Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli

Walkaround => Politica e Società => Topic aperto da: Mordecai - 20 Maggio, 2021, 15:25:35 pm

Titolo: DDL Zan
Inserito da: Mordecai - 20 Maggio, 2021, 15:25:35 pm
Passo avanti per la società?
Legge che renderà la nazione più inclusiva?
Perdita di tempo?
Deriva sociale verso l'implosione della specie?

vorrei conoscere la vostra, con serenità e maturità
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: geggi69 - 20 Maggio, 2021, 19:41:08 pm
se includono gli insulti anche a noi terroni sarebbe perfetta
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 20 Maggio, 2021, 21:41:11 pm
Pure i nani.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 20 Maggio, 2021, 21:46:13 pm
A me interessano più i musulmani. L’islamofobia é strisciante e in più istituzionalizzata, dato che gli amici muslim hanno molte difficoltà a pregare nelle loro moschee e vivono in ghetti  da dove possono nascere solo casini che non fanno altro che alimentare il pregiudizio.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: Rospo - 20 Maggio, 2021, 22:24:20 pm
Ora dico una frase che sembra: ho tanti amici gay...

Io sono a favore del Matrimonio tra persone dello stesso sesso e all'adozione, sono contrario alla fecondazione eterologa sia per omosessuali che per eterosessuali.

Il ddl Zan rischia di creare dei ghetti che aumentano le differenze anziché eliminarle e per me la sessualità dichiarata è un controsenso, non posso svegliarmi la mattina e dire sono donna e il giorno dopo sono uomo, posso fare un processo che mi porta a definire il mio genere per poi dichiararlo.

Cmq in assenza di altro e visti i tempi stretti alla fine della legislatura, la voterei senza se e senza ma. Visto anche il lungo periodo oscurantista fascio leghista che cinattende...

Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 20 Maggio, 2021, 22:30:13 pm
É una stronzata portata avanti da una lobby molto in vista che non cambierà nulla. In Calabria il figlio gay continuerà a essere vessato dal padre perché i calabresi stanno ancora nelle caverne. Se proprio si deve fare una battaglia per sensibilizzare, ripeto, facciamola con i musulmani, la loro condizione in Italia é oscena. Ma la sinistra italiana non ci va nelle periferie, rimane in centro a Milano a fare l’ape con l’amico gay.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: geggi69 - 21 Maggio, 2021, 08:52:16 am
Pure i nani.
A me basta che consentano ancora gli insulti ai gobbi :sysy:
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: p4ppo - 21 Maggio, 2021, 10:36:14 am
ma il ddl non parla solamente di omosessuali...
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: Mordecai - 21 Maggio, 2021, 15:00:21 pm
io non ho ancora capito se, in caso di conversione del ddl zan così com'è ora, compiendo un reato verso un omosessuale per motivi discriminatore sia un'aggravante.

mi spiego peggio:

il ddl zan vuole ampliare l'art 604ter cpp, questo vuol dire - ad esempio - che se picchio un tizio perché mi sta sul cazzo mi prendo 3 anni mentre se picchio lo stesso tizio ma poi si viene a sapere che è gay mi prendo 5 anni se venisse dimostrato il movente discriminatorio?


io ancora non l'ho capito, quindi la mia risposta è divisa in due:

1) se il ddl zan introduce un'aggravante allora non mi vede d'accordo perché io debbo essere punito per il reato che commetto, non dovrebbe essere la condizione, alle volte non palese, della vittima un'aggravante.

