Napoli Network - Il Forum sul Calcio Napoli

Walkaround => Politica e Società => Topic aperto da: The UnderRoller - 11 Marzo, 2011, 09:24:21 am

Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: The UnderRoller - 11 Marzo, 2011, 09:24:21 am
Un terremoto di intensità devastante - due scosse -  ha investito Tokyo (alle 14.45 locali, in Italia erano le prime ore dell'alba), dove i grattacieli hanno oscillato sotto le scosse sismiche e la popolazione si è data alla fuga in cerca di riparo: le autorità hanno immediatamente lanciato l’allarme tsunami, avvertendo che il movimento tellurico avrebbe potuto generare un’onda anomala alta ben 6 metri. Analoghi allermi sono stati diramati nella Siberia russa e alle isole Marianne. L'evento sismico ha raggiunto magnitudo 8,8 della scala Richter, investendo in particolare Tokyo dove nel nel porto sono scoppiati focolai d’incendio.

SCOSSE E TSUNAMI - Puntuale, l'onda anomala si è abbattuta sulle coste giapponesi. Un impressionante filmato andato in onda sull'emittente pubblica Nhk ha mostrato molteplici auto sommerse dall’onda del mare Kamaishi, nella prefettura Iwate, mentre l’onda di 4,20 metri dello tsunami si   abbatteva sulla costa.La prima scossa, di magnitudo 7.9, poi corretta ad 8.8 quindi a 8.9, con epicentro a una profondità di 24,4 chilometri e a 81 miglia da Sendai, si è verificata nello Honshu. Una seconda forte scossa di 7.8 si è registrata alle 15.15 locali (le 7,15 in Italia) al largo delle acque della prefettura di Ibaraki, alla profondità di 80 chilometri.

BILANCIO - Incerto fino a questo momento il bilancio. Fino a questo momento, a est di Tokyo, c'è un morto accertato. Il numero di feriti è ancora imprecisato e comunque elevatissimo, sia nella capitale sia soprattuto nella prefettura settentrionale di Miyagi. Nel porto del capoluogo di quest’ultima, Sendai, testimoni oculari hanno riferito di aver visto abbattersi uno tsunami alto ben una decina di metri: esattamente come avevano preavvertito le autorità, ma in un tempo ancora più rapido rispetto alle pur pessimistiche previsioni. L’allerta si è velocemente propagato da un capo all’altro dell’Oceano Pacifico. Secondo il Centro di Controllo Geologico degli Stati Uniti, il sisma ha raggiunto un’intensità pari addirittura a 8,9 gradi sulla scala aperta Richter. Le onde telluriche sono state avvertire distintamente fino a Pechino. A Tokyo molte persone hanno riportato lesioni in seguito al crollo del tetto di una scuola, dove era in corso una cerimonia di consegna dei diplomi alla quale stavano partecipando circa seicento studenti. Bloccati i treni-proiettile, chiuse centrali nucleari e raffinerie: in quella di Iichihara, vicino alla capitale nipponica, si è sviluppato un incendio, così come era già avvenuto in porto, dove si erano innescati almeno sei focolai.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 09:42:52 am
mamma mia speriamo che non si aggravi il bilancio
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 09:45:51 am
Ho visto in diretta su Sky l'arrivo della seconda onda...quella di 10 mt.
Comunque ho un amico che vive a Tokyo con la famiglia, dopo lo sento su FB e vedo cosa sta succedendo..
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 11 Marzo, 2011, 10:07:24 am
A facc ro cazz...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 10:16:59 am
(http://cache.daylife.com/imageserve/0bYy60z21jg8X/610x.jpg)

The area is flooded by tsunami in Iwaki, Fukushima Prefecture (state) as Japan was struck by a magnitude 8.9 earthquake off its northeastern coast Friday, March 11, 2011.

(http://cache.daylife.com/imageserve/0gVC6Nbfzl0Xm/610x.jpg)

(http://cache.daylife.com/imageserve/0gfo9ig0QFd4O/610x.jpg)
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 10:18:34 am
(http://cache.daylife.com/imageserve/07eUfMU73cfdF/x610.jpg)

(http://cache.daylife.com/imageserve/06OcgkJaki4FS/610x.jpg)

(http://cache.daylife.com/imageserve/08eccJDegs0i6/610x.jpg)

(http://cache.daylife.com/imageserve/09LZbQr66d2PB/610x.jpg)
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 10:21:51 am
(http://cache.daylife.com/imageserve/0eCN142bQm0RK/x610.jpg)

1 hour ago
Black smoke rises from a burning building in Tokyo after Japan was struck by a magnitude 8.9 earthquake off its northeastern coast Friday, March 11, 2011.

(http://cache.daylife.com/imageserve/09QD7m45En6Hw/x610.jpg)

(http://cache.daylife.com/imageserve/02Kk5ZwgJIdlw/610x.jpg)

(http://cache.daylife.com/imageserve/0fH03J2aTh7bR/610x.jpg)
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 11 Marzo, 2011, 10:25:37 am
Alla fine mi sembra di capire che è stata l'onda anomala a fare danni ingenti. Tranne qualche piccolo incidente la maggior parte degli edifici ha resistito  :conf:

Comunque stanotte Anemone-san si sarà fatto qualche risate per telefono :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 10:42:25 am
Alla fine mi sembra di capire che è stata l'onda anomala a fare danni ingenti. Tranne qualche piccolo incidente la maggior parte degli edifici ha resistito  :conf:

Comunque stanotte Anemone-san si sarà fatto qualche risate per telefono :look:
un terremoto ad 8.9 ci avrebbe rispediti all'età della pietra.
Questo evento è una tragedia, è morta almeno una persona, quindi può sembrare una presa per il culo dirlo, ma ho come l'impressione che nessuno meglio dei giapponesi avrebbe potuto reggere ad una catastrofe del genere.

Attendiamo ulteriori notizie, però...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 10:53:43 am
sto vedendo immagini devastanti... che orrore. Ai giapponesi va tutta la mia solidarietà ed il mio rispetto, vedevo in una diretta delle interviste, con una flemma incredibile.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Harakiri - 11 Marzo, 2011, 11:07:07 am
8.9 della scala Richter... Meno male che da quella parti sanno veramente come si costruisce un edificio con misure antisismiche.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: arguello88 - 11 Marzo, 2011, 11:33:11 am
8.9 della scala Richter... Meno male che da quella parti sanno veramente come si costruisce un edificio con misure antisismiche.
la prima cosa che ho pensato.

TRENTAMILA VOLTE  più forte di quello che avvenne in Abruzzo.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 11:36:21 am
pare che i danni più ingenti siano stati fatti dallo tsunami che dalla scossa in sé, evidenzio il pare
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 11:37:03 am
E' una scala logaritimica, il 30.000 volte è da prendere con le pinze.
In realtà credo che sia ben più potente.

Detto questo....sono gli effetti del Solar Flare del mese scorso. Ce ne è stato un altro la settimana scorsa in Cina della stessa magnitudo, solo che lì non c'è una diffuzione così capillare delle notizie.

Aumenteranno ancora, almeno per i prossimi due anni.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 11 Marzo, 2011, 11:55:06 am
Sono stato in quei luoghi e sono sconvolto,è come se avessero colpito casa mia.
Amici a Tokio mi stanno dicendo che a memoria d'uomo mai hanno subito una scossa cosi' forte.
A Sendai ci sono stato,un magnifica cittadina affacciata sul Pacifico e piena di vita,che devastazione.
Credo tantissimo nella forza di risollevarsi del popolo Giapponesi,hanno lo spirito del Samurai non moriranno arrendendosi agli eventi.
Forza Giappone,oggi molto piu' di ieri mi viene voglia di urlarlo.

Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 11 Marzo, 2011, 12:00:14 pm
E' una scala logaritimica, il 30.000 volte è da prendere con le pinze.
In realtà credo che sia ben più potente.

Detto questo....sono gli effetti del Solar Flare del mese scorso. Ce ne è stato un altro la settimana scorsa in Cina della stessa magnitudo, solo che lì non c'è una diffuzione così capillare delle notizie.

Aumenteranno ancora, almeno per i prossimi due anni.

Luca mi spieghi in sintesi cosa sono i Solar Flare e quali impatti hanno sul nostro pianeta?
E' una cosa ciclica e normale o anormale?
Sono a digiuno della materia,mi piacerebbe saperne di piu',grazie....(http://www.na1926.net/forum/public/style_emoticons/default/bruno.gif)
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 12:01:40 pm
No, è normale. Il Sole c'è sempre stato...:asd:
Il discorso è che il ciclo di solar flare così potenti non è censito, l'ultimo risale ai primi del '900 quando non c'era questo tipo di informazione.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: p4ppo - 11 Marzo, 2011, 12:06:27 pm
i danni li fanno le onde, ma con quella scossa ad ora "solo" 26 morti è un dato che qui dovrebbe far cadere molte teste...

A Tokio ebbero un terremoto fortissimi negli anni 20 che fece molte vittime, dal giorno dopo iniziarono a costruire TUTTO il paese in maniera da resistere ai terremoti. E i palazzi ondeggiano in maniera paurosa, si spaccano i vetri, ma non crollano.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 12:09:34 pm
i Palazzi sono contruiti nella maggior parte dei casi, su fondazioni mobili ed oscillanti.
Oscillano fino al punto di rottura e tornano indietro.

in italia l'edilizia è diversa, le case sono al massimo di 8 piani...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 11 Marzo, 2011, 12:15:43 pm
i Palazzi sono contruiti nella maggior parte dei casi, su fondazioni mobili ed oscillanti.
Oscillano fino al punto di rottura e tornano indietro.

in italia l'edilizia è diversa, le case sono al massimo di 8 piani...
le nuove case all'aquila le hanno tirate su così :sisi:

(http://3.bp.blogspot.com/_zJ41UglqDas/Sq-1b12-vnI/AAAAAAAABu4/sIJtEYCSVhw/s400/phpThumb_generated_thumbnailjpg.jpeg)

(http://www.edilportale.com/Upload/n_15673_01.jpg)
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 12:33:48 pm
Si ma li parliamo di grattacieli di 60 metri..
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 11 Marzo, 2011, 12:38:18 pm
Il Giappone è all'avanguardia nella prevenzione dei terremoti,quando sono stato li,in albergo,una addetta alla sicurezza che conosceva 8 lingue,ci spiego' cosa fare in caso di terremoto,dove riunirci e di essere ordinati nel raggiungere il luogo.
A me piange il cuore perchè sono un cultore della cultura Giapponese,ci vivo a contatto 24h su 24.
Pero' sono sicuro che saranno piu' celeri loro a ricostruire Sendai e Myiagi che gli Italiani a ricostruire il centro dell'Aquila.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: arguello88 - 11 Marzo, 2011, 12:39:40 pm
Terremoto anche in Cina.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gionni - 11 Marzo, 2011, 13:03:43 pm
Il Giappone è all'avanguardia nella prevenzione dei terremoti,quando sono stato li,in albergo,una addetta alla sicurezza che conosceva 8 lingue,ci spiego' cosa fare in caso di terremoto,dove riunirci e di essere ordinati nel raggiungere il luogo.
A me piange il cuore perchè sono un cultore della cultura Giapponese,ci vivo a contatto 24h su 24.
Pero' sono sicuro che saranno piu' celeri loro a ricostruire Sendai e Myiagi che gli Italiani a ricostruire il centro dell'Aquila.
Sicuramente!
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Eleuteria - 11 Marzo, 2011, 13:57:29 pm
Solidarietà massima alle persone colpite.....
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 11 Marzo, 2011, 14:27:03 pm
26 morti... Povero Giappone... Dico però che è una fortuna che sia capitato lì  e non qui o in qualche paese meno sviluppato... altrimenti avremmmo visto i 300 000 morti di 6 anni fa...

Comunque sto sentendo ora che a Tokyo è tutto apposto...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gionni - 11 Marzo, 2011, 15:40:07 pm
Su rainews dicono che i morti sono minimo 300.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Brusarper - 11 Marzo, 2011, 16:08:26 pm
il bilancio si sta aggravando come purtroppo era facile da aspettarsi
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 16:19:36 pm
Di Pietro fa lo sciacallo :suicidio:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 11 Marzo, 2011, 16:34:46 pm
L'asse terrestre si è spostato di 10 centimetri.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 11 Marzo, 2011, 16:35:42 pm
E intanto il numero di morti aumenta...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 20:01:21 pm
http://www.anonym.to/?http://tg24.sky.it/tg24/mondo/2011/03/11/terremoto_giappone_video_crollo_diga_fukushima_tsunami.html

madò... madò... :stupito: :stupito: :stupito: :stupito:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: strano^^ - 11 Marzo, 2011, 20:30:53 pm
Madonna mia. Solidarietà ai giapponesi.
Che tragedia.

Non voglio immaginare un terremoto di quel genere qui in Italia...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Doctor J - 11 Marzo, 2011, 20:42:01 pm
Madonna mia. Solidarietà ai giapponesi.
Che tragedia.

Non voglio immaginare un terremoto di quel genere qui in Italia...

probabilmente non saremmo stati in grado di commentarlo... :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 11 Marzo, 2011, 21:07:35 pm
Madonna mia. Solidarietà ai giapponesi.
Che tragedia.

Non voglio immaginare un terremoto di quel genere qui in Italia...
Avresti detto addio all'Italia :asd:

Il terremoto in Abruzzo era della scala 5, questo 9... Fai 10^2/3 x 10^2/3 x 10^2/3 x 10^2/3 e trovi quante volte è stato più potente, e immaginalo in Italia :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 21:50:21 pm
Dipende da molti fattori.
Comunque c'è stata un'ora fa un'altra scossa del 6 grado. C'è allarme Tsunami in tutto il Pacifico.
Su BBC dicevano che la scossa non è un assestamento della precedente. In realtà, la zolla sta scivolando per questo l'asse si inclina.
Se davvero siamo a 10°, vuol dire che tempo un mese ci sarà un altro terremoto in America Latina.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Artides - 11 Marzo, 2011, 21:52:42 pm
Ma sto fatto dell'inclinazione dell'asse, cosa comporta? cambiamenti climatici o peggio?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 22:18:40 pm
continua l'allarme nucleare, si diceva per la piccola fuga, ma non si sa ancora di preciso quali siano i rischi reali
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 11 Marzo, 2011, 22:28:57 pm
E' innegabile che negli ultimi anni la terra sta subendo cambiamenti e trasformazioni più velocemente del solito... Ma perché?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 22:42:44 pm
La'era di evacuazione dalla centrale è salita a 10 Km. Le radiazioni sono 8 volte il normale, per me non sono riusciti a contenere il surriscaldamento del reattore principale.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 22:45:46 pm
La'era di evacuazione dalla centrale è salita a 10 Km. Le radiazioni sono 8 volte il normale, per me non sono riusciti a contenere il surriscaldamento del reattore principale.


sì

leggendo su Repubblica.it

Più volte è stato comunicato che la situazione sarebbe tornata alla normalità in breve tempo, e le autorità hanno specificato di avere sufficienti scorte di liquido per il raffreddamento del nucleo. Ma in serata si sono aggiunti altri allarmi, tra cui la fuoriuscita di materiale radioattivo dalle strutture della centrale, e la probabile necessità di liberare del vapore radioattivo nell'atmosfera a causa dei gravi problemi al sistema di raffreddamento dei reattori. La fuoriscita del vapore è l'unico modo di allentare la pressione,  mentre gli ingegneri  cercano di ripristinare il sistema di raffreddamento del reattore principale. Intanto i 2.800 abitanti nella zona sono stati evacuati, assieme ad oltre 3.000 altri in tutta l'area, per un totale di circa 6.000 sfollati.


in realtà pare che abbiano problemi proprio col sistema di raffreddamento e abbiano chiesto agli USA liquido di raffreddamento ma anche sistemi per l'energia elettrica
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 11 Marzo, 2011, 22:46:26 pm
La'era di evacuazione dalla centrale è salita a 10 Km. Le radiazioni sono 8 volte il normale, per me non sono riusciti a contenere il surriscaldamento del reattore principale.
assurdo, gli piove sul bagnato.
Il terremoto gli scassa un reattore, gli fa crollare una diga, gli sommerge mezzo paese... qualcos'altro? :nono:
quanto siamo piccoli su questo pianeta
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 22:47:48 pm
No, ho sentito in diretta il direttore della centrale.
Il reattore principale è andato in surriscaldamento e la reazione è fuori controllo.
In pratica lo hanno spento, ma il nocciolo non si "spegne" continua a produrre calore (per ovvie ragioni..), e per fare in modo che questa energia si disperda si aprono i fumaioli e si fa uscire il vapore.
Non è un problema di raffreddamento ma di reazione.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 22:49:06 pm
assurdo, gli piove sul bagnato.
Il terremoto gli scassa un reattore, gli fa crollare una diga, gli sommerge mezzo paese... qualcos'altro? :nono:
quanto siamo piccoli su questo pianeta


