Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli

Walkaround => Politica e Società => Topic aperto da: Minosse - 09 Ottobre, 2010, 12:27:31 pm

Titolo: Afghanistan
Inserito da: Minosse - 09 Ottobre, 2010, 12:27:31 pm
MILANO - Quattro soldati italiani sono morti e un quinto è rimasto ferito nel corso di un'imboscata avvenuta poco dopo le 9.45 (le 7.45 in Italia) contro un'autocolonna di una sessantina mezzi militari italiani che si stava recando nella valle del Gullistan, nella provincia di Farah (GUARDA la mappa), per trasportare il materiale necessario per la costruzione di una base avanzata. Le vittime sono tutte appartenenti al corpo degli alpini. L'ennesimo attentato ai danni del contingente italiano ha riaperto il dibattito sulla partecipazione alla missione Isaf e su una possibile exit strategy.
LE VITTIME - Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che ha spiegato in una conferenza stampa come lo stesso convoglio fosse già stato attaccato - senza conseguenze - nella giornata di venerdì, ha reso noti i nomi di due delle vittime dell' agguato in Afghanistan. Si tratta del caporalmaggiore Gianmarco Manca, 32 anni, di Alghero (Sassari), e di caporalmaggiore Marco Pedone, 23 anni di Gagliano del Capo (Lecce), entrambi di stanza al settimo reggimento alpini di Belluno. Il ministro ha precisato che si tratta delle due vittime di cui sono finora state avvisate le famiglie. Il militare ferito è invece Luca Cornacchia, 31 anni, originario di Pescina (L'Aquila).

LA RICOSTRUZIONE - Secondo quanto ha spiegato il gen. Massimo Fogari, portavoce dello Stato maggiore della Difesa, l'imboscata è stata compiuta facendo esplodere un ordigno improvvisato, un cosiddetto Ied (improvised explosive device), a cui è seguito un attacco a colpi di armi da fuoco da parte di guerriglieri (ASCOLTA la ricostruzione del generale). Le truppe che scortavano il convoglio hanno subito reagito all'attacco e messo in fuga gli attentatori. Le vittime erano a bordo di un blindato «Lince», considerato ormai non più all'altezza della situazione.

FUORI PERICOLO - Le condizioni del militare rimasto ferito all'inizio erano apparse particolarmente gravi anche se l'uomo risultava essere cosciente. E' stato trasportato in elicottero in un ospedale militare per le prime cure, ma nelle prossime ore potrebbe essere trasferito in una struttura più attrezzata. In un secondo tempo è stato precisato dai portavoce dell'esercito che il militare non corre pericolo di vita.

IL BILANCIO DELLE VITTIME - Con le quattro vittime di oggi, sale a 34 il numero dei militari italiani morti in Afghanistan dall'inizio della missione Isaf, nel 2004. L'ultimo in ordine di tempo risale allo scorso 17 settembre: il tenente Alessandro Romani, incursore del Col Moschin, è deceduto dopo essere stato coinvolto in una sparatoria sempre nella provincia di Farah. L'area occidentale del Paese che si trova sotto il controllo del contingente italiano ha registrato negli ultimi tempi massicci arrivi di forze talebane, in fuga dai settori meridionali controllati dagli Usa, dalla Gran Bretagna e dall'Australia. Non è dunque un caso che vi sia un'intensificazione di episodi che vedono coinvolti i nostri militari (ASCOLTA l'analisi dell'inviato del Corriere, Lorenzo Cremonesi)

IL CORDOGLIO DELLE ISTITUZIONI - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha avuto subito parole di vicinanza per le famiglie delle vittime. «Rendendosi interprete del profondo cordoglio del Paese - si legge in una nota del Quirinale - esprime i suoi sentimenti di solidale partecipazione al dolore dei famigliari dei caduti». Anche il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha espresso le condoglianze alle famiglie. E ha aggiunto: «Siamo grati a tutti i soldati italiani che, nelle diverse missioni in tante parti del mondo, consentono al nostro paese di mantenere i suoi impegni internazionali a favore della pace e contro ogni forma di terrorismo». Per il presidente del Senato, Renato Schifani, «l'Italia onora il sacrificio di questi nostri soldati coraggiosi, l'ennesimo pesante tributo di sangue che il nostro Paese paga in quelle terre lontane in una missione che difende la democrazia e la pace nel mondo». Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha invece osservato un minuto di silenzio per i soldati italiani morti in Afghanistan in apertura dell'incontro, ad Aosta, con i consiglieri regionali della Valle d'Aosta. «Credo che la risposta migliore consista nel ribadire l'impegno ad agire nella comunità internazionale - ha poi detto il numero uno di Montecitorio - perchè il sacrificio dei nostri soldati non sia vano e il martoriato popolo afghano possa avere un giorno una prospettiva di pace e serenità».

Corriere.it
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: arguello88 - 09 Ottobre, 2010, 12:29:45 pm
Si stiamo a portare la pace.Si vede...

Ovviamente altro sangue meridionale.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Paolo861 - 09 Ottobre, 2010, 12:30:32 pm
R.I.P
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Doctor J - 09 Ottobre, 2010, 13:11:58 pm
Muoiono tanti ragazzi e padri di famiglia in cerca di un pò di soldi, è legittimo perchè sono professionisti e vanno dove possono guadagnare di più, riposino in pace e per loro reciterò l'eterno riposo, hanno la mia stima infinita perchè sono persone che come me cercano di portare soldi a casa per un mutuo per mantenere una famiglia, e lo fanno con il loro lavoro, che è l'esercito.

Ma Berlusconi e tutti quelli che sostengono queste guerre inutili devono andare all'inferno !
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Leonemoro - 09 Ottobre, 2010, 13:34:29 pm
solidarietà totale per le povere vittime di questa guerra. Sono professionisti che, in massima parte, sono stati costretti a quella carriera. Tanti lavoratori muoiono sul lavoro, le morti bianche. Per loro, però, non c'è commemorazione, nessun minuto di silenzio sui campi di calcio, nessuna fascia a lutto. Eppure anche loro sono morti per portare il pane a casa ... ma loro non contano nulla. Purtroppo, non contano nulla neppure quei soldati.

Le commemorazioni per loro sono fatte esclusivamente per giustificare un'azione militare che DEVEavere i crismi della sacralità.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: 7 Vite - 09 Ottobre, 2010, 13:37:24 pm
solidarietà totale per le povere vittime di questa guerra. Sono professionisti che, in massima parte, sono stati costretti a quella carriera. Tanti lavoratori muoiono sul lavoro, le morti bianche. Per loro, però, non c'è commemorazione, nessun minuto di silenzio sui campi di calcio, nessuna fascia a lutto. Eppure anche loro sono morti per portare il pane a casa ... ma loro non contano nulla. Purtroppo, non contano nulla neppure quei soldati.

Le commemorazioni per loro sono fatte esclusivamente per giustificare un'azione militare che DEVEavere i crismi della sacralità.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 09 Ottobre, 2010, 13:40:00 pm
I nostri soldati vanno li per portare la pace,costruire strade,viadotti ed impianti idrici.
Se la popolazione ha deciso di essere connivente con i Talebani,li lascino sguazzare in quella melma.
Che poi non si vengano a lamentare dei diritti civili.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Mister Montana - 09 Ottobre, 2010, 13:50:43 pm
Ho diversi amici che sono scappati dalla discoccupazione da situazioni familiari tragiche cercando rifugio dietro una divisa.
I nostri soldati svolgono il loro lavoro con professionalità, serietà e rispetto per le popolazioni falciadiate da quella che, a differenza di ciò che dicono i media, è a tutti gli effetti una guerra.