2) se il ddl zan invece non intruduce un'aggravante ma solo un'estensione di categorie da "preservare" nemmeno mi vede d'accordo perché la legge deve proteggere tutti indiscriminatamente, dovrebbe essere "non si picchiano le persone" e non invece "non si picchiano le persone soprattutto i gay".
lo so che sto banalizzando, ma penso il concetto sia chiaro.

in primo luogo mi sembra già discriminante segnalare una categoria a parte, mi ricordo negli anni 90 i giornali avevano, verso la fine, la sezione "donne" e ricordo che era un cosa apprezzata ed anche io la ritenevo molto rispettosa verso le donne.
Poi sentii enzo biagi che si lamentò molto di questa cosa perchè è come se implicitamente questi giornali fossero scritti per uomini e le donne relegate a 2/3 argomenti marginali.

allo stesso modo la penso di questa legge.
cosa pensereste se per legge scrivessero "non si possono insultare i napoletani", non vi sentiresti come gli scemi da proteggere?

mi si può obiettare che la legge già lo prevede per motivi razziali e religiosi, ma il mio discorso non si scontra con queste due categorie, poichè la storia ha moltissime volte dimostrato come per motivi religiosi si siano fatte le peggio nefandezze (e se ne fanno ancora) e di quanto i neri nel corso della storia sono stati gli esseri umani di serie B.

il problema è, come al solito, civile e culturale.
La civiltà non la si misura con quante leggi proteggono certe categorie, anzi è il contrario, le società sane non hanno queste distinzioni.
a livello culturale c'è molto da fare ed il processo durerà ancora qualche anno se non decennio, e questa legge non mi sembra in alcun modo accelerare il processo.

ultima cosa, vedo che i vari meloni e salvini dicono che il ddl zan porterà alle peggio nefandezze, dando l'impressione che non l'abbiano nemmeno letto.
beh presupponendo sempre che salvini e meloni non li stimo e non mi piace il loro modo di fare politica, di sicuro il ddl zan va in una direzione precisa, non la tocca direttamente, ma la direzione è quella, quindi anche se in modo barbaro e populista portano avanti una lotta legittima dal loro punto di vista.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 21 Maggio, 2021, 15:45:39 pm
Sono tutte cazzate. Gli USA fanno meglio ovviamente, con il nuovo Equality Act se Le Bron si sveglia domani mattina e decide di essere una donna può giocare contro le donne nella WNBA.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: geggi69 - 21 Maggio, 2021, 16:36:43 pm
1) A voi che ve ne fotte se uno si sveglia la mattina e decide di cambiare sesso o darsi alla zoofilia?

2) tutte le persone di cui parlate hanno alle spalle storie di sofferenza e le distinzioni che fate sono veramente ipotetiche, le vittime di bullismo sono i diversi e i più fragili, non quelli che ti stanno sul cazzo, con quelli fai a mazzate a limite

3) esiste già la legge Mancino

Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: Koji_Kabuto - 21 Maggio, 2021, 16:44:50 pm


3) esiste già la legge Mancino

Ecco. Ad ogni modo io credo che ci voglia una definizione quasi "costituzionale" dell'identità di genere.
Ma non credo che un DDL come questo possa intervenire in modo definitivo su quello che è più che altro "educazione civica". Non si può dare una aggravante all'insulto o alla violenza, perché come dici tu c'è la Legge Mancino.
Non si può creare un clima per cui vince il "politicamente corretto" a scapito di quello che è il vivere quotidiano in una società che è già multietnica e multigenere da tempo.
Allo stesso modo questo processo già iniziato e ormai consolidato, non si può fermare come vorrebbe fare Pillon e tutta la sua cricca di baciapile.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: Mordecai - 21 Maggio, 2021, 17:00:15 pm
1) A voi che ve ne fotte se uno si sveglia la mattina e decide di cambiare sesso o darsi alla zoofilia?

2) tutte le persone di cui parlate hanno alle spalle storie di sofferenza e le distinzioni che fate sono veramente ipotetiche, le vittime di bullismo sono i diversi e i più fragili, non quelli che ti stanno sul cazzo, con quelli fai a mazzate a limite

3) esiste già la legge Mancino


ma a chi stai rispondendo?