è lo tsunami che ha provocato il tutto, le strutture sono riuscite a resistere indenne al terremoto


intanto la CNN annuncia che il livello di radiazioni è 1000 volte superiore al normale. Stando così le cose pare sia incidente nucleare...non solo allarme...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 22:51:06 pm
No, ho sentito in diretta il direttore della centrale.
Il reattore principale è andato in surriscaldamento e la reazione è fuori controllo.
In pratica lo hanno spento, ma il nocciolo non si "spegne" continua a produrre calore (per ovvie ragioni..), e per fare in modo che questa energia si disperda si aprono i fumaioli e si fa uscire il vapore.
Non è un problema di raffreddamento ma di reazione.


infatti questo spiega pure il motivo per cui pare che agli USA non è stato chiesti liquido ma proprio sistemi energetici (parlavano di "batterie")

i livelli di radioattività sono proprio legati ai "fumaioli"....è necessario, altrimenti lì esplode il tutto...ma anche a questo livello c'è rischio
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 22:52:22 pm
nel mare intanto si son creati anche vortici, per via dello tsunami

http://tv.repubblica.it/dossier/giappone-terremoto-tsunami/vortice-in-mare-la-barca-trascinata-via/63870?video=&pagefrom=1&ref=HREA-1


qualcuno riesce a spiegarmi il motivo? :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 22:53:06 pm
La fissione non può essere "fermata". Si può rallentare piano piano.
In realtà siccome non siamo ancora arrivati alle centrali a "fusione"....
Praticamente se R=NEUTRONI PRODOTTI / NEUTRONI PERDUTI = 1 bisogna considerare che, in una reazione, la presenza di impurità e di alcuni atomi di U[size="2"]238[/size] può bloccare alcuni neutroni e se R < 1 la reazione tende a fermarsi. Al contrario, se risulta R > 1, si stabilisce una catena incontrollata di reazione nucleari il cui sviluppo energetico porta ad una forte azione esplosiva.
Siamo nel secondo caso.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 22:53:16 pm
ecco, Luca, sono i generatori elettrici di sicurezza (in diesel) che non funzionano e non pompano il liquido
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 22:54:53 pm
La fissione non può essere "fermata". Si può rallentare piano piano.
In realtà siccome non siamo ancora arrivati alle centrali a "fusione".
Se R=NEUTRONI PRODOTTI / NEUTRONI PERDUTI = 1 bisogna considerare che, in una reazione, la presenza di impurità e di alcuni atomi di U[size="2"]238[/size] può bloccare alcuni neutroni e se R < 1 la reazione tende a fermarsi. Al contrario, se risulta R > 1, si stabilisce una catena incontrollata di reazione nucleari il cui sviluppo energetico porta ad una forte azione esplosiva.
Siamo nel secondo caso.


sì, perciò sono necessarie le fuoriuscite di vapori


mi pare di aver capito che la "fermata" può essere fatta solo attraverso un raffreddamento...giusto?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 22:58:20 pm
Solo producendo "impurità". Solo se si riduce la produzione di Neutroni.
Cioè...tutto si basa su E=mc2. Ok?
Affinché una reazione, una volta innescata, possa autoalimentarsi è necessario che per ogni nucleo fissionato almeno uno dei neutroni prodotti vada a provocare un'altra fissione.
Se si raffredda il nocciolo, immetti "impurità" e il numero di neutroni diminuisce. E con esso le fissioni.
Però il procedimento è lento e soprattutto pericoloso ed instabile.
Fai prima a liberare il vapore "in una botta". Ma immetti tutta la radioattività prodotta.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 22:59:50 pm
Solo producendo "impurità". Solo se si riduce la produzione di Neutroni.
Cioè...tutto si basa su E=mc2. Ok?
Affinché una reazione, una volta innescata, possa autoalimentarsi è necessario che per ogni nucleo fissionato almeno uno dei neutroni prodotti vada a provocare un'altra fissione.
Se si raffredda il nocciolo, immetti "impurità" e il numero di neutroni diminuisce. E con esso le fissioni.
Però il procedimento è lento e soprattutto pericoloso ed instabile.
Fai prima a liberare il vapore "in una botta". Ma immetti tutta la radioattività prodotta.


quindi è quello che stanno facendo per evitare una nuova Chernobyl
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 23:01:23 pm
Chernobyl esplose.
Qui siamo in una fase "meno" critica. Sono reattori differenti.
Però, il fatto è serio.. 10 km. sono tanti per "poche radiazioni".
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:04:22 pm
Chernobyl esplose.
Qui siamo in una fase "meno" critica. Sono reattori differenti.
Però, il fatto è serio.. 10 km. sono tanti per "poche radiazioni".


beh, reattori differenti, ma credo che se non avessero aperto i condotti per fare uscire i vapori la pressione interna avrebbe portato all'esplosione della centrale

il problema è indubbiamente più serio di quanto lasciano trasparire le dichiarazioni ufficiali, come sempre accade.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Doctor J - 11 Marzo, 2011, 23:05:12 pm
Una curiosità, ma rischi del genere , sperando che non accada nulla ai poveri giapponesi, non danno ragione agli antinuclearisti? Sembrerebbe effettivamente un grande pericolo in una nazione
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 11 Marzo, 2011, 23:05:58 pm
La Terra si vuole liberare del suo cancro :sisi:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 23:06:39 pm
Guarda che stanno parlando in modo "serio". Tengono al corrente tutti.
Sul fatto che ci sia un problema vero non ci sono dubbi e in Giappone lo sanno.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Leonemoro - 11 Marzo, 2011, 23:06:45 pm
ma queste centrali nucleari non erano arci-sicure? Ora le facciamo anche da noi, giusto? :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 11 Marzo, 2011, 23:08:48 pm
ma queste centrali nucleari non erano arci-sicure? Ora le facciamo anche da noi, giusto? :look:
Il fattore rischio c'è in ogni cosa Bruno...
Prendi quello che è successo nel golfo del Messico per il petrolio...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 23:08:59 pm
Una curiosità, ma rischi del genere , sperando che non accada nulla ai poveri giapponesi, non danno ragione agli antinuclearisti? Sembrerebbe effettivamente un grande pericolo in una nazione

Si ma dire che la centrale nucleare è pericolosa dopo uno Tsunami e il più grande terremoto che l'uomo abbia conosciuto....è risibile...
In realtà le centrali sono sicure. Te lo dimostra il fatto che non sono esplose durante il terremoto.
Il problema è un altro, è legato più che altro alla sfortuna. I generatori Diesel non riescono a pompare fuori il calore prodotto, visto che la linea elettrica è fuori uso.
Se è per questo la diga che alimentava la centrale idroelettrica è addirittura saltata in aria, ma non mi pare che ci siamo "idroscettici" a questo mondo.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:10:11 pm
su http://hisz.rsoe.hu  si legge

The Japanese government declared an “atomic power emergency” and evacuated thousands of residents living close to a nuclear plant in northern Japan after a major earthquake, but officials said there had been no radiation leak from the facility and that problems with its cooling system were not critical. Some 3,000 people were told to leave a 2-mile radius around the Fukushima No. 1 plant, operated by Tokyo Electric Power and located in Fukushima Prefecture, after a mechanical failure in the cooling system, government officials said. The evacuation was described as precautionary
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:12:22 pm
intanto nell'ultima mezz'ora altri 2 terremoti superiori ai 5° Richter
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 23:13:14 pm
Si e non sono scosse di assestamento.
La Zolla sta slittando. Vi ripeto, mi aspetto qualcosa nell'America Latina a breve..
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Leonemoro - 11 Marzo, 2011, 23:14:13 pm
è incredibile quello che sta succedendo in Giappone, quello che si legge è terribile ... mi sento totalmente impotente, non riesco neppure a commentare.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:19:23 pm
Si e non sono scosse di assestamento.
La Zolla sta slittando. Vi ripeto, mi aspetto qualcosa nell'America Latina a breve..


non è detto però che accada qualcosa di là. Può essere, certo, ma può anche solo essere che il terremoto abbia scaricato la propria energia nel punto e stop. La scienza dei terremoti, sai bene, è molto complessa.
Dopo Haiti molti temevano il "BigOne" e così non è stato
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 23:20:24 pm
Questo non è un "terremoto". E' una vera e propria migrazione.
Altrimenti i 10 cm. di spostamento dell'asse dove me li appoggi?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:21:12 pm
vedendo la conformazione delle placche, più che il sudamerica, credo che eventuali "scosse parallele" possano avvenire in nord america
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:25:43 pm
quindi, ragionando in maniera opposta, tu dici che questo terremoto sia una sorta di risposta al terremoto cileno dello scorso anno?

mica potranno far durare in eterno questa "partita a ping-pong"?


anche il terremoto cileno, ricordiamolo, fece spostare l'asse di qualche centimetro, ed era un terremoto di magnitudo inferiore
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 11 Marzo, 2011, 23:27:31 pm
Purtroppo e per fortuna il nostro è un paese vivo, in continua evoluzione... Da un lato questo ci assicura la vita, ma da un altro lato può darci la morte... Così come i continenti sono diventati quelli che conosciamo oggi, tra 1 milione di anni la Terra potrebbe diventare irriconoscibile ai nostri occhi se ci addormentassimo ora e ci svegliassimo tra un milione di anni... Così come la Pangea si è divisa un giorno potrebbe riunirsi...

E noi contro le forze della natura non possiamo nulla.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Mister Montana - 11 Marzo, 2011, 23:27:58 pm
Il discorso centrali nucleari è semplice: Se compro un Suv da 40mila euro-5 stelle euroNcap e mi becco un frontale con un autotreno a 100km/h, nel 97% dei casi ci lascio le penne. Tuttavia il Suv in questione resta sicuro per gli incidenti "normali".

Quanto al popolo Giapponese, mi sento solo di esprimere la mia solidarietà. Volendo essere cinico, dico che se proprio doveva capitare un simile disastro, il Giappone è uno dei pochi posti al Mondo capace di sopravvivervi. Noi a quest'ora ne staremmo parlando nella sala d'attesa dell'Aldilà.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:31:32 pm
ricercando un po' su internet

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo501910.shtml

si parla di un nuovo probabile terremoto in Cile, articolo datato 31/01/11


mi rendo comunque conto che il discorso è complesso, io resto tuttavia del parere che è impossibile prevedere il prossimo evento. Dipende molto dalle dinamiche di questo terremoto, in che direzione slitta la placca.

Tu immagini un evento futuro in Cile, mentre questo potrebbe essere una "reazione" a quello haitiano.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:34:27 pm
Il discorso centrali nucleari è semplice: Se compro un Suv da 40mila euro-5 stelle euroNcap e mi becco un frontale con un autotreno a 100km/h, nel 97% dei casi ci lascio le penne. Tuttavia il Suv in questione resta sicuro per gli incidenti "normali".

Quanto al popolo Giapponese, mi sento solo di esprimere la mia solidarietà. Volendo essere cinico, dico che se proprio doveva capitare un simile disastro, il Giappone è uno dei pochi posti al Mondo capace di sopravvivervi. Noi a quest'ora ne staremmo parlando nella sala d'attesa dell'Aldilà.


c'è pure da dire però che un evento del genere in Giappone è previsto, in Italia no.

se questo è l'eccezione per il Giappone, l'Aquila è nei limiti per il sud europa
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 23:35:12 pm
No, il fatto è semplice...nella sua drammaticità..

[media]http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Y5iZ8owQSVI#at=86[/media]

Il video è del 3 Marzo. Il giorno della massima esposizione al Solar Flare.

Da quel giorno (e lo trovate anche nei commenti al video..)

Chile 6.2, Isole Salomone 6.6, Isole Sandwich 6.6 della scala Richter.
Il Vulcano Kilauea è eruttato nelle Hawaii.

Tutto in 5 gg. (tentendo conto che in Giappone si è rilevato il 5° terremoto nella storia dell'Umanità..)
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 11 Marzo, 2011, 23:44:28 pm
Io non ho capito una cosa, speigatemela terra terra. In tv hanno detto che le centrali moderne in caso di terremoto si fermano da sole e c'è un sistema d'emergenza a diesel che serve a cosa? Se deve raffreddare il nocciolo ma a che pro? Il reattore non dovrebbe essere spento in automatico? :mmm:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 23:47:01 pm
Io non ho capito una cosa, speigatemela terra terra. In tv hanno detto che le centrali moderne in caso di terremoto si fermano da sole e c'è un sistema d'emergenza a diesel che serve a cosa? Se deve raffreddare il nocciolo ma a che pro? Il reattore non dovrebbe essere spento in automatico? :mmm:


Terra terra..
L'automatico non esiste in una fissione. Basta un neutrone per ricominciare...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:48:37 pm
Io non ho capito una cosa, speigatemela terra terra. In tv hanno detto che le centrali moderne in caso di terremoto si fermano da sole e c'è un sistema d'emergenza a diesel che serve a cosa? Se deve raffreddare il nocciolo ma a che pro? Il reattore non dovrebbe essere spento in automatico? :mmm:


è spiegato poco sopra



ci riprovo io terra terra...


la reazione controllata avviene per via del numero di neutroni durante la fissione che provoca nuove reazioni, a catena, controllate attraverso un sistema che immette impurità (attraverso il sistema di raffreddamento) che fa diminuire il rapporto tra neutroni liberati e particelle da colpire. In questo modo si riduce via via l'attività reattiva e si "spegne" il sistema.

se non funziona il raffreddamento non si può controllare la reazione, che anzi, continua a crescere, aumentando così anche la pressione e la temperatura. E' necessario quindi liberare i vapori nucleari per evitare l'esplosione
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 11 Marzo, 2011, 23:54:32 pm
In pratica è come pigliare sul tasto dell'acceleratore, anche se lo lasci la macchina non si ferma in automatico, nonostante non dai più gas, ma devi comunque frenare per fermarti?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 11 Marzo, 2011, 23:56:43 pm
In pratica è come pigliare sul tasto dell'acceleratore, anche se lo lasci la macchina non si ferma in automatico, nonostante non dai più gas, ma devi comunque frenare per fermarti?

Una fissione non si ferma. Si rallenta. E poi, magari dopo mesi...si "annulla".

Cmq a Fukuhoka ci sono tre reattori danneggiati. Ultima ora.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 11 Marzo, 2011, 23:57:24 pm
In pratica è come pigliare sul tasto dell'acceleratore, anche se lo lasci la macchina non si ferma in automatico, nonostante non dai più gas, ma devi comunque frenare per fermarti?


quasi

la macchina se lasci l'acceleratore dopo un po' si ferma, la reazione nucleare no, tende ad aumentare
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:00:15 am
ah, ecco. Luca quello che ho detto sopra vale per la fusione e non per la fissione?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 12 Marzo, 2011, 00:01:24 am
Wagliù io non sono assolutamente esperto quindi scusatemi se faccio tante domande, ma la curiosità è tanta e la questione nucleare ci tocca tutti da vicino (per inciso sono favorevolissimo al si di giugno). Comunque ho visto le foto di questa centrale è vicina al mare...non è possibile prendere delle normali pompe e raffreddare il nocciolo?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:03:54 am
Wagliù io non sono assolutamente esperto quindi scusatemi se faccio tante domande, ma la curiosità è tanta e la questione nucleare ci tocca tutti da vicino (per inciso sono favorevolissimo al si di giugno). Comunque ho visto le foto di questa centrale è vicina al mare...non è possibile prendere delle normali pompe e raffreddare il nocciolo?


il problema è che non c'è l'energia elettrica....
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 12 Marzo, 2011, 00:05:01 am
No.
Una centrale nucleare per 30Joule di energia elettrica prodotta ne genera 70 di calore.
Inoltre, l'acqua dove la fai andare dopo? Radioattiva come è...fai prima a farla esplodere la centrale..
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Mister Montana - 12 Marzo, 2011, 00:05:04 am
In non sono esperto della materia come Gianni e Luca, ma escluderei che siamo sui livelli di Cernobyl. L'impatto ambientale credo sarà valutato a breve e non sarà di poco conto, ma comunque ma molto meno drammatico di quello ucraino dell' '86.
In ogni caso, è ben poca roba rispetto a quello che sta succedendo nelle aree costiere.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 12 Marzo, 2011, 00:05:13 am
La Spostamento dell'asse terrestre incide anche sulla velocita' di rotazione della terra?
Questi Solar Flare potrebbero portare alla fine del mondo che conosciamo?
Queste sono le domande che mi chiedo....è un caso che tutti sti terremoti e ste catastrofi succedono piu' frequentemente mentre ci avviciniamo al 2012 o è solo la globalizzazione che ce li fa sembrare tali?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 12 Marzo, 2011, 00:05:42 am
il problema è che non c'è l'energia elettrica....