Rip.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Eleuteria - 09 Ottobre, 2010, 13:54:02 pm
I nostri soldati vanno li per portare la pace,costruire strade,viadotti ed impianti idrici.
Se la popolazione ha deciso di essere connivente con i Talebani,li lascino sguazzare in quella melma.
Che poi non si vengano a lamentare dei diritti civili.
Non diamo la colpa agli altri delle malefatte dei nostri politici.
Queste persone sono morte e ora la gente si commuove,gli ornano la bara con delle medaglie e con la bandiera,i politici fanno la faccia afflitta e tutto si risolve col silenzio,gli applausi e la commozione dei cazzari. Cosa volete che se ne facciano le famiglie delle medaglie? Pensano che questo li possa portare in vita?I politici pensano che essendo questi giovani morti per la nazione loro siano fuori dalla discussione,sono delle morti giustificate?
Non diamo la colpa agli altri.....vediamo prima cosa c'è da noi.
Ora "dibattono" per vedere se è giusto o no farli morire per far contenti gli Americani.Un dibattito naturalmente retorico...la risposta già si sa "mo combattono un altro pò...però....eee.....tra un anno tornano qui!" e naturalmente questo anno è infinito.
Mi ricorda tanto
[media]http://www.youtube.com/watch?v=Vq4-qr21Cqw&feature=related[/media]
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Starkan - 09 Ottobre, 2010, 13:54:44 pm
Non se ne può più.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Uno e Trino - 09 Ottobre, 2010, 13:54:47 pm
Lì dobbiamo esserci. Basta guardare una cartina per capire il reale motivo della nostra permanenza in quel paese che non ha nulla di interessante.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 09 Ottobre, 2010, 13:55:10 pm
I nostri soldati vanno li per portare la pace,costruire strade,viadotti ed impianti idrici.
Se la popolazione ha deciso di essere connivente con i Talebani,li lascino sguazzare in quella melma.
Che poi non si vengano a lamentare dei diritti civili.

Quelli nella melma, quegli altri al patibolo...fa che ll'unic deritt fussm nuje...?
La Guerra in quei posti l'abbiamo portata noi. Si Vis Pacem Para Bellum, dicevano gli antichi..e noi questo abbiamo fatto.
Se poi vogliamo giudicare il male dal momento in cui si sana, ok..ma ricordo a tutti che i nostri militari sono lì in guerra ed è nella logica delle cose, tornare a casa avvolti da una bandiera in una cassa di frassino.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Mister Montana - 09 Ottobre, 2010, 14:01:46 pm
I primi a sapere che lì c'è una guerra soo proprio i soldati. Il resto sono fiabe buone per l'edizione pomeridiana di Studio Aperto...
L'amarezza resta nel vedere decine di vite spezzate per seguire i piani folli della politica estera statunitense. Ovvimente noi obbediamo.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 09 Ottobre, 2010, 14:06:35 pm
I primi a sapere che lì c'è una guerra soo proprio i soldati. Il resto sono fiabe buone per l'edizione pomeridiana di Studio Aperto...
L'amarezza resta nel vedere decine di vite spezzate per seguire i piani folli della politica estera statunitense. Ovvimente noi obbediamo.

In Iraq posso capirlo. Ma in Afghanistan combattiamo una guerra totale per la sopravvivenza dell'Occidente. Economica, Politica e Civile.
D'altronde se pensate che lì non c'è un cazzo di niente..e che si combatte dai tempi dello scià di Persia...
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Uno e Trino - 09 Ottobre, 2010, 14:10:07 pm
(http://www.meteoweb.it/cgi/uploads/news/27734/foto/afghanistan.gif)

Bin Laden è l'ultimo dei nostri problemi :sisi:

Da notare che nella zona è l'unico Stato nel quale ci sia una timida forma di democrazia oltre all'India.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Eleuteria - 09 Ottobre, 2010, 14:10:41 pm
I primi a sapere che lì c'è una guerra soo proprio i soldati. Il resto sono fiabe buone per l'edizione pomeridiana di Studio Aperto...
L'amarezza resta nel vedere decine di vite spezzate per seguire i piani folli della politica estera statunitense. Ovvimente noi obbediamo.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Mister Montana - 09 Ottobre, 2010, 14:12:04 pm
In Iraq posso capirlo. Ma in Afghanistan combattiamo una guerra totale per la sopravvivenza dell'Occidente. Economica, Politica e Civile.
D'altronde se pensate che lì non c'è un cazzo di niente..e che si combatte dai tempi dello scià di Persia...


Mi riferivo alle fiabe della missione di pace, non a quelle degli interessi economici :)
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 09 Ottobre, 2010, 14:13:03 pm
(http://www.meteoweb.it/cgi/uploads/news/27734/foto/afghanistan.gif)

Bin Laden è l'ultimo dei nostri problemi :sisi:

Da notare che nella zona è l'unico Stato nel quale ci sia una timida forma di democrazia oltre all'India.

Parliamoci chiaro: l'Afghanistan serve per impedire che la Cina si faccia la via preferenziale per i gasdotti. Serve per controllare la Russia e tenere per le palle il Medio Oriente. E' fondamentale. Ed è una terra che non ha mai avuto uno Stato.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 09 Ottobre, 2010, 14:14:19 pm
Mi riferivo alle fiabe della missione di pace, non a quelle degli interessi economici :)

Figurati, è lo stesso motivo per cui oggi chiamiamo un clistere "Lavaggio intestinale curativo"..sempre una purga è..
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 09 Ottobre, 2010, 14:16:21 pm
Quelli nella melma, quegli altri al patibolo...fa che ll'unic deritt fussm nuje...?
La Guerra in quei posti l'abbiamo portata noi. Si Vis Pacem Para Bellum, dicevano gli antichi..e noi questo abbiamo fatto.
Se poi vogliamo giudicare il male dal momento in cui si sana, ok..ma ricordo a tutti che i nostri militari sono lì in guerra ed è nella logica delle cose, tornare a casa avvolti da una bandiera in una cassa di frassino.

Io ho soltanto detto che i nostri soldati meritano rispetto perchè vanno li non per ammazzare se non vengono attaccati ma per costruire strade,acquedotti e cose varie.
Non ho messo in mezzo governi o discordi filosofici di volta.
Quindi permettimi la prima frase che hai scritto la vedo fuori luogo,non ho mica fatto un discorso di superiorita' della razza,quello lo lascio a chi li sa fare.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Uno e Trino - 09 Ottobre, 2010, 14:18:32 pm
Parliamoci chiaro: l'Afghanistan serve per impedire che la Cina si faccia la via preferenziale per i gasdotti. Serve per controllare la Russia e tenere per le palle il Medio Oriente. E' fondamentale. Ed è una terra che non ha mai avuto uno Stato.
L'Afghanistan è l'Italia d'Oriente :look:

Dopotutto, si criticano gli americani perché 30 anni fa finanziarono i talebani contro i russi e poi andarono a combatterli. Mai nessuno si chiede i talebani prima del 2001 in cosa stavano sbagliando da ormai troppo tempo. Gli yankees non sono mica pazzi...
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 09 Ottobre, 2010, 14:19:27 pm
Io ho soltanto detto che i nostri soldati meritano rispetto perchè vanno li non per ammazzare se non vengono attaccati ma per costruire strade,acquedotti e cose varie.
Non ho messo in mezzo governi o discordi filosofici di volta.
Quindi permettimi la prima frase che hai scritto la vedo fuori luogo,non ho mica fatto un discorso di superiorita' della razza,quello lo lascio a chi li sa fare.

