallo e l\'Olanda irriconoscibile, proprio da Russia e Polonia ci si aspetta qualcosa in più. Gli uomini di Advocaat erano chiamati alla conferma dopo la netta vittoria, 4-1, contro la Repubblica Ceca. Per la Polonia invece l\'occasione di dimostrarsi grande anche sul campo, dopo il debutto non esaltante contro la Grecia (1-1).
LA POLONIA SI AFFIDA A LEWANDOWSKI, LA RUSSIANE APPROFITTA – E`un inizio partita che ricorda molto la sfida tra Russia e Repubblica Ceca. Russi contratti e polacchi che invece cercano di sfondare fin dalle prime battute. Inutile dirlo, il gioco degli uomini del ct Smuda si basa sulle corse per vie laterali e sulla colonna d\'attacco, Lewandowski. Stasera la prima opzione però non funziona, con Piszczek e B┼éaszczykowski completamente estranei al match. Così, ben presto, le azioni polacche si limitano ai lunghi lanci per l\'attaccante, completamente solo, del Borussia Dortmund. Dall\'altra parte sembra invece funzionare tutto a perfezione. Il trio d\'attacco entra subito in partita de è soprattutto Arshavin a far vedere le cose migliori. Al 16esimo gol annullato alla Polonia per fuorigioco di Polanski. Poco dopo la mezzora invece arriva il gol della Russia. Come con la Repubblica Ceca, i russi si dimostrano squadra cinica, concreta e spietata. Proprio nel miglior momento degli avversari Dzagoev segna il suo terzo gol europeo colpendo di testa, con successo, il pallone crossato al centro area da Arshavin. La Russia spinge negli ultimi minuti di gioco ma la Polonia resiste, evidenziando però chiarissimi limiti tattici in avanti.


CALA LA RUSSIA, ARRIVA IL PAREGGIO POLACCO – Limiti tattici che non vengono risolti neanche nella ripresa. Ad aiutare infatti la Polonia è il calo dei russi e soprattutto di Arshavin, protagonista di un secondo tempo imbarazzante. Proprio da un errore di Arshavin parte il contropiede che porta al pareggio i padroni di casa. A riceve palla è il fino a quel momento invisibile B┼éaszczykowski che entra in area e lascia partire il sinistro che termina sotto la traversa per il pareggio Polonia. Un eurogol che strappa gli applausi dello stadio e mantiene in vita gli uomini di Smuda. La Russia è incapace di riproporre il gioco del primo tempo e la Polonia non riesce ad affondare il colpo. Il match non conosce un solo momento di pausa ma il risultato non si sblocca, neanche con l\'ingresso in campo nella Russia di Pavlyuchenko. A salvare il risultato ci pensano poi i due portieri, protagonisti con due parate provvidenziali a fine gara. Resta tutto aperto quindi nel Gruppo A, con Russia a un passo dalla qualificazione e contro la non irresistibile Grecia nell\'ultima giornata. Sarà la sfida tra Polonia e Repubblica Ceca a dire chi tra le due passerà il turno. Appuntamento a sabato prossimo...
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.

Offline CiccioRomano

  • Riserva
  • *****
  • 4218
[media][/media]

 

il marinaio spieg˛ le vele al vento....

 

...il vento non capý!

Offline SPIRITO

  • Capitano
  • ******
  • 12328
Gruppo A: Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca
« Risposta #6 il: 13 Giugno, 2012, 11:25:09 am »
Mierzejewski mi ha colpito notevolmente, è entrato e ha dato dinamicità alla squadra, dotato di un gran tiro tra l\'altro.
LOTTA SUDA E VINCI...SOLO ALLORA MI CONVINCI.