Non c'entra.
Il problema è lo smaltimento di quell'acqua.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 12 Marzo, 2011, 00:06:35 am
Ma che c'entra il 2012?
Il Sole sta lì da miliardi di anni...e si è sempre comportato così.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:07:55 am
Non c'entra.
Il problema è lo smaltimento di quell'acqua.

vero, però diciamo che per questioni di sicurezza spesso le centrali sono poste vicino al mare per questo motivo...sfruttano anche il raffreddamento delle acque marine.

ma poi, non vorrei sbagliare, mica c'è il contatto diretto tra il liquido e il materiale reattivo?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 12 Marzo, 2011, 00:10:03 am
E poi...In una reazione nucleare, enormi pressioni interne spingono i nuclei di atomi di idrogeno a fondersi insieme per formare atomi di elio,producendo enormi quanità di energia nucleare e ciò farebbe evaporare l'acqua in meno di un millesimo di secondo
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Mister Montana - 12 Marzo, 2011, 00:10:50 am
La Spostamento dell'asse terrestre incide anche sulla velocita' di rotazione della terra?
Questi Solar Flare potrebbero portare alla fine del mondo che conosciamo?
Queste sono le domande che mi chiedo....è un caso che tutti sti terremoti e ste catastrofi succedono piu' frequentemente mentre ci avviciniamo al 2012 o è solo la globalizzazione che ce li fa sembrare tali?


Io credo che la globalizzazione acceleri notevolmente la diffusione su scala planetaria delle informazioni. Tsunami, uragani, vulcani e terremoti hanno scandito da sempre la storia di questo pianeta (altrimenti non sarebbe come lo vediamo oggi).
L'auspicio è che la diffusione delle notizie sia accompagnata dalla diffusione degli aiuti. Altrimenti assistiamo solo un macabro reality-show.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 12 Marzo, 2011, 00:13:00 am
Cmq W il Nucleare, con un terremoto di questo genere le centrali sono rimaste intatte, lo tzunami ha creato problemi ad una sola e sembra che il problema dipenda da una pompa a diesel. A Tokio stanno bruciando migliaia di tonnellate di benzina, gasolio e gas in raffinerie che sono esplose. Il Nucleare è un po' come l'aereo però, se succede ti lascia poco scampo nonostante accada una volta su 1 milione.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 12 Marzo, 2011, 00:14:48 am
In Italia, nel Vajont, sono morti per una centrale idroelettrica..però mi pare che le centrali idroelettriche non siano sparite.
Quel referendum fatto dopo Chernobyl fu una cavolata pazzesca...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:17:10 am
allora, per la precisione, inquadriamo un attimo il funzionanemto della centrale, perché c'è qualcosa che non mi torna

io sapevo che il funzionamento è così:

in un reattore avviene al reazione, che sprigiona energie altissime. Le camere del reattore sono poste in contatto con un flusso di liquido (o meglio, le pareti del reattore sono raffredate, allontanando energia termica per conduzione dall'interno) che vaporizza e attraverso una turbina trasforma energia cinetica in elettrica.
Questo dovrebbe essere lo schema di funzionamento di una centrale nucleare, per sommi capi.


Ora, a Fukushima s'è rotto il sistema di raffreddamento, quindi non può essere allontanato il calore dal reattore e di conseguenza si ha anche un aumento di pressione, rischioso, a cui si può ovviare solo rilasciando i gas radioattivi.


Non si può nemmeno ricorrere al pompaggio alternativo perché sono fuori uso i motori a diesel e le autorità giapponesi hanno pertanto richiesto l'immediato aiuto agli USA.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 12 Marzo, 2011, 00:18:22 am
Luca quindi il liquido di raffreddamento in questo caso viene a contatto col materiale radioattivo?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:19:35 am
Cmq W il Nucleare, con un terremoto di questo genere le centrali sono rimaste intatte, lo tzunami ha creato problemi ad una sola e sembra che il problema dipenda da una pompa a diesel. A Tokio stanno bruciando migliaia di tonnellate di benzina, gasolio e gas in raffinerie che sono esplose. Il Nucleare è un po' come l'aereo però, se succede ti lascia poco scampo nonostante accada una volta su 1 milione.


il discorso è complesso ed eviterei di parlarne qui, per non andare OT.

dico solo che al di là della sicurezza del singolo impianto dovresti comunque pensare che l'incidente poi ha conseguenze irreparabili per decine e decine di anni, se non centinaia....

se dovessi proseguire con questo tuo discorso allora dico che le più sicure sono le centrali fotovoltaiche, che alla fine riducono a zero il rischio di contaminazione sull'uomo...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 12 Marzo, 2011, 00:27:47 am
http://www.ebiblefellowship.com/it/may21_it.html :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:28:47 am
http://www.ebiblefellowship.com/it/may21_it.html :look:


:look:

mi sa che il 20 maggio vado a confessarmi
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 12 Marzo, 2011, 00:30:05 am
Dice che la Chiesa non ha senso dal 1988... Confessati dentro di te :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:30:22 am
:look:

mi sa che il 20 maggio vado a confessarmi


ma potrei poi essere io la causa dei problemi successivi :brr:

...paradosso...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:31:13 am
Dice che la Chiesa non ha senso dal 1988... Confessati dentro di te :look:


ah, dice così?

meno male....evito almeno il paradosso
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 12 Marzo, 2011, 00:36:28 am
Cazzo 21 Maggio..pensa se il 22 ti giochi lo scudetto...:brr:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 12 Marzo, 2011, 00:38:51 am
Cazzo 21 Maggio..pensa se il 22 ti giochi lo scudetto...:brr:
La fine del Mondo :sbav:

Io il 24 faccio gli anni... :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 12 Marzo, 2011, 00:39:35 am
Manco Moggi è riuscito a fare tanto...il giorno del giudizio prima della partita decisiva...:look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 12 Marzo, 2011, 00:40:29 am
comunque la Terra è stata creata l'11000 ac.... AFFANCULO i fossili!!
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 12 Marzo, 2011, 00:41:43 am
LOL :look:

Certo traslare 6 miliardi di anni in 11000...manco in Apollo 13 quando dovevano fare entrare una cosa cubica in una cosa rotonda....:asd:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:42:40 am
comunque la Terra è stata creata l'11000 ac.... AFFANCULO i fossili!!


i fossili sono stati creati anche loro l'11.000 ac, giusto perché DIO vuole mettere alla prova la nostra fede, anche a fronte di prove scientifiche.

:sisi:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:44:54 am
comunque, basta spam, jà....

torniamo al discorso di prima
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 12 Marzo, 2011, 00:54:55 am
nel frattempo altri 2 terremoti di 5.4 Richter :brr:

pensate che a L'Aquila il terremoto è stato 5,9....

dalle 22 ad ora sono stati registrati, tra gli altri, 10 eventi al di sopra dei 5 richter, con due punte di 6....
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: arguello88 - 12 Marzo, 2011, 11:03:14 am
Cmq W il Nucleare, con un terremoto di questo genere le centrali sono rimaste intatte, lo tzunami ha creato problemi ad una sola e sembra che il problema dipenda da una pompa a diesel. A Tokio stanno bruciando migliaia di tonnellate di benzina, gasolio e gas in raffinerie che sono esplose. Il Nucleare è un po' come l'aereo però, se succede ti lascia poco scampo nonostante accada una volta su 1 milione.

Da precisare che queste centrali non sono quelle di Francia e Germania che ci vogliono appioppare a noi.Ah la cosa è preoccupante in Giappone.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 12 Marzo, 2011, 11:09:46 am
Da precisare che queste centrali non sono quelle di Francia e Germania che ci vogliono appioppare a noi.Ah la cosa è preoccupante in Giappone.
Era una centrale degli anni 70. Vabbuò tanto è inutile, la carica emotiva sarà talmente forte che vinceranno i no. Come 25 anni fa. Siamo un popolo sfortunato.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Andrej223 - 12 Marzo, 2011, 11:20:51 am
Se fosse successo in qualsiasi altra parte del mondo non sarebbe rimasta pietra su pietra...Questi sono fantastici. Seguo con una certa apprensione al faccenda della centrale, anche se sembra che stiano facendo "fughe controllate", insomma dovrebbero sapere come gestire il tutto. Per noi, e sorpatutto per loro, speriamo che la fortuna li assista, ci mancherebbe solo quello.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Doctor J - 12 Marzo, 2011, 11:30:59 am
Ma secondo voi questo terremoto peggiorerà la crisi economica mondiale ?

Ora mi aspetto dagli USA aiuti enormi e collaborazione totale da tutti i punti di vista, con quel popolo hanno tanto dafarsi perdonare, è la volta buona
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Paolo861 - 12 Marzo, 2011, 13:17:26 pm
Se proprio doveva capitare meglio il Giappone che almeno sono attrezzati per il terremoto,per lo Tzunami stann sott o ciel

Comunque buon la terra è viva altro che fine del mondo  :bruno:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: I'm a TransBanana - 12 Marzo, 2011, 13:59:51 pm
Se proprio doveva capitare meglio il Giappone che almeno sono attrezzati per il terremoto,per lo Tzunami stann sott o ciel

Comunque buon la terra è viva altro che fine del mondo  :bruno:

maronn.. tu.. riesci a vedere anche i lati positivi di un terremoto..
non  ti smuove niente a te.. :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Eleuteria - 12 Marzo, 2011, 14:27:07 pm
Questi che fanno questi studi sulla Bibbia al momento sulla fine del mondo fanno ridere,e quelli che addirittura mettono in mezzo la scienza per dare alito alla tesi della fine di tutto fanno ancora più ridere.
Non sono uno scienziato,ma almeno teoricamente,potremmo scomparire tra un'ora o tra un miliardo di anni.Non si possono fare calcoli,per fortuna,aggiungerei.

Così anche Dio non ha mai detto che la fine del mondo viene il 2012,ha parlato solamente di "compimento dei tempi" "fine dei tempi",ma la data me risult che non l'ha mai detta. Io questi li reputo cazzari,poi ognuno si faccia la sua opinione.



P.S. giusto per onor di cronaca:dovevamo estinguerci già l'anno 1000 e il 2000.Magari però,nel millennio,ci sarà stata pure qualche altra "arguta" tesi di morte di massa.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Paolo861 - 12 Marzo, 2011, 18:56:44 pm
maronn.. tu.. riesci a vedere anche i lati positivi di un terremoto..
non  ti smuove niente a te.. :look:
Non mi fa piacere però è la prova che la terra è più viva che mai,ste cose succedono dall' alba dei tempi solo che oggi tra città edificate in tutte le zone del mondo e miliardi di persone che vivvono su questa terra c'è più possibilità di morte per la persona

Ripeto mi spiace,ma io ste cose le accetto come accetto la morte.STAMM sott o ciel .Io vivo meglio da quando hopreso coscienza di questo homolto meno paura di tante cose  :ale:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Paolo861 - 12 Marzo, 2011, 18:57:59 pm
Questi che fanno questi studi sulla Bibbia al momento sulla fine del mondo fanno ridere,e quelli che addirittura mettono in mezzo la scienza per dare alito alla tesi della fine di tutto fanno ancora più ridere.
Non sono uno scienziato,ma almeno teoricamente,potremmo scomparire tra un'ora o tra un miliardo di anni.Non si possono fare calcoli,per fortuna,aggiungerei.

Così anche Dio non ha mai detto che la fine del mondo viene il 2012,ha parlato solamente di "compimento dei tempi" "fine dei tempi",ma la data me risult che non l'ha mai detta. Io questi li reputo cazzari,poi ognuno si faccia la sua opinione.



P.S. giusto per onor di cronaca:dovevamo estinguerci già l'anno 1000 e il 2000.Magari però,nel millennio,ci sarà stata pure qualche altra "arguta" tesi di morte di massa.
Cazzate ne la Bibbia e ne altro ha lasciato scritto come e quando avverrà la fine del mondo........ergo puttanate per vendere  :pariammncuoll:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Paolo861 - 12 Marzo, 2011, 19:05:32 pm
Da ammirare il popolo Giapponese riescono a mantenere un ordine anche quando ci sarebbe da avere il panico totale,si rialzeranno presto  :mostro:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Eleuteria - 12 Marzo, 2011, 20:59:39 pm
Cazzate ne la Bibbia e ne altro ha lasciato scritto come e quando avverrà la fine del mondo........ergo puttanate per vendere  :pariammncuoll:
:sisi:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 12 Marzo, 2011, 22:02:45 pm
Cmq W il Nucleare, con un terremoto di questo genere le centrali sono rimaste intatte, lo tzunami ha creato problemi ad una sola e sembra che il problema dipenda da una pompa a diesel. A Tokio stanno bruciando migliaia di tonnellate di benzina, gasolio e gas in raffinerie che sono esplose. Il Nucleare è un po' come l'aereo però, se succede ti lascia poco scampo nonostante accada una volta su 1 milione.
In Italia, nel Vajont, sono morti per una centrale idroelettrica..però mi pare che le centrali idroelettriche non siano sparite.
Quel referendum fatto dopo Chernobyl fu una cavolata pazzesca...
vi quoto ambedue :look:
e ci aggiungo che Di Pietro è 'na lota
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 12 Marzo, 2011, 23:29:01 pm
Cazzate ne la Bibbia e ne altro ha lasciato scritto come e quando avverrà la fine del mondo........ergo puttanate per vendere  :pariammncuoll:

Questo non è vero.
Sul Come se mi permetti tra Matteo, Marco e Giovanni ne è pieno di papiri..
Sul quando si interpreta...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 13 Marzo, 2011, 02:58:52 am
Sara' anche un evento di straordinaria rarita' e che le centrali atomiche siano relativamente sicure ma spero che il referendum in Italia le affossi definitivamente e che ben presto in Europa si possa discutere di energia rinnovabile e non inquinante.
Sentivo su NHK che c'è un problema grave quanto l'esplosione del reattore in Giappone ed è l'entrata in contatto di alcune falde acquifere con le scorie nucleari stoccate.
Ora non essendo un esperto non so quale sia la portata del fenomeno,vedevo solo le facce preoccupate degli ingegneri Giapponesi.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Doctor J - 13 Marzo, 2011, 11:38:35 am
Sara' anche un evento di straordinaria rarita' e che le centrali atomiche siano relativamente sicure ma spero che il referendum in Italia le affossi definitivamente e che ben presto in Europa si possa discutere di energia rinnovabile e non inquinante.
Sentivo su NHK che c'è un problema grave quanto l'esplosione del reattore in Giappone ed è l'entrata in contatto di alcune falde acquifere con le scorie nucleari stoccate.
Ora non essendo un esperto non so quale sia la portata del fenomeno,vedevo solo le facce preoccupate degli ingegneri Giapponesi.

senza capirne una beata mazza sulla cosa, solo per quello che leggo sui siti , strumentalizzato o meno, io i miei figli vicino una centrale nucleare non vorrei farli vivere. E credo nessuno lo voglia...il nucleare con questo disastro può continuare certamente perchè se l'energia è indispensabile bisogna darsi il pizzico sulla pancia, ma nessuno potrà più dirci che è tutto sicuro...Immaginiamo che qui non arrivi mai un terremoto così ma io vivo ai piedi del Vesuvio...che dite, un'eruzione non potrebbe comunque fare danni anche a una centrale?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 13 Marzo, 2011, 11:44:03 am
senza capirne una beata mazza sulla cosa, solo per quello che leggo sui siti , strumentalizzato o meno, io i miei figli vicino una centrale nucleare non vorrei farli vivere. E credo nessuno lo voglia...il nucleare con questo disastro può continuare certamente perchè se l'energia è indispensabile bisogna darsi il pizzico sulla pancia, ma nessuno potrà più dirci che è tutto sicuro...Immaginiamo che qui non arrivi mai un terremoto così ma io vivo ai piedi del Vesuvio...che dite, un'eruzione non potrebbe comunque fare danni anche a una centrale?
Ma infatti la centrale non la costruiscono a Boscotrecase o Torre Del Greco...ma ch simm o verament strunz? :sospetto:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Doctor J - 13 Marzo, 2011, 11:56:15 am
Ma infatti la centrale non la costruiscono a Boscotrecase o Torre Del Greco...ma ch simm o verament strunz? :sospetto:

da qualche parte le dovranno fare ! Già stanno uscendo vari governatori a dire che nelle loro regioni non ce ne saranno...io ti dico che se saranno costruite quello che avverrà da parte delle popolazioni locali sarà 100 volte la protesta di chiaiano o terzigno...poi vedrete
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 13 Marzo, 2011, 11:57:47 am
da qualche parte le dovranno fare ! Già stanno uscendo vari governatori a dire che nelle loro regioni non ce ne saranno...io ti dico che se saranno costruite quello che avverrà da parte delle popolazioni locali sarà 100 volte la protesta di chiaiano o terzigno...poi vedrete
Il problema non si pone tanto il referendum non passerà dato che su questa tragedia ci stanno già marciando i talebani anti-nuclearisti di professione.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Doctor J - 13 Marzo, 2011, 12:09:32 pm
Il problema non si pone tanto il referendum non passerà dato che su questa tragedia ci stanno già marciando i talebani anti-nuclearisti di professione.

sì ma la maggioranza è di chi lo vuole il nucleare, comprese rai e mediaset che influenzeranno tutti. Quindi il nucleare passerà tranquillamente
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 13 Marzo, 2011, 12:41:23 pm
Il problema non si pone tanto il referendum non passerà dato che su questa tragedia ci stanno già marciando i talebani anti-nuclearisti di professione.


e dall'altra parte ci sono le facce di bronzo che candidamente affermano che non è successo nulla di grave
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 13 Marzo, 2011, 12:52:50 pm
Il problema non si pone tanto il referendum non passerà dato che su questa tragedia ci stanno già marciando i talebani anti-nuclearisti di professione.