Mica vanno per la pace? Vanno per uccidere. Che credi? L'ordine che hanno TUTTI i soldati in Afghanistan è di sparare se attaccati. Mica di fare come Gandhi...e il "se attaccati" mi pare anche superfluo. Non è fuori luogo è che mi pare che ogni volta che succeda qualcosa di questo tipo, si pensi alle cose più atroci..mentre ci sono 187 guerre in corso in questo momento...con una media 500 morti (militari) al giorno, senza contare i feriti.
E' un lavoro come un altro? Bene, però si muore. All'80%.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 09 Ottobre, 2010, 14:32:15 pm
Mica vanno per la pace? Vanno per uccidere. Che credi? L'ordine che hanno TUTTI i soldati in Afghanistan è di sparare se attaccati. Mica di fare come Gandhi...e il "se attaccati" mi pare anche superfluo. Non è fuori luogo è che mi pare che ogni volta che succeda qualcosa di questo tipo, si pensi alle cose più atroci..mentre ci sono 187 guerre in corso in questo momento...con una media 500 morti (militari) al giorno, senza contare i feriti.
E' un lavoro come un altro? Bene, però si muore. All'80%.

Ma lo penseranno gli altri,non credo di aver detto annichiliamo tutti gli Afghani o lanciamo una bomba atomica.
Ho soltanto constatato che se dopo 8 anni,i nostri soldati sono sempre visti come nemici,è giusto che vadano via,si vede che quelle persone preferiscono i Talebani.
Quegli stessi militari e corpi che ora sono li,erano gli stessi che erano in Bosnia e Kosovo.
In Bosnia ci sono stato e noi Italiani siamo osannati dalla popolazione come brava gente che gli ha costruito beni di prima necessita'.
Che si muore lo sanno anche loro,che ci sono altre guerre lo sappiamo tutti,ma qua non stiamo facendo un discorso sul cos'è una guerra o quante ce ne sono al mondo,si parla di Soldati Italiani morti ed io rispondo a quello.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 09 Ottobre, 2010, 14:44:47 pm
Ma lo penseranno gli altri,non credo di aver detto annichiliamo tutti gli Afghani o lanciamo una bomba atomica.
Ho soltanto constatato che se dopo 8 anni,i nostri soldati sono sempre visti come nemici,è giusto che vadano via,si vede che quelle persone preferiscono i Talebani.
Quegli stessi militari e corpi che ora sono li,erano gli stessi che erano in Bosnia e Kosovo.
In Bosnia ci sono stato e noi Italiani siamo osannati dalla popolazione come brava gente che gli ha costruito beni di prima necessita'.
Che si muore lo sanno anche loro,che ci sono altre guerre lo sappiamo tutti,ma qua non stiamo facendo un discorso sul cos'è una guerra o quante ce ne sono al mondo,si parla di Soldati Italiani morti ed io rispondo a quello.

In Bosnia e in Somalia abbiamo anche i legato la popolazione locale, per le palle, collegando le stesse a delle batterie..per il solo sfizio di vederli soffrire. Perché eravamo in guerra e i nostri soldati erano braccati e volevano vendicarsi, uccidere.
Non mi pare abbiano mandato fravecatori con la cazzuola e geometri in giro per il mondo. Ma soldati con l'M15.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 09 Ottobre, 2010, 16:34:02 pm
In Bosnia e in Somalia abbiamo anche i legato la popolazione locale, per le palle, collegando le stesse a delle batterie..per il solo sfizio di vederli soffrire. Perché eravamo in guerra e i nostri soldati erano braccati e volevano vendicarsi, uccidere.
Non mi pare abbiano mandato fravecatori con la cazzuola e geometri in giro per il mondo. Ma soldati con l'M15.

In Bosnia sono ospite fisso ogni anno,avendo casa a Makarska in Croazia a 30 km dal confine.
Ti posso assicurare che a Mostar come a Sarajevo i nostri soldati sono ricordati con onore.
Hanno costruito scuole,acquedotti,ponti e aiutato a pacificare le tensioni fra Musulmani e Cristiani.
Dai nomi Italiani delle opere puoi capire quanto bene i militari hanno fatto a quelle popolazioni.
Puo' esserci qualche mela marcia,ma il nostro esercito è uno dei migliori al mondo per missioni di pace e ricostruzione.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 09 Ottobre, 2010, 16:46:38 pm
In Bosnia sono ospite fisso ogni anno,avendo casa a Makarska in Croazia a 30 km dal confine.
Ti posso assicurare che a Mostar come a Sarajevo i nostri soldati sono ricordati con onore.
Hanno costruito scuole,acquedotti,ponti e aiutato a pacificare le tensioni fra Musulmani e Cristiani.
Dai nomi Italiani delle opere puoi capire quanto bene i militari hanno fatto a quelle popolazioni.
Puo' esserci qualche mela marcia,ma il nostro esercito è uno dei migliori al mondo per missioni di pace e ricostruzione.

Ottimo. Abbiamo avuto l'esercito dell'Impregilo..buono a sapersi..:sisi:..mio padre fa il costruttore, quasi quasi gli dico di inquadrare qualche caporale invece di prendere i soliti "fravecatori".
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 09 Ottobre, 2010, 17:50:31 pm
Ottimo. Abbiamo avuto l'esercito dell'Impregilo..buono a sapersi..:sisi:..mio padre fa il costruttore, quasi quasi gli dico di inquadrare qualche caporale invece di prendere i soliti "fravecatori".

L'anno prossimo in estate ti invito a casa mia a Makarska e ti porto in giro per la Bosnia cosi' ti faccio vedere coi tuoi occhi quante opere hanno costruito i nostri genieri e militari dell'esercito Italiano e quale alta considerazione hanno i cittadini degli Italiani.
Poi se tuo padre ha i soldi per assumere i genieri dell'esercito e gli offre di piu' di quello che gli offre lo Stato basta che gli fa un offerta forse accettano.... :sisi:
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: p4ppo - 09 Ottobre, 2010, 20:05:38 pm
Cmq mi dispiace perché sono giovani vite che se ne vanno, ma non riesco a essere sorpreso se dei soldati muoiono in guerra...
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: ilcesa342 - 09 Ottobre, 2010, 20:19:46 pm
Vi racconto una storiellina che ha a che fare con delle strane e tristi coincidenze... Nel 2001 io sono partito per il servizio di leva in aeronautica, a Viterbo. Li sono stato 2 mesi e in quel tempo ho conosciuto un ragazzo della provincia di Pisa, Gennai di cognome... Ci feci amicizia, anche perchè in quella marmaglia era uno dei pochi toscani come me. Era bello perchè lui mi chiamava "Firenze" ed io lo chiamavo "Pisa". Finita la scuola a Viterbo, le nostre strade si divisero, lui fu mandato a Pisa e io a Roma. Purtroppo successe che mi si smagnetizzò la sim, perdendo tutti i contatti quindi anche il suo. Non ho avuto modo di sapere più cosa faceva e quanto altro. Nel 2005 ripartii per l' esercito stavolta e nel 2006 mi mandarono a Pisa nei paracadutisti. Li conobbi un ragazzo dello stesso paese del Gennai, chiesi di lui e mi rispose:"Morì diversi anni fa in un incidente stradale..." E pensare che mi parlava sempre della sua Opel Tigra, suo sogno e sua bara... Bene, sapete chi era questo ragazzo che mi ha avvertito della morte del Gennai? Tale Vannozzi Francesco, il ragazzo che è morto stamani in Afghanistan....
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: ilcesa342 - 09 Ottobre, 2010, 20:21:06 pm
Tra l' altro anche Massimiliano Randino era un mio grande amico, anche lui caduto in missione. Ciao amici...
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: RandyQuaid - 09 Ottobre, 2010, 20:26:41 pm