cmq tutte le persone possono essere discriminate per qualcosa.
ci sono quelli vittime di storie d'amore con narcisisti che stanno a pezzi.
ci stanno quelli bullizzati da piccoli
ci stanno quelli schiacciati dai superiori
ci stanno quelli perculati come i zimbelli sui luoghi di lavoro
ci stanno quelli che tengono i traumi infantili
i napoletani dicono a quelli di provincia che sono gente di serie B.
i napoletani del vomero offendono quelli di napoli non vomerese
tra di loro i vomeresi si insultano tra quartieri.
quelli del nord discriminano i terroni.
ecc ecc ecc

cioè sto facendo st'elenco per dire che se ci mettiamo a cercare ognuno può trovare un motivo per sentirsi oppresso e offeso nel profondo.
che facciamo allora? inoltre se vogliamo dirla tutta, qua si sta facendo la gara a chi si offende di più.
attenzione non sto dicendo che non vadano difesi in caso di offesa, solo che non vi è motivo per renderli "più uguali degli altri"

Ecco. Ad ogni modo io credo che ci voglia una definizione quasi "costituzionale" dell'identità di genere.
Ma non credo che un DDL come questo possa intervenire in modo definitivo su quello che è più che altro "educazione civica". Non si può dare una aggravante all'insulto o alla violenza, perché come dici tu c'è la Legge Mancino.
Non si può creare un clima per cui vince il "politicamente corretto" a scapito di quello che è il vivere quotidiano in una società che è già multietnica e multigenere da tempo.
Allo stesso modo questo processo già iniziato e ormai consolidato, non si può fermare come vorrebbe fare Pillon e tutta la sua cricca di baciapile.

condivido tutto quello che dici e lo ritrovo molto profondo nonostante espresso in 2 righe senza troppe pretese di approfondire.
è normale che l'identità di genere è una cosa che merita rispetto, ma non è col ddl che cambia qualcosa, sembra che questo ddl sia o la fine della società moderna o la salvezza della società moderna per come lo stanno facendo passare le due fazioni.
inoltre non si capisce perché se discrimino - esempio - uno con gli occhiali che par o suggett è meno grave rispetto alla discriminazione contro qualcuno che è effemminato o che è trans.
ma la cosa è anche più sottile di così, quà l'offesa può scattare anche se non utilizzi un termine neutro, che in italiano non esiste nella maggior parte dei casi
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: Koji_Kabuto - 21 Maggio, 2021, 17:10:33 pm
Per farvi un esempio prosaico, Cavani è stato multato dalla Premier (squalificato in un primo momento, per tre giornate), per aver detto "bravo negrito" a un compagno.
In Castigliano-Sudamericano (argentina e uruguay), è un vezzeggiativo. Cosa che non è invece nei paesi anglosassoni dove "negro" sta per "schiavo".
Non si può affidare l'educazione di un Paese al De Voto-Oli o allo Zanichelli. Si deve intervenire sulle teste e dire una volta per tutte: "La disuguaglianza è un punto di riferimento per gli esseri umani. Una persona di colore nata qui è italiana. Un gay è un uomo o una donna o quello che vuole essere...già da tempo. Non si può arginare ciò che già esiste. Allo stesso modo non si può pretendere di creare un ghetto linguistico per chi non accetta certi comportamenti".
Ci sono le querele e nei casi peggiori il codice penale.
Aggiungere leggi a leggi non cambia la questione. Ci sono persone che vivono nel 2021 senza saperlo, credendo di stare ancora nel 1950.
Prima o poi queste persone, noi compresi, moriranno e lasceranno il Pianeta ai nati in questo periodo storico che questo problema non se lo pongono manco lontanamente.
Per ricordarcelo, mettiamolo nei primi articoli della Costituzione e amen. Tipo gli USA dove "tutti i cittadini hanno diritto alla Felicità".
Siamo ai livelli del "Cargo Cult", dove gli arborigeni dell'Oceania avevano paura o veneravano i 747. Noi li vediamo volare perché siamo nati in quel periodo storico, e manco ce ne accorgiamo.