Io sono un antinuclearista da sempre e non mi reputo talebano.
Uno dei siti di stoccaggio dei scorie nucleari scelti da questi "saggi del nucleare" in >Italia è Scanzano Jonico.
Ebbane quella zona è a grossissimo rischio sismico ed è nei pressi di una della piu' grandi falde acquifere del Meridione,perchè io dovrei avallare sta strunzata?
Perchè i siti di stoccaggio non li fanno in Brianza,a Venezia e a Verona che non sono altamente sismiche?
Se il Nucleare deve essere l'ennesima inculatura verso i Meridionali,al Nord le strutture energetiche e a noi le scorie,se lo tenessero caro caro.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 13 Marzo, 2011, 13:34:28 pm
Fosse dio ci dessero una centrale.
Abbiamo la campagna più inquinata d'Europa, una centrale non metterebbe e non leverebbe sotto questo aspetto.
Inoltre quello che sta fuoriuscendo dai reattori sono praticamente particelle alpha (http://it.wikipedia.org/wiki/Particella_%CE%B1)...quindi non creano nessun disagio.
L'esplosione di un reattore nucleare è un evento talmente remoto (lo state vedendo in Giappone dove in pratica i due impianti di Fukuhoka andranno rifatti daccapo..)
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 13 Marzo, 2011, 17:15:27 pm
I morti sono 10.000 (!!!)
Inoltre..

   
    Vulcano in eruzione sull'isola giapponese di Kyushu. Gas e ceneri stanno fuoriuscendo dal cratere dello Shinmoedake, alto 1.420 metri. Il vulcano si era svegliato a gennaio per la prima volta dopo 52 anni. Le autorità hanno ristretto l'accesso alla montagna, che appartiene alla catena kirishima, composta da una ventina di vulcani.

Questo per farvi capire che non è una singola scossa, ma lo slitttamento di una intera placca.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: I'm a TransBanana - 13 Marzo, 2011, 17:36:54 pm
è una cosa di proporzioni bibliche..
veramente.. siamo in una pagina di storia qui...visto quello che sta accadendo nel mondo in questo periodo.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Eleuteria - 13 Marzo, 2011, 17:42:40 pm
Questo non è vero.
Sul Come se mi permetti tra Matteo, Marco e Giovanni ne è pieno di papiri..
Sul quando si interpreta...
Non so a cosa ti riferisci,ma non penso ci sia scritto che nel 2012 viene la fine del mondo.

Che tutto possa avere un inizio e una fine lo sanno anche i sassi.Il quando,per fortuna,nessuno lo sa e Dio non ce lo ha detto.




Sul nucleare,da emerito ignorante quale sono,se dovessi votare direi di no.Le abbiamo chiuse nell'86 e invece di fare un passo importante in avanti,magari aprendo qualche centro di energia alternativa,magari cercando di sfruttare la munnezza,l'acqua,il vento o qualsiasi altra cosa,riapriamo il nucleare che tra 30 anni sarà a dir poco obsoleto?Investiamo sul futuro!
Come le squadre di pallone:quando le cose non vanno bene,non si può continuare a comprare 30enni o ultra 30enni bolliti,come fa la Rube,che infatti naviga in un mare di merda.Si investe sul vivaio. Noi abbiamo tantissime potenziali risorse "alternative" e apriamo questo schifo?La Svezia,per citare una grande nazione,tra pochi anni sarà indipendente dal petrolio.E ora ne consuma pochissimo.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 13 Marzo, 2011, 17:47:18 pm
Non so a cosa ti riferisci,ma non penso ci sia scritto che nel 2012 viene la fine del mondo.

Che tutto possa avere un inizio e una fine lo sanno anche i sassi.Il quando,per fortuna,nessuno lo sa e Dio non ce lo ha detto.




Sul nucleare,da emerito ignorante quale sono,se dovessi votare direi di no.Le abbiamo chiuse nell'86 e invece di fare un passo importante in avanti,magari aprendo qualche centro di energia alternativa,magari cercando di sfruttare la munnezza,l'acqua,il vento o qualsiasi altra cosa,riapriamo il nucleare che tra 30 anni sarà a dir poco obsoleto?Investiamo sul futuro!
Come le squadre di pallone:quando le cose non vanno bene,non si può continuare a comprare 30enni o ultra 30enni bolliti,come fa la Rube,che infatti naviga in un mare di merda.Si investe sul vivaio. Noi abbiamo tantissime potenziali risorse "alternative" e apriamo questo schifo?La Svezia,per citare una grande nazione,tra pochi anni sarà indipendente dal petrolio.E ora ne consuma pochissimo.

Per votare contro il Nucleare al referendum devi votare si,non ti dimenticare.....(http://www.na1926.net/forum/public/style_emoticons/default/biggrin.gif)


Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Eleuteria - 13 Marzo, 2011, 17:57:04 pm
Per votare contro il Nucleare al referendum devi votare si,non ti dimenticare.....(http://www.na1926.net/forum/public/style_emoticons/default/biggrin.gif)
:gz: che bella figur ch'agg azzeccat :gz:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Paolo861 - 13 Marzo, 2011, 18:38:21 pm
Questo non è vero.
Sul Come se mi permetti tra Matteo, Marco e Giovanni ne è pieno di papiri..
Sul quando si interpreta...
E di certo terremoti e altri eventi naturali non possono essere inseriti come episodi di una fine del mondo
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: strano^^ - 13 Marzo, 2011, 19:53:42 pm
http://www.giornalettismo.com/archives/117493/terremoto-in-giappone-guarda-il-prima-e-il-dopo/

Fa rendere conto della devastazione...mio dio...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Doctor J - 13 Marzo, 2011, 19:57:47 pm
E di certo terremoti e altri eventi naturali non possono essere inseriti come episodi di una fine del mondo

insomma...a me sembra proprio che nella Bibbia si parli di eventi naturali come segni del giorno del giudizio, solo che Gesù ne parla come segni dal cielo, come le potenze dei cieli...stando al Vangelo i segni potrebbero essere più asteroidi o meteoriti o altre cose dallo spazio. Solo che in quel caso non sarà la natura ma Dio stesso a scatenare tutto.

Comunque a me tutti quelli che temono l'apocalisse mi fanno pensare che hanno capito poco della volontà di Dio, in queste cose o ci credi o non ci credi, se ci credi quando viene non ti deve preoccupare, ti deve preoccupare come ci arrivi tu...nel senso che la fine di tutto ti deve trovare pronto. Io mi preoccupo come sono adesso non del fatto se ho ancora 10 anni o 20 anni a disposizione
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Eleuteria - 13 Marzo, 2011, 21:47:37 pm
insomma...a me sembra proprio che nella Bibbia si parli di eventi naturali come segni del giorno del giudizio, solo che Gesù ne parla come segni dal cielo, come le potenze dei cieli...stando al Vangelo i segni potrebbero essere più asteroidi o meteoriti o altre cose dallo spazio. Solo che in quel caso non sarà la natura ma Dio stesso a scatenare tutto.

Comunque a me tutti quelli che temono l'apocalisse mi fanno pensare che hanno capito poco della volontà di Dio, in queste cose o ci credi o non ci credi, se ci credi quando viene non ti deve preoccupare, ti deve preoccupare come ci arrivi tu...nel senso che la fine di tutto ti deve trovare pronto. Io mi preoccupo come sono adesso non del fatto se ho ancora 10 anni o 20 anni a disposizione
Se non hai paura della morte ti proporrei come beato,perché io mi caco sotto :asd: anche se hai ragione.il discorso da fedele fila eccome.


in ogni caso non ho paura del 2012 semplicemente perché è un'invenzione di tanti cazzari.

P.S. sulla fine del mondo,Nostradamus ci dice che ci sarà un diluvio di fuoco(guerra nucleare?eruzioni?),la parte di Bibbia che si legge in Chiesa "usualmente" parla di cose,sempre volute da Dio,ma che vengono dal cielo,come tu dicevi.

Ma secondo me quel giorno è lontano.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 13 Marzo, 2011, 23:43:23 pm
Non so a cosa ti riferisci,ma non penso ci sia scritto che nel 2012 viene la fine del mondo.

Che tutto possa avere un inizio e una fine lo sanno anche i sassi.Il quando,per fortuna,nessuno lo sa e Dio non ce lo ha detto.




Sul nucleare,da emerito ignorante quale sono,se dovessi votare direi di no.Le abbiamo chiuse nell'86 e invece di fare un passo importante in avanti,magari aprendo qualche centro di energia alternativa,magari cercando di sfruttare la munnezza,l'acqua,il vento o qualsiasi altra cosa,riapriamo il nucleare che tra 30 anni sarà a dir poco obsoleto?Investiamo sul futuro!
Come le squadre di pallone:quando le cose non vanno bene,non si può continuare a comprare 30enni o ultra 30enni bolliti,come fa la Rube,che infatti naviga in un mare di merda.Si investe sul vivaio. Noi abbiamo tantissime potenziali risorse "alternative" e apriamo questo schifo?La Svezia,per citare una grande nazione,tra pochi anni sarà indipendente dal petrolio.E ora ne consuma pochissimo.

Le abbiamo chiuse nell'86, due mesi dopo Chernobyl.
E' da ignorante (non mi riferisco a voi eh...) dire che il Nucleare non sia una energia pulita.
Napoli ha avuto l'Italsider per 80 anni e nisciun ha ciatat. Ha avuto le raffinerie a San Giovanni per 100 anni e nisciun ha ciatat.
Le raffinerie a San Giovanni sono esplose, perché il bitume prende fuoco facilmente. Oggi facciamo corrente..(detto terra terra..) grazie al petrolio.
In alternativa c'è l'idroelettrico e mi pare che dopo il Vajont, nisciun abbia ciatato.
Le risorse "alternative" che dite voi, evidentemente senza aver mai preso in mano un Piano energetico Nazionale, sono insufficienti e soprattutto energeticamente poco valide.
Per il fotovoltaico ci vorrebbero tonnellate di pannelli su ogni tetto, a spese dei privati. Ditemi voi se è possibile. E poi, di inverno produrrebbe neanche un sesto dell'energia richiesta.
L'eolico oltre a deturpare l'ambiente è rumoroso. State voi sotto un impianto a pale eoliche per più di 10 minuti...e poi non siamo cazzi di fare una discarica, facciamo un Parco eolico? Già vedo gli ambientalisti stesi sulle autostrade. E poi, dove cazzo sta tutto sto vento in Italia? Viviamo su Giove con venti a 800Km/h?

E' come quello che considera "pulita" l'auto elettrica. Con l'elettricità prodotta dal petrolio e dal carbone.

L'unica alternativa è il nucleare. Pochi cazzi.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 14 Marzo, 2011, 00:37:19 am
Energia Geotermica,Energia Idroelettrica,Energia Solare grazie a pannelli Nanotecnologici,Energia Mareomotrice,Energia Eolica,Energia derivante dalla differenziazione dei rifiuti.
Questi sono tutti tipi di energia alternativa applicabile in Italia.
L'insieme di queste fonti ci darebbero un buon margine di autarchia energetica e noi giustamente pensiamo al Nucleare come unica fonte di sviluppo.
Poi in Italia mi debbono ancora spiegare dove vogliono metterle le centrali e dove saranno i centri di stoccaggio delle scorie.
Le centrali Atomiche possono essere sicure quanto vogliono,preferisco trovare fonti alternative e pagare piu' sulla bolletta che accollarmi l'onere di lasciare ai miei figli delle bombe a cielo aperto e delle scorie con cui dovranno convivere.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Mister Montana - 14 Marzo, 2011, 01:21:21 am
In effetti l'unico problema (non da poco) è rappresentato dallo stoccaggio delle scorie.
Da profano ipotizzo solo una soluzione, mandarli in Antartide dividendo la spesa insieme ad una cinquantina di centrali (altrimenti finisci per spendere più soldi per portarli lì che per continuare a dipendere dal petrolio).

Le centrali, come dimostra la tragedia giapponese, sono sicurissime. Le scorie tutt'altro...Poi, se la soluzione non ufficiale è quella di mandarle clandestinamente in Algeria o, peggio ancora (dal nostro punto di vista), nelle discariche del napoletano o del casertano...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Big cannavaro - 14 Marzo, 2011, 01:21:27 am
i Palazzi sono contruiti nella maggior parte dei casi, su fondazioni mobili ed oscillanti.
Oscillano fino al punto di rottura e tornano indietro.

in italia l'edilizia è diversa, le case sono al massimo di 8 piani...
Io sto al decimo è c'è ne sono altri te sopra la mia testa ;look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 14 Marzo, 2011, 01:21:53 am
Sulla differenziazione...io mi domando e dico: se non volete i Termovalorizzatori, dove cavolo la generate questa fantomatica energia.
E poi...credimi, non hai citato una fonte di energia valida a soppiantare l'utilizzo del combustibile fossile. Neanche una.
La geotermica poi...ma hai la più vaga idea di cosa servirebbe per sviluppare impianti geotermici?

Posate qui una laurea in Fisica oppure una in Ingegneria Nucleare e vi sto a sentire.
Sono cose che neanche lontanamente possono essere affrontate con una tale leggerezza. Io ci capisco poco, non so voi..ma davvero io posso arrivare al presente. Perché l'energia ci serve adesso. Ed è quella nucleare la più vicina, economica e soprattutto P U L I T A. Cosa che ad esempio la geotermica non è. Visto che poi alla fine equivale all'energia nucleare per impatto distruttivo...:asd:

Sulle altre ho già espresso la mia opinione.

Tutta aria fritta.

W il Nucleare!


P.S ai nostri nipoti lasciamo lo scempio delle nostre campagne. Già questo basta e avanza.

Le scorie vengono stoccate sotto terra. In bare di cemento armato a prova stagna. Possono stare lì buone per millenni.

Sotto la terra che calpestate...un pò più giù..c'è in pratica un altro sole per la capacità di produrre radiazioni...ed è quello che volete usare per la Geotermica...:asd:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Mister Montana - 14 Marzo, 2011, 01:28:33 am
Ecco, il punto sta nel fornire alla gente soluzioni sicure.

La tragedia giapponese rappresente un fortuito e drammatico test superato a pieni voti dalle centrali. Lo stoccaggio, invece è un problema oggettivo.
Se la gente può essere certa di non trovarsi radiazioni pericolose in prossimità del deretano, allora non è solo possibile recuperare il nucleare, ma addirittura conveniente e necessario.

La verità è che in Italia il dibattito è morto. Noi siamo abituati ai dogmi e quindi non se ne può neanche parlare.

L'ambientalismo per anni è andato di moda...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 14 Marzo, 2011, 01:33:45 am
Ma a parte l'ambientalismo...andate a Lardarello, Pisa...Giorgio ve lo può dire: c'è l'unica centrale geotermica italiana.
E' praticamente piantata nella Solfatara...fa paura solo a guardarla e produce davvero poco. E costa tanto..perché si deve scendere nel sottosuolo.
Diverso è il caso della geomgmatica. Ma a meno che non andate fin sotto il Vesuvio..non otterrete nulla.
E che dice la gente? Che è meglio andare a sfrocoliare un vilcano? Che alla fine con la geoelettrica che utilizza comunque materiali radioattivi, si è più tranquilli?