Ma Berlusconi e tutti quelli che sostengono queste guerre inutili devono andare all'inferno !
La guerra la fa anche la sinistra, non strumentalizziamo
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: p4ppo - 09 Ottobre, 2010, 20:33:53 pm
Peppe non 'è destra e sinistra in questa situazione...
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Leonemoro - 09 Ottobre, 2010, 20:42:52 pm
Tra l' altro anche Massimiliano Randino era un mio grande amico, anche lui caduto in missione. Ciao amici...

ti siamo vicini
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Starkan - 09 Ottobre, 2010, 20:44:30 pm
Mi dispiace Cesa...
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Ospite Indesiderato - 09 Ottobre, 2010, 20:45:29 pm
I nostri soldati vanno li per portare la pace,costruire strade,viadotti ed impianti idrici.
Se la popolazione ha deciso di essere connivente con i Talebani,li lascino sguazzare in quella melma.
Che poi non si vengano a lamentare dei diritti civili.
Giusto :sisi:
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: ilcesa342 - 09 Ottobre, 2010, 20:50:30 pm
d' altronde sono a conoscenza di tutto ciò che potrebbe accadere, tanti si fanno raccomandare per rispondere a dio quattrino....
Comanda sempre lui...
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: RandyQuaid - 09 Ottobre, 2010, 20:57:53 pm
Comunque la guerra in Afghanistan l'hanno fatta gli USA  e l'Inghilterra. L'Italia ha inviato le sue truppe, come tanti altri paesi, a fine conflitto
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Eleuteria - 09 Ottobre, 2010, 21:18:27 pm
Tra l' altro anche Massimiliano Randino era un mio grande amico, anche lui caduto in missione. Ciao amici...
che storia.....che brutta la vita militare.Tante giovani vite che se ne vanno per che cosa?
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 09 Ottobre, 2010, 21:19:42 pm
Vi racconto una storiellina che ha a che fare con delle strane e tristi coincidenze... Nel 2001 io sono partito per il servizio di leva in aeronautica, a Viterbo. Li sono stato 2 mesi e in quel tempo ho conosciuto un ragazzo della provincia di Pisa, Gennai di cognome... Ci feci amicizia, anche perchè in quella marmaglia era uno dei pochi toscani come me. Era bello perchè lui mi chiamava "Firenze" ed io lo chiamavo "Pisa". Finita la scuola a Viterbo, le nostre strade si divisero, lui fu mandato a Pisa e io a Roma. Purtroppo successe che mi si smagnetizzò la sim, perdendo tutti i contatti quindi anche il suo. Non ho avuto modo di sapere più cosa faceva e quanto altro. Nel 2005 ripartii per l' esercito stavolta e nel 2006 mi mandarono a Pisa nei paracadutisti. Li conobbi un ragazzo dello stesso paese del Gennai, chiesi di lui e mi rispose:"Morì diversi anni fa in un incidente stradale..." E pensare che mi parlava sempre della sua Opel Tigra, suo sogno e sua bara... Bene, sapete chi era questo ragazzo che mi ha avvertito della morte del Gennai? Tale Vannozzi Francesco, il ragazzo che è morto stamani in Afghanistan....

Io nel 2000 ho fatto il militare a Viterbo...Ex Aviere S.A.R.V.A.M,gran bella caserma.
Sono vicino al tuo dolore,perdere un commilitone è come perdere un pezzo di vita di caserma.
Solo chi ha fatto il militare e ha servito la patria lo puo' sapere.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 09 Ottobre, 2010, 22:12:12 pm
Renato, io con i Serbi ho a che fare tutti i giorni. Ci lavoro con 4 di loro..sono andato a fare 6 roadshow a Sarajevo, per quello che ne so ci sono opinioni diverse sugli italiani.
E' come dire che in Somalia e in Eritrea ci rispettano perchè abbiamo portato loro le strade...
Noi li siamo andati a fare la guerra e bada bene: è l'unico caso dal 46 in poi in cui l'Italia fa dichiarazione di guerra. La guerra in Bosnia..
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 09 Ottobre, 2010, 22:21:04 pm
Renato, io con i Serbi ho a che fare tutti i giorni. Ci lavoro con 4 di loro..sono andato a fare 6 roadshow a Sarajevo, per quello che ne so ci sono opinioni diverse sugli italiani.
E' come dire che in Somalia e in Eritrea ci rispettano perchè abbiamo portato loro le strade...
Noi li siamo andati a fare la guerra e bada bene: è l'unico caso dal 46 in poi in cui l'Italia fa dichiarazione di guerra. La guerra in Bosnia..

Luca dichiarammo guerra alla Serbia e partecipammo anche,ma la nostra opera di ricostruzione in Bosnia come in Kosovo è stata eccellente.
Loro ci rispettano perchè i nostri Militari avevano valori che Americani ed Inglesi non avevano.
I nostri soldati,a detta anche di amici Bosniaci,sono piu' umani e riescono meglio ad integrarsi con la popolazione del luogo.
Io ho potuto appurare la cosa...Io e un Tedesco alla frontiera tra Croazia e Bosnia avevamo la carta d'identita' rovinata,al Tedesco alla Dogana fecero storie,a me mi fecero passare e quello al gabbiotto mi disse "Italiani brava gente" ed indico' delle strutture alle sue spalle con Marchio E.I,Esercito Italiano.
Queste sono le mie esperienze dirette,poi non so.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Doctor J - 09 Ottobre, 2010, 22:43:16 pm
renato capisco che tu sei stato un bravo soldato e credo che tutti i soldati italiani siano molto umani, ma dalle parole sembra che i soldati vadano a fare i carpentieri...dai, in ogni caso sono di supporto agli americani, quindi dal punto di vista delle nazioni occupate ne sono complici,
Questo dal mio punto di vista che è molto diverso dal tuo, tu ritieni davvero che stiamo portando la pace in quelle nazioni? Allora perchè ci sparano addosso sistematicamente?
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 09 Ottobre, 2010, 22:56:53 pm
renato capisco che tu sei stato un bravo soldato e credo che tutti i soldati italiani siano molto umani, ma dalle parole sembra che i soldati vadano a fare i carpentieri...dai, in ogni caso sono di supporto agli americani, quindi dal punto di vista delle nazioni occupate ne sono complici,
Questo dal mio punto di vista che è molto diverso dal tuo, tu ritieni davvero che stiamo portando la pace in quelle nazioni? Allora perchè ci sparano addosso sistematicamente?

I nostri soldati in Afghanstain sono andati per normalizzare la zona.
Questo vuol dire far la guerra ai Talebani e cercare intanto di ricostruire,tramite i nostri genieri,tutto cio' che di primario serve alla popolazione.
Nella Seconda Guerra Mondiale Americani e Partigiani non erano amiconi,ma se il nemico del mio nemico è mio amico,si sono coalizzati.
Qui' la popolazione tribale al contrario protegge e spalleggia i Talebani,quindi intuisco che queste persone preferiscano loro a noi.
Quindi per me possiamo pure andarcene,che se la vedano loro.
Da qui a far passare gli Italiani come un gruppo di esaltati che gioca a fare la guerra,ce ne passa di acqua sotto i ponti e non l'accetto.

P.S: Il gruppo genieri dell'esercito e molti soldati d'istanza nelle zone di crisi quando serve fanno anche i carpentieri,cosi' come fanno gli idraulici e i falegnami.
Una guerra si vince anche aiutando la popolazione civile,questa gente dobbiamo dare atto che non ci vuole.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Leonemoro - 10 Ottobre, 2010, 00:57:24 am
non sono un inviato di guerra, e non conosco come le popolazioni giudicano i nostri soldati laddove sono ora impegnati. In generale, diffido molto di ciò che scrive l'italica retorica campagna di sostegno ai "nostri" interventi militari, per l'evidente motivo che quei giudizi sono di parte e pilotati.