Non so se mi sono spiegato.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: Mordecai - 21 Maggio, 2021, 17:41:30 pm
Luca è chiarissimo.
è quello che avviene sempre nelle transizioni generazionali.
l'importante è non perdere la bussola per seguire la scia frenetica del nuovo che, giustamente, avanza.

io non sono contro nulla di tutto ciò (forse solo alla teoria gender insegnata addirittura alle elementari quando i bambini sono plagiabili da chiunque, scusate ma mio figlio me lo plagio io poi cresce e se la vedrà da solo) dico solo che non dobbiamo fare l'errore opposto di estremizzare il concetto di uguaglianza e rispetto oltre i limiti del decente
non sarà una legge a ristabilire ciò
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: Koji_Kabuto - 21 Maggio, 2021, 18:10:44 pm
i bambini crescono da soli.
I miei figli hanno imparato che il mondo si basa ormai sulle sensazioni personali e non sui generi predefiniti.
Anche a scuola ormai si parla di tutto e di più. Non fanno religione, sono esonerati.
Non credete che i figli abbiano più diritti e doveri dei genitori: sono bambini e crescono come vogliono. Un conto sono le regole che devono rispettare per diventare adulti in futuro, un conto è intervenire su di loro.
Se sanno che i genitori hanno una autorità morale superiore a quella della scuola, non se ne fregheranno nulla della teoria gender inculcata durante l'orario scolastico.
È come ho detto prima. Per loro è già così. Sarebbe paradossale ascoltare una persona adulta, nata nel secolo scorso, che parla di cose che manco si è accorto che sono accadute.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 21 Maggio, 2021, 18:31:05 pm
Ammetto che la mia testa non riesce proprio a concepire tutta sta faccenda gender. A me sembra, ancora una volta, una questione portata avanti da una stretta minoranza di individui a cui é stato dato l’onore di essere avanguardia. Io riesco a concepire la questione sulle donne, l’uguaglianza e i ruoli “tradizionali” che vanno sfumando. Ma il tutto é limitato a l’uomo lavora la donna sta a casa a crescere la prole nella mia mente. Sinceramente non riesco ad andare oltre su questa faccenda, perché sono ancora convinto che come uomo abbia altre responsabilità nei confronti della mia compagna e della futura famiglia che forse metterò in piedi.
Io non riesco manco a concepire, ma ripeto é un limite mio, tutte ste nuove leggi e nuovi argomenti di cui si parla nelle scuole. Io a scuola ho ricevuto un’educazione sentimentale all’amore e il rispetto studiando la letteratura e la filosofia e faccio parte di quelli che non hanno mai visto nella scuola alcuna autorità morale, perché i limiti me li hanno sempre dati i miei genitori. Ripeto che a 30 anni già non ci capisco più un cavolo, é veramente brutto non riuscire a concepire e comprendere quello che ti circonda e mi trovo in grande difficoltà ogni volta che mi trovo a discutere. Qualche settimana fa, con gli amici si parlava proprio delle donne, e della loro emancipazione. Io, in base a quello che credevo fosse un dato di fatto, ho risposto che non essendo una donna non avevo opinioni in merito e che spettava a una donna decidere in totale autonomia se fare carriera o rimanere a casa a lavare e stirare camice. Sono passato per un maschilista. Qua più che gli aborigeni mi vedo come uno di quei nativi americani che si trovavano di fronte Cortez e credevano fosse un Dio perché era arrivato con una nave.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 21 Maggio, 2021, 18:33:56 pm
1) A voi che ve ne fotte se uno si sveglia la mattina e decide di cambiare sesso o darsi alla zoofilia?

2) tutte le persone di cui parlate hanno alle spalle storie di sofferenza e le distinzioni che fate sono veramente ipotetiche, le vittime di bullismo sono i diversi e i più fragili, non quelli che ti stanno sul cazzo, con quelli fai a mazzate a limite

