Autore Topic: Afghanistan  (Letto 3394 volte)

RandyQuaid

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #30 il: 09 Ottobre, 2010, 20:26:41 pm »

Ma Berlusconi e tutti quelli che sostengono queste guerre inutili devono andare all'inferno !
La guerra la fa anche la sinistra, non strumentalizziamo

p4ppo

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #31 il: 09 Ottobre, 2010, 20:33:53 pm »
Peppe non 'è destra e sinistra in questa situazione...

Leonemoro

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #32 il: 09 Ottobre, 2010, 20:42:52 pm »
Tra l' altro anche Massimiliano Randino era un mio grande amico, anche lui caduto in missione. Ciao amici...

ti siamo vicini

Starkan

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #33 il: 09 Ottobre, 2010, 20:44:30 pm »
Mi dispiace Cesa...

Ospite Indesiderato

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #34 il: 09 Ottobre, 2010, 20:45:29 pm »
I nostri soldati vanno li per portare la pace,costruire strade,viadotti ed impianti idrici.
Se la popolazione ha deciso di essere connivente con i Talebani,li lascino sguazzare in quella melma.
Che poi non si vengano a lamentare dei diritti civili.
Giusto :sisi:

ilcesa342

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #35 il: 09 Ottobre, 2010, 20:50:30 pm »
d' altronde sono a conoscenza di tutto ciò che potrebbe accadere, tanti si fanno raccomandare per rispondere a dio quattrino....
Comanda sempre lui...

RandyQuaid

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #36 il: 09 Ottobre, 2010, 20:57:53 pm »
Comunque la guerra in Afghanistan l'hanno fatta gli USA  e l'Inghilterra. L'Italia ha inviato le sue truppe, come tanti altri paesi, a fine conflitto

Eleuteria

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #37 il: 09 Ottobre, 2010, 21:18:27 pm »
Tra l' altro anche Massimiliano Randino era un mio grande amico, anche lui caduto in missione. Ciao amici...
che storia.....che brutta la vita militare.Tante giovani vite che se ne vanno per che cosa?

Halloween

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #38 il: 09 Ottobre, 2010, 21:19:42 pm »
Vi racconto una storiellina che ha a che fare con delle strane e tristi coincidenze... Nel 2001 io sono partito per il servizio di leva in aeronautica, a Viterbo. Li sono stato 2 mesi e in quel tempo ho conosciuto un ragazzo della provincia di Pisa, Gennai di cognome... Ci feci amicizia, anche perchè in quella marmaglia era uno dei pochi toscani come me. Era bello perchè lui mi chiamava "Firenze" ed io lo chiamavo "Pisa". Finita la scuola a Viterbo, le nostre strade si divisero, lui fu mandato a Pisa e io a Roma. Purtroppo successe che mi si smagnetizzò la sim, perdendo tutti i contatti quindi anche il suo. Non ho avuto modo di sapere più cosa faceva e quanto altro. Nel 2005 ripartii per l' esercito stavolta e nel 2006 mi mandarono a Pisa nei paracadutisti. Li conobbi un ragazzo dello stesso paese del Gennai, chiesi di lui e mi rispose:"Morì diversi anni fa in un incidente stradale..." E pensare che mi parlava sempre della sua Opel Tigra, suo sogno e sua bara... Bene, sapete chi era questo ragazzo che mi ha avvertito della morte del Gennai? Tale Vannozzi Francesco, il ragazzo che è morto stamani in Afghanistan....

Io nel 2000 ho fatto il militare a Viterbo...Ex Aviere S.A.R.V.A.M,gran bella caserma.
Sono vicino al tuo dolore,perdere un commilitone è come perdere un pezzo di vita di caserma.
Solo chi ha fatto il militare e ha servito la patria lo puo' sapere.

Koji_Kabuto

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #39 il: 09 Ottobre, 2010, 22:12:12 pm »
Renato, io con i Serbi ho a che fare tutti i giorni. Ci lavoro con 4 di loro..sono andato a fare 6 roadshow a Sarajevo, per quello che ne so ci sono opinioni diverse sugli italiani.
E' come dire che in Somalia e in Eritrea ci rispettano perchè abbiamo portato loro le strade...
Noi li siamo andati a fare la guerra e bada bene: è l'unico caso dal 46 in poi in cui l'Italia fa dichiarazione di guerra. La guerra in Bosnia..

Halloween

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #40 il: 09 Ottobre, 2010, 22:21:04 pm »
Renato, io con i Serbi ho a che fare tutti i giorni. Ci lavoro con 4 di loro..sono andato a fare 6 roadshow a Sarajevo, per quello che ne so ci sono opinioni diverse sugli italiani.
E' come dire che in Somalia e in Eritrea ci rispettano perchè abbiamo portato loro le strade...
Noi li siamo andati a fare la guerra e bada bene: è l'unico caso dal 46 in poi in cui l'Italia fa dichiarazione di guerra. La guerra in Bosnia..