So, però, che nella ex-jugoslavia, dove ci siamo "esibiti" già ai tempi di D'Annunzio, nei miei viaggi turistici appena capivano che ero italiano (non conoscono la differenza con un napoletano, e la colpa non è la loro) era un miracolo che non mi aggredivano.

Idem, nelle ex-colonie africane, dei tempi di "faccetta nera, bell'abissina". E, pensate, se parlavo inglese (che sono stati tra i più grandi criminali della storia dell'umanità) potevo cavarmela.
Se ora, però, i nostri militari sono diventati emuli di Santa Maria Goretti la situazione potrebbe essere cambiata ... ma ne dubito fortemente. Ed il motivo è molto semplice: nei paesi dove c'è una guerra, un militare straniero è spesso visto come un invasore ed è uno che imbraccia le armi e pronto a sparare. Tutta questa simpatia la trovo illogica.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 10 Ottobre, 2010, 01:29:20 am
Più che altro..io capisco il discorso di Renato.
Quello che non comprendo è l'immagine del soldato con la cazzuola in mano. Le ricostruzioni in Afganistan, in Serbia e altrove le fa la Hallyburton, le grandi imprese europee...non so se mi spiego. Pur volendo ragionare da uomo di lettere e non di scienze, non riesco proprio a comprendere come un soldato si possa sostituire ad un ingegnere, ad un muratore...non capisco.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 10 Ottobre, 2010, 01:30:37 am
Dieci anni fa comprai casa a Makarska e dal primo momento nessuno e dico nessuno mi ha mai dato fastidio perchè sono Italiano o Meridionale anzi.
Idem in Bosnia,non so quale esperienze di linciaggi e violenze avete subito ma io non le riscontro assolutamente e mi spiace se vi sono successe delle vicissitudini.


Queste sono alcune testimonianze di come i Soldati Italiani costruiscono infrastrutture nei paesi dove intervengono e di cosa fanno per aiutare la popolazione del luogo:

Mio collegamento (http://"http://www.secondorisorgimento.it/rivista/notizie/vallibosnia.htm")

Mio collegamento (http://"http://www.difesa.it/Operazioni+Militari/Operazioni+internazionali+in+corso/Bosnia+Erzegovina+-+NATO+HQ+SARAJEVO/notizie-teatro-dettaglio.htm?DetailID=4203")

Mio collegamento (http://"http://www.ana.it/index.php?name=News&file=article&sid=5447")

Mio collegamento (http://"http://www.esercito.difesa.it/root/unita_sez/unita_genferr_med.asp")
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 10 Ottobre, 2010, 01:33:53 am
Parli sempre di sorveglianza a lavori di imprese civili...e al limite alla messa in sicurezza di un ponte esistente.
O sbaglio?
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 10 Ottobre, 2010, 01:40:35 am
Parli sempre di sorveglianza a lavori di imprese civili...e al limite alla messa in sicurezza di un ponte esistente.
O sbaglio?

Non sbagli,sto cercando di farmi capire da mezza giornata (e forse mi spiego male io) che i nostri militari con il reparto genieri sono impegnati nella ricostruzione di unita' strategiche gia' esistenti e che aiutano anche dando una mano quando possono nelle nuove costruzioni.
Non ho mai detto che i nostri militari facciano i muratori,ma che danno una mano quando possono.
Prima che arrivino le grandi aziende a mettere mano ai lavori,sono i militari a costruire unita' primarie per i cittadini,che siano pozzi,fontane,o generatori elettrici,è normale.
Forse mi sono spiegato male io,ma i nostri soldati aiutano,prestano soccorso e sono un ottima forza di peace keeping.
Non mi piace quando li scambiano per gli Americani,quelli si che militarmente sono degli aguzzini quando occupano un luogo.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 10 Ottobre, 2010, 01:45:30 am
Non sbagli,sto cercando di farmi capire da mezza giornata (e forse mi spiego male io) che i nostri militari con il reparto genieri sono impegnati nella ricostruzione di unita' strategiche gia' esistenti e che aiutano anche dando una mano quando possono nelle nuove costruzioni.
Non ho mai detto che i nostri militari facciano i muratori,ma che danno una mano quando possono.
Prima che arrivino le grandi aziende a mettere mano ai lavori,sono i militari a costruire unita' primarie per i cittadini,che siano pozzi,fontane,o generatori elettrici,è normale.
Forse mi sono spiegato male io,ma i nostri soldati aiutano,prestano soccorso e sono un ottima forza di peace keeping.
Non mi piace quando li scambiano per gli Americani,quelli si che militarmente sono degli aguzzini quando occupano un luogo.

Ah ok..
Ma gli americani alla fine fanno la stessa cosa...radono al suolo per ricostruire..che tu lo faccia con più umanità, ti fa onore..ma il fine è lo stesso. Ma non sto contestando questo..dico solo che un militare, in guerra...è sempre un nemico della popolazione.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Leonemoro - 10 Ottobre, 2010, 01:46:11 am
io capisco Renato, e l'apprezzo tantissimo. Lui crede nella Patria italiana, e crede in quei militari. Neppure gli sfiora l'idea che possano essere usati per motivi diversi da quelli dichiarati dal Governo e dall'Esercito italiano.

Renato, scusami, ma ti risulta che l'esercito italiano abbia usato nella ex-jugoslavia, nella recente guerra, gas tossici di cui gli stessi militari italiani ne sono rimasti vittime? Credi davvero che quell'intervento, costosissimo per le nostre finanze pubbliche, sia stato dettato da interessi esclusivamente umanitari?

Perchè, se non fossero quelli gli interessi, guarda che la gente che vive in un posto martoriato da una guerra, non è stupida e ci arriva.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 10 Ottobre, 2010, 01:53:31 am
io capisco Renato, e l'apprezzo tantissimo. Lui crede nella Patria italiana, e crede in quei militari. Neppure gli sfiora l'idea che possano essere usati per motivi diversi da quelli dichiarati dal Governo e dall'Esercito italiano.

Renato, scusami, ma ti risulta che l'esercito italiano abbia usato nella ex-jugoslavia, nella recente guerra, gas tossici di cui gli stessi militari italiani ne sono rimasti vittime? Credi davvero che quell'intervento, costosissimo per le nostre finanze pubbliche, sia stato dettato da interessi esclusivamente umanitari?

Perchè, se non fossero quelli gli interessi, guarda che la gente che vive in un posto martoriato da una guerra, non è stupida e ci arriva.

Bruno,so per certo che i nostri soldati sono rimasti vittime dell'uranio impoverito che gli Americani hanno usato nella guerra nell'ex Jugoslavia.
Sono anche sicuro che le alte gerarchie lo sapessero e se ne sono fregati altamente,ma quei ragazzi sul campo,morti dopo pochi anni per indicibili malattie non ne erano a conoscenza.
Io credo che i nostri soldati ed in generale quelli Europei,tranne gli Inglesi,siano molto piu' umani.
Che la guerra sia dettata da motivi economici e sia un male per chi la subisce lo capisco e mi spiace,ma sono troppi i nostri militari morti (come a Nassirya) perchè le nostre regole d'ingaggio sono diverse da quelle Americane,noi non spariamo per divertirci,spariamo per difenderci e molte volte prima che lo possiamo fare gia' siamo morti.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Leonemoro - 10 Ottobre, 2010, 02:19:41 am
vedi, renato, ma il discorso è proprio quello. I nostri militari, di cui non metto in dubbio nè la buona fede nè la loro umanità rispetto ad altri (non foss'altro che molti di loro sono meridionali, e che hanno scelto in massima parte quella carriera per denaro ... ma non come mercenari, ma perchè senza altra prospettiva) sono alleati degli americani, le cui milizie sono portate in quei luoghi per motivi a dir poco "egoistici".