3) esiste già la legge Mancino



Non me ne frega nulla. Ma vorrei capire qual’é il senso di far correre Bolt i 100 metri con le donne solo perché lui potrebbe sentirsi tale.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 21 Maggio, 2021, 18:52:31 pm
Cioè io dico che a me mio padre e mio nonno mi hanno detto che spettava a me prendermi la croce di dover rimanere con gli occhi fermi al soffitto di notte mentre le donne dovevano poter riposare serenamente. Questo non significava tenerle all’oscuro, anzi, ma di essere quello che si ingegnava a riparare il tetto che gocciolava nel caso. Io non so se questa é una visione maschilista del sud Italia del secolo scorso, però non posso che notare che molti miei coetanei che adottano la visione “senza differenze” siano in realtà persone che faticano tremendamente a prendersi responsabilità, o che quando la vita li mette di fronte a scelte difficili entrano in crisi. Apro e chiudo parentesi personale, nonostante le lezioni in famiglia, sono una persona che rifugge dalle sue responsabilità, dato che mi tremano le gambe al solo pensiero di dover badare e crescere un figlio. Io mi chiedo solo come questo nuovo mondo fluido affronterà il flusso naturale degli eventi. Le comunità di esseri umani si basano prima di tutto sulla morale e l’etica che le tiene incollate e che le fa andare avanti. Io veramente faccio fatica a vederci una morale ed etica in questa vicenda. Lo dico non nel senso informale dei termini ma in quelli filosofici.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: p4ppo - 21 Maggio, 2021, 18:54:33 pm
Cioè io dico che a me mio padre e mio nonno mi hanno detto che spettava a me prendermi la croce di dover rimanere con gli occhi fermi al soffitto di notte mentre le donne dovevano poter riposare serenamente. Questo non significava tenerle all’oscuro, anzi, ma di essere quello che si ingegnava a riparare il tetto che gocciolava nel caso. Io non so se questa é una visione maschilista del sud Italia del secolo scorso, però non posso che notare che molti miei coetanei che adottano la visione “senza differenze” siano in realtà persone che faticano tremendamente a prendersi responsabilità, o che quando la vita li mette di fronte a scelte difficili entrano in crisi. Apro e chiudo parentesi personale, nonostante le lezioni in famiglia, sono una persona che rifugge dalle sue responsabilità, dato che mi tremano le gambe al solo pensiero di dover badare e crescere un figlio. Io mi chiedo solo come questo nuovo mondo fluido affronterà il flusso naturale degli eventi. Le comunità di esseri umani si basano prima di tutto sulla morale e l’etica che le tiene incollate e che le fa andare avanti. Io veramente faccio fatica a vederci una morale ed etica in questa vicenda. Lo dico non nel senso informale dei termini ma in quelli filosofici.
Perdonami ma in questo discorso che attinenze vedi con il ddl?
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: geggi69 - 21 Maggio, 2021, 18:55:35 pm
Non me ne frega nulla. Ma vorrei capire qual’é il senso di far correre Bolt i 100 metri con le donne solo perché lui potrebbe sentirsi tale.
Perché cercare il senso in cose di cui non ti frega nulla?
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 21 Maggio, 2021, 19:02:11 pm
Perché cercare il senso in cose di cui non ti frega nulla?

Ma certo che mi frega scusa. Da appassionato di sport non vedo alcun senso nel far giocare Le Bron che é alto due metri e tiene 120 kg di muscoli contro delle donne. A me frega meno di zero che uno si sveglia la mattina e si sente un gender piuttosto che un altro, saranno problemi suoi.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: Koji_Kabuto - 21 Maggio, 2021, 19:03:10 pm
Ma certo che mi frega scusa. Da appassionato di sport non vedo alcun senso nel far giocare Le Bron che é alto due metri e tiene 120 kg di muscoli contro delle donne. A me frega meno di zero che uno si sveglia la mattina e si sente un gender piuttosto che un altro, saranno problemi suoi.

con il DDL però non c'entra nulla.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 21 Maggio, 2021, 19:06:35 pm
Perdonami ma in questo discorso che attinenze vedi con il ddl?