La realtà è che ognuno di noi si erge a paladino prima della Corrente alternata, quella di Tesla per intenderci, poi addirittura del ciclo dei rifiuti, salvo poi manifestare contro un Termovalorizzatore.
Allora lasciate fare ai Fisici Nucleari italiani che sono i migliori al mondo. Non a caso Fermi è quello che ha inventato i cadmi..
Non usate parole a pappagallo e studiatele davvero le situazioni.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 14 Marzo, 2011, 01:40:03 am
Le abbiamo chiuse nell'86, due mesi dopo Chernobyl.
E' da ignorante (non mi riferisco a voi eh...) dire che il Nucleare non sia una energia pulita.
Napoli ha avuto l'Italsider per 80 anni e nisciun ha ciatat. Ha avuto le raffinerie a San Giovanni per 100 anni e nisciun ha ciatat.
Le raffinerie a San Giovanni sono esplose, perché il bitume prende fuoco facilmente. Oggi facciamo corrente..(detto terra terra..) grazie al petrolio.
In alternativa c'è l'idroelettrico e mi pare che dopo il Vajont, nisciun abbia ciatato.
Le risorse "alternative" che dite voi, evidentemente senza aver mai preso in mano un Piano energetico Nazionale, sono insufficienti e soprattutto energeticamente poco valide.
Per il fotovoltaico ci vorrebbero tonnellate di pannelli su ogni tetto, a spese dei privati. Ditemi voi se è possibile. E poi, di inverno produrrebbe neanche un sesto dell'energia richiesta.
L'eolico oltre a deturpare l'ambiente è rumoroso. State voi sotto un impianto a pale eoliche per più di 10 minuti...e poi non siamo cazzi di fare una discarica, facciamo un Parco eolico? Già vedo gli ambientalisti stesi sulle autostrade. E poi, dove cazzo sta tutto sto vento in Italia? Viviamo su Giove con venti a 800Km/h?

E' come quello che considera "pulita" l'auto elettrica. Con l'elettricità prodotta dal petrolio e dal carbone.

L'unica alternativa è il nucleare. Pochi cazzi.
quanto sei bello
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Mister Montana - 14 Marzo, 2011, 01:46:59 am
Io, avendo protestato contro il termovalorizzatore, non mischierei i due discorsi.
I dettagli tecnici non sono di competenza del cittadino medio (che ha solo il diritto di veder tutelata la propria salute). Sul termovalorozzatore hanno espresso forti perplessità diversi medici (compreso Veronesi "in privato") che di patologie oncologiche ne capiscono più dei fisici.
Sulla centrale invece l'allarme è stato ricollegato esclusivamente alla collocazione delle scorie ed alla stabilità della centrale.
Se i fisici, che da questo punto di vista ne capiscono molto più dei medici, forniscono garanzie sotto il profilo delle soluzioni tecnologiche, non vedo perchè il cittadino debba lamentarsi, visto che potrebbe risparmiare sulla bolletta e svincolarsi dalla petrodipendenza (oltre a dare lavoro a 6-700 persone).
Il punto sta nel rilanciare il dibattito, partendo dalla consapevolezza che bisogna convincere milioni di persone che, soprattutto dalle nostre parti, stentano a fidarsi (e neanche hanno tutti i torti).
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 14 Marzo, 2011, 01:49:18 am
i cittadini si lamentano del nucleare perché sono convinti che le scorie finirebbero nelle discariche o perché le centrali stesse farebbero acqua da tutte le parti nuclearizzando le zone dove verrebbero costruite. E' una evidente dichiarazione di resa, come per dire: lasciamo perdere il nucleare, siamo troppo idioti per poterlo usare, torniamo a lanciarci le palle di merda a vicenda mentre siamo appesi ad un ramo di un albero, comunicando a fonemi monosillabici :sisi:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 14 Marzo, 2011, 01:51:06 am
Non c'è bisogno di una laurea in Ingegneria o in Fisica per sapere che le centrali nucleari attuali sono insicure e che le scorie generate a contatto con la falda acquifera fanno dei danni irreparabili.
Le fonti energetiche alternative esistono e sono disponibili nello stesso tempo della costruzione e della messa in funzione di una centrale nucleare.
Le centrali Geotermiche sono usate poco e male,una nota Universita' del Massachussets ha affermato scientificamente che il potenziale della Geotermia è enorme e noi ne sfruttiamo una parte risibile.
Oggi grazie allo sviluppo delle Nanotecnologie sono stati sperimentati pannelli migliaia di volte piu' efficienti degli attuali.
Per non parlare dell'energia Oceanica e dell'energia Mareomotrice,che sono il futuro delle fonti rinnovabili perchè guardacaso,gli oceani e di conseguenza l'acqua sono l'elemento dominante sulla terra.
Se fatti bene,i termovalorizzatori possono produrre energia e inquinare poco.
E' normale che se si vogliono costruire i termovalorizzatori con gli scarti delle centrali dell'ex Urss e sia vietato l'accesso al personale civile,c'è gente che protesta.
Un futuro diverso è possibile,le tecnologie ci sono,costeranno anche di piu' ma la salute non ha prezzo.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 14 Marzo, 2011, 02:03:27 am
Non c'è bisogno di una laurea in Ingegneria o in Fisica per sapere che le centrali nucleari attuali sono insicure e che le scorie generate a contatto con la falda acquifera fanno dei danni irreparabili.
Le fonti energetiche alternative esistono e sono disponibili nello stesso tempo della costruzione e della messa in funzione di una centrale nucleare.
Le centrali Geotermiche sono usate poco e male,una nota Universita' del Massachussets ha affermato scientificamente che il potenziale della Geotermia è enorme e noi ne sfruttiamo una parte risibile.
Oggi grazie allo sviluppo delle Nanotecnologie sono stati sperimentati pannelli migliaia di volte piu' efficienti degli attuali.
Per non parlare dell'energia Oceanica e dell'energia Mareomotrice,che sono il futuro delle fonti rinnovabili perchè guardacaso,gli oceani e di conseguenza l'acqua sono l'elemento dominante sulla terra.
Se fatti bene,i termovalorizzatori possono produrre energia e inquinare poco.
E' normale che se si vogliono costruire i termovalorizzatori con gli scarti delle centrali dell'ex Urss e sia vietato l'accesso al personale civile,c'è gente che protesta.
Un futuro diverso è possibile,le tecnologie ci sono,costeranno anche di piu' ma la salute non ha prezzo.
renato non capisco perché le scorie dovrebbero entrare in contatto con le falde acquifere, esistono dei siti di stoccaggio adatti, e sono quelli di argilla o di granito, noi in italia ne abbiamo a volontà, e non tutto il territorio sotto il nostro controllo è "zona sismica". Per altro se non sono sicure le centrali nucleari non so cosa dovrebbe esserlo.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 14 Marzo, 2011, 02:15:18 am
renato non capisco perché le scorie dovrebbero entrare in contatto con le falde acquifere, esistono dei siti di stoccaggio adatti, e sono quelli di argilla o di granito, noi in italia ne abbiamo a volontà, e non tutto il territorio sotto il nostro controllo è "zona sismica". Per altro se non sono sicure le centrali nucleari non so cosa dovrebbe esserlo.

Giulio ti dico soltanto che i nostri esperti come sito di stoccaggio per le scorie nucleari hanno ipotizzato Scanzano Jonico.
Zona altamente sismica e bacino idrico di un intera zona.
In piu' sono da anni sostenitore delle nuove fonti rinnovabili che devono soppiantare nel futuro Petrolio e Centrali Nucleari.
Basta con energia che crea grossi rifiuti di scarto,gli sforzi,economici e scientifici,devono andare tutti verso una nuova concezione di energia,pulita e sicura.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Gattista Militante - 14 Marzo, 2011, 02:31:44 am
Giulio ti dico soltanto che i nostri esperti come sito di stoccaggio per le scorie nucleari hanno ipotizzato Scanzano Jonico.
Zona altamente sismica e bacino idrico di un intera zona.
In piu' sono da anni sostenitore delle nuove fonti rinnovabili che devono soppiantare nel futuro Petrolio e Centrali Nucleari.
Basta con energia che crea grossi rifiuti di scarto,gli sforzi,economici e scientifici,devono andare tutti verso una nuova concezione di energia,pulita e sicura.
il nucleare è energia pulita, in confronto a ciò che abbiamo utilizzato fino ad oggi, ed è comunque l'unica speranza che abbiamo. Le altre energie rinnovabili sono delle vere e proprie truffe, lasciamole perdere.
Le uniche rinnovabili degne di attenzione sono l'idroelettrico ed il solare di Rubbia, le altre fanno tutte schifo per motivi tecnici che ora non mi dilungo a spiegare
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 14 Marzo, 2011, 02:50:51 am
il nucleare è energia pulita, in confronto a ciò che abbiamo utilizzato fino ad oggi, ed è comunque l'unica speranza che abbiamo. Le altre energie rinnovabili sono delle vere e proprie truffe, lasciamole perdere.
Le uniche rinnovabili degne di attenzione sono l'idroelettrico ed il solare di Rubbia, le altre fanno tutte schifo per motivi tecnici che ora non mi dilungo a spiegare

Il Nucleare energia pulita?.....nel 2008 la Commissione ITRE del parlamento Europeo ha respinto tale inesattezza.
Il Nucleare non è una fonte di energia annoverabile in quelle pulite e rinnovabili,io ammetto di essere un ambientalista sfegatato,ma di questa commissione fanno parte Scienziati,Fisici e Ingegneri,sicuramente non gli ultimi arrivati.
Le altre fonti rinnovabili fanno schifo?...dipende.
Se a loro destini briciole di studi e di investimenti è normale.
L'energia Oceanica e Mareomotrice è gia' un realta',l'energia Geotermica anche,grazie alle Nanostar fra un po avremo pannelli solari molto efficienti e a basso costo.
Tutto questo è una truffa?...non credo,è il tentativo di abbandonare la vecchia concezione energetica che per produrre bisogna inquinare.
L'insieme delle energie rinnovabili puo' attenuare di molto il fabbisogno energetico Italiano,bastano solo un po di volonta' e investimenti mirati.
Per una volta vorrei che si dicesse che il vero perchè del tentativo di costruire centrali nucleari in Italia....per arricchire le lobby bancarie ed energetiche.
Tanto chi governa quelle multinazionali del malaffare si tiene ben lontano da abitare vicino ad una centrale nucleare e se ne fotte dei problemi che ne possono scaturire,Scorie in primis.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 14 Marzo, 2011, 03:23:56 am
Vabbuò ja... Alla fine c'è sempre il complotto.
Se sei veramente ambientalista dovresti essere anche contro l'idroelettrico, poiché creare bacini artificiali può nuocere la salute dei pesci che risalgono il corso dei fiumi o di animali che vivono sulle rive dei corsi dei fiumi.
L'Eolico come il Solare occupano un sacco di spazio per produrre energia... E se il pannello solare lo puoi schiaffare praticamente ovunque (Basta lo spazio) le centrali eoliche possono essere posizionate solo in punti specifici. Io spero di riuscire un giorno a mettermi il pannello fotovoltaico sul tetto, dato che ho centinaia di metri quadrati di tetto, per risparmiare e per contribuire, ma non è la soluzione su larga scala secondo me, non oggi che i pannelli riescono a sfruttare solo parte dell'energia solare, quelli in commercio oggi hanno un efficienza quasi pari al 20%... Quelli di cui parli tu sono solo sperimentali, quindi ora è aria fritta, come parlare delle centrali a Fusione Nucleare (Che risolverebbero ogni problema energetico probabilmente)... Il modo più veloce, sicuro ed efficiente per produrre energia oggi sono le centrali a fissione nucleare.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 14 Marzo, 2011, 10:01:01 am
Con l'Idroelettrico sono morte migliaia di persone. L'Idroelettrico è tutto fuorché "pulito" visto che l'ambiente viene totalmente stravolto da Dighe e i percorsi dei fiumi cambiati al solo scopo di produrre elettricità.
Ma anche se può sembrare paradossale, l'idroelettrico non può essere realizzato in Italia. Non ci sono fiumi o zone che permettono lo sviluppo di centrali "potenti".

Quindi cosa ci resta? Il Termovalorizzatore...non fatemi ridere, ci avete rotto le palle per mesi sul fatto che il Termovalorizzatore non si dovesse fare.

L'Italia deve raggiungere l'autarchia sotto il profilo energetico. Il resto sono chiacchiere.

P.S. le Lauree c'entrano. Cazzo se c'entrano. Non si può sempre fare i "tuttologi". Altrimenti finiamo per imitare il nostro presidente del Consiglio.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 14 Marzo, 2011, 10:13:21 am
Pure le bombole del gas sono pericolose però tutti le abbiamo in casa nelle stufe eppure fanno più morti quelle che le centrali nucleari per dire. Volendo ragionare "filosoficamente" pure quando ti fai la doccia potresti morire. Volendo ragionare "anzianamente" stamm sott o ciel. Però il problema è che se vuoi le strade ben illuminate, 5 televisori a casa, 3 pc, l'x box e la playstation hai bisogno di energia. Io sono il primo che dice che bisognerebbe abbassare i consumi e tutti gli sprechi che facciamo nelle nostre case, però è un ragionamento che faccio per me stesso. A casa mia questa primavera cambieremo gli infissi e metteremo la stufa a pallets che pure inquina ma almeno non ci pesa sulla bolletta del gas che diventa ogni anno più cara. Detto ciò se volete e vi piace vivere in una società post-qualcosa avete bisogno di energia, tanta energia.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 14 Marzo, 2011, 10:19:35 am
Altrimenti la soluzione è tornare ad inserrare le pummarole e a crescere e puorc. Il che non guasterebbe perché nella vita bucolica ci ho sempre trovato un non so che di erotico. :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 14 Marzo, 2011, 10:21:04 am
Oh poi ci rompono i coglioni con l'HAARP e vogliono il geomagnetico o il geotermico.

Anche io voglio andare in vacanza su Marte, ma se pretendo di farlo nei prossimi 10 anni mi sa che me stong 'a casa...

E' ovvio che ci siano alternative. Esistono alternative a tutto.

Ma il Mondo Classico ci ha insegnato che inseguire le Chimere è inutile e pericoloso. Meglio migliorare ciò che abbiamo a portata di mano.

Visto che oggi l'elettricità noi la facciamo tramite:

[list=1]



Da questo come se fosse magia, volete:
[list=1]


Fatelo in 10 anni...ditemi che è possibile e riderò per un mese.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: peppemassa - 14 Marzo, 2011, 10:37:32 am
In effetti l'unico problema (non da poco) è rappresentato dallo stoccaggio delle scorie.
Da profano ipotizzo solo una soluzione, mandarli in Antartide dividendo la spesa insieme ad una cinquantina di centrali (altrimenti finisci per spendere più soldi per portarli lì che per continuare a dipendere dal petrolio).

Le centrali, come dimostra la tragedia giapponese, sono sicurissime. Le scorie tutt'altro...Poi, se la soluzione non ufficiale è quella di mandarle clandestinamente in Algeria o, peggio ancora (dal nostro punto di vista), nelle discariche del napoletano o del casertano...

Non ho letto tutti i post. Tu le hai lette le ultime notizie? Quando si parla di centrali a energia atomica l'aggettivo "sicuro" è già una iperbole priva di consistenza reale, figuriamoci "sicurissimo" o "sicurissime"...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 14 Marzo, 2011, 10:38:56 am
Tornando agli amici giapponesi credo proprio stiano nella merda. Dal punto di vista finanziario sono ormai 10 anni che andavano avanti a yen stampati dalla BoJ, la crescita era bassa e sono pieni di debiti (circa il 200% del Pil). L'impatto di questa catastrofe anche da questo punto di vista sarà immane da soli non ce la faranno mai. I cinesi stanno a guardare pronti a colonizzare i nemici storici.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: peppemassa - 14 Marzo, 2011, 10:40:49 am
Pure le bombole del gas sono pericolose però tutti le abbiamo in casa nelle stufe eppure fanno più morti quelle che le centrali nucleari per dire. Volendo ragionare "filosoficamente" pure quando ti fai la doccia potresti morire. Volendo ragionare "anzianamente" stamm sott o ciel. Però il problema è che se vuoi le strade ben illuminate, 5 televisori a casa, 3 pc, l'x box e la playstation hai bisogno di energia. Io sono il primo che dice che bisognerebbe abbassare i consumi e tutti gli sprechi che facciamo nelle nostre case, però è un ragionamento che faccio per me stesso. A casa mia questa primavera cambieremo gli infissi e metteremo la stufa a pallets che pure inquina ma almeno non ci pesa sulla bolletta del gas che diventa ogni anno più cara. Detto ciò se volete e vi piace vivere in una società post-qualcosa avete bisogno di energia, tanta energia.