Ora, i nostri soldati, portati per scopi diversi da quelli umanitari, scopi "strombazzati" ma di evidente falsità, è giusto che continuino a morire e/o ad uccidere in quei territori? Ora, se lo scopo è chiaro, non sarebbe meglio spingere per un intervento di tipo diverso? Non si tratta di voler sparare a zero sull'esercito italiano, ma di pretendere, da cittadini di questo paese, che i nostri ragazzi siano rispettati per quella che è la loro missione dichiarata in quei territori.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Mister Montana - 10 Ottobre, 2010, 02:34:27 am
State dicendo la stessa cosa.

La guerra ha finalità ben meno nobili della ricostruzione di un territorio. L'immagine del soldato con la cazzuola rientra nella goffa propaganda volta a sviare l'opinione pubblica da ciò che realemnte è accaduto in quelle aree.
Però, da amico fraterno di decine di soldati, vi assicuro che nessuno di loro crede di andare a fare una scampagnata e che i soldati italiani (parlo degli ultimi 15 anni) sono un esempio di sensibilità e non hanno nulla a che vedere con l'immagine del fanatico marine americano che, mitra in mano, gioca a fare Rambo finchè non si "arricetta".

L'esercito italiano è composto in larga parte da ragazzi che hanno fatto una scelta dettata dall'esigenza di trovare un'indipendenza economica in un territorio che oltre alla camorra non offre praticamente più nulla. Questa scelta può non essere condivisibile, ma parliamo comunque di ragazzi che hanno un rispetto di donne, bambini ed in generale dei civili che non troverete in nessun esercito del pianeta...Questo ve lo dico con cognizione di causa e senza voler indugiare in una retorcia patriottica che, tra l'altro, neanche mi appartiene più.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 10 Ottobre, 2010, 04:05:47 am
vedi, renato, ma il discorso è proprio quello. I nostri militari, di cui non metto in dubbio nè la buona fede nè la loro umanità rispetto ad altri (non foss'altro che molti di loro sono meridionali, e che hanno scelto in massima parte quella carriera per denaro ... ma non come mercenari, ma perchè senza altra prospettiva) sono alleati degli americani, le cui milizie sono portate in quei luoghi per motivi a dir poco "egoistici".

Ora, i nostri soldati, portati per scopi diversi da quelli umanitari, scopi "strombazzati" ma di evidente falsità, è giusto che continuino a morire e/o ad uccidere in quei territori? Ora, se lo scopo è chiaro, non sarebbe meglio spingere per un intervento di tipo diverso? Non si tratta di voler sparare a zero sull'esercito italiano, ma di pretendere, da cittadini di questo paese, che i nostri ragazzi siano rispettati per quella che è la loro missione dichiarata in quei territori.

Fosse per me Bruno,uscirei domattina dal pantano dell'Afghanstain perchè è ormai palese che le popolazioni autoctone del luogo non ci accettano,ci vogliono lontani da quei territori.
I nostri soldati,lungi dal definirli inadatti alla guerra,sono ottimi elementi di Peace Keeping che in Bosnia,Kosovo e Libano dove l'hanno potuto dimostrare,l'hanno fatto.
Per sensibilita' e per modo di porsi verso il prossimo sono i piu' adatti a cercare un contatto con le popolazioni locali.
Il problema è che nelle nazioni sovracitate anche con difficolta' il contatto ci è stato,in Afghanstain è la stessa popolazione locale a non volerci,mio cugino che è tornato il mese scorso da Farah e che era stato sia in Bosnia che in Kosovo,mi ha detto che li non c'è speranza di pacificare la situazione,c'è guerra fra le varie tribu',fra talebani e governanti e fra Afghani e forze della Nato,un putiferio.
Il mio consiglio sarebbe di ritirare le truppe ed impiegare queste nel pattugliamento di Campania,Calabria e Sicilia permettendo cosi' di liberare personale delle forze dell'ordine,dirottandole nella lotta senza tregua alla micro e macro criminalita'.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Eleuteria - 10 Ottobre, 2010, 09:39:48 am
Sono contrario alla guerra perché in ogni caso moriranno giovani,padri di famiglia dall'una e dall'altra fazione.
Penso che se è vero che i soldati della NATO stiano facendo cose buone per la popolazione,stanno anche facendo la guerra lì,quindi la diffidenza verso lo straniero c'è tutta.
Le truppe le ritirerei a priori per un fatto ideologico,perché sono contrario ai conflitti,ma ora ditemi a che serve nel momento in cui muore qualche nostro milite in guerra riaprire emozionati topic già visti circa l'essere giusto o sbagliato di un ritiro delle truppe Italiane.Secondo voi torneranno in vita?Voglio dire,ma non si sapeva che se inviavi lì dei militari correvano questi ultimi il rischio di essere uccisi?
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Eleuteria - 10 Ottobre, 2010, 09:40:24 am
Spero che ora le loro anime riposino in pace e che da lassù possano illuminare le menti malate dei capi di Stato
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: peppemassa - 10 Ottobre, 2010, 10:29:03 am
I nostri soldati vanno li per portare la pace,costruire strade,viadotti ed impianti idrici.
Se la popolazione ha deciso di essere connivente con i Talebani,li lascino sguazzare in quella melma.
Che poi non si vengano a lamentare dei diritti civili.

La popolazone che tu dici "ha deciso di essere connivente con i Talebani" potrebbe semplicemente avere paura, o il terrore dei Talebani, visto che nessuno riesce e a fermarli, nemmeno gli eserciti occidentali. Non credi? Ricordati che i Talebani hanno spesso massacrato anche i civili, anche solo se sfiorati dal sospetto che quei civili potessero appoggiare chi i Talebani li combatte o semplicemente non li vuole.
A me il tuo discorso ricorda un po' quello di chi dice che i Napoletani (tutti) sono "conniventi con la camorra", perché "accettano" certe situazioni senza ribellarsi. Non te la prendere, niente di personale, ma mi sembra che non sia tanto facile analizzare una situazione del genere. Certo, dispiace profondamente per i nostri soldati, meridionali, ancora una volta, poveri cristi che probabilmente speravano di migliorare la propria vita e forse anche quella degli altri, ma quello che mi dispiace di più è che possa trattarsi di un sacrificio inutile.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 10 Ottobre, 2010, 12:03:24 pm
La popolazone che tu dici "ha deciso di essere connivente con i Talebani" potrebbe semplicemente avere paura, o il terrore dei Talebani, visto che nessuno riesce e a fermarli, nemmeno gli eserciti occidentali. Non credi? Ricordati che i Talebani hanno spesso massacrato anche i civili, anche solo se sfiorati dal sospetto che quei civili potessero appoggiare chi i Talebani li combatte o semplicemente non li vuole.
A me il tuo discorso ricorda un po' quello di chi dice che i Napoletani (tutti) sono "conniventi con la camorra", perché "accettano" certe situazioni senza ribellarsi. Non te la prendere, niente di personale, ma mi sembra che non sia tanto facile analizzare una situazione del genere. Certo, dispiace profondamente per i nostri soldati, meridionali, ancora una volta, poveri cristi che probabilmente speravano di migliorare la propria vita e forse anche quella degli altri, ma quello che mi dispiace di più è che possa trattarsi di un sacrificio inutile.