No era per parlare e lo collegavo al fatto che in America sembrano essere avanti sulla questione gender. Ma ti ripeto io la penso in modo strano, dal mio piccolo angolo ritengo questa legge una stronzata perché non concepisco in cuor mio che un gay sia qualcosa di diverso da me, quindi non vedo l’aggravante. Se hai studiato la filosofia greca lo sai che pure se ti piace pigliarlo dietro gli dei non ti fulminano. Questo intendevo per educazione sentimentale.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 21 Maggio, 2021, 19:08:33 pm
con il DDL però non c'entra nulla.
Si parla a di America e so due. Che poi c’entra perché per il CIO i trans possono gareggiare con le donne. Ora mi sfugge la biologia della cosa ma immagino che un uomo che diventa donna avrà sempre un vantaggio su una donna a meno che non sei serena williams  :look:
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: geggi69 - 21 Maggio, 2021, 20:01:13 pm
Ma certo che mi frega scusa. Da appassionato di sport non vedo alcun senso nel far giocare Le Bron che é alto due metri e tiene 120 kg di muscoli contro delle donne. A me frega meno di zero che uno si sveglia la mattina e si sente un gender piuttosto che un altro, saranno problemi suoi.
Mettiamola così: nella box ci sono le categorie di peso, che sono dati oggettivi, dovrebbero esserci le categorie pure negli altri sport
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 21 Maggio, 2021, 20:09:33 pm
Ci sono sport dove la stazza non conta. Diego metteva le palle in testa a tutti. The answer saltava in testa e passava fra le gambe a quelli di due metri.
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: geggi69 - 21 Maggio, 2021, 20:30:08 pm
Ci sono sport dove la stazza non conta. Diego metteva le palle in testa a tutti. The answer saltava in testa e passava fra le gambe a quelli di due metri.
Quindi non ha senso avere squadre di calcio femminili, maschili o trans
Titolo: DDL Zan
Inserito da: Koji_Kabuto - 21 Maggio, 2021, 20:37:59 pm
È corretto comunque.
C’era il caso di quella sudafricana che vinse le olimpiadi sui 200 metri che in realtà era un ermafrodita, al 70% uomo. Il maschio corre di più ed è più forte. Non puoi mettere un trans nella categoria femminile.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: p4ppo - 21 Maggio, 2021, 20:41:25 pm
No era per parlare e lo collegavo al fatto che in America sembrano essere avanti sulla questione gender. Ma ti ripeto io la penso in modo strano, dal mio piccolo angolo ritengo questa legge una stronzata perché non concepisco in cuor mio che un gay sia qualcosa di diverso da me, quindi non vedo l’aggravante. Se hai studiato la filosofia greca lo sai che pure se ti piace pigliarlo dietro gli dei non ti fulminano. Questo intendevo per educazione sentimentale.
Ma il disegno di legge semplicemente aggiunge diritti a qualcuno che adesso non li ha, non leva niente a nessuno e se ne frega di bolt con chi corre
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: Mordecai - 21 Maggio, 2021, 21:04:57 pm
i bambini crescono da soli.
I miei figli hanno imparato che il mondo si basa ormai sulle sensazioni personali e non sui generi predefiniti.
Anche a scuola ormai si parla di tutto e di più. Non fanno religione, sono esonerati.
Non credete che i figli abbiano più diritti e doveri dei genitori: sono bambini e crescono come vogliono. Un conto sono le regole che devono rispettare per diventare adulti in futuro, un conto è intervenire su di loro.
Se sanno che i genitori hanno una autorità morale superiore a quella della scuola, non se ne fregheranno nulla della teoria gender inculcata durante l'orario scolastico.
È come ho detto prima. Per loro è già così. Sarebbe paradossale ascoltare una persona adulta, nata nel secolo scorso, che parla di cose che manco si è accorto che sono accadute.

Assolutamente.
Per motivi di brevità ho scritto una cosa a boomer.
La parola plagiare è proprio infelice.

I bambini non sono dei genitori bensì di loro stessi. Crescono in una società che li caratterizza ed il genitore può soddisfare il suo ruolo educativo che non può essere totalizzante anche perchè sarebbe sa ossessionati.

Intendevo dire che non vorrei in nessun modo radicalizzare un bambino
Titolo: Re:DDL Zan
Inserito da: O Libberista Missionario - 20 Luglio, 2021, 20:00:13 pm
Sembra un morto che cammina questo DDL