Luca dichiarammo guerra alla Serbia e partecipammo anche,ma la nostra opera di ricostruzione in Bosnia come in Kosovo è stata eccellente.
Loro ci rispettano perchè i nostri Militari avevano valori che Americani ed Inglesi non avevano.
I nostri soldati,a detta anche di amici Bosniaci,sono piu' umani e riescono meglio ad integrarsi con la popolazione del luogo.
Io ho potuto appurare la cosa...Io e un Tedesco alla frontiera tra Croazia e Bosnia avevamo la carta d'identita' rovinata,al Tedesco alla Dogana fecero storie,a me mi fecero passare e quello al gabbiotto mi disse "Italiani brava gente" ed indico' delle strutture alle sue spalle con Marchio E.I,Esercito Italiano.
Queste sono le mie esperienze dirette,poi non so.

Doctor J

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #41 il: 09 Ottobre, 2010, 22:43:16 pm »
renato capisco che tu sei stato un bravo soldato e credo che tutti i soldati italiani siano molto umani, ma dalle parole sembra che i soldati vadano a fare i carpentieri...dai, in ogni caso sono di supporto agli americani, quindi dal punto di vista delle nazioni occupate ne sono complici,
Questo dal mio punto di vista che è molto diverso dal tuo, tu ritieni davvero che stiamo portando la pace in quelle nazioni? Allora perchè ci sparano addosso sistematicamente?
« Ultima modifica: 09 Ottobre, 2010, 22:45:16 pm da Doctor J »

Halloween

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #42 il: 09 Ottobre, 2010, 22:56:53 pm »
renato capisco che tu sei stato un bravo soldato e credo che tutti i soldati italiani siano molto umani, ma dalle parole sembra che i soldati vadano a fare i carpentieri...dai, in ogni caso sono di supporto agli americani, quindi dal punto di vista delle nazioni occupate ne sono complici,
Questo dal mio punto di vista che è molto diverso dal tuo, tu ritieni davvero che stiamo portando la pace in quelle nazioni? Allora perchè ci sparano addosso sistematicamente?

I nostri soldati in Afghanstain sono andati per normalizzare la zona.
Questo vuol dire far la guerra ai Talebani e cercare intanto di ricostruire,tramite i nostri genieri,tutto cio' che di primario serve alla popolazione.
Nella Seconda Guerra Mondiale Americani e Partigiani non erano amiconi,ma se il nemico del mio nemico è mio amico,si sono coalizzati.
Qui' la popolazione tribale al contrario protegge e spalleggia i Talebani,quindi intuisco che queste persone preferiscano loro a noi.
Quindi per me possiamo pure andarcene,che se la vedano loro.
Da qui a far passare gli Italiani come un gruppo di esaltati che gioca a fare la guerra,ce ne passa di acqua sotto i ponti e non l'accetto.

P.S: Il gruppo genieri dell'esercito e molti soldati d'istanza nelle zone di crisi quando serve fanno anche i carpentieri,cosi' come fanno gli idraulici e i falegnami.
Una guerra si vince anche aiutando la popolazione civile,questa gente dobbiamo dare atto che non ci vuole.

Leonemoro

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #43 il: 10 Ottobre, 2010, 00:57:24 am »
non sono un inviato di guerra, e non conosco come le popolazioni giudicano i nostri soldati laddove sono ora impegnati. In generale, diffido molto di ciò che scrive l'italica retorica campagna di sostegno ai "nostri" interventi militari, per l'evidente motivo che quei giudizi sono di parte e pilotati.

So, però, che nella ex-jugoslavia, dove ci siamo "esibiti" già ai tempi di D'Annunzio, nei miei viaggi turistici appena capivano che ero italiano (non conoscono la differenza con un napoletano, e la colpa non è la loro) era un miracolo che non mi aggredivano.

Idem, nelle ex-colonie africane, dei tempi di "faccetta nera, bell'abissina". E, pensate, se parlavo inglese (che sono stati tra i più grandi criminali della storia dell'umanità) potevo cavarmela.
Se ora, però, i nostri militari sono diventati emuli di Santa Maria Goretti la situazione potrebbe essere cambiata ... ma ne dubito fortemente. Ed il motivo è molto semplice: nei paesi dove c'è una guerra, un militare straniero è spesso visto come un invasore ed è uno che imbraccia le armi e pronto a sparare. Tutta questa simpatia la trovo illogica.
« Ultima modifica: 10 Ottobre, 2010, 01:37:24 am da Leonemoro »

Koji_Kabuto

  • Visitatore
Re:Afghanistan
« Risposta #44 il: 10 Ottobre, 2010, 01:29:20 am »
Più che altro..io capisco il discorso di Renato.
Quello che non comprendo è l'immagine del soldato con la cazzuola in mano. Le ricostruzioni in Afganistan, in Serbia e altrove le fa la Hallyburton, le grandi imprese europee...non so se mi spiego. Pur volendo ragionare da uomo di lettere e non di scienze, non riesco proprio a comprendere come un soldato si possa sostituire ad un ingegnere, ad un muratore...non capisco.