Le guerre si vincono anche col supporto della popolazione locale.
Se questi forniscono copertura ai Talebani e sono restii nell'aiutare le forze Nato,a meno che non vai con una bomba atomica e fai tabula rasa,la guerra non la vinci.
Nella Seconda Guerra Mondiale anche gli Italiani avevano paura dei Tedeschi che compivano rappresaglie e massacri,eppure hanno trovato la forza per aiutarli.
A me sta storia dell'Afghano che si caga addosso solo e quando si parla di Talebani la vedo solo una giustificazione e un atto di paraculaggine.
Storicamente i popoli che si sono ribellati a cio' che consideravano il male,hanno combattuto a costo della vita.
Appurato,e gia' l'ho scritto prima,che queste persone mal sopportano gli Italiani e che mai forniranno aiuto logistico ai nostri soldati e a quelli della Nato,è giusto andarsene.
Il giorno in cui metteremo piede fuori da quella Nazione,credi che i Talebani scenderanno a ringraziarli e a trattarli con amore?
La popolazione questo vuole?Sono d'accordo,andiamocene,lasciamogli scegliere il loro futuro,basta che dopo non ci vengano piu' a dire,I Talebani ammazzano qua,uccido sommariamente la e non permettono alle donne di emanciparsi,a quel punto direi "Me Ne Frego".
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: peppemassa - 10 Ottobre, 2010, 12:12:41 pm
Le guerre si vincono anche col supporto della popolazione locale.
Se questi forniscono copertura ai Talebani e sono restii nell'aiutare le forze Nato,a meno che non vai con una bomba atomica e fai tabula rasa,la guerra non la vinci.
Nella Seconda Guerra Mondiale anche gli Italiani avevano paura dei Tedeschi che compivano rappresaglie e massacri,eppure hanno trovato la forza per aiutarli.
A me sta storia dell'Afghano che si caga addosso solo e quando si parla di Talebani la vedo solo una giustificazione e un atto di paraculaggine.
Storicamente i popoli che si sono ribellati a cio' che consideravano il male,hanno combattuto a costo della vita.
Appurato,e gia' l'ho scritto prima,che queste persone mal sopportano gli Italiani e che mai forniranno aiuto logistico ai nostri soldati e a quelli della Nato,è giusto andarsene.
Il giorno in cui metteremo piede fuori da quella Nazione,credi che i Talebani scenderanno a ringraziarli e a trattarli con amore?
La popolazione questo vuole?Sono d'accordo,andiamocene,lasciamogli scegliere il loro futuro,basta che dopo non ci vengano piu' a dire,I Talebani ammazzano qua,uccido sommariamente la e non permettono alle donne di emanciparsi,a quel punto direi "Me Ne Frego".

È un punto di vista. Ero e rimango perplesso. Non ho idea di cosa succeda veramente sul campo e nemmeno mi sogno di proporre possibili soluzioni. Mi limito a osservare che la strategia adottata finora non funziona. I soldati impiegati nella cosiddetta "forza di pace" continuano a morire e le condizioni della popolazione civile del posto non migliorano. Quando italiani & Co. andranno via i Talebani riprenderanno il controllo totale della situazione e forse ci saranno perfino meno morti, ma tutto il caos creato finora sarà stato perfettamente inutile. Non riesco e non riuscirò a dire "me ne frego", per vari motivi che non sto qui a spiegare, ma non vedo altra possibilità oltre a un abbandono del progetto iniziale e a un ritiro graduale delle truppe: inutile insistere.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Halloween - 10 Ottobre, 2010, 12:31:39 pm
È un punto di vista. Ero e rimango perplesso. Non ho idea di cosa succeda veramente sul campo e nemmeno mi sogno di proporre possibili soluzioni. Mi limito a osservare che la strategia adottata finora non funziona. I soldati impiegati nella cosiddetta "forza di pace" continuano a morire e le condizioni della popolazione civile del posto non migliorano. Quando italiani & Co. andranno via i Talebani riprenderanno il controllo totale della situazione e forse ci saranno perfino meno morti, ma tutto il caos creato finora sarà stato perfettamente inutile. Non riesco e non riuscirò a dire "me ne frego", per vari motivi che non sto qui a spiegare, ma non vedo altra possibilità oltre a un abbandono del progetto iniziale e a un ritiro graduale delle truppe: inutile insistere.

L'Afghanstain è stato il Vietnam della Nato.
Osteggiati dalla popolazione autoctona e presi di mira dai Talebani,i soldati non possono fare di piu' di cio' che stanno facendo,a meno che non cambi la strategia di guerra,ma ormai è troppo tardi.
Si è sottovalutato anche il fattore Pakistan,nazione che dice di essere amica degli Stati Uniti ma a tutti gli effetti copre e da ospitalita' ai Talebani.
Le condizioni della popolazione civile non migliorano perchè non c'è pacificazione,è difficile ricostruire quando il teatro di guerra è a tutto campo e non ha mai fine.
Stai sicuro che al ritorno dei Talebani si parlera' di negazione dei diritti civili,di crudelta' e di tante altre cose.
Ti ricordo che sono quelli che abbatterono una Meraviglia del Mondo,uccidevano in pubblica piazza senza processo e che non permettevano lo sviluppo economico e sociale della nazione.
Alla popolazione del luogo va bene un loro ritorno,gli fa piu' piacere che i soldati Nato se ne vadano?Ok,facciano pure.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Geronimo - 10 Ottobre, 2010, 13:00:20 pm
vedi, renato, ma il discorso è proprio quello. I nostri militari, di cui non metto in dubbio nè la buona fede nè la loro umanità rispetto ad altri (non foss'altro che molti di loro sono meridionali, e che hanno scelto in massima parte quella carriera per denaro ... ma non come mercenari, ma perchè senza altra prospettiva) sono alleati degli americani, le cui milizie sono portate in quei luoghi per motivi a dir poco "egoistici".

Ora, i nostri soldati, portati per scopi diversi da quelli umanitari, scopi "strombazzati" ma di evidente falsità, è giusto che continuino a morire e/o ad uccidere in quei territori? Ora, se lo scopo è chiaro, non sarebbe meglio spingere per un intervento di tipo diverso? Non si tratta di voler sparare a zero sull'esercito italiano, ma di pretendere, da cittadini di questo paese, che i nostri ragazzi siano rispettati per quella che è la loro missione dichiarata in quei territori.
Mi dispiace dirlo, ma sei completamente fuori linea.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Leonemoro - 10 Ottobre, 2010, 13:37:23 pm
Mi dispiace dirlo, ma sei completamente fuori linea.

per questo ci confrontiamo, per arricchirci l'un l'altro da un confronto corretto e costruttivo. ;)

Per te qual'è la linea giusta? :D
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: O Libberista Missionario - 15 Agosto, 2021, 00:23:53 am
Kabul come la Somalia.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 15 Agosto, 2021, 08:09:49 am
Kabul come la Somalia.
21 anni di guerra e il risultato sarà un Regno talebano.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: O Libberista Missionario - 15 Agosto, 2021, 11:50:31 am
Quanti soldi ci ha buttato l’Italia?
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Leviatano - 15 Agosto, 2021, 14:37:39 pm
Come esportano democrazia gli americani...

Inviato dal mio M2101K6G utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: O Libberista Missionario - 16 Agosto, 2021, 23:58:51 pm
Biden monumentale. Alla faccia di chi voleva trasformare 4 pastori in norvegesi progressisti. Gente che si é squagliata al primo talebano con la borsa piena di soldi cinesi e russi.