Boooom! Ma da dove l'hai presa questa statistica? Credo che già solo Chernobyl abbia sbilanciato il calcolo dalla parte delle centrali per i prossimi cento anni. Quando parli di morti delle centrali nucleari non pensare solo alle esplosioni eventuali delle centrali, agli incendi, ecc., ma calcola tutti i morti per le conseguenze dirette o indirette delle radiazioni e ti renderai conto di quello che hai scritto, forse...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 14 Marzo, 2011, 10:40:53 am
Non ho letto tutti i post. Tu le hai lette le ultime notizie? Quando si parla di centrali a energia atomica l'aggettivo "sicuro" è già una iperbole priva di consistenza reale, figuriamoci "sicurissimo" o "sicurissime"...
Tu un edifico dove avviene una fissione nucleare che resiste ad un terremoto 9.0 ed a tsunami di 10 metri(la centrale sta a 20 metri dal mare) e che si guasta solo perché una pompa a diesel non ha funzionato come lo chiami?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 14 Marzo, 2011, 10:45:10 am
Boooom! Ma da dove l'hai presa questa statistica? Credo che già solo Chernobyl abbia sbilanciato il calcolo dalla parte delle centrali per i prossimi cento anni. Quando parli di morti delle centrali nucleari non pensare solo alle esplosioni eventuali delle centrali, agli incendi, ecc., ma calcola tutti i morti per le conseguenze dirette o indirette delle radiazioni e ti renderai conto di quello che hai scritto, forse...
Il problema è che se uno muore per via di una fuga di gas lo sai sicuro. Tu puoi asserire con sicurezza che tutti i morti per tumore in Ucraina, Russia ecc. siano dovuti a Cernobyl? Inoltre ricordiamo per una volta che lì la tragedia ebbe delle responsabilità POLITICHE e che i sovietici attesero prima che questa parte della cortina si accorgesse che qualcosa verso est stava andando storto e poi diedero l'allarme. Mandarono centinaia di persone a spegnere l'incendio con una mascherina anti-gas (!!!!!!!!!!!!!!) e non evacuarono la cittadine perché 'ncap a loro era tutto ok!
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: peppemassa - 14 Marzo, 2011, 10:46:24 am
Tu un edifico dove avviene una fissione nucleare che resiste ad un terremoto 9.0 ed a tsunami di 10 metri(la centrale sta a 20 metri dal mare) e che si guasta solo perché una pompa a diesel non ha funzionato come lo chiami?

Io una centrale nucleare progettata per resistere a qualsiasi evento naturale come un sisma, uno tsunami, una tempesta o un tornado, o quello che vuoi, che causa anche solo una decina di morti perché non regge veramente non la chiamo e non la chiamero mai "sicura". Qui di morti ce ne saranno molte di più. C'è da scommetterci. Temo anzi che fra qualche giorni si comincerà a parlare dei danni che saranno possibili nei paesi vicini. Cosa c'è di sicuro proprio non riesco a capirlo.

Se leggi meglio le notizie di stamattina ti rendi conto da solo che il disastro è ben più ampio di quello inizialmente ipotizzato dal governo giapponese. Non si tratta di una sola centrale, ma di diverse, e ci sono ancora rischi che potrebbero diventare concreti da un momento all'altro. L'emergenza non è finita. Le centrali giapponesi in questo momento non sono in sicurezza. Per niente.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: peppemassa - 14 Marzo, 2011, 10:47:52 am
Il problema è che se uno muore per via di una fuga di gas lo sai sicuro. Tu puoi asserire con sicurezza che tutti i morti per tumore in Ucraina, Russia ecc. siano dovuti a Cernobyl? Inoltre ricordiamo per una volta che lì la tragedia ebbe delle responsabilità POLITICHE e che i sovietici attesero prima che questa parte della cortina si accorgesse che qualcosa verso est stava andando storto e poi diedero l'allarme. Mandarono centinaia di persone a spegnere l'incendio con una mascherina anti-gas (!!!!!!!!!!!!!!) e non evacuarono la cittadine perché 'ncap a loro era tutto ok!

Ci sono esperti francesi di energia nucleare che hanno già detto di ritenere sottostimati i rischi paventati dal governo giapponese e che su certi punti hanno volontariamente taciuto. Aspettiamo qualche giorno prima di sputare sentenze.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 14 Marzo, 2011, 10:53:15 am
Io una centrale nucleare progettata per resistere a qualsiasi evento naturale come un sisma, uno tsunami, una tempesta o un tornado, o quello che vuoi, che causa anche solo una decina di morti perché non regge veramente non la chiamo e non la chiamero mai "sicura". Qui di morti ce ne saranno molte di più. C'è da scommetterci. Temo anzi che fra qualche giorni si comincerà a parlare dei danni che saranno possibili nei paesi vicini. Cosa c'è di sicuro proprio non riesco a capirlo.

Se leggi meglio le notizie di stamattina ti rendi conto da solo che il disastro è ben più ampio di quello inizialmente ipotizzato dal governo giapponese. Non si tratta di una sola centrale, ma di diverse, e ci sono ancora rischi che potrebbero diventare concreti da un momento all'altro. L'emergenza non è finita. Le centrali giapponesi in questo momento non sono in sicurezza. Per niente.
Guarda che io sono d'accordo con te. Però proprio stamattina dal Giappone arrivano buone notizie. Almeno così leggo dalla diretta di Repubblica.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 14 Marzo, 2011, 10:53:29 am
Ripeto, non esiste impianto "sicuro".
Dal Vajont in poi, non si può pensare di produrre energia in sicurezza se non tramite il sole.
Il problema è che gli impianti a energia solare, ad oggi, non rendono. Sono costosissimi e soprattutto insistono su proprietà private.

Quindi il discorso pende verso il nucleare...e di molto.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 14 Marzo, 2011, 10:56:42 am
Ripeto, non esiste impianto "sicuro".
Dal Vajont in poi, non si può pensare di produrre energia in sicurezza se non tramite il sole.
Il problema è che gli impianti a energia solare, ad oggi, non rendono. Sono costosissimi e soprattutto insistono su proprietà private.

Quindi il discorso pende verso il nucleare...e di molto.
Il solare funziona solo se te lo paga lo Stato! Vediamo chi è disposto a spendere 30mila euro per farsi l'impianto a casa. :redcard:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 14 Marzo, 2011, 19:13:42 pm
Vabbuò ja... Alla fine c'è sempre il complotto.
Se sei veramente ambientalista dovresti essere anche contro l'idroelettrico, poiché creare bacini artificiali può nuocere la salute dei pesci che risalgono il corso dei fiumi o di animali che vivono sulle rive dei corsi dei fiumi.
L'Eolico come il Solare occupano un sacco di spazio per produrre energia... E se il pannello solare lo puoi schiaffare praticamente ovunque (Basta lo spazio) le centrali eoliche possono essere posizionate solo in punti specifici. Io spero di riuscire un giorno a mettermi il pannello fotovoltaico sul tetto, dato che ho centinaia di metri quadrati di tetto, per risparmiare e per contribuire, ma non è la soluzione su larga scala secondo me, non oggi che i pannelli riescono a sfruttare solo parte dell'energia solare, quelli in commercio oggi hanno un efficienza quasi pari al 20%... Quelli di cui parli tu sono solo sperimentali, quindi ora è aria fritta, come parlare delle centrali a Fusione Nucleare (Che risolverebbero ogni problema energetico probabilmente)... Il modo più veloce, sicuro ed efficiente per produrre energia oggi sono le centrali a fissione nucleare.


Vincenzo non esiste il complotto?
Ti invito a guardare questo servizio delle iene.
Energia pulita affossata per far spazio al Nucleare e agli interessi di pochi.

[media]http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/214461/golia-energie-rinnovabili.html[/media]
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 14 Marzo, 2011, 19:16:44 pm
439 centrali nucleari nel mondo forniscono il 5% di tutta l’energia che produciamo


Ha un tremendo impatto AmbientaleIl 70% dell’energia francese è prodotta dalle centrali elettriche nucleari. Il 40% di tutta l’acqua consumata in Francia è utilizzata per raffreddare i reattori nucleari. L’acqua riscaldata, espulsa dal reattore, inquina laghi e fiumi, già pesantemente colpiti da riscaldamento globale. Per costruire una centrale occorre una quantità enorme di cemento e la produzione di cemento è tra le causa del riscaldamento globale. Per estrarre e lavorare l’uranio fino a ricavare l’uranio arricchito da utilizzare nelle centrali, si utilizza tantissima energia. I benefici dal punto di vista ambientale, potenzialmente positivi sono di gran lunga minori se si considerano tutti i fattori che prendono parte alla produzione dell’energia nucleare.
Occorrono 7 anni per progettare una centrale nucleare e occorrono altri 7 per costruirla e per produrre energia. Poi occorrono altri 7 per recuperare l’energia spesa per costruire la centrale stessa. Quindi occorrono 20/21 anni perché una centrale nucleare diventi uno strumento produttivo. Vent’anni è decisamente un tempo troppo lungo perché siano utilizzate come soluzione al cambiamento climatico visto che la maggior parte degli scienziati concorda nell’affermare che i prossimi 8/15 anni saranno gli anni cruciali.

Ha un costo assurdo


Oggi ci sono 439 centrali nucleari nel mondo ed esse forniscono solo il 5% di tutta l’energia che produciamo. Per contrastare il cambiamento climatico l’industria nucleare si propone di produrre 20% dell’energia. Vuol dire che dovremmo mettere in costruzione 3 centrali nucleari ogni 30 giorni, anno dopo anno, per 60 anni. Ogni azienda pubblica che desidera costruire una centrale nucleare dovrà assumersi la responsabilità di smaltire i rifiuti (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd"). Dovrà accollarsi il costo di cercare una compagnia assicurativa che assicuri il reattore contro possibili incidenti. Inoltre dovrà includere nelle bollette dell’elettricità non solo i costi di costruzione delle reattore ma anche di smantellamento quando sarà inutilizzabile. Negli Usa abbiamo scoperto che lo smantellamento della centrale nucleare costa più della sua costruzione.
Quando Margaret Thatcher spinse la Gran Bretagna verso la privatizzazione del settore pubblico, mise sul mercato tutte le centrali di proprietà che aveva: a carbone, a gas e nucleari. Le vendette tutte tranne quelle nucleari, non ci fu alcuna offerta. Erano centrali già costruite e già operative ma gli investitori sapendo che avrebbero dovuto accollarsi i costi per lo smaltimento (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd") dei rifiuti (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd") e i futuri costi di smantellamento, capirono che non era un valido investimento.

L'Uranio sta finendo


Secondo l’agenzia internazionale per l’energia atomica si esaurirà nelle centrali nucleari tra il 2025-2035. Secondo l’agenzia internazionale per l’energia atomica le riserve d’uranio conosciute si esauriranno nelle centrali nucleari tra il 2025 e il 2035 e potranno garantire materiale fissile a prezzi accettabili al massimo per i prossimi ottantacinque anni, ma solo se la domanda di uranio non crescerà. E' impossibile smaltire le scorie La rivoluzione della tecnologia nucleare è iniziata sessant’anni fa e non sappiamo ancora come trasportare e smaltire gli scarti nucleari. Oggi la maggior parte delle scorie è conservata vicino alle centrali, in attesa di una soluzione per lo smaltimento (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd"). I governi sostengono che le scorie vanno sepolte in siti sotterranei molto profondi ma a tutt’oggi non esiste alcun sito funzionante. Negli Usa, sono stati spesi 18 anni e 9 miliardi di dollari per costruire un tunnel, sotto la montagna Yucca, in cui depositare i rifiuti (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd") con l’idea che ci sarebbero rimasti per 10.000 anni. Questo tunnel non è ancora aperto e sta già crollando con 10.000 anni d’anticipo…

E' altissimo il rischio di disastri nucleari

Poi c’è il problema del terrorismo, dell’uso militare e quindi del rischio disastro atomico. Sappiamo che un solo incidente sarebbe devastante: Le attività agricole della zona di Chernobyl saranno possibili solo fra duecento anni. L’aria dove esplose reattore quattro della centrale di Chernobyl sarà sicura fra 20.000 anni

ALTERNATIVE AL PETROLIO NON LEGATE AL NUCLEARE

LE ENERGIE (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=energie+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=222e8813e3af3f15f3e1d5066c433cf4") RINNOVABILI (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=fonti+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=6b72191edc188ec95b2d720309dad390")
Ue: entro il 2020 il 33% dell’elettricità sarà prodotta da fonti (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=fonti+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=6b72191edc188ec95b2d720309dad390") rinnovabili (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=fonti+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=6b72191edc188ec95b2d720309dad390"). Ogni miliardo di dollari investito in centraline eoliche crea oltre 3000 posti di lavoro (più del triplo rispetto alle centrali a carbone a quelle nucleari).


Eolico
Tre dei 50 Stati dell’Usa, Kansas, Texas e North Dakota, hanno energia eolica potenziale a sufficienza per soddisfare l’intero fabbisogno energetico del paese. Senza nemmeno toccare le risorse eoliche degli altri 47 Stati.


Solare
L’Algeria prevede di sviluppare 6000 MW di energia solare e di esportarla verso l’Europa con cavi sottomarini. Hanno programmato ciò perché intendono continuare a esportare energia anche quando non ci sarà più petrolio. Il deserto algerino che ricopre gran parte dell’Algeria, ha un’energia solare potenziale, che, se sfruttata, potrebbe alimentare il mondo intero. L’energia solare che colpisce la terra in un’ora è sufficiente ad alimentare l’intera economia mondiale per un anno!


Geotermico
L’Indonesia a 500 vulcani di questi 131 attivi. Ciò significa che c’è un enorme potenziale di energia geotermica molto vicina alla superficie. L’Indonesia ha annunciato la pianificazione di impianti geotermici capace di produrre 6800 MW. Di questi 4000 saranno prodotti da Pertamina, la società petrolifera indonesiana. La produzione di petrolio in Indonesia ha raggiunto il picco. Le società petrolifere però, con le loro competenze di trivellazione, hanno sviluppato notevolmente le competenze in campo geotermico e sanno che l’Indonesia può sostenere l’intera economia del paese con il geotermico. In Islanda il 90% delle case riscaldato con energia geotermica.


L’Italia
L’Italia è uno dei pochi paesi che vanta la possibilità di sfruttare tutte queste energie (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=energie+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=222e8813e3af3f15f3e1d5066c433cf4") rinnovabili a pieno. Cerca su internet un installatore di pannelli fotovoltaici/pale eoliche vicino alla tua zona e chiedi un preventivo. Con gli incentivi e i finanziamenti il costo iniziale è pari a 0, e con la vendita dell’energia prodotta e non consumata, la rata si paga da sola. Inoltre una volta ammortizzato il costo, comincerai a guadagnare dalla vendita dell’energia!


Energia in rete
In Europa si discute circa una super rete elettrica che vada dalla Norvegia all’Egitto, dal Marocco alla Siberia occidentale, che riunisca le risorse energetiche rinnovabili europee: le risorse eoliche dell’Europa nordoccidentale, le risorse solari dell’Europa meridionale del Nord Africa, le risorse geotermiche dei paesi come l’Italia la Turchia. Dobbiamo produrre energia come produciamo informazioni attraverso la rete. Creata da noi stessi, rinnovabile, distribuita e condivisibile. Questo è l’unico futuro possibile.


 (http://"http://lh4.ggpht.com/_3cik7qV0Lkg/Su6wbGp9WkI/AAAAAAAABPk/f7Y6a_yPu5g/s1600-h/1531979022_e704bded724.jpg")


Fonti: “Terra Reloaded”
Dalle parole di:
Joseph Eugene Stiglitz: Nobel per l’economia 2001
Michael Pollan: Professore di Giornalismo presso la University of California
Jeremy Rifkin: Economista, attivista e saggista
Lester Russell Brown: Autore di “Plane B 3.0”
Mathis Wackernagel: Direttore di Global Footprint Network
Wolfgang Sachs: Professore al Wuppertal Institute

Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: peppemassa - 14 Marzo, 2011, 19:18:39 pm
439 centrali nucleari nel mondo forniscono il 5% di tutta l’energia che produciamo


Ha un tremendo impatto AmbientaleIl 70% dell’energia francese è prodotta dalle centrali elettriche nucleari. Il 40% di tutta l’acqua consumata in Francia è utilizzata per raffreddare i reattori nucleari. L’acqua riscaldata, espulsa dal reattore, inquina laghi e fiumi, già pesantemente colpiti da riscaldamento globale. Per costruire una centrale occorre una quantità enorme di cemento e la produzione di cemento è tra le causa del riscaldamento globale. Per estrarre e lavorare l’uranio fino a ricavare l’uranio arricchito da utilizzare nelle centrali, si utilizza tantissima energia. I benefici dal punto di vista ambientale, potenzialmente positivi sono di gran lunga minori se si considerano tutti i fattori che prendono parte alla produzione dell’energia nucleare.
Occorrono 7 anni per progettare una centrale nucleare e occorrono altri 7 per costruirla e per produrre energia. Poi occorrono altri 7 per recuperare l’energia spesa per costruire la centrale stessa. Quindi occorrono 20/21 anni perché una centrale nucleare diventi uno strumento produttivo. Vent’anni è decisamente un tempo troppo lungo perché siano utilizzate come soluzione al cambiamento climatico visto che la maggior parte degli scienziati concorda nell’affermare che i prossimi 8/15 anni saranno gli anni cruciali.