É alla faccia pure di Letta che parla di colpe dell’Occidente, perché secondo lui Kabul deve diventare tipo Parigi. Queste sono persone che avranno sempre e comunque torto.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: The UnderRoller - 17 Agosto, 2021, 09:44:37 am
Biden monumentale. Alla faccia di chi voleva trasformare 4 pastori in norvegesi progressisti. Gente che si é squagliata al primo talebano con la borsa piena di soldi cinesi e russi.

É alla faccia pure di Letta che parla di colpe dell’Occidente, perché secondo lui Kabul deve diventare tipo Parigi. Queste sono persone che avranno sempre e comunque torto.
Effettivamente…si stanno scagliando tutti contro Biden,ma sono gli stessi che urlavano di esportazione di democrazia già 20 anni fa.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: O Libberista Missionario - 17 Agosto, 2021, 11:37:25 am
Effettivamente…si stanno scagliando tutti contro Biden,ma sono gli stessi che urlavano di esportazione di democrazia già 20 anni fa.

É il corto-circuito europeo. Iniziò a credere che é un bene che gli americani facciano le valige così dopo 70 anni torneremo di nuovo di fronte la realtà dei fatti che é quella di un continente sovrappopolato da secoli e che ha bisogno di tutto e che per prenderselo é dovuto andare fuori. Gli americani sono in piena ritirata, hanno 10 Arabie saudite fra Canada e Sud America. L’America come continente può chiudersi in una gabbia dorata per qualche secolo. Da queste parti la storia é diversa. Se vogliamo continuare a mangiare 3 volte al giorno temo che bisognerà guadagnarselo ora. L’utopia di un Europa autosufficiente é una chimera, finanziata dal contribuente statunitense,  bisogna tornare a parlare di cose serie, non delle puttanate di Letta. Il primo passo deve essere una la pace con i musulmani, senza pensare a Burqa e gay lapidati.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: O Libberista Missionario - 17 Agosto, 2021, 16:14:22 pm
"BlackRock’s research unit has said China should no longer be considered an emerging market and recommended investors boost their exposure to the country by as much as three times."

Bisogna darsi una svegliata.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 19 Agosto, 2021, 01:30:29 am
È sacrosanto affermare che dopo 20 anni di occupazione USA, l’Afghanistan non ha saputo civilizzarsi sotto il profilo dei diritti umani perché la “società civile” li non esiste. Non è normale che i diritti delle donne, per dirne una, siamo stati affermati solo grazie alle truppe armate che appena sono andate via hanno permesso ai Talebani di prendere io sopravvento in una settimana.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Rospo - 19 Agosto, 2021, 13:39:11 pm
È sacrosanto affermare che dopo 20 anni di occupazione USA, l’Afghanistan non ha saputo civilizzarsi sotto il profilo dei diritti umani perché la “società civile” li non esiste. Non è normale che i diritti delle donne, per dirne una, siamo stati affermati solo grazie alle truppe armate che appena sono andate via hanno permesso ai Talebani di prendere io sopravvento in una settimana.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Allora come dicevo 20 anni fa non volevano esportare democrazia ma solo stabilizzare il territorio.

Ora alla prossima guerra che parte con il mitologico occidente che civilizza il mondo non ripetiamo lo stesso errore di valutazione.

Ogni guerra ha un solo interesse e non è di libertà ma economico, se poi ci scappa dentro qualche diritto e qualche libertà ben venga.

Ma è normale sia così, il capitalismo su questo si basa sugli interessi economici e non sui diritti e la libertà .

Erano più "civilizzatrici" le conquiste di Napoleone o degli antichi romani.



Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 19 Agosto, 2021, 13:40:10 pm
Allora come dicevo 20 anni fa non volevano esportare democrazia ma solo stabilizzare il territorio.

Ora alla prossima guerra che parte con il mitologico occidente che civilizza il mondo non ripetiamo lo stesso errore di valutazione.

Ogni guerra ha un solo interesse e non è di libertà ma economico, se poi ci scappa dentro qualche diritto e qualche libertà ben venga.

Ma è normale sia così, il capitalismo su questo si basa sugli interessi economici e non sui diritti e la libertà .

Erano più "civilizzatrici" le conquiste di Napoleone o degli antichi romani.



Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk
Tutto quello che vuoi. Ma se un popolo resta ancorato a leggi religiose di 2000 anni fa, non progredirà mai. Il vero problema è che anche gli americani sono dei bizzochi del cazzo…


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: geggi69 - 19 Agosto, 2021, 13:57:03 pm
Tutto quello che vuoi. Ma se un popolo resta ancorato a leggi religiose di 2000 anni fa, non progredirà mai. Il vero problema è che anche gli americani sono dei bizzochi del cazzo…


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
In effetti se I Talebani si presentassero alle elezioni in Italia prenderebbero il loro bravo 30% facile facile
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: O Libberista Missionario - 19 Agosto, 2021, 16:14:25 pm
È sacrosanto affermare che dopo 20 anni di occupazione USA, l’Afghanistan non ha saputo civilizzarsi sotto il profilo dei diritti umani perché la “società civile” li non esiste. Non è normale che i diritti delle donne, per dirne una, siamo stati affermati solo grazie alle truppe armate che appena sono andate via hanno permesso ai Talebani di prendere io sopravvento in una settimana.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Mi sembra un giudizio affrettato. Siamo arrivati a Kabul che aveva mezzo milione di abitanti, ora ne ha 5 milioni. Tutta gente che é arrivata dalla montagne per scappare dai talebani, gente che amministra la giustizia sotto gli alberi, ci stanno i video su YouTube. Le città afgane hanno conosciuto un timido e in salsa islamica ammodernamento. Parliamo di una cittá che assomiglia più alle grandi capitali nordafricane che alla vecchia Kabul dove manco la TV potevi avere. Proprio le città si stanno ribellando, non ci pensano neanche a tornare sotto la sharia dei talebani. Ma magari per la prima volta in un paese musulmano nasce un movimento dal basso per mettere a tacere i fanatici. Il paese creo sia ormai sull’orlo di una guerra civile. 20 anni la sono serviti a qualcosa immagino. Gli italiani stavano lì come altri europei a avere occhi e orecchie sulla situazione. Inoltre, molto di sti talebani saranno gente mandata li da noi, i loro capi escono da Guantanamo.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: Koji_Kabuto - 19 Agosto, 2021, 16:15:29 pm
Mi sembra un giudizio affrettato. Siamo arrivati a Kabul che aveva mezzo milione di abitanti, ora ne ha 5 milioni. Tutta gente che é arrivata dalla montagne per scappare dai talebani, gente che amministra la giustizia sotto gli alberi, ci stanno i video su YouTube. Le città afgane hanno conosciuto un timido e in salsa islamica ammodernamento. Parliamo di una cittá che assomiglia più alle grandi capitali nordafricane che alla vecchia Kabul dove manco la TV potevi avere. Proprio le città si stanno ribellando, non ci pensano neanche a tornare sotto la sharia dei talebani. Ma magari per la prima volta in un paese musulmano nasce un movimento dal basso per mettere a tacere i fanatici. 20 anni la sono serviti a qualcosa immagino. Gli italiani stavano lì come altri europei a avere occhi e orecchie sulla situazione.
Se hai bisogno di mantenere le linee per evitare che i talebani avanzino, allora non hai seminato nulla.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: O Libberista Missionario - 19 Agosto, 2021, 16:21:44 pm
Mi riferisco alla società civile non i soldati che si sono venduti al primo che si é presentato con la valigetta.
Titolo: Re:Afghanistan
Inserito da: canno - 19 Agosto, 2021, 22:38:16 pm
Dovevano addestrare le donne, mica gli uomini. A loro che gliene fotte, hanno solo vantaggi in casa con le leggi talebane. ...ehm!!

Inviato dal mio SM-A415F utilizzando Tapatalk