Ha un costo assurdo


Oggi ci sono 439 centrali nucleari nel mondo ed esse forniscono solo il 5% di tutta l’energia che produciamo. Per contrastare il cambiamento climatico l’industria nucleare si propone di produrre 20% dell’energia. Vuol dire che dovremmo mettere in costruzione 3 centrali nucleari ogni 30 giorni, anno dopo anno, per 60 anni. Ogni azienda pubblica che desidera costruire una centrale nucleare dovrà assumersi la responsabilità di smaltire i rifiuti (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd"). Dovrà accollarsi il costo di cercare una compagnia assicurativa che assicuri il reattore contro possibili incidenti. Inoltre dovrà includere nelle bollette dell’elettricità non solo i costi di costruzione delle reattore ma anche di smantellamento quando sarà inutilizzabile. Negli Usa abbiamo scoperto che lo smantellamento della centrale nucleare costa più della sua costruzione.
Quando Margaret Thatcher spinse la Gran Bretagna verso la privatizzazione del settore pubblico, mise sul mercato tutte le centrali di proprietà che aveva: a carbone, a gas e nucleari. Le vendette tutte tranne quelle nucleari, non ci fu alcuna offerta. Erano centrali già costruite e già operative ma gli investitori sapendo che avrebbero dovuto accollarsi i costi per lo smaltimento (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd") dei rifiuti (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd") e i futuri costi di smantellamento, capirono che non era un valido investimento.

L'Uranio sta finendo


Secondo l’agenzia internazionale per l’energia atomica si esaurirà nelle centrali nucleari tra il 2025-2035. Secondo l’agenzia internazionale per l’energia atomica le riserve d’uranio conosciute si esauriranno nelle centrali nucleari tra il 2025 e il 2035 e potranno garantire materiale fissile a prezzi accettabili al massimo per i prossimi ottantacinque anni, ma solo se la domanda di uranio non crescerà. E' impossibile smaltire le scorie La rivoluzione della tecnologia nucleare è iniziata sessant’anni fa e non sappiamo ancora come trasportare e smaltire gli scarti nucleari. Oggi la maggior parte delle scorie è conservata vicino alle centrali, in attesa di una soluzione per lo smaltimento (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd"). I governi sostengono che le scorie vanno sepolte in siti sotterranei molto profondi ma a tutt’oggi non esiste alcun sito funzionante. Negli Usa, sono stati spesi 18 anni e 9 miliardi di dollari per costruire un tunnel, sotto la montagna Yucca, in cui depositare i rifiuti (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=attivita+smaltimento+rifiuti&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=dbdc8775bed87946f8b4aa5467e68fbd") con l’idea che ci sarebbero rimasti per 10.000 anni. Questo tunnel non è ancora aperto e sta già crollando con 10.000 anni d’anticipo…

E' altissimo il rischio di disastri nucleari

Poi c’è il problema del terrorismo, dell’uso militare e quindi del rischio disastro atomico. Sappiamo che un solo incidente sarebbe devastante: Le attività agricole della zona di Chernobyl saranno possibili solo fra duecento anni. L’aria dove esplose reattore quattro della centrale di Chernobyl sarà sicura fra 20.000 anni

ALTERNATIVE AL PETROLIO NON LEGATE AL NUCLEARE

LE ENERGIE (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=energie+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=222e8813e3af3f15f3e1d5066c433cf4") RINNOVABILI (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=fonti+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=6b72191edc188ec95b2d720309dad390")
Ue: entro il 2020 il 33% dell’elettricità sarà prodotta da fonti (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=fonti+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=6b72191edc188ec95b2d720309dad390") rinnovabili (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=fonti+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=6b72191edc188ec95b2d720309dad390"). Ogni miliardo di dollari investito in centraline eoliche crea oltre 3000 posti di lavoro (più del triplo rispetto alle centrali a carbone a quelle nucleari).


Eolico
Tre dei 50 Stati dell’Usa, Kansas, Texas e North Dakota, hanno energia eolica potenziale a sufficienza per soddisfare l’intero fabbisogno energetico del paese. Senza nemmeno toccare le risorse eoliche degli altri 47 Stati.


Solare
L’Algeria prevede di sviluppare 6000 MW di energia solare e di esportarla verso l’Europa con cavi sottomarini. Hanno programmato ciò perché intendono continuare a esportare energia anche quando non ci sarà più petrolio. Il deserto algerino che ricopre gran parte dell’Algeria, ha un’energia solare potenziale, che, se sfruttata, potrebbe alimentare il mondo intero. L’energia solare che colpisce la terra in un’ora è sufficiente ad alimentare l’intera economia mondiale per un anno!


Geotermico
L’Indonesia a 500 vulcani di questi 131 attivi. Ciò significa che c’è un enorme potenziale di energia geotermica molto vicina alla superficie. L’Indonesia ha annunciato la pianificazione di impianti geotermici capace di produrre 6800 MW. Di questi 4000 saranno prodotti da Pertamina, la società petrolifera indonesiana. La produzione di petrolio in Indonesia ha raggiunto il picco. Le società petrolifere però, con le loro competenze di trivellazione, hanno sviluppato notevolmente le competenze in campo geotermico e sanno che l’Indonesia può sostenere l’intera economia del paese con il geotermico. In Islanda il 90% delle case riscaldato con energia geotermica.


L’Italia
L’Italia è uno dei pochi paesi che vanta la possibilità di sfruttare tutte queste energie (http://"http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=energie+rinnovabili&af=5588&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fnews%2Eillecito%2Ecom%2Fcronaca%2Fno%2Dnucleare%2Denergie%2Dalternative%2Drinnovabili%2D439%2Dcentrali%2Duranio%2Dsolare%2Deolico%2Dbomba%2Datomica%2Ehtml&re=&ts=1300126671203&hs=222e8813e3af3f15f3e1d5066c433cf4") rinnovabili a pieno. Cerca su internet un installatore di pannelli fotovoltaici/pale eoliche vicino alla tua zona e chiedi un preventivo. Con gli incentivi e i finanziamenti il costo iniziale è pari a 0, e con la vendita dell’energia prodotta e non consumata, la rata si paga da sola. Inoltre una volta ammortizzato il costo, comincerai a guadagnare dalla vendita dell’energia!


Energia in rete
In Europa si discute circa una super rete elettrica che vada dalla Norvegia all’Egitto, dal Marocco alla Siberia occidentale, che riunisca le risorse energetiche rinnovabili europee: le risorse eoliche dell’Europa nordoccidentale, le risorse solari dell’Europa meridionale del Nord Africa, le risorse geotermiche dei paesi come l’Italia la Turchia. Dobbiamo produrre energia come produciamo informazioni attraverso la rete. Creata da noi stessi, rinnovabile, distribuita e condivisibile. Questo è l’unico futuro possibile.


 (http://"http://lh4.ggpht.com/_3cik7qV0Lkg/Su6wbGp9WkI/AAAAAAAABPk/f7Y6a_yPu5g/s1600-h/1531979022_e704bded724.jpg")


Fonti: “Terra Reloaded”
Dalle parole di:
Joseph Eugene Stiglitz: Nobel per l’economia 2001
Michael Pollan: Professore di Giornalismo presso la University of California
Jeremy Rifkin: Economista, attivista e saggista
Lester Russell Brown: Autore di “Plane B 3.0”
Mathis Wackernagel: Direttore di Global Footprint Network
Wolfgang Sachs: Professore al Wuppertal Institute

 :quoto:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Harakiri - 14 Marzo, 2011, 19:26:09 pm
Dico la mia: sono favorevole alle centrali nucleari, non alle centrali nucleari italiane.
Voi la considerereste sicura una centrale costruita dalla Impregilo? Perché da noi gli appalti li vincono sempre gli stessi. E non perché sono i migliori.
Per non parlare della gestione delle scorie radioattive, sulle quali le ecomafie si butterebbero a pesce. Va a finire che dalle nostre parti oltre alla munnezza di tutta Italia ci ritroveremo pure loro. Sotto al tappeto.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 14 Marzo, 2011, 20:23:20 pm
Tu un edifico dove avviene una fissione nucleare che resiste ad un terremoto 9.0 ed a tsunami di 10 metri(la centrale sta a 20 metri dal mare) e che si guasta solo perché una pompa a diesel non ha funzionato come lo chiami?


niente di meno...

si è guastato solo per una pompa a disel...hai detto niente...no mi pare l'esempio di sicurezza più calzante :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 14 Marzo, 2011, 20:25:38 pm
[size="5"]Nucleare, i dubbi dell'Europa
da Berna a Berlino stop alle centrali[/size]
Domani a Bruxelles vertice della Commissione con i responsabili del settore dei paesi Ue. La Merkel congela il prolungamento del funzionamento degli impianti. La Svizzera blocca le domande di autorizzazioni per nuove centrali. Ripensamenti e polemiche ambientaliste in Polonia e Francia

Sull'onda della tragedia giapponese, la paura del nucleare scuote l'Europa. La cancelliera Angela Merkel ha deciso di sospendere il prolungamento del ciclo di vita operativo dei 16 reattori atomici civili ancora attivi in Germania, la Svizzera ha bloccato la procedura di domanda di autorizzazione alla costruzione di tre nuovi siti, l'Austria chiede un riesame a livello europeo. E domani a Bruxelles la Commissione europea terrà un vertice con i responsabili ufficiali dei paesi Ue in possesso di centrali nucleari e con i gestori degli impianti. Lo scenario di un addio al nucleare e di una conversione il più veloce possibile della produzione energetica nel Vecchio continente, dall'atomo alle energie rinnovabili, sembra diventare sempre più realtà.

per il resto: http://www.repubblica.it/esteri/2011/03/14/news/nucleare_europa-13595435/?ref=HREA-1
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 14 Marzo, 2011, 20:27:14 pm
Dico la mia: sono favorevole alle centrali nucleari, non alle centrali nucleari italiane.
Voi la considerereste sicura una centrale costruita dalla Impregilo? Perché da noi gli appalti li vincono sempre gli stessi. E non perché sono i migliori.
Per non parlare della gestione delle scorie radioattive, sulle quali le ecomafie si butterebbero a pesce. Va a finire che dalle nostre parti oltre alla munnezza di tutta Italia ci ritroveremo pure loro. Sotto al tappeto.
Concordo...

Alla fine sono in bilico sul nucleare... E' una risorsa buona se sfruttata a dovere, non ottima perché presenta molti rischi...

Comunque vorrei dire a Renato che non sono contro le altre risorse, ma fare centrali fotovoltaiche qui è assurdo, dove lo troviamo lo spazio?
Se come hai riportato tu l'Algeria ha quel progetto che lo faccia, il Deserto purtroppo non è sfruttabile, così almeno troverebbe un utilità... molto utile.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 14 Marzo, 2011, 20:33:14 pm
poi Luca ha parlato di stoccaggi sotto terra di scorie nucleari che, appunto, rimarranno lì per millenni...

che bella prospettiva per il mondo futuro...


io la soluzione non ce l'ho, sia chiaro, non ho il tempo e probabilmente neanche gli strumenti per fare una stima completa di conversione dei sistemi di produzione energetici in "full renewable", ma credo che una combinazione (privata e pubblica) di geotermica, idroelettrica, solare e eolica (nonchè maree e altre) possa essere sufficiente.

parlate di corsi d'acqua deviati...ma su...cioè davvero volete confrontare un corso d'acqua deviato, un bacino artificiale con delle scorie nucleari?

andatevi un po' ad informare sui corsi fluviali nei pressi delle centrali nucleari francesi, vedrete che la contaminazione c'è ed è pure causa di molte criticità.

 http://it.wikinews.org/wiki/Incidente_nucleare_in_una_centrale_in_Francia:_acqua_contaminata_da_uranio_riversata_nei_fiumi
http://www.9online.it/blog_emergenzarifiuti/2011/02/15/nucleare-francia-difettosi-34-reattori-su-58-ancora-in-attivita/


e poi

il Vajont, per essere un po' cinici, ha fatto dei morti, purtroppo, è vero, ma almeno il territorio non è stato poi interdetto alla vita per chissà quanti anni a seguire...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: peppemassa - 14 Marzo, 2011, 20:36:56 pm
[size="5"]Nucleare, i dubbi dell'Europa
da Berna a Berlino stop alle centrali[/size]
Domani a Bruxelles vertice della Commissione con i responsabili del settore dei paesi Ue. La Merkel congela il prolungamento del funzionamento degli impianti. La Svizzera blocca le domande di autorizzazioni per nuove centrali. Ripensamenti e polemiche ambientaliste in Polonia e Francia

Sull'onda della tragedia giapponese, la paura del nucleare scuote l'Europa. La cancelliera Angela Merkel ha deciso di sospendere il prolungamento del ciclo di vita operativo dei 16 reattori atomici civili ancora attivi in Germania, la Svizzera ha bloccato la procedura di domanda di autorizzazione alla costruzione di tre nuovi siti, l'Austria chiede un riesame a livello europeo. E domani a Bruxelles la Commissione europea terrà un vertice con i responsabili ufficiali dei paesi Ue in possesso di centrali nucleari e con i gestori degli impianti. Lo scenario di un addio al nucleare e di una conversione il più veloce possibile della produzione energetica nel Vecchio continente, dall'atomo alle energie rinnovabili, sembra diventare sempre più realtà.

per il resto: http://www.repubblica.it/esteri/2011/03/14/news/nucleare_europa-13595435/?ref=HREA-1

A proposito di Germania e di energia nucleare, mi viene in mente un episodio raccontato in "Faccia da turco", libro-inchiesta di Gunter Wallraff, giornalista tedesco che si finse turco per poi raccontare come vivevano ed erano sfruttati in Germania gli immigrati turchi (ecco una piccola presentazione del libro: http://www.ibs.it/code/9788879370431/wallraff-gunter/faccia-turco-laquo;infiltrat.html). Raccontò, tra le altre cose, di essere stato reclutato per un lavoro in una centrale nucleare in cui c'era stato un guasto. Finito il lavoro sarebbe stato pagato e sarebbe dovuto sparire dalla circolazione, in modo che quando i danni causati dall'esposizione alle radiazioni si sarebbero manifestati nessuno avrebbe potuto collegare i suoi futuri malesseri con la centrale nucleare tedesca.

Noi tremiamo pensando a come si costruirebbero e gestirebbero le centrali nucleari in Italia, ma anche in altri paesi europei ci sono magagne che fanno inorridire. Scherziamo con il fuoco: è proprio il caso di dirlo.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 14 Marzo, 2011, 20:38:09 pm
Mo si dice che c'è il pericolo della fusione del nocciolo...
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Paolo861 - 14 Marzo, 2011, 20:41:58 pm
Le abbiamo chiuse nell'86, due mesi dopo Chernobyl.
E' da ignorante (non mi riferisco a voi eh...) dire che il Nucleare non sia una energia pulita.
Napoli ha avuto l'Italsider per 80 anni e nisciun ha ciatat. Ha avuto le raffinerie a San Giovanni per 100 anni e nisciun ha ciatat.
Le raffinerie a San Giovanni sono esplose, perché il bitume prende fuoco facilmente. Oggi facciamo corrente..(detto terra terra..) grazie al petrolio.
In alternativa c'è l'idroelettrico e mi pare che dopo il Vajont, nisciun abbia ciatato.
Le risorse "alternative" che dite voi, evidentemente senza aver mai preso in mano un Piano energetico Nazionale, sono insufficienti e soprattutto energeticamente poco valide.
Per il fotovoltaico ci vorrebbero tonnellate di pannelli su ogni tetto, a spese dei privati. Ditemi voi se è possibile. E poi, di inverno produrrebbe neanche un sesto dell'energia richiesta.
L'eolico oltre a deturpare l'ambiente è rumoroso. State voi sotto un impianto a pale eoliche per più di 10 minuti...e poi non siamo cazzi di fare una discarica, facciamo un Parco eolico? Già vedo gli ambientalisti stesi sulle autostrade. E poi, dove cazzo sta tutto sto vento in Italia? Viviamo su Giove con venti a 800Km/h?

E' come quello che considera "pulita" l'auto elettrica. Con l'elettricità prodotta dal petrolio e dal carbone.

L'unica alternativa è il nucleare. Pochi cazzi.
:handclap: :handclap: :handclap:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: peppemassa - 14 Marzo, 2011, 20:45:39 pm
Mo si dice che c'è il pericolo della fusione del nocciolo...

I guasti alle centrali nucleari non sono mai completamente gestibili dagli esseri umani, purtroppo, ma si fa sempre finta che non sia così. Checché ne dicano tutti quelli che sono favorevoli all'energia nucleare: l'unica centrale nucleare veramente sicura è solo quella che non si costruisce. Puoi avere anche i più grandi esperti del mondo a disposizione, ma c'è un tasso di aleatorietà purtroppo sempre esageratamente alto e i benefici sono veramente troppo poco se rapportati ai danni incalcolabili che si possono provocare per millenni non solo alle popolazioni locali, ma a popoli sparsi per il mondo.

Non ho la soluzione in tasca, ma le centrali nucleari mi hanno sempre fatto paura e dopo Chernobyl mi spaventano ancora di più.

Le inziali dichiarazioni tranquillizzanti del governo giapponese sono apparse subito troppo ottimistiche ad esperti occidentali, fra i quali ho già menzionato in un post precedente uno studioso francese (http://www.repubblica.it/esteri/2011/03/13/news/nucleare_le_paura_dopo_lo_tsunami_l_esperto_tokyo_non_dice_la_verit-13567241/). Tieni conto che ci saranno ancora scosse di assestamento e che i danni alle centrali potrebbero aumentare. Io sono molto preoccupato e non solo per i giapponesi, ai quali va tutta la mia solidarietà.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 14 Marzo, 2011, 20:46:15 pm
Ah, volevo dire una cosa a Brian Clough... Con la caldaia a pellett (Che quest'estate installerò anche io) non inquini niente, perché la quantità di CO2 è la stessa che le piante piantate per produrre il pellett hanno assorbito nel corso della loro vita... Infatti le biomasse sono considerate risorse rinnovabili!

:D
Spero che tu sia ancora più felice dopo aver  letto questo :asd:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 14 Marzo, 2011, 21:17:59 pm
Scanzano Jonico: deposito unico nazionale di scorie radioattive

.Il decreto legge n. 314 del 14 novembre 2003 stabilisce che tutti i rifiuti e i materiali nucleari esistenti in Italia vengano sistemati  in un deposito nazionale e da realizzare nel comune di Scanzano Jonico e che  il deposito sia considerato opera di difesa militare. In seguito a questo decreto le popolazioni della Basilicata si sono ribellate e la loro lotta ha prodotto il momentaneo fermo di questo progetto. Mentre gli altri paesi come gli Usa, la Germania, la Spagna, l’Austria, la Tunisia, la Cina e la Libia stanno scegliendo le energie alternative secondo un progetto di Carlo Rubbia, il governo italiano si è indirizzato verso una nuova stagione  nucleare malgrado la decisione del popolo fatta molti anni  fa di rifiutare l’energia nucleare.

Sono sempre i Meridionali a prenderlo nel culo.
Al Nord vanno le centrali al Sud le scorie,in zone ad alta densita' sismica e vicino a bacini idrici di grande importanza.
Berlusconi vuole le centrali nucleari?....le scorie le sotterri nella fertile Brianza,a casa sua,nel Veneto di Zaia,nel Piemonte di Cota,ma basta usare il Meridione come immondezzaio d'Italia.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Eleuteria - 14 Marzo, 2011, 21:22:36 pm
Ah, volevo dire una cosa a Brian Clough... Con la caldaia a pellett (Che quest'estate installerò anche io) non inquini niente, perché la quantità di CO2 è la stessa che le piante piantate per produrre il pellett hanno assorbito nel corso della loro vita... Infatti le biomasse sono considerate risorse rinnovabili!

:D
Spero che tu sia ancora più felice dopo aver  letto questo :asd:
Io ho la stufa a pellett......non sporca nulla,so che non inquina(ho trovato conferme),e tutto sommato è abbastanza economico.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Mister Montana - 14 Marzo, 2011, 21:26:15 pm
Questo fatto che Scanzano debba essere l'unico sito di stoccaggio delle scorie, se vero, è normale?
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 14 Marzo, 2011, 21:38:05 pm
Questo fatto che Scanzano debba essere l'unico sito di stoccaggio delle scorie, se vero, è normale?

All'inzio fu stilata una lista di 52 siti per stoccare le scorie.
Poi è stato deciso che serviva un centro unico per lo stoccaggio delle scorie e si è scelto Scanzano Jonico.
Fortunatamente il Referendum ha bloccato l'iter e i cittadini Lucani di quelle stupende zone vivono col fiato sospeso.
Se dovesse passare il Nucleare saranno sito unico di stoccaggio,se non dovesse passare,a meno che il governo Berlusconi non si metta contro tutta l'opinione pubblica,il Nucleare sara' storia passata.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: strano^^ - 14 Marzo, 2011, 21:53:28 pm
Io veramente non concepisco i "talebani" su queste discussioni.

Comunque forse è meglio parlarne in apposito topic. Credo.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Mister Montana - 14 Marzo, 2011, 21:54:44 pm
Giusto, è opportuno un topic ad hoc.

http://www.na1926.net/forum/index.php?/topic/8544-nucleare-e-fonti-di-energia/page__view__getnewpost__fromsearch__1
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: peppemassa - 15 Marzo, 2011, 08:19:15 am
Come volevasi dimostrare... In risposta a chi diceva, ieri, che i danni alle centrali giapponesi erano limitati e che le centrali erano sicure...

http://www.repubblica.it/esteri/2011/03/15/dirette/diretta_giappone_15_marzo-13614937/?ref=HREA-1

Diversi di voi fanno notare che sono molto vecchie e che le nostre, ipertecnologicamente avanzate saranno a prova di bomba, ma all'epoca in cui furono costruite anche quelle giapponesi erano all'avanguardia, però una volta investito in una cosa del genere si tende a sfruttarla il più possibile. Evidentemente non erano poi così sicure. Ribadisco il mio pensiero sull'argomento: la centrale nucleare sicura è quella che non si costruisce. Di sicuro in tale campo non c'è niente. Nemmeno il Giappone, paese avanzatissimo dal punto di vista tecnologico e antisismico ha potuto prevedere con accuratezza lo scenario terribile che si è venuto a creare.

I danni causati dalle calamità naturali sono circoscritti a un territorio. Quelli causati dalle centrali nucleari non hanno confini, purtroppo.

Ora si parla di fuga di radioattività che ha superato di gran lunga il livello e di rilevamenti positivi anche a 100 Km da Tokyo. Inutile dire che il vento trasporterà la radioattività sprigionata dalle centrali giapponesi in giro per il globo.

Qualcuno fino a stanotte diceva che non si sarebbe trattato di una seconda Chernobyl. Ne siamo ancora così sicuri? Ho un figlio piccolo e sto tremando al pensiero che a breve potremmo essere esposti tutti al medesimo pericolo.

Naturalmente quelli che al momento stanno tremando più di tutti sono i giapponesi e capisco e condivido il loro sgomento sperando che accada un miracolo, che la fuga di radioattività si blocchi in qualche modo, ma il mio lato razionale mi induce a prevedere il peggio.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 15 Marzo, 2011, 09:44:17 am
Si preparano ad evacuare Tokio. Poveri Jap :(
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Doctor J - 15 Marzo, 2011, 10:22:22 am
comunque davvero è una catastrofe epocale, ogni giorno si percepisce di più che sta succedendo in quel paese...mi auguro che si riprendano al più presto. La paura è che i diecimila morti siano un dato ancora provvisorio, qualcuno dice possono arrivare a 30000...

Intanto il Giappone ha ritirato il film di eastwood sullo tsunami del 2004, che stava in programmazione da qualche settimana, un film già angosciante ma se pensi che è capitato di nuovo...c'è un paese di pescatori che è stato praticamente cancellato dall'acqua, si è salvato solo chi stava in collina
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 15 Marzo, 2011, 13:48:16 pm
Giusto per riprendere quello che dicevo circa l'impossibilità di spegnere il reattore a Fukuhoka..


Uomini contro macchine. Tre reattori che producono energia a temperature impossibili e squadre di tecnici che pompano acqua di mare per frenare il calore: si combatte per evitare che il combustibile si riscaldi in modo irreversibile e sciolga le camicie di grafite che lo avvolgono. Ma è un'impresa impossibile. L'acqua diventa vapore e la cupola protettiva esterna si trasforma in una pentola a pressione. Salta il tappo, la pioggia finissima di radiazioni nucleari si disperde nell'aria. Sei soldati di guardia e un tecnico sono spazzati
via. Altri dieci specialisti, al lavoro nella Fukushima 2, restano feriti. Sono contagiati, uno è un ragazzo di 23 anni.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Starkan - 15 Marzo, 2011, 14:04:38 pm
In parole povere stamm nguaiat? :look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 15 Marzo, 2011, 18:58:26 pm
Il governo giapponese, favorito dall'atteggiamento 'muro di gomma' tipico della burocrazia nipponica nonchè dal potere detenuto dalle compagnie elettriche, continuerebbe a sostenere, da un lato, una politica nucleare "antiquata", mentre, dall'altro, "limiterebbe l'accesso alle informazioni da parte del pubblico e dei deputati". Atteggiamento che si spingerebbe sino a "insabbiare" alcuni "incidenti nucleari". E' quanto si apprende da un cablo della diplomazia americana pubblicato oggi da WikiLeaks.
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: sololamaglia - 16 Marzo, 2011, 03:04:48 am
ma queste centrali nucleari non erano arci-sicure? Ora le facciamo anche da noi, giusto? :look:

Possiamo impedirlo. Dobbiamo impedirlo. Non devono vincere. Ci sarà il referendum a Giugno, votiamo SI contro il nucleare!
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Big cannavaro - 16 Marzo, 2011, 13:38:29 pm
(http://www.bicigeneratori.it/images/phocagallery/pistoletto/thumbs/phoca_thumb_l_DSCF0835.JPG)
Più sicuro di questa non esiste nulla...:look:
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Seaver - 16 Marzo, 2011, 15:04:01 pm
(http://affaritaliani.libero.it/static/upll/tabe/tabella2.jpg)

Questa tabella fa coincidere i test nucleari fatti con molti terremoti ... anche quello dell'Aquila è arrivato il giorno dopo un test nucleare sud coreano :look:

Questo è l'articolo (http://"http://affaritaliani.libero.it/cronache/terremoto_giappone_prove150311.html")
Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: SUPERNATURAL - 16 Marzo, 2011, 15:28:00 pm
(http://affaritaliani.libero.it/static/upll/tabe/tabella2.jpg)

Questa tabella fa coincidere i test nucleari fatti con molti terremoti ... anche quello dell'Aquila è arrivato il giorno dopo un test nucleare sud coreano :look:

Questo è l'articolo (http://"http://affaritaliani.libero.it/cronache/terremoto_giappone_prove150311.html")


Mi riaggancio a questo articolo per inserire un video di Adam Kadmon su questo argomento:

[media]http://www.youtube.com/watch?v=kTjoFQiwOu4[/media]

Titolo: Terremoto in Giappone
Inserito da: Ospite Indesiderato - 16 Marzo, 2011, 21:43:44 pm
[size="5"][color="#FF0000"]Omissioni e scandali nel passato della Tepco, radiografia del colosso proprietario di Fukushima[/color][/size]
La Tokyo Electic Power, proprietaria della centrale di Fukushima al centro dell'emergenza nucleare giapponese, è la prima utility in tutta l'Asia ed è tra le maggiori al mondo. Il valore dell'azienda, fondata nel 1951, è superiore ai 67 miliardi di euro secondo la banca dati Capital Iq di Standard & Poor's
La capacità produttiva dell'azienda
Stando agli ultimi dati societari, la sua potenza produttiva si attesta oltre i 64,487 gigawatt. La fetta più importante della produzione è rappresentata da centrali termoelettriche. La Tepco ne ha 25 per una potenza totale di 38,189 gigawatt. La capacità produttiva delle tre centrali nucleari (Kashiwazaki Kariwa, Fukushima Daiichi e Fukushima Dani) è invece di 17,308 gigawatt. Insignificante invece la quota delle rinnovabili (4 megawatt). Nel 2009 ha venduto oltre 280 gigawatt-ora di elettricità.
Nel 2010 il ritorno all'utile dopo due anni di rosso
L'anno appena concluso è stato quello del ritorno all'utile per la società che, al 31 dicembre di quest'anno, registrava utili per 115 miliardi di yen. C'è stata una performance negativa invece nel 2009 (-84 miliardi di yen) e soprattutto nel 2008, quando la società ha registrato il primo rosso in 28 anni (-150 miliardi di yen). Una decisa frenata rispetto ai 298 miliardi di utile del 2007.
Il precedente incidente nel 2007
La ragione di questo tonfo sta in un episodio che ricorda molto, anche se in scala infinitamente inferiore, quanto avvenuto in conseguenza del violento Tsunami che ha colpito il Giappone mandando in panne i reattori della centrale nucleare di Fukushima Daiichi. Nel luglio del 2007 infatti un sisma di magnitudo 6,8 Richter colpì il Giappone danneggiando la centrale di Kashiwazaki Kariwa, la più grande al mondo. Ci fu un incendio. Le immagini del fumo che usciva dalla centrale furono viste in diretta tv per un ora. L'incidente provocò la dispersione di oltre 1000 litri di acqua contaminata da sostanze radioattive nel mare.
La centrale più grande al mondo costruita su una faglia attiva
Vennero fatti dei controlli sulla sicurezza. Emerse che era stata costruita nelle immediate vicinanze di una faglia attiva. Inoltre la scossa che colpì l'impianto fu di una potenza due volte superiore al massimo previsto in fase di costruzione. Kashiwazaki Kariwa fu chiusa per due anni. Uno stop che spiega il profondo rosso dei conti societari nel 2008 e nel 2009.
Lo scandalo dei rapporti falsificati nel 2002
La Tokyo Electric Power si giustificò dicendo che, quando la centrale era stata costruita alla fine degli anni '70, non era emersa la presenza della faglia al momento della rilevazione. In molti però sollevarono dubbi su questa giustificazione, anche perché la società non aveva certo una fama di grande trasparenza. Solo cinque anni prima infatti i vertici della società si erano dovuti dimettere per aver falsificato rapporti sulla sicurezza delle centrali per un periodo di oltre 15 anni. Il presidente Nobuya Minami, nell'annunciare le sue dimissioni, ammise, di fronte all'evidenza, quanto contestatogli dalle autorità. Il problema era emerso dopo la denuncia alle autorità degli esperti della General Electric, assoldati per ispezionare gli impianti della Tepco.
http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2011-03-15/omissioni-scandali-passato-tepco-174007.shtml
Titolo: Re:Terremoto in Giappone
Inserito da: O Libberista Missionario - 14 Giugno, 2019, 14:11:35 pm
Sulla scia della serie TV su Chernobyl sono usciti degli aggiornamenti sulla situazione. A quasi 10 anni da disastro i giapponesi ancora non sanno se questo materiale fuso abbia raggiunto in qualche modo le falde sotterranee. Sembra perché per contenere l’acqua radioattiva avessero costruito un muro di ghiaccio (:look:) ma un drag...ehm un tifone lo ha fatto sciogliere riversano l’acqua in mare.

Per chi fosse interessato al tema rinnovabili in UK é ormai un mesetto che le centrali a carbone sono ferme, il 65% viene da gas naturale, attorno al 10% nucleare il resto rinnovabili più quota estera.
Titolo: Re:Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 16 Giugno, 2019, 11:25:36 am
Su Fukushima chiassá quante cose hanno taciuto.

C'è chi mette in dubbio un disastro simile a Chernobyl. E pure la questione dell'acqua radioattiva diffusa (e continuata ad essere diffusa ancora oggi) nell'oceano pare passare fin troppo sotto traccia
Titolo: Re:Terremoto in Giappone
Inserito da: peppemassa - 16 Giugno, 2019, 13:29:59 pm
Su Fukushima chiassá quante cose hanno taciuto.

C'è chi mette in dubbio un disastro simile a Chernobyl. E pure la questione dell'acqua radioattiva diffusa (e continuata ad essere diffusa ancora oggi) nell'oceano pare passare fin troppo sotto traccia
Ho pensato spesso anch'io la stessa cosa. L'acqua radioattiva in mare, da ignorante in materia, penso sia meno gestibile e circoscrivibile rispetto a un problema nato in una centrale che è lontana dalla costa.

Qualche tempo fa si era letto di tracce di radioattività provenienti dal Giappone presenti anche sulle coste degli Stati Uniti. La cosa era inquietante, eppure non se ne parla più.
Titolo: Re:Terremoto in Giappone
Inserito da: Koji_Kabuto - 16 Giugno, 2019, 19:56:57 pm
Ho pensato spesso anch'io la stessa cosa. L'acqua radioattiva in mare, da ignorante in materia, penso sia meno gestibile e circoscrivibile rispetto a un problema nato in una centrale che è lontana dalla costa.

Qualche tempo fa si era letto di tracce di radioattività provenienti dal Giappone presenti anche sulle coste degli Stati Uniti. La cosa era inquietante, eppure non se ne parla più.
Guardate che a Chernobyl è esploso il nocciolo. Tra parentesi si scoprì proprio allora che il nocciolo poteva esplodere...
A Fukushima il problema più grosso non è il mare, ma il nocciolo ancora attivo.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Terremoto in Giappone
Inserito da: Amnes - 18 Giugno, 2019, 17:11:12 pm
il topic è stato aperto nel 2011

non ci scrivevamo da aprile 2011

il libberista ha riscritto 4 giorni va

oggi ha fatt n'altro terremoto in giappone



così